Q&A Domande e Risposte Oggi alle ore 16:00

Rispondiamo in diretta a tutte le vostre domande e curiosità

Recensione UFHO2

Un board game tutto italiano arriva su iPad

Versione analizzata: iPad
recensione UFHO2
INFORMAZIONI GIOCO
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • iPad
  • Pc
Alessandro Mazzega Alessandro Mazzega prende confidenza fin da tenera età con pad e tastiera e si appassiona rapidamente al mondo dei videogiochi, lavorando come giornalista sulle principali realtà online e occupandosi di sviluppo, attualmente in Forge Reply. Bassista fallito, ha ormai venduto lo strumento per passare dietro al microfono, sia per cantare che per condurre il podcast Gaming Effect. Cercatelo su Facebook, su Twitter e su Google Plus.

Tiny Colossus è team a conduzione singola fondato da Ciro Continisio, game designer e programmatore che da anni si impegna per far emergere la cultura dello sviluppo indipendente in Italia, partecipando ed organizzando eventi di ogni tipo nel nostro paese.
Ciro è stato anche uno dei pionieri italiani per quanto riguarda il finanziamento di un gioco indie tramite crowdfunding, in un periodo nel quale Kickstarter non era ancora sulla bocca di tutti. UFHO2 è stato infatti finanziato proprio grazie al noto portale statunitense, con una campagna che si chiuse nel lontano Febbraio del 2012, superando di poco il traguardo di diecimila Dollari. Di tempo ne è passato molto -più di due anni- ma finalmente la versione finale di UFHO2 ha visto la luce, con una pubblicazione multipiattaforma che copre PC Windows, Mac e Linux, grazie ad un accordo con Desura, e iPad, sull'abituale App Store di Apple.

Touch (e in quattro) è meglio

UFHO2 si presenta come un gioco che si pone a metà tra il board game digitale e il titolo di strategia pura, grazie a meccaniche puzzle che non nascondono la loro provenienza dal mondo dei giochi da tavolo.
Per fare un paragone basta pensare al vecchio board game intitolato Il Labirinto Magico, edito in molteplici versioni. Nel gioco di Ravensburger, infatti, per raggiungere l'obiettivo non bastava spianare la strada al proprio personaggio, intervenendo sulla conformazione del tabellone di gioco, ma era necessario mettere i proverbiali bastoni tra le ruote agli avversari, in modo da batterli sul tempo.
UFHO2 si basa su un concetto molto simile: da due a quattro alieni, controllati da giocatori umani o dall'intelligenza artificiale, avanzata e spesso leggermente troppo spietata, si possono muovere su tabelloni strutturati a caselle.

Ogni giocatore ha a disposizione un numero prefissato di mosse per il proprio turno e, per per far raggiungere al proprio personaggio le tanto agognate gemme, potrà muoverlo da una casella all'altra, ruotare una delle caselle stesse o addirittura un intero settore. Le aree di gioco sono infatti esagonali, e al loro interno sono sempre presenti sette differenti locazioni, ognuna delle quali può connettersi a quelle limitrofe grazie a dei semplici corridoi di raccordo.
Muovere il proprio alieno costa una mossa, così come ruotare una casella. Mettere in modo un settore invece ha un costo doppio, fattore che spingerà a ponderare ogni azione in modo da cercare di muoversi e raggiungere gli obiettivi il prima possibile, favorendo sé stesso e, possibilmente, mettendo in difficoltà gli altri.
Per aggiungere un po' di pepe alle partite sono presenti numerosi power-up che possono apparire nei livelli, da utilizzare quindi a comando per alterare temporaneamente le regole di gioco o semplicemente per sfruttare un numero più alto di mosse nel proprio turno, con in più alcuni poteri specifici per ogni razza di alieno.
Una nota di colore: molti degli alieni presenti sono personaggi di altri titoli indie molto noti, presenti in veste di ospiti speciali in seguito alla campagna di finanziamento.

UFHO2 offre un semplice tutorial che permette di prendere confidenza con le regole di base, con in più un'estesa campagna single player accompagnata da una semplice storia, formata da un susseguirsi di stage sempre diversi, ognuno ambientato su un disco volante di struttura differente.
È però la modalità multiplayer locale a rendere giustizia al titolo: solo con altri tre amici, infatti, emerge il vero divertimento offerto dal gioco, con mosse da studiare e comportamenti avversari da decifrare, in modo da agire d'astuzia e d'anticipo, sfruttando le mosse a propria disposizione e le abilità specifiche al meglio, nel tentativo di portare a casa la vittoria.
Manca una modalità online, anche se il multiplayer locale in questo caso ha tutto un altro gusto, ma è comunque prevista con un prossimo update, il primo dei quali è già stato pubblicato e ha aggiunto nuove sfide ed achievement, andando a limare alcune piccole sbavature che per fortuna non hanno rovinato un buon lancio, con tanto di un featuring da parte di Apple durante la settimana di pubblicazione.

UFHO2 UFHO2 è un buon prodotto, che sfrutta ottimamente le caratteristiche di iPad e offre un approccio sociale al gioco su tablet, sfruttandolo come un vero e proprio tabellone interattivo da mettere al centro del tavolo per sfidare i propri amici. Lo stile convince e il gameplay è semplice ma profondo, con un'apertura a svariate strategie differenti da provare ad applicare per sbaragliare gli avversari. La mancanza di una modalità multiplayer online pesa solo in parte sulla valutazione, in quanto affrontare amici in carne e ossa è sicuramente più divertente. Il prezzo, adeguato alla tipologia e alla qualità del prodotto, appare leggermente troppo alto solo in virtù di un appiattimento generale degli store mobile: un elemento che, insieme alle oggettive difficoltà per emergere in un mercato così ricco di nuovi titoli pubblicati su base giornaliera, sta praticamente rovinando il mercato dei videogiochi per smartphone e tablet. Per invertire la tendenza, date una chance a questo progetto.

8

Che voto dai a: UFHO2

Media Voto Utenti
Voti totali: 5
8
nd