Rubrica Classifica Hardware e Software USA

Vincitori e Vinti nell'ultimo mese prima della pausa estiva

rubrica Classifica Hardware e Software USA
Articolo a cura di

Il mese di Giugno, e più in generale tutta l'estate, rappresenta un periodo di assestamento sul mercato ludico. Le vendite dell'Hardware scendono, così come quelle dei giochi, ed infatti è molto difficile che fra Giugno e Agosto escano top title di un certo peso. In ogni caso Giugno rappresenta un mese strategico, perché permette di identificare alcune tendenze di lungo periodo dell'industry, capendo veramente quali prodotti riescono ad essere forti sul lungo periodo; nel nostro settore, infatti, l'invecchiamento precoce è un problema serissimo, e pochissimi titoli riescono a mantenere un andamento di vendite dignitoso dopo il primo mese e mezzo dall'uscita. Come se non bastasse, la crisi economica continua a mordere e, non a caso, Sony, Nintendo e Microsoft sembrano sempre più orientate a estendere il ciclo vitale di questa generazione ben oltre i canonici cinque anni. Le nuove periferiche presentate all'E3 vanno tutte in questa direzione, per massimizzare gli investimenti già effettuati e mantenere buoni profitti. Le casse delle aziende piangono e, probabilmente, i reparti di Ricerca & Sviluppo sono quelli che patiscono di più la mancanza di credito.
Comparando i dati di quest'anno a quelli del Giugno 2008 si nota come le vendite complessive siano diminuite di circa il 12% ma, contemporaneamente, mai come oggi il numero di players continua a crescere, grazie soprattutto ai nuovi paradigmi d'interfaccia introdotti da Nintendo con Wii e DS. Per quanto riguarda il digital delivery, invece, la situazione non pare essere cambiata rispetto agli anni scorsi, naturalmente una piccola percentuale di vendite "perse" va ascritta all'aumento dei servizi online e alla possibilità di scaricare giochi e applicazioni in maniera veloce e legale grazie alle piattaforme che, ormai, sono fornite da tutte e tre le Case. Tuttavia stiamo parlando di quote veramente minimali, che da sole non possono assolutamente spiegare quel -12% di cui parlavamo prima.Il mercato ludico si prepara così ad una stagione invernale molto "calda" (con l'arrivo, tanto per citarne alcuni, di Uncharted, Assassin's Creed, Modern Warfare e, forse,  il nuovo Mario Galaxy), sperando che la fase acuta della crisi economica sia ormai passata e che si possa tornare ad investire anche sull'Hardware.

Classifica Hardware

  • PlayStation 2 152.700
  • PlayStation 3 164.700
  • PSP 163.500
  • Xbox 360 240.600
  • Wii 361.700
  • Nintendo DS 766.500
La classifica Hardware lascia molto poco spazio a dubbi ed interpretazioni: Nintendo continua a dominare sia il mercato casalingo che quello portatile piazzando in totale più di un altro milione e duecentomila console nelle case americane. Microsoft mantiene un buon passo, quasi raddoppiando le vendite rispetto allo scorso mese e riavvicinandosi alle quote medie che caratterizzavano le vendite di Xbox 360 nel 2008 (intorno alle 300.000 unità). Pessima invece la performance Sony, che non solo affronta l'ormai fisiologico calo nelle vendite di Playstation 2, ma si trova con due Console di nuova generazione che non riescono ancora a sfondare sul mercato. Playstation 3, addirittura, fa fatica a superare la sua antenata vendendo appena 12.000 unità in più. Nel mercato portatile, invece, non c'è assolutamente storia, il DS, pur senza killer application in uscita, mantiene un passo inarrivabile per PSP che paga una certa stanchezza di Sony, che da ormai qualche hanno ha smesso di investire seriamente nella sua console portatile, e l'imminente uscita della nuova PSP Go.La tattica Sony, dunque, pare non aver pagato: l'uscita di troppe versioni differenti della stessa console (errore commesso, in parte anche da Microsoft, ma con dimensioni nettamente inferiori), sia sul mercato domestico che su quello portatile, ha disorientato i consumatori e, in un certo senso, ha finito per indebolire il brand Playstation in favore di una vera e propria rinascita di Nintendo. La battaglia combattuta sul versante dell'Home Enterteiment (vinta per un soffio, fra l'altro), poi, ha contribuito a indebolire ancora le finanze di Sony che non è riuscita nella stessa magia di dieci anni fa quando Playstation 2 divenne, contemporaneamente la console e il lettore DVD più venduto al mondo. Oggi PS3 si trova in una sorta di limbo, da cui sarà molto difficile uscire, data anche la sempre maggiore difficoltà ad accaparrarsi esclusive che rimangano davvero tali. I fan di Final Fantasy sanno bene a cosa ci riferiamo.


