(Dis)Comfort Zone: Outlast 2 Adesso online

Primo episodio della dis)Comfort Zone dedicata ad Outlast 2!

Rubrica Gioco del Mese - Settembre 2012

Il miglior videogioco di Settembre secondo la redazione

rubrica Gioco del Mese - Settembre 2012
Articolo a cura di
Andrea Vanon Andrea Vanon è appassionato di videogiochi sin dal 1995, quando passava le giornate tra SNES e Game Gear. Da sei anni tra le "penne" e le "voci" di Everyeye.it fagocita qualsiasi produzione con curiosità, mantenendo un’incrollabile fedeltà verso gli sportivi "made in U.S.A.". Lo potete seguire su Facebook, su Twitter e su Google Plus.

Agosto ha definitivamente chiuso il periodo di stanca videoludica che ci ha accompagnato lungo tutta l'estate. Settembre, con la sue uscite, ha dimostrato chiaramente come questa fine 2012 si prepari a dissanguare letteralmente i giocatori appassionati, proponendo tantissimi titoli di valore. Nel mese che chiude l'estate ed apre le porte all'autunno noi di Everyeye.it ci siamo trovati a recensire molti prodotti di valore. Come al solito, però, solo uno merita l'appellativo di Game of the Month!

Runner Up

Il primo Runner Up ci riporta, in un certo senso, indietro nel tempo. Tekken Tag Tournament 2 chiude con stile questo lungo capitolo della serie, cominciato sotto una cattiva stella su Ps2, ripresosi grazie ad un capitolo portatile molto buono, scaduto con il sesto episodio. All'incredibile selezione di personaggi si affianca un'indovinata revisione delle dinamiche di gioco, che tornano a puntare sul Juggling ma propongono una smisurata serie di approcci proprio grazie alla presenza di così tante Star, alcune recuperate da un passato quasi preistorico. Nonostante qualche leggerezza, un po' di incertezza del netcode e del matchmaking, e la parata di inguardabili costumi personalizzati, Tekken Tag Tournament 2 piace e compiace. Un picchiaduro genuino, non certo profondo e tecnico come alcuni suoi rivali, ma ancora capace di ritagliarsi un suo spazio e ingolosire vecchi appassionati e nuove leve.

Ci spostiamo quindi sulla piccola PS Vita per conclamare i risultati della versione portatile di LittleBigPlanet. Quello Media Molecule si conferma un brand prezioso per Sony, colonizzando una console che aveva seriamente bisogno di un platform intelligente, curato e di carattere. Semplice e leggero nelle dinamiche, il titolo esplode sul fronte artistico e creativo, rivendicando la sua ammaliante unicità. L'avventura procede spedita e vivace, sperimentando soluzioni sempre nuove, alla ricerca di una perfetta fusione con le funzionalità della console portatile. Ma come sempre la chiave di volta è l'editor di gioco, e la possibilità di divertirsi con le creazioni della community. Chi non è mai stato disposto a curiosare fra i livelli prodotti degli utenti potrebbe considerare un po' troppo condensata l'esperienza di questo LittleBigPlanet. Diversamente, oltre ad un'infinità di stage e possibilità, si scoprirà anche una componente artistica di assoluto rilievo, che esalta il valore della creazione artigianale, dell'originalità, e rinvigorisce lo spirito di tutti i sognatori. Un lungo giro su console prima di richiudere col PC ci porta a scaldare i motori con Codemaster, dato che F1 2012 si propone come uno dei più intraprendenti Runner Up del mese. Ogni amante della Formula 1 non deve farsi scappare questo racing game completissimo. Forse non forte di un comparto tecnico da mascella a terra, ma impreziosito da un driving system solido e quasi inattaccabile, e ad una schiera di modalità da far girare la testa. La scalabilità del gameplay ed il divertimento offerto da un'IA sempre competitiva rendono quest'ennesima simulazione targata Codemasters un must buy per ogni amante della guida virtuale. E se si contano anche una serie di modalità davvero adatte a tutti, qualche stortura e i soliti compromessi a livello tecnico non impediscono ad F1 2012 di spiccare letteralmente il volo sino a raggiungere l'Olimpo dei racing game.

In tema sportivo non possiamo certo dimenticare i due grandi rivali del mese. Dalla terra del Sol Levante è arrivato PES 2013. Solo sei mesi fa pochi avrebbero pronosticato l'uscita di un Pro Evolution Soccer del genere. La produzione nipponica invece stupisce, e lo fa con forza e convinzione inaspettate. Troppi anni in ombra hanno letteralmente dato una marcia in più per quella che sembra la prosecuzione di un'ottima ripartenza (avvenuta già nelle scorse edizioni). La voglia di rivalsa si concretizza quest'anno in un titolo davvero sopra le righe. Le possibilità di controllo manuale, il Dynamic First Touch, il completo abbandono dei binari ed il continuo raffinamento delle routine computerizzate fanno di PES 2013 un simulatore calcistico da avere. I difetti tecnici e qualche stortura ancora presente pesano, non si può negare; pad alla mano, tuttavia, quella di quest'anno è un'esperienza che l'appassionato di calcio reale e virtuale non può e non deve perdere.

Dalle fredde lande canadesi giunge invece il poderoso FIFA 13. Un altro anno è passato ed incredibilmente FIFA è riuscito a superare nuovamente se stesso. Certo, la "perfezione" è ancora lontana, ed anzi alcuni difettucci reiterati faranno storcere il naso a più d'un acquirente appassionato (si veda l'impossibilità di settare filtri per le Stagioni Club Online). Le dinamiche di gameplay inaspettatamente rivoluzionate e l'offerta ludica sempre al top, tuttavia, fanno di FIFA 13 una scelta assolutamente obbligata per ogni appassionato. Quella EA Sports è una produzione di livello sopraffino, capace di far sperimentare un calcio sempre divertente e dinamico, quasi senza pause. Un calcio la cui buona parte viene affidata alla fantasia del videogiocatore, che può esprimersi al meglio grazie ad una struttura affinata negli anni per arrivare a vette che solo 4 anni fa ci sembravano impossibili. Una rivoluzione incredibile ed ancora tutta in divenire per uno dei simulatori sportivi meglio riusciti di questa generazione. Impossibile lasciarselo scappare!

Sport e Canada, però, fanno immediatamente pensare ad altre discipline, come l'hockey ad esempio. E, come ogni anno, l'hockeystico di casa EA Sports non può mancare nella nostra lista dei migliori Runner Up. Replicare il successo di NHL 12 ed aggiungervi addirittura qualcosa di nuovo sembrava impossibile. EA Sports riesce invece a stupirci ancora, aggiungendo sia diverse nuove game modes -tra cui GM Connected- (l'esperimento ludico più azzardato e coraggioso di sempre), sia features in tema di gameplay. E sono proprio queste ultime, in unione ad un impianto tecnico tra i migliori nel panorama sportivo a rendere grande anche NHL 13. Il controllo della pattinata, la fisica parzialmente rinnovata e la riscrittura delle routine computerizzate donano nuovo splendore al ghiaccio di NHL 13, proponendo un'azione sempre varia all'appassionato.

Abbiamo parlato di grandi produzioni tripla A con investimenti importanti alle spalle. A volte, però, a fare la differenza può essere anche un Live Arcade in due dimensioni. Come Mark of the Ninja. A parte qualche piccola perplessità legata al sistema di controllo e un pallido rimpianto per la mancanza di modalità alternative a quella principale, stiamo parlando di un titolo assolutamente magnifico. La genialità del level design, unita a una varietà di situazioni incredibile, ci regala un platform-stealth con elementi puzzle da comprare assolutamente. La validità delle situazioni create dal team di sviluppo è tale che questo titolo non mancherà di far divertire anche chi di solito si tiene alla larga dal genere.

