Recensione TV Superstars

Un party game che tenta di trasformarvi in star di fama internazionale

INFORMAZIONI GIOCO
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Ps3
Lorenzo Lorenzo "Kobe" Fazio ama il basket, o per meglio dire i Los Angeles Lakers, l’Hip Hop e il teatro. Dopo aver rincorso la carriera del finto regista, dal 2007 si spaccia anche per finto esperto di videogiochi scrivendo su Everyeye.it. Lo appassionano le belle storie e gli stili visivi ricercati. Cercatelo su Twitter e su Google Plus.

Un semplice gesto: accendere la TV

Contestualizzare con successo un party game può rappresentare già di per sé un parziale discriminante per valutare l’eventuale accoglienza del pubblico. La saga di Mario Party ad esempio, punta sul fascino del famoso idraulico italiano e compagnia, mentre Buzz, dal canto suo, sfrutta la simpatia di un improbabile conduttore di quiz con annessa valletta e studio televisivo agghindato per l’occasione.
In un panorama sempre più affollato, non deve essere semplice inventarsi un nuovo brand che si approcci a questo genere con efficacia e originalità. Eppure Sony, che vuole sfruttare il buon momento che sta vivendo il suo Move, ha fatto la cosa più semplice e intelligente del mondo: ha acceso la TV e ha immediatamente trovato l’ispirazione.

La via del successo, passa anche per una bella faccia

Sviluppato da SCE Studios Cambridge, TV Superstars è un party game estremamente classico nelle meccaniche di gioco, che sfrutta come setting quello dei reality show che, nel mondo reale, impazzano sui canali satellitari.
Due sono le carte sulle quali il titolo si affida per differenziarsi dalla concorrenza e fare breccia nei cuori dei videogiocatori.
La prima è quella relativa all’editor del personaggio. Sfruttando il Playstation Eye, vi verrà chiesto di fotografare il vostro viso in tre diverse espressioni (normale, felice e arrabbiata), che verranno poi applicate al modello poligonale che potrete ulteriormente modificare scegliendo la capigliatura, il colore della pelle, dei vestiti e poco altro ancora. L’editor insomma è a grandi linee poco profondo e non permette chissà quali livelli di personalizzazione, ma grazie all’espediente del Playstation Eye, unito alla possibilità di registrare un grido di battaglia, che accompagnerà ogni ingresso sullo schermo del vostro avatar, rende le cose indubbiamente esilaranti. In compagnia, difatti, è difficile trattenere le risate mentre un vostro amico cerca la giusta espressione facciale o mentre urla il suo improbabile motto.
L’altra carta sulla quale punta TV Superstars è ovviamente il Move, strumento senza il quale non è possibile avviare il gioco. L’obbiettivo che idealmente dovrete raggiungere nel corso delle “puntate” sarà la popolarità massima. Per scalare la classifica delle celebrità, e comparire così sulle copertine delle riviste, dovrete naturalmente superare con successo le diverse prove che vi verranno proposte nei vari programmi. Sì, perché ogni minigioco sarà legato a doppio filo ai già citati reality show che ne scimmiottano alcuni effettivamente esistenti.
Ad esempio, in Big Beat Kitchen verrete accolti da un grosso presentatore, che si muoverà a ritmo rap, e vi inviterà a cucinare delle raffinate quanto gustose pietanze. Move alla mano, sarete così chiamati a tagliuzzare verdure, mescolare impasti e compiere tante altre azioni che farebbe uno chef provetto. In Diy Raw, invece, sarete chiamati a ristrutturare l’abitazione di una famiglia. Qui i compiti, naturalmente, cambieranno sensibilmente dal momento che dovrete armarvi di martello per abbattere pareti, di sega per tagliare assi di legno e di bomboletta spray per decorare le pareti della casa. Let's Get Physical, dal canto suo, vi spingerà ad affrontare tutta una serie di minigiochi legati alla resistenza fisica e al saper prendere la mira su alcuni oggetti in movimento.
La varietà degli scenari proposti è insomma fuori dubbio. Inoltre, se in tanti altri giochi del genere passerete da una prova all’altra senza alcuna continuità, TV Superstars terrà sempre conto dei risultati raggiunti fino a quel momento. Ciò significa, ad esempio, che se in Diy Raw avete parzialmente fallito la verniciatura di una stanza, ciò resterà visibile per tutta la durata del programma e ne verrà tenuto conto nella valutazione finale.

