Rubrica Gioco del Mese - Maggio

Maggio dolce dormire: poche produzioni ma buone eccellenze.

rubrica Gioco del Mese - Maggio
Articolo a cura di
Andrea Vanon Andrea Vanon è appassionato di videogiochi sin dal 1995, quando passava le giornate tra SNES e Game Gear. Da sei anni tra le "penne" e le "voci" di Everyeye.it fagocita qualsiasi produzione con curiosità, mantenendo un’incrollabile fedeltà verso gli sportivi "made in U.S.A.". Lo potete seguire su Facebook, su Twitter e su Google Plus.

Il mese di Maggio, come avevamo ampiamente pronosticato, è stato abbastanza fiacco in termini di uscite. Qualche gioco importante ha fatto capolino ma, in linea di massima, tutto il focus è già incentrato sull'Electronic Entertainment Expo che tra un paio di settimane terrà banco in quel di Los Angeles. I publisher, già proiettati al futuro (molti al prossimo autunno), hanno riservato solamente le briciole per questo piovoso Maggio, così come sarà -all'incirca- per i tre a venire.
Qualche spunto interessante, in ogni caso, c'è stato - e tra remake e inaspettate novità abbiamo potuto eleggere ancora una volta il solo ed unico Gioco del Mese.

Runner UP

SOUL SACRIFICE

Soul Sacrifice, uscito ad inizio Maggio, si è dimostrato un Action-RPG assolutamente coinvolgente, dotato di un buono spessore strategico e vivacizzato da una trama riuscitissima. Sia in singolo che in multiplayer, grazie al ritmo sostenuto e ai tanti attacchi disponibili, mantiene sempre alta l'attenzione, nonostante permanga una certa ripetitività di fondo che si palesa soprattutto nelle missioni in cui sono assenti i boss. Al di là di qualche piccola pecca, resta comunque un titolo assolutamente consigliato a tutta l'utenza di PS Vita, sebbene sia necessario sottolineare ancora una volta una certa difficoltà di fondo che richiederà al videogiocatore tanta applicazione e pazienza nell'apprendimento.

METRO LAST LIGHT

Metro Last Light, giunto a metà Maggio, è la naturale evoluzione del franchise: un gioco che ci permette di proseguire l'avventura esattamente da dove l'avevamo lasciata con l'epilogo di Metro 2033. A livello ludico si tratta di un survival shooter di pregevole fattura, sicuramente lineare nella progressione ma assolutamente coinvolgete e soddisfacente. La nuova versione del 4A Engine mette infine in mostra i muscoli grazie ad ambientazioni ricchissime di dettagli, raccontando di un futuro distopico come solo un film hollywoodiano potrebbe fare. Nonostante il miglioramento sul piano tecnico però, il titolo del talentuoso team ucraino non lascia a bocca aperta come altri hanno saputo fare.

CALL OF JUAREZ THE GUNSLINGER

Maggio ha visto anche un ritorno di fiamma del digital delivery, con Call of Juarez The Gunslinger. Si tratta di uno shooter arcade piuttosto lineare, dedicato soprattutto agli amanti degli sparatutto dal concept Western. Ma anche con un setting piuttosto di nicchia, la produzione Techland riesce a farsi largamente apprezzare. I suoi meriti, a partire dall'ottimo rapporto prezzo-qualità fino al gameplay immediato, funzionale e divertente ed al curato comparto narrativo, sono innegabili e capaci di rendere questo uno degli arcade games più interessanti del 2013. Peccato qualche difetto intrinseco alle meccaniche e l'elevata linearità di cui sopra ne sporchino il curriculum, che in ultima analisi risulta comunque quello di un'ottima produzione. Assolutamente da non perdere.

GRID 2

Chiude la carrellata dei Runner Up, disponibile da fine mese, GRID 2 di Codemasters. GRID 2 è senza dubbio l'ideale seguito di Race Driver GRID: un corsistico ben confezionato su solide basi, foriero di un'ottima varietà, tanto divertimento ed un sano "attaccamento" al mondo delle corse. Chiunque abbia amato il primo capitolo si troverà di fronte ad un sequel imperdibile, da acquistare a scatola chiusa. Per tutti gli altri, al netto di qualche imperfezione qua e là si tratterà di una decisione un po'più difficile. GRID 2 non può ambire all'olimpo delle produzioni corsistiche ma si classifica senza dubbio tra i grandi racing game di questa generazione.
Al solito è proprio questo immenso target da accontentare a tutti i costi il suo più grande pregio ed allo stesso tempo il più grande limite. Rispetto al passato siamo però di fronte ad un'offerta più matura e convincente - un ulteriore passo avanti verso un futuro assolutamente roseo.

