MvC Infinite (Schiaccisempre) Adesso online

Schiaccisempre ci introduce al mondo del picchiaduro Capcom!

Rubrica Le Novità della Settimana

Riprende la Guerra Fredda tra Microsoft e Sony

rubrica Le Novità della Settimana
Articolo a cura di
Lorenzo Lorenzo "Kobe" Fazio ama il basket, o per meglio dire i Los Angeles Lakers, l’Hip Hop e il teatro. Dopo aver rincorso la carriera del finto regista, dal 2007 si spaccia anche per finto esperto di videogiochi scrivendo su Everyeye.it. Lo appassionano le belle storie e gli stili visivi ricercati. Cercatelo su Twitter e su Google Plus.

Si infiamma la guerra pre-lancio tra Sony e Microsoft che nel corso della settimana appena trascorsa ha conosciuto un inasprimento su ogni fronte. Pur senza morti e feriti, le due multinazionali se le sono date di santa ragione, rispondendo vicendevolmente colpo su colpo alle offensive avversarie. Il risultato del conflitto è andato a tutto vantaggio dei videogiocatori di tutto il mondo subissati di video promozionali e nuove informazioni su PS4 e Xbox One.
Il primo scontro è andato in scena sul campo di battaglia degli spot pubblicitari. La casa di Redmond ha infiammato i cuori dei fan con un gustoso video che ha tirato in ballo alcuni dei principali titoli (da Titanfall a Dead Rising 3, passando per Forza Motorsport 5 e FIFA 14 ) che vedranno la luce sulla nuova ammiraglia. Il colosso nipponico prima ha voluto rimarcare i punti di forza di PS4 con un clip intitolato Best Place To Play. Poi ha voluto farci sentire maledettamente vecchi grazie a un mini-film strappalacrime che, celebrando il marchio Playstation, ci ha empiricamente mostrato quanto siamo cresciuti (e invecchiati appunto) dal lontano 1995: anno di debutto della prima console Sony.
Nervi tesi anche sul fronte risoluzione. La discussione (e relative polemiche) si è originata da una fonte anonima secondo la quale Call Of Duty Ghosts girerebbe in Full HD 1080p su PS4, mentre su Xbox One ci si fermerebbe ai 720p. Se Sony non ha perso tempo a confermare in prima persona la notizia, Microsoft si è rimessa nelle mani di Activision: toccherà al publisher annunciare i dati ufficiali quando lo riterrà più opportuno. A placare, ma solo in parte, le preoccupazioni dei futuri utenti di Xbox One, intimoriti dall’idea di ritrovarsi con la versione meno performante del noto FPS, ci ha pensato 2K Games: NBA 2K14 supporterà i 1080p su entrambe le console next-gen. La battaglia alla miglior risoluzione tuttavia, è tutt’altro che conclusa e siamo certi che siamo solo all’inizio di uno scontro combattuto all’ultimo pixel.

Anche la questione relativa ai dati d’installazione ha tenuto banco, lasciando molti videogiocatori con sinistri presentimenti che hanno immediatamente ridimensionato i “capienti” hard disk di 500 GB di cui le due ammiraglie saranno dotate. Mentre Call Of Duty Ghost richiederà ben 49 GB di spazio su PS4, sul fronte Xbox One sappiamo per certo che Ryse: Son Of Rome ne richiederà 47, Dead Rising 3 e Forza Motorsport 5 si “fermeranno” a 35. I dati parlano da soli e ci offrono un’inquietante scorcio della prossima generazione. Saremo presto costretti ad acquistare altri dischi rigidi da diversi terabyte per essere sicuri di non dover cancellare di continuo i dati d’installazione dei giochi acquistati? A leggere queste notizie pare proprio di sì.
Fine delle ostilità? Manco per sogno. Grazie a due immagini, sono state svelate l’aspetto delle copertine dei giochi. Quale preferite di più? Il design utilizzato da PS4 o quello di Xbox One?
In mezzo a tutto questo azzuffarsi per conquistare più acquirenti del diretto concorrente, fa sorridere la nonchalance con cui Shinji Mikami, papà di Resident Evil e attualmente a lavoro su The Evil Within, ha affermato che secondo lui le due piattaforme sono quasi identiche per potenza di calcolo e che quindi non avrebbe senso sviluppare due versioni distinte dello stesso gioco. Che si tratti di verità o di un’erronea valutazione del game designer, solo il tempo (e le future killer application) potrà dircelo: noi torniamo a sognare, almeno per un attimo, un futuro in cui esiste un’unica console in grado di far funzionare correttamente tutti i giochi in qualsiasi formato.
Nintendo fa parlare di sé soprattutto per un rumor assolutamente stuzzicante, ma che da un certo punto di vista denuncia il momento di difficoltà (creativo e non solo) nel quale riversano i suoi studi interni. Il successo riscontrato dal remake di The Wind Waker, fautore anche di una rinascita commerciale del Wii U, potrebbero aver convinto la Grande N ad avviare lo sviluppo di ben sette riadattamenti in HD di vecchie glorie del Nintendo 64. Il primo di questi titoli a vedere la luce dovrebbe essere Super Mario 64, impreziosito di un’inedita modalità co-op. Ancora nessuna conferma da parte dell’azienda giapponese, ma non ci sorprenderemmo più di tanto se alla fine queste indiscrezioni dovessero rivelarsi fondate.

Due notizie stuzzicanti, prima di lasciarvi con la solita parte dedicata agli articoli della settimana.
A quanto pare il nuovo Dualshock 4 è compatibile con PS3. Come dimