Pro Evolution Soccer 2018 Oggi alle ore 16:00

Giochiamo in diretta con la beta del nuovo gioco Konami!

Rubrica Le Novità della Settimana

Tra Steam Controller, 2DS e Beyond

rubrica Le Novità della Settimana
Articolo a cura di
Lorenzo Lorenzo "Kobe" Fazio ama il basket, o per meglio dire i Los Angeles Lakers, l’Hip Hop e il teatro. Dopo aver rincorso la carriera del finto regista, dal 2007 si spaccia anche per finto esperto di videogiochi scrivendo su Everyeye.it. Lo appassionano le belle storie e gli stili visivi ricercati. Cercatelo su Twitter e su Google Plus.

Dopo la settimana vinta ai punti da Nintendo, grazie alla pubblicazione del remake di The Wind Waker e Pokémon X/Y, l’attenzione mediatica è tornata sullo scontro per la next-gen che vede impegnate Sony, Microsoft e l’outisider Valve, ormai concorrente a tutti gli effetti di questa atipica gara. La casa che ha dato i natali all’epopea di Half-Life continua a catalizzare ansie e aspettative dei videogiocatori di tutto il mondo, costretti a sorbirsi passivamente il lento streap-tease della già lodata Steam Machine: vero e proprio oggetto del desiderio per gli Steam-dipendenti che negli anni hanno sperperato intere paghette e stipendi, inseguendo sconti e promozioni che li hanno portati ad accumulare un numero spropositato di videogiochi, tutti ancora da avviare per la prima volta.
Dopo la piccola immagine con cui è stato presentato al pubblico, l’avveniristico (e alienante) Steam Controller ha dato prova delle sue reali capacità in un video in cui viene messo alla prova con alcuni titoli appartenenti a diversi generi. Dai gestionali, dove pare cavarsela piuttosto bene, agli FPS, in cui lascia stupiti il ragguardevole grado di precisione raggiungibile, il pad sembra avere tutti i numeri per dare del filo da torcere ai colleghi di PS4 e Xbox One. Sebbene nutriamo ancora qualche dubbio sul design, anche se siamo sicuri subirà qualche ritoccata prima del debutto, non vediamo l’ora di provarlo con le nostre mani, per vedere se basteranno i due trackpad al posto dei canonici stick analogici per raggiungere le stesse prestazioni del lodatissimo duo tastiera-mouse.

Forse proprio temendo il contraccolpo dello Steam Controller sulla sua utenza, Microsoft è corsa ai ripari aprendo un’interessante spiraglio sul futuro della sua prossima console: Xbox One, tra non molto tempo, potrebbe supportare l’appena citata accoppiata di sistemi input, così da accontentare quella fascia di utenti provenienti dalla scena PC che da sempre lamentano la scarsa reattività dei pad tradizionali.
Sempre nell’ottica di assicurarsi una sufficiente base installata di console piazzate, continua la timida campagna di conquista in Giappone: da sempre terra di sonore sconfitte per il publisher statunitense. Phil Spencer, ormai front man della compagnia e principale addetto dello sportello “questioni scomode”, ha confermato a una nota testata online nipponica che nonostante le poche gioie raccolte con Xbox e Xbox 360, la sua compagnia non trascurerà in alcun modo il Sol Levante. Quasi a comprovare la buonafede delle parole del dirigente, la filiale giapponese di Microsoft ha pubblicato proprio in settimana un lungo filmato che si preoccupa di mostrare al pubblico i punti di forza di Kinect e del controller.
Sony invece si divide tra recente passato, presente e futuro. Eric Boltjes, lead designer di Guerrilla Games parla dell’ architettura di PS4, complimentandosi gli ingegneri che l’hanno realizzata, visto che permetterebbe di contenere enormemente i costi di sviluppo vista la facilità con cui si programma. Direttamente dal Giappone giungono numerosi e lunghi video che ci mostrano un video-confronto tra l’attuale PS Vita e il modello 2000 che a breve la sostituirà. A ben vedere il nuovo display LCD non sfigura eccessivamente come inizialmente preventivato, ma il calo prestazionale è facilmente ravvisabile anche da occhi meno allenati. Per quanto riguarda il futuro invece, Kutsuhiro Harada, noto sviluppatore della saga di Tekken, si è lanciato in una profetica previsione di come sarà la Platystation 5. Secondo il game designer il futuro è ben diverso da quello che conosciamo e la prossima console Sony non sarà altro che un servizio cloud: un Playstation Network accessibile da numerosi dispositivi esattamente come già accade con Steam.