OUTSIDERS

A margine, non iscritti ufficialmente nei Runner Up poiché riedizioni ma facenti parte ufficiosamente della lista, dobbiamo segnalare due ottimi prodotti. Il primo è la riedizione portatile di Donkey Kong Country Returns: una produzione solida ma non perfetta. La "modalità nuova" mette solo in parte una pezza alle spigolosità di alcuni stage, mentre il comparto tecnico soffre per la necessaria riduzione (della pulizia visiva e del framerate) legata alle specifiche della console. Le superflue novità contenutistiche non convinceranno chi ha già esaurito l'avventura di Donkey e Diddy sulla vecchia ammiraglia Nintendo, mentre tutti gli altri sono fortemente incentivati ad esplorare miniere e foreste in attesa di qualche novità sul futuro della saga.
Secondo ed ultimo quel Resident Evil Revelations che già stregò su 3DS e che arriva questo mese in versione "HD". Resident Evil Revelations è senza ombra di dubbio un capitolo migliore rispetto al sesto episodio regolare della saga Capcom. Nonostante a livello contenutistico l'epopea di Chris, Jake, Leon e Ada non abbia rivali, Revelations propone un'esperienza meglio strutturata, rispettosa anche delle atmosfere e dei ritmi che furono propri delle origini. Nonostante nelle fasi avanzate dell'avventura l'anima action di Resident Evil rispunti come un mostro redivivo, sono i momenti ansiogeni, i colpi di scena, l'urgenza di un'esplorazione attenta ed il senso stringente di oppressione che fanno di Revelations un capitolo imperdibile per i fan. L'edizione HD risulta ben ottimizzata sul fronte tecnico: rivista in maniera potente, non sfigura sull'hardware casalingo.

Gioco del Mese - Far Cry 3: Blood Dragon

Il Gioco del Mese di Maggio è, dopo The Gunslinger, un altro titolo in Digital Delivery promosso da Ubisoft - il favoloso Far Cry 3: Blood Dragon. Far Cry 3: Blood Dragon è un titolo che sottolinea il profondo divario culturale fra due diverse generazioni. Se non conoscete il vero nome di Robocop, se rimanete imbambolati quando qualcuno dice "Hasta la vista..." e si aspetta una risposta, se non avete mai litigato con un supporto a nastro magnetico, fuggite prima che le cose si mettano male. Perché potreste anche apprezzare la riproposizione in chiave Cyberpunk della formula di gioco che ha reso Far Cry 3 un grande titolo, ma qualche semplificazione di troppo ed una durata non eccelsa potrebbero farvi desistere.
Blood Dragon recupera i miti e le paure di un decennio, e attraverso le sue icone ripropone in fondo gli eccessi dei movimenti culturali che l'hanno attraversato. Trovare questo concentrato generazionale in un videogame è un modo per connettere quello che siamo oggi con quello che siamo stati. Consapevoli che in fondo tutto è nato grazie a quel gusto esagerato per la sfida, all'esaltazione per la vittoria, alla rivendicazione anche un po' prepotente della propria unicità.

Recap

Gioco del Mese - Gennaio 2013: Ni No Kuni
Runner up - Gennaio 2013: The Cave
- Black Knight Sword
- Crimson Shroud
- DMC: Devil May Cry

Gioco del Mese - Febbraio 2013: Crysis 3
Runner up - Febbraio 2013: Dead Space 3
- Metal Gear Rising: Revengance
- Antichamber

Gioco del Mese - Marzo 2013: Bioshock Infinite
Runner up - Febbraio 2013: Tomb Raider
- God of War Ascension
- Monster Hunter 3: Ultimate
- Need For Speed: Most Wanted U
- Luigi's Mansion: Dark Moon
- SimCity
- StarCraft 2: Heart of the Swarm

Gioco del Mese - Aprile 2013: Guacamelee
Runner up - Febbraio 2013: Fire Emblem Awakening
- Shootmania Storm
- Battleblock Theater
- Injustice: Gods Among Us