Resident Evil 7 Biohazard Oggi alle ore 21:30

Horror Night in compagnia del nuovo survival horror Capcom

Rubrica Gioco del Mese - Novembre 2014

Eleggiamo il Game of the Month nel mese più affollato

rubrica Gioco del Mese - Novembre 2014
Articolo a cura di
Andrea Porta Andrea Porta è un fanatico, divoratore (e occasionalmente critico) di videogame, serie TV, cinema, letteratura sci-fi e fantasy, progressive rock, comics, birre belga, rolling tobacco e molto altro ancora. Lo trovate su Facebook, su Twitter e su Google Plus.

Dopo un ottobre affollatissimo, anche novembre non ha certo deluso sul fronte delle uscite, come testimoniato dalle sessanta recensioni pubblicate sulle nostre pagine nel corso di soli trenta giorni, tra le quali figurano illustri esponenti per ogni genere e piattaforma. Come ogni mese, cerchiamo di mettere ordine in questa abbuffata di fine anno, ed eleggiamo il nostro personale Game of the Month.

RUNNER UP

Football Manager 2015Forse non c'erano molti dubbi già in partenza, ma la serie manageriale calcistica per eccellenza ha trionfato anche quest'anno. Football Manager 2015 innova la sua interfaccia grafica guardando al passato ed inserendo all'interno della sua fase gestionale la consueta ed infinita lista di migliorie, limature e dettagli in grado di proporre un'esperienza familiare, ma nuova, anche al giocatore più veterano. Anche quest'anno, insomma, Miles Jacobson ed il suo team hanno confezionato una delle più complete esperienze di gioco che gli appassionati del genere possano desiderare, creando, nel frattempo, la più pericolosa minaccia alla loro vita sociale.

Call of Duty: Advanced WarfareCon un abile slalom tra dogmi considerati intoccabili e voglia di proporre qualcosa di nuovo, Sledgehammer Games ha confezionato un prodotto tutto sommato interessante. Per capacità di introdurre nuovi elementi in una formula che alla base rimane sempre identica, Call of Duty: Advanced Warfare potrebbe essere il capitolo più riuscito dai tempi di Black Ops 2, e forse quello più innovativo, in termini di meccaniche di gioco, dalle origini della saga “moderna” di Infinity Ward. Se siete fra quei giocatori che spendono centinaia di ore sui server online, e se la scialba progressione del PvP di Destiny non vi ha trasmesso un brivido, Advanced Warfare è tutto quello di cui avete bisogno.

Shin Megami Tensei IVNon potevamo dimenticare tra i runner up una apprezzata esclusiva 3DS. Il J-RPG targato Atlus conferma la sua carica di maturità: lo fa grazie a un pantheon di demoni e divinità che attingono a piene mani dalla mitologia e dalla religione; lo fa portando sullo schermo un mix riuscito di influenze iconografiche e sonore provenienti da ambiti e contesti apparentemente lontani; lo fa con quella sua filosofia in apparenza pretenziosa ma efficace nel dipingere un mondo fatto di contrasti, ipnotico e deturpato, medievale e futuristico allo stesso tempo. Shin Megami Tensei IV è un titolo affascinante, non immediatamente comprensibile, ma ammaliante.

Pro Evolution Soccer 2015Era da tempo che i fan auspicavano un ritorno in grande stile del calcio secondo Konami, e quest'anno sono stati finalmente accontentati. Una volta battuto il fischio d'inizio, infatti, la nuova simulazione calcistica firmata Kei Masuda e soci si riappropria del campo come ai vecchi tempi, costruendo un impianto di gioco meno frenetico rispetto alla concorrenza e fortemente caratterizzato dalla riuscita diversificazione degli stili di gioco delle squadre al suo interno. PES 2015 è insomma una delle migliori simulazioni calcistiche di nuova generazione, nella quale, ad un salto in avanti puramente tecnologico, è stato preferito un consolidamento della struttura di gioco.

