Rubrica Gioco del Mese - Marzo

I migliori giochi alle porte in attesa di un Aprile scoppiettante

rubrica Gioco del Mese - Marzo
Articolo a cura di

Oramai i grandi titoli arrivano sul mercato con incrollabile continuità. Non solo Sony sembra intenzionata a mantenere la promessa di “un'esclusiva al mese”, ma anche Electronic Arts sta viziando il giocatore con una serie di Top Title davvero niente male. L'arrivo del 3Ds e gli ultimi spasmi della vecchia console portatile Nintendo, inoltre, ci regalano due prodotti di notevole qualità, mentre anche il PC, con i suoi guizzi stagionali, ci propone uno strategico con pochi concorrenti. Vediamo insieme i Runner Up ed il vincitore del Gioco del Mese per questo Marzo 2011.

Runner Up

Cominciamo proprio con un titolo che rappresenta il canto del cigno dell'amatissima console a due schermi di Nintendo. Arrivato sugli scaffali trascinando con se notevoli aspettative, Okamiden è di fatto l'ennesimo colpo riuscito di una console che, in questi anni, ci ha regalato davvero molti prodotti irrinunciabili. Okamiden è ancora una volta poesia cromatica in movimento, un Action Adventure beato da una direzione artistica non comune e preziosa. Ma al di là di questo, sono anche le meccaniche di gioco che si presentano riuscitissime: recuperando moltissimi degli insegnamenti zeldiani, quest'avventura ci ripropone un mondo tutto da esplorare, dungeon ricchi di enigmi, boss fight davvero sublimi. Manca qualcosa sul fronte del level design, ma la linearità di certi labirinti è compensata dalla coesione e dalla vastità della World Map. Una perla da avere.

Restiamo sul doppio schermo targato Nintendo, ma stavolta aggiungiamo la terza dimensione, per celebrare l'arrivo di Super Street Fighter IV 3D Edition. Nonostante non si tratti di un prodotto originale, bensì di un porting, il titolo di lancio del 3DS è solido e ben costruito. Un roster praticamente senza tagli, un gameplay che, pur con qualche rinuncia, ben si adatta alla disponibilità di tasti del 3DS, sfruttando il touch screen in maniera intelligente, già basterebbero per fare di questa edizione un notevole successo. E' però l'introduzione di due nuove modalità a colpire ulteriormente. Non tanto quella, gradevole ma non fondamentale, che permette di affrontare i combattimenti da una nuova prospettiva, ma quella legata alla collezione di statuine, in una sorta di “Super Street Pokemon”, risulta davvero assuefacente. Il prodotto più solido al lancio del 3DS, ed un candidato al ruolo di Gioco del Mese.

Sempre in Ambito portatile, citiamo anche Final Fantasy Dissidia Duodecim. Secondo capitolo dello strano picchiaduro firmato Square Enix, il prodotto va ben oltre il puro Fan Service e l'aggiornamento del Roster. Recupera invece le meccaniche, forse un po' ripetitive ma profonde, del primo episodio, per collocarle in una struttura ancora più complessa, stratificata e ruolisticamente pregnante. La presenza nel disco del primo capitolo, rivisto e corretto con gli stessi accorgimenti che hanno impreziosito la seconda avventura, è davvero lodevole. Un UMD da non lasciarsi scappare.

Passiamo invece ad una coppia di esclusive monopiattaforma davvero interessante. Da una parte, su Playstation3, segnaliamo Motorstorm Apocalypse. Il titolo firmato Evolution Studio rappresenta un gradevolissimo Spin-Off della saga offroad che ha stregato gli utenti Sony. Il cambio di ambientazione non ha forse giovato dal punto di vista artistico, ma il ritmo indiavolato delle corse, la spettacolarità della distruzione massiva, e soprattutto l'introduzione di nuove categorie di messi sono un valore aggiunto da non sottovalutare. Al di là di questo, le eccellente del terzo Motorstorm sono da ricercare in un track design eccellente ed in una quantità di contenuti davvero esagerata. Una manna dal cielo per gli appassionati di Racing Arcade.

