Rubrica Le Novità della Settimana

Nessuna notizia bomba, ma molti annunci interessanti

rubrica Le Novità della Settimana
Articolo a cura di
Lorenzo Lorenzo "Kobe" Fazio ama il basket, o per meglio dire i Los Angeles Lakers, l’Hip Hop e il teatro. Dopo aver rincorso la carriera del finto regista, dal 2007 si spaccia anche per finto esperto di videogiochi scrivendo su Everyeye.it. Lo appassionano le belle storie e gli stili visivi ricercati. Cercatelo su Twitter e su Google Plus.

Priva di annunci tali da catalizzare l’attenzione mediatica, quella appena passata è stata una settimana comunque piena di piccoli aggiornamenti piuttosto interessanti, che non hanno fatto altro che alimentare, in un modo o nell’altro, la battaglia sempre più accesa e viva per la next-gen.
A sorpresa, per una volta, Nintendo non ne esce con le ossa rotte, regalando sette giorni di tiepide gioie ai suoi accaniti fan. Come saprete, tanto per cominciare, il 4 ottobre ha finalmente raggiunto gli scaffali dei principali negozi di videogiochi il remake dello splendido The Legend Of Zelda: The Wind Waker di cui vi riproponiamo ancora una volta la nostra recensione.
Sempre sul fronte Zelda, hanno fatto discutere le parole pronunciate da Eiji Aonuma: director della saga. Stando a quanto detto dallo sviluppatore, dobbiamo aspettarci grossi cambiamenti nel prossimo episodio della saga previsto su Wii U. Il processo di rinnovamento, iniziato con Skyward Sword e proseguito nel prossimo A Link Between Worlds, raggiungerà uno stadio avanzato proprio con l’esordio dell’IP sull’attuale ammiraglia della Grande N. Non è la prima volta che sentiamo simili annunci da parte del buon Aonuma, il quale ha sempre cercato di dare un taglio personale alle gesta di Link. Che nel prossimo futuro dobbiamo aspettarci qualcosa di ancora più estremo e inaspettato? Chi vi scrive, da grande estimatore di The Wind Waker e Majora’s Mask, spera ardentemente di sì.
Questa ventata di rinnovamento tuttavia non sembra fermarsi qui. La stessa Nintendo sembrerebbe risentirne gli influssi e qualcosa potrebbe iniziare a cambiare proprio a partire dalle sue politiche aziendali: spesso incomprensibili per l’uomo medio e ancorate a valori che iniziano a mostrare chiaramente i segni del tempo. Forse memore delle tante volte che Sony ha preso ispirazione dalla casa di Kyoto, questa volta potrebbe accadere il contrario. Sembra infatti che in un futuro non troppo lontano Wii U e 3DS supporteranno il Cross Buy in alcuni giochi, esattamente come accade oggi tra PS3 e PS Vita. Si tratterebbe di una strategia vantaggiosa non solo per l’utenza, ma anche per la stessa azienda che potrebbe trovare una nuova arma per diffondere con maggior vigore la sua fin (sfortunata) console casalinga.