Come anticipato la serie dei Runner Up chiude i battenti su PC, con Torchlight 2. Runic Games ha fatto tutto ciò che era possibile per migliorare il vecchio Torchlight, rivelando un nuovo capitolo estremamente forte e più vicino alle esigenze dell'utenza. Gli appassionati non devono pensarci due volte: il gioco va acquistato, a ragione di una produzione che invidia davvero poco al capolavoro di Blizzard, Diablo III. Torchlight II è ottimo per i puristi del genere, ma è anche un titolo con cui ci si può divertire in compagnia senza conoscere troppo bene gli hack'n'slash, grazie alla co-op LAN e al multiplayer.
Se anche l'occhio vuole la sua parte, i più esigenti in tal senso faticheranno a trovare punti deboli in questa produzione, un po' spuntata sotto il profilo del carattere e dello stile, ma solida per quanto riguarda tecnica e ottimizzazione. I già annunciati DLC gratuiti, il supporto a Steam Workshop e un editor interno - che andranno ad aumentare all'infinito la longevità del titolo di per sé ottima - completano il quadro assolutamente positivo di un vero e proprio must have.

Game of the Month

Come molti avranno intuito il Game of the Month è l'incredibile Borderlands 2. Borderlands 2 è un proiettile sparato in testa a duecento all'ora, un'iniezione di adrenalina, un pugno tirato sul muro. Gearbox recupera l'impostazione del predecessore, e la sublima, intervenendo sia qualitativamente che quantitativamente. Sarebbe facile ridurre tutto ad un mero elenco di quello che Borderlands 2 ha in più rispetto al primo capitolo: più armi, più quest, più skill, più nemici. Ma il vero punto di forza del titolo 2K è che dietro a ogni elemento c'è lo studio attento di un team che lavora su tutti i minimi dettagli: struttura e natura delle missioni primarie e secondarie, carattere dei personaggi, stile degli ambienti e delle armi.
A monte c'è ovviamente un'impostazione perfetta per divertire senza troppe complicazioni: il substrato da GdR trascina il giocatore nel vortice dei Level Up, mentre l'immediatezza della componente Shooter esalta e tiene altissimo il ritmo di gioco. Divertente in singolo, sublime in Co-Op, praticamente interminabile, Borderlands 2 è il primo capolavoro di questo autunno ed un serio candidato per il titolo di Gioco dell'Anno. Smettere di giocare è davvero difficile, anche grazie allo spirito esagerato di ogni sequenza, che invade le sessioni di gioco. Farselo scappare sarebbe un delitto.
Gioco del Mese - Gennaio 2012: Resident Evil Revelations

Gioco del Mese - Febbraio 2012: Uncharted Golden Abyss
Runner up - Febbraio 2012: UFC 3
- Crusader Kings 2
- King Arthur II
- The Last Story
- Asura's Wrath
- The Darkness 2
- Syndicate
- Catherine
- Final Fantasy XIII-2
- Soul Calibur V
- Wipeout 2048
- Lumines Electronic Symphony
- Dear Esther
- Warp
- Alan Wake American Nightmare
- Motorstorm RC
- Dustforce

Gioco del Mese - Marzo 2012: Journey
Runner up - Marzo 2012: Mass Effect 3
- Kid Icarus: Uprising
- Street Fighter X Tekken
- SSX
- Twisted Metal
- Shogun 2: il Tramonto dei Samurai
- I am Alive
- Vessel
- Sine Mora
- Closure

Gioco del Mese - Aprile 2012: Fez
Runner up - Aprile 2012: Mass Effect 3
- Legend of Grimrock
- Botanicula
- Prototype 2
- Risen 2
- Trials Evolution

Gioco del Mese - Maggio 2012: Diablo 3
Runner up - Maggio 2012: Max Payne 3
- DiRT Showdown
- Gost Recon: Future Soldier
- Dragon's Dogma

Gioco del Mese - Giugno 2012: Gravity Rush
Runner up - Giugno 2012: Spec Ops: The Line
- Resonance

Gioco del Mese - Luglio/Agosto 2012: Darksiders 2
Runner up - Luglio/Agosto 2012: Guild Wars 2
- New Super Mario Bros. 2
- Theatrhythm Final Fantasy
- Counter Strike: Global Offensive
- Deponia
- Orcs Must Die! 2
- Endless Space
- Deadlight
- Sleeping Dogs