La fama è meglio gustarsela in compagnia

A conti fatti il Move se la cava più che egregiamente con i vari minigiochi. Non mancano sicuramente quelli dove il motion controller mostra qualche insicurezza di troppo, ma in generale il livello di precisione raggiunto è più che soddisfacente. Anzi, in alcuni livelli vi lamenterete per l’eccessiva accuratezza richiesta. In Super Television Acting Agency vi sarà chiesto di sfilare effettuando alcune gesti. Sebbene potrete limitarvi a muovere il solo braccio con cui impugnate il Move, vi accorgerete presto che per ottenere dei risultati accettabili dovrete avere un grande controllo su ogni singolo spostamento, vista l’alta dose di precisione necessaria.
In generale quindi, il motion controller di Sony risponde più che bene al compito al quale è stato chiamato. Non per questo non mancano minigiochi mal calibrati nell’uno o nell’altro eccesso.
A questo punto, parlando di gameplay, resta da valutare un ultimo ambito di TV Superstars: diverte anche in single player? Quanto, invece, in multiplayer?
La prima domanda trova una risposta piuttosto scontata. Inizialmente saranno disponibili solo quattro show televisivi. In tutto ce ne sono circa una decina, ma per sbloccarli tutti vi basterà affrontarli uno dopo l’altro senza grosse richieste in termini di punteggio raggiunto. Per vedere tutto ciò che ha da offrire TV Superstars vi basteranno tre ore al massimo. Purtroppo, come accade spesso nei party game, il gameplay non è così profondo da garantire un divertimento prolungato al giocatore singolo. Certo, è sempre bello incrementare i propri punteggi e scalare la classifica di notorietà potrebbe richiedervi più di un paio di pomeriggi, ma la noia vi assalirà piuttosto in fretta per quanto possiate restare affascinati dalla precisione e dal divertimento che saprà regalarvi il Move.
Diverso il discorso in ambito multiplayer, dove fino a quattro giocatori potranno sfidarsi sia contemporaneamente, disponendo di altrettanti motion controller, che a turno. Il titolo Sony saprà sicuramente risolvervi qualche serata, anche a fronte del divertente editor, ma anche in questo contesto TV Supestars non riesce a reggere il confronto con, solo per citare il più illustre, Mario Party. Ciò si deve in parte alla qualità generale dei minigiochi, divertenti, ma non tutti riusciti, in parte all’impostazione delle partite fin troppo costrette nella logica dei reality show. Dove infatti la saga Nintendo variava continuamente la situazione, ora grazie ai brevi e variegati minigiochi, ora grazie alle meccaniche da board game, il party game Sony costringe al superamento di una prova dietro l’altra con fin troppa rigidità causando, in alcuni casi, l’abbandono prematuro di qualche partecipante.
Dal punto di vista grafico-sonoro TV Superstars impara la lezione impartita dalla nuova filosofia che sottende il Wii. Sebbene si eviti la relativa austerità di WiiFit o Wii Sports, a padroneggiare sono modelli poligonali super deformed e ambientazioni tanto colorate, quanto di facile lettura. Per quanto, insomma, la potenza della PS3 venga largamente lasciata a dormire, il titolo raggiunge un buon compromesso tra semplicità e apprezzabilità estetica. Discorso simile per il comparto sonoro: il doppiaggio in italiano è di qualità, mentre gli effetti sonori e le musiche adempiono al loro compito senza particolari lodi.

TV Superstars TV Superstars è un discreto party game. Il Move si rivela generalmente preciso, mentre la maggior parte dei minigiochi è sufficientemente divertente. Purtroppo tanto in singolo, quanto in multiplayer il divertimento non dura moltissimo: colpa di un numero relativamente esiguo di minigiochi, a fronte di una decina di reality show divisi in diverse prove, e di una strutturazione dei livelli fin troppo rigida. Consigliato solo ai patiti del genere che smaniano all’idea di mettere alla prova il Move appena comprato.

6

Che voto dai a: TV Superstars

Media Voto Utenti
Voti totali: 5
5.2
nd