Altra settimana positiva per i Nintendo-fan. Il remake in alta definzione di The Wind Waker non è solo un gioco straordinario, irrinunciabile per chi non ha avuto la fortuna di goderselo ai tempi del suo debutto su Game Cube, ma si sta anche dimostrando una vera e propria killer application. In Gran Bretagna il Wii U abbia visto incrementare le proprie vendite del 685% dall’uscita del gioco. Un risultato straordinario che conferma un teorema vecchio (e scontato) come il mondo: per vendere una console, servono giochi all’altezza. Dal momento che, a quanto pare, per realizzare il riadattamento del capitolo di The Legend Of Zelda sono stati sufficienti sei mesi, non sarebbe il caso di recuperare qualche altro capolavoro dal passato in attesa (speriamo) di giochi inediti e nuovi brand?
L’altro motivo per fare festa è legato all’approdo in Europa del chiacchieratissimo 2DS. Proprio ieri, la nuova versione dell’ultimo portatile Nintendo ha esordito nei negozi nostrani. Noi abbiamo già avuto modo di esprimere un primo parere sull’handheld in questo hands-on, ora tocca a voi dirci cosa ne pensate.
Continua a far parlare di sé GTA 5 (di cui vi proponiamo questo divertente video), di cui ha finalmente esordito la componente online. Ancora afflitta da numerosi bug e parzialmente incompleta, abbiamo ravvisato una certa ripetitività tra le missioni proposte per quanto il divertimento non manchi copioso. Torneremo comunque presto a parlare del gioco in rete con la seconda parte della recensione.
Dopo averne tanto parlato nel corso dei mesi, ha finalmente raggiunto i negozi nostrani Beyond Two Souls. Purtroppo alla prova del nove (disponibile anche in versione video) ci siamo ritrovati tra le mani un gioco di sicuro impatto e meritevole del vostro tempo, ma meno graffiante e appassionate di quanto fu ai suoi tempi Heavy Rain.

Doppia prova su strada per Final Fantasy XIV: a Realm Reborn, versione PC e PS3. In entrambi i casi il nostro giudizio è il medesimo: dopo il disastroso primo lancio di qualche anno fa, Naoki Yoshida ci regala finalmente la declinazione MMORPG che il famoso brand di Square-Enix si è sempre meritato. Pur costringendo l’utenza a sottoscrivere un abbonamento, pratica sempre più anacronistica nei tempi del free-to-play, la qualità del servizio e del gioco è tale da meritarsi l’investimento.
Dopo il travolgente successo raggiunto con il videogioco ispirato a The Walking Dead, Telltale Games torna ancora una volta con un’avventura grafica tratta da un fumetto. The Wolf Among Us, ispirato a Fables, esordisce con Faith, primo episodio di questa nuova epopea. Come di consueto si tratta di un capitolo introduttivo, già capace di emozionare, ma ancora frenato dalla necessità di introdurre l’utente nell’universo finzionale della produzione.
Sul fronte delle anteprime settimana interessantissima, dominata da due titoli che promettono faville. The Order: 1886, dopo l’iniziale delusione dovuta alla constatazione che si trattasse dell’ennesimo sparatutto in terza persona, si è mostrato in tutto il suo splendore sia graficamente, che dal punto di vista artistico. S.O.M.A. dal canto suo, ci ha semplicemente inquietato e terrorizzato grazie a un breve video gameplay e alle prime informazioni rilasciate dal team di sviluppo.