Assassin's Creed: UnityAssassin's Creed: Unity è approdato sulla nuova generazione forte di una mole contenutistica senza precedenti per la saga, e ha tentato di rinnovare ed espandere alcune meccaniche di gameplay alla base. Il risultato, soprattutto in quest'ultimo campo, è rimasto controverso, laddove a qualche passo avanti si sono riscontrate anche inattese complicazioni. In altre parole, questo quinto capitolo "ufficiale" della saga si allontana meno del previsto dalle basi fondanti, nel bene e nel male. Chi in Unity cercava una rivoluzione non solo raccontata, ma anche percepibile quanto a contenuti e meccaniche, rimarrà in parte deluso, mentre gli appassionati non troveranno difficoltà nel godere della massiccia offerta e della divertente cooperativa.

Far Cry 4Per quanto Ubisoft abbia deciso di non rimescolare eccessivamente le carte in tavola, mantenendo fermissime le fondamenta gettate con il predecessore, Far Cry 4 si è rivelato un ottimo passo in avanti per la serie, senza rivoluzioni nella sua struttura di base, ma con alle spalle un ottimo lavoro di arricchimento e perfezionamento di alcuni dei suoi elementi. A conti fatti, l'ultima fatica di Ubisoft Montreal è un viaggio che potrebbe lasciare l'amaro in bocca ad alcuni, ma una destinazione obbligatoria per chiunque abbia amato l'arcipelago Rook o, ancora meglio, sia alla prima meta del suo pellegrinaggio nella serie di Far Cry.

Pokemon Zaffiro Omega e Rubino AlfaSolitamente non includiamo i remake tra i runner up di gioco del mese, ma con Pokemon Zaffiro Omega e Rubino Alfa abbiamo deciso di fare un'eccezione. Lo stacco fra il passato ed il presente del titolo è infatti netto, ben delineato dall'introduzione di tutti gli accorgimenti che in questi dodici anni hanno contribuito ad impreziosire i capitoli della serie, compreso il restyling grafico che circa un anno fa ha fatto la sua parte negli riuscitissimi capitoli X e Y. Ci troviamo quindi di fronte ad un'offerta completa e soddisfacente, fatta su misura per tutti gli amanti dell'universo videoludico legato ai pokémon e della struttura di gioco classica che da sempre li contraddistingue.

Super Smash Bros. Wii USuperando di qualche lunghezza il suo fratellino minore arrivato su 3DS, Super Smash Bros per Wii U ha dimostrato ancora una volta l'eccelsa tenuta di uno dei Brawler Game più ispirati della storia videoludica. Probabilmente non avrà sulla line-up di WiiU lo stesso impatto che hanno avuto Bayonetta 2 e Mario Kart 8, ma rimane un capitolo travolgente, ricchissimo sul fronte delle opzioni e delle personalizzazioni, più colorato, brioso, pieno di arene da scoprire e combattenti da conoscere; pieno di oggetti nuovi che riescono a cambiare le sorti dello scontro e di modalità - finalmente - concentrate sul multiplayer locale.

Assetto CorsaConiugare simulazione e videogame non è sempre facile, ma grazie al lavoro di Kunos Simulazioni, se giocato senza aiuti Assetto Corsa è senza alcun dubbio la migliore simulazione automobilistica mai vista e realizzata; eccezionalmente realistica dal punto di vista simulativo, ottima sotto il profilo tecnico, divertente anche per chi ama le corse ma non è un appassionato di motori nella vera accezione del termine. Anche coloro che prediligono il pad come sistema di controllo troveranno la possibilità di divertircisi, ma il gioco si adatta naturalmente meglio alle postazioni con volante e pedaliera.

Game of The Month - Dragon Age: Inquisition

Con quattro anni di lavori sulle spalle e tanta voglia di riscattarsi dai malumori che recentemente hanno gettato un'ombra sul suo futuro, Bioware torna a riscrivere la storia del videogioco di ruolo, proponendo un sistema di combattimento che pur gettando le proprie radici molto a fondo nella tradizione del genere riesce ad innovare, e ad adattarsi efficacemente tanto a una gestione tattica quanto ad approcci più action. Se a questo si aggiunge un'immensa ambientazione da esplorare, centinaia di quest secondarie e la consueta cura con cui lo sviluppatore canadese sa cesellare personaggi, contrasti interni e dialoghi d'approfondimento, è facile comprendere perché Dragon Age: Inquisition meriti di sedere questo mese sul trono del Game of the Month.