Tuttavia sappiamo benissimo che il modo migliore per promuovere una piattaforma è attraverso i videogiochi. In questo senso farà piacere sapere che Intelligent Systems è a lavoro su un progetto ancora sconosciuto che debutterà su Wii U. Il ritorno di Paper Mario? Un nuovo Fire Emblem? Sarebbe una bella e graditissima sorpresa se si trattasse di una nuova IP pensata, magari, per sfruttare a dovere le caratteristiche del GamePad.
Gloria anche per il piccolo di casa: il 12 ottobre è prevista la pubblicazione degli attesissimi Pokémon X e Pokémon Y. Noi siamo riusciti a proporvi tempestivamente la recensione per permettervi di arrivare al day one con le idee già chiare. Pur trattandosi di un capitolo rivoluzionario e arricchito da diverse novità, il prodotto di Game Freak inizia a mostrare qualche minuscolo segno di stanchezza. Nessuna paura però: i Poké-fan non riusciranno neanche questa volta a trattenersi dal provare a (ri)catturarli tutti.
Sony dal canto suo risponde timidamente con due belle notizie che vanno tuttavia prese con i guanti. Da una parte registra il marchio Psygnosis, gloriosa software house artefice di titoli come WipEout e Lemmings, dall’altra sconvolge i fan rassicurando che The Last Guardian e “solo” in fase di riprogettazione.
Difficile ipotizzare i motivi che hanno spinto il colosso nipponico a rispolverare un nome tanto noto ai nostalgici. Potrebbe trattarsi di un’improbabile resurrezione del team o, più realisticamente parlando, della volontà di mantenere i diritti sul catalogo dello sviluppatore, ma attualmente è difficile pensare ad altro. Grandi speranze invece sul gioco in lavorazione presso il Team Ico: che le alte sfere dirigenziali si siano (giustamente) decise a spostarlo su PS4?

Anche Microsoft, per una volta, non le manda a dire e attraverso uno dei suoi uomini di punta, Phil Spencer per l’esattezza, si limita a rendere noto che 343 Industries è attualmente incentrata a lavorare esclusivamente sull’universo di Halo e che tra i piani futuri della compagnia c’è anche quello di sviluppare tutta una serie di progetti basati sul cloud per Xbox One.
Un’interessante ricerca di mercato promette di stravolgere per sempre la nostra visione sul modo con cui il nostro passatempo preferito viene fruito dalla sua stessa utenza. L’idea che videogiochi faccia rima con console infatti, è destinata a cessare. Stando al rapporto stilato da Superdata e pubblicato da Digital River, attualmente i giocatori che preferiscono il PC sono il 51% contro il 30% di quelli fedeli alle console e il 13% devoti invece a tablet e smartphone. Sorpresi? Anche noi, ma ci chiediamo se i risultati non siano viziati da una PS3 e un’Xbox 360 ormai alla canna del gas. Possibile che con l’esordio di PS4 e Xbox One le preferenze possano cambiare nuovamente.

In ambito PC torna a far parlare di sé Valve. Dopo aver presentato Steam Machine settimana scorsa, il publisher ha rivelato parte delle caratteristiche tecniche dei vari prototipi (che ricordiamo saranno circa 300) che verranno presto recapitate ai fortunati beta tester. Sebbene sia prematuro sbilanciarsi in disamine approfondite, sembra già chiaro che le Steam Machine non solo gareggeranno ad armi pari con PS4 e Xbox One, ma le supereranno tranquillamente in termini prestazionali. Tutto (o quasi) dipenderà insomma dal prezzo con cui verranno proposte al pubblico: se sarà vantaggioso ne vedremo sicuramente delle belle e siamo pronti a scommettere che Nintendo, Sony e Microsoft saranno costrette a correre in qualche modo ai ripari.
Per quanto riguarda gli articoli di questa settimana segnaliamo, innanzitutto, la recensione di F1 2013. Ennesimo rappresentante di una saga ormai garanzia di una certa qualità, rappresenta un sensibile step evolutivo della simulazione prodotta da Namco-Bandai. In particolare, quest’edizione rappresenta un must per tutti gli appassionati di Formula 1 per la presenza di tutta una serie di vetture e piloti pescati dal glorioso passato della competizione mondiale. Lieve delusione invece per Rain: titolo capace di proporsi con un impianto narrativo e visivo sontuoso, ma che pecca di un level design poco coraggioso e fantasioso. Grandissime aspettative invece per Beyond Two Souls ormai in dirittura d’arrivo e previsto nei negozi nostrani per il 9 ottobre. Per festeggiare la pubblicazione Quantic Dream ha organizzato una premiere alla quale siamo stati invitati, come potete leggere dal nostro resoconto, e dove abbiamo avuto la possibilità di concederci un’altra intervista con il disponibilissimo David Cage.