Classifiche Software

  • PROTOTYPE [360] (ACTIVISION BLIZZARD) June-09 419.900
  • UFC 2009:UNDISPUTED [360] (THQ) May-09 338.300
  • EA SPORTS ACTIVE BUNDLE [WII] (ELECTRONIC ARTS) May-09 289.100
  • TIGER WOODS PGA TOUR 10* [WII] (ELECTRONIC ARTS) June-09 272.400
  • WII FIT [WII] (NINTENDO OF AMERICA) May-08 271.600
  • FIGHT NIGHT ROUND 4 [360] (ELECTRONIC ARTS) June-09 260.800
  • FIGHT NIGHT ROUND 4 [PS3] (ELECTRONIC ARTS) June-09 210.300
  • MARIO KART W/WHEEL [WII] (NINTENDO OF AMERICA) April-08 202.100
  • RED FACTION:GUERRILLA [360] (THQ) June-09 199.400
  • INFAMOUS [PS3] (SONY) May-09 192.700
Sul versante del Software notiamo come Xbox domini nettamente la situazione, con ben quattro titoli su dieci, tra cui il top seller di questo mese. Prototype mette bene in luce lo squilibrio del mercato attuale: il gioco è un multipiattaforma divertente, ma abbastanza scialbo, che certamente non rimarrà nella storia e che non presenta enormi differenze tecniche fra le due versioni considerate. Tuttavia, se andiamo a guardare i dati disaggregati, notiamo come su Xbox abbia venduto quasi mezzo milione di copie (solo questo mese) mentre su Playstation fatichi ad arrivare alle duecentomila. Un rapporto di cinque a due, dunque, che di certo non passa inosservato sui tavoli dei consigli d'amministrazione dei producer più importanti. Si potrebbe obiettare che, su Playstation 3, la situazione era leggermente diversa data la presenza di inFamous, ma, andando sempre a guardare i dati, si nota come il prodotto di Sucker Punch, oltre a non aver ottenuto un grande successo di critica, si attesti intorno alle centonovantamila copie vendute. Troppo poche per parlare di cannibalismo o effetti di sovrapposizione. Ormai è un dato di fatto: il differenziale nella base installata e, a nostro avviso, una certa differenza "culturale" nelle due utenze, fanno si che i titoli multipiattaforma vendano molto di più su Xbox, imponendola come standard di fatto dell'industria. Sony dovrà farci l'abitudine, soprattutto dopo le sempre più frequenti rimostranze degli sviluppatori che ritengono i dev kit insufficienti, e lamentano una maggiore difficoltà di programmazione non sostenuta da risultati soddisfacenti (l'ultimo caso in questo senso è stata la celeberrima dichiarazione di Gabe Newell che ha definito PS3 "roba da feticisti tecnologici").Nintendo dal canto suo continua a restare in classifica ma, anche qui c'è molto poco da gioire. The Conduit che, almeno nelle intenzioni, avrebbe dovuto riconciliare con il Wii la gran massa di "hardcore gamers" delusa dal nuovo corso intrapreso da Nintendo, non entra nemmeno in classifica mentre Wii Fit e, incredibilmente, Mario Kart restano saldamente nella top ten. Ottimo invece il risultato di Tiger Woods PGA Tour 10 e dell'Active Bundle, segno che l'utenza tipo del Wii vuole una certa categoria di prodotti, con buona pace degli "hardcore" di cui sopra. Potrebbe darsi che la tendenza sia destinata a cambiare con l'uscita invernale di Mario Galaxy 2 ed altri titoli, tuttavia, stando alle vendite, la politica dei giochi casual pare pagare, e dobbiamo ancora vedere come varieranno le percentuali dopo l'uscita del Motion Plus. Nintendo, dunque, sembra fare sempre più fatica a differenziare la propria offerta ludica, i titoli tradizionali come The Conduit, vengono sommersi troppo in fretta da centinaia di istant game, poco costosi ma molto remunerativi, mentre un gioco vecchio di un anno come Mario Kart continua a rimanere in classifica, segno che la maggior parte delle nuove uscite o non è apprezzata o non viene recepita dal mercato.Molto interessante, invece la performance di Fight Night che, contro tutte le previsioni piazza praticamente lo stesso numero di pezzi sia su Xbox che Playstation 3: la simulazione pugilistica di EA sembra proprio la classica eccezione che conferma la regola ma, in questo caso, le altissime vendite sono facilmente spiegate dalla natura del mercato di rifermimento. In America, infatti, la boxe è uno degli sport in assoluto più popolari e non stupisce affatto che il gioco "tiri" molto nonostante la concorrenza di UFC il quale, tuttavia, propone una simulazione di arti marziali, più che di pugilato puro.



Vendite Software Aggregate Xbox 360 + Playstation 3

1.Prototype - 599,073
2.UFC 2009 Undisputed - 526,173
3.Fight Night Round 4 - 471,152
4.Fit W/ Balance Board - 271,556
5.Ghostbusters: The Video Game - 440,089
6.Tiger Woods PGA Tour 10 - 325,128
7.EA Sports Active Bundle - 289,083
8.Red Faction: Guerrilla - 266,866
9.Transformers: Revenge Of The Fallen - 296,043
10.Tiger Woods PGA Tour 10 Motion Plus Bundle - 204,899