Prey (Parte 2) Oggi alle ore 21:00

Francesco torna su Talos-I

Rubrica Gioco del Mese - Ottobre 2014

Un mese ricchissimo di uscite, ma un solo vincitore.

rubrica Gioco del Mese - Ottobre 2014
Articolo a cura di
Francesco Fossetti Francesco Fossetti scrive di videogiochi -fra una cosa e l'altra- da più di dieci anni, e non ha ancora perso la voglia di esplorare il mercato con vorace curiosità. Ammira lo sviluppo indie e lo sperimentalismo, divora volentieri tutto il resto. Lo trovate su Facebook, su Twitter e su Google Plus.

Ottobre è stato un mese pantagruelico, per i videogiocatori. Sono usciti titoli di ogni risma e produzioni in grado di coprire un larghissimo spettro di generi: un'offerta solida e di gran qualità, a siglare quello che sarà probabilmente il mese migliore di questo autunno. A novembre, è vero, arrivano le grandi produzioni ed i blockbuster dalle vendite stratosferiche, ma in termini di varietà quelle appena trascorse sono state settimane che difficilmente potranno essere eguagliate (figurarsi poi dal pigrissimo dicembre).
Vediamo insieme quali sono stati i prodotti che più ci hanno colpito, ed eleggiamo il nostro personale Game of the Month.

Runner Up

Civilization: Beyond EarthPartiamo da uno strategico d'eccezione, Civilization: Beyond Earth. Pur recuperando struttura e gameplay strategico dai vecchi episodi del brand, l'ultimo capitolo della serie riesce nel difficile compito di apparire nuovo e diverso. La struttura strategico-tattica funziona in modo impeccabile, mentre la cornice sci-fi dona un sapore inedito alla produzione, fra questioni etiche legate all'esplorazione spaziale ed all'incontro con nuove forme di vita, ed un sistema di vittorie e crescita della civiltà perfettamente caratterizzato e ottimamente calato nel nuovo contesto. Imperdibile per gli appassionati del genere.

Sunset OverdriveNon sarà un titolo perfetto, ma una menzione fra i runner up, Sunset Overdrive se la merita eccome. Lo stile esagerato, il look sopra le righe, il gameplay che mescola sparatorie e spericolate sequenze acrobatiche, sono aspetti che rendono la nuova proposta di Insomniac Games discretamente brillante. Peccato solo per la mole di contenuti non proprio al top, e per una progressione che alla lunga risulta troppo ripetitiva.

NBA 2k15Eccoci arrivati anche al capitolo sportivi: stavolta abbandoniamo i campi di calcio e ci diamo al basket, con NBA 2K15. E’ un titolo dal gameplay sempre più solido, convincente ed appagante per quanto molto meno accessibile delle precedenti incarnazioni. Un videogame che unisce all’aspetto simulativo sul campo quello fuori dal campo, immergendo in un’atmosfera coinvolgente a trecentosessanta gradi. Non fosse per i problemi dell'online e per un gameplay difficilmente avvicinabile dai neofiti, avremmo un grande capolavoro per le mani.

Legend of Grimrock 2Stacchiamoci dal mercato dei Tripla A per trovare Legend of Grimrock 2, sequel dell'RPG Grid-Based che qualche anno fa ha mandato in visibilio i giocatori di lungo corso, di fatto segnando un ritorno alle origini del videogame ruolistico. In questo sequel non ci sono stravolgimenti, ma una mappa ancora più grande, con una varietà incredibile di oggetti, ambientazioni, nemici e situazioni da risolvere. Gli enigmi sono il punto forte anche di questo nuovo episodio, risultando ancora più brillanti e meglio posizionati, mentre il numero di scontri spesso soverchiante potrebbe scoraggiare i meno tenaci.

Super Smash BrosPassiamo adesso ai portatili, con Super Smash Bros. Il brawler game di Nintendo si conferma, anche in questa sua incarnazione per 3DS, un titolo veramente eccezionale, che sa essere immediato e tecnico al contempo, perfetto per partite un po' più chiassose ma anche per match tenutissimi. Forse la console “da tasca” non è l'ambiente migliore per il titolo, che dà il meglio di sé nel multiplayer locale e giocato con un pad, ma il numero di personaggi e sopratutto il bilanciamento certosino del particolarissimo battle system rappresentano un altro centro per Nintendo.

Forza Horizon 2Arrivato proprio all'inizio del mese, Forza Horizon 2 ha seriamente “rischiato” di vincere il titolo di Game of The Month. L'esclusiva Xbox One arricchisce la formula di gioco del suo predecessore con una struttura in grado di miscelare egregiamente elementi offline e online, confermandosi nuovamente come uno dei più bilanciati incroci tra racing arcade e simulativi. A stupire all'interno della sua formula di gioco sono principalmente la ricchezza di eventi e campionati disputabili e la totale libertà lasciata il giocatore, ma anche un'atmosfera davvero unica.
Al piacere della guida, in Forza Horizon 2, si affianca inoltre quello della magnificenza dei suoi paesaggi, tra i più evocativi del genere. Insomma, non dovreste avere dubbi su quale sia il racing game per passare la stagione.

The Evil WithinE concludiamo la sfilata dei runner up con una bella coppia di horror. Da una parte c'è The Evil Within, ritorno al survival classico in stile Resident Evil 4, reso grande dal tocco del maestro Shinji Mikami. Sono le atmosfere disturbanti, la narrazione non lineare, la buona varietà di situazioni a reggere una delle opere più riuscite del game designer, tributo ai grandi capolavori dei tardi anni '90 ma anche reinterpretazione moderna di un genere che sembrava perduto. Certi scontri un po' estenuanti potrebbero fiaccare i giocatori abituati a ritmi più rapidi, ma a livello di iconografia e impatto scenico, The Evil Within funziona alla grande.

Alien IsolationDall'altra parte c'è Alien Isolation, da molti incoronato già come il miglior gioco basato sulla licenza del film. La visione dell'horror videoludico dei ragazzi di Creative Assembly si discosta molto rispetto a quella di Mikami, risultando sicuramente più moderna e subdola. Il team non solo ha messo in piedi un gameplay efficace nel trasmettere uno schietto senso di terrore, ma ha speso una mole eccezionale di lavoro nel design grafico e dei livelli, nella regia e nella pura progettazione di un'opera in grado di stupire anche per durata complessiva. Al di là di una narrazione forse un po' troppo diluita e di qualche stortura nell'IA, Alien Isolation è una delle migliori proposte degli ultimi mesi.

Game of The Month: Bayonetta 2

Lo ammettiamo: non sarebbe stato affatto facile eleggere un vincitore, dovendo scegliere fra le spaventose atmosfere di Alien Isolation e lo smisurato senso di libertà di Forza Horizon 2.
A toglierci le castagne dal fuoco arriva Nintendo e Platinum Games, che pubblicano in esclusiva su Wii U Bayonetta 2.
Era difficile superare per soluzioni ludiche ed esagerazioni stilistiche il capitolo precedente, ma Platinum non solo ce la fa: addirittura rilancia, con uno degli action più riusciti di sempre. Il titolo sfrutta le basi di un beat'em up quasi perfetto per costruire un'esperienza di gioco ancor più roboante, vorticosa e ricca. A livello di profondità e di pura spettacolarità dell'azione di gioco, il titolo Platinum Games raggiunge nuove vette per il genere, rappresentando di fatto quella Killer App che i possessori di Wii U stavano aspettando.