Su Personal Computer Shogun 2 ha invece deliziato gli appassionati di strategia. Il prodotto Creative Assembly si rivela di nuovo intelligente, impegnativo, ben strutturato e tecnicamente ineccepibile. L’enorme mole di elementi da tenere costantemente in considerazione nella gestione del proprio impero, rende il gameplay sempre avvincente ed impegnativo, ed a questo si aggiunge una libertà d'azione pressoché illimitata sul fronte delle alleanze militari e della definizione di rotte commerciali. Oltre alla parte politica, scendere in campo significa affrontare battaglie vive ed appassionanti, che si intrecciano ad un sistema di potenziamento delle singole unità capace di aggiungere spessore e strategia. Insomma, un altro colpo vincente.

Citiamo inoltre Dragon Age II, il seguito di uno dei giochi di ruolo più acclamati di questa generazione. Il secondo capitolo sembra aver perso parte dello smalto del predecessore, per una serie di scelte a livello ludico non pienamente condivisibili, ma per quel che riguarda spessore narrativo e caratterizzazione, il titolo EA ha ancora pochi rivali. La strada dello snellimento intrapresa dal team di sviluppo non rende questo sequel superiore al predecessore, ma un battle system decisamente più al passo con i tempi ed una narrazione che si focalizza con maggiore attenzione sul protagonista e sui suoi alleati, restano qualità innegabili.

Concludiamo i Runner Up di questo mese con uno sportivo. Si tratta di Top Spin 4, ovviamente in versione HD (dal momento che su Wii la prova è stata molto meno riuscita). Il titolo 2k rappresenta senza ombra di dubbio la miglior simulazione di tennis creata dei tempi del primo Virtua Tennis per SEGA Dreamcast. Il gameplay, la cui perfezione assoluta è minata solamente da qualche script di troppo nelle animazioni e da un effetto ancora troppo prominente del servizio, viene però parzialmente oscurato dalla mancanza di modalità offline: un comparto sin troppo sfavorito nonostante l’ottima carriera. In sostanza un ottimo prodotto, altamente consigliato sia agli amanti del tennis che ai “novizi”, che resta solo ad un piccolo passo di distanza dai veri e propri capolavori di questa generazione.

Digital Delivery

Prima di decretare il vincitore, citiamo una coppia di titoli nella categoria Digital Delivery. Si tratta di Bit Trip Flux e Pixel Junk Shooter 2. Il primo rappresenta la degna conclusione dell'esalogia di Rhythm Game firmata Gaijin Entertainment. Questo sesto ed ultimo episodio propone un gameplay fluido e raffinato, impegnativo e coinvolgente, abbracciando ancora una volta l'artisticità psichedelica e minimale che ha reso celebre la saga.
Ottima anche la prestazione di di QGames, che con Shooter 2 ci consegna un titolo ancora fresco.
Le novità rispetto al primo capitolo sono abbastanza marcate a livello di gameplay, con numerose aggiunte in termini di sostanze da manipolare, nemici da sconfiggere e livelli fuori dagli schemi.

Game of The Month

Il vincitore di questo mese non poteva essere che Crysis 2. La nuova produzione di Crytek è affascinante e magnetica. Un singleplayer originale, che fonde elementi d'interazione del primo titolo con una struttura più cinematografica e spettacolare, va a completare un comparto multigiocatore fresco e ben studiato suggellando il tutto con una tecnica di altissimo livello. Nonostante l'unico vero difetto imputabile all'IA dei nemici, il nuovo prodotto Crytek setta un nuovo standard nel gameplay degli sparatutto in prima persona. Senza mezzi termini, Crysis 2 è un titolo da giocare e da gustarsi fino in fondo sotto ogni aspetto, che unisce perfezione tecnica e gameplay d'eccezione.

Riassunto

Gioco del Mese - Marzo 2011: Crysis 2
Runner up - Marzo 2011: - Okamidem

- Super Street Fighter IV 3D Edition

- Final Fantasy Dissidia 012

- Dragon Age 2

- Motorstorm Apocalypse

- Top Spin 4
Digital Delivery: Pixel Junk Shooter 2; Bit trip FLUX

Gioco del Mese - Febbraio 2011: Marvel Vs Capcom 3
Runner up - Febbraio 2011: - Killzone 3

- Bulletstorm

- Tactics Ogre: Let Us Cling Together

- Fight Night Champion
Digital Delivery: Stacking; Shantae Risky's Revenge

Gioco del Mese - Gennaio 2011: Dead Space 2
Runner up - Gennaio 2011: - Ghost Trick

- Little Big Planet 2
Digital Delivery: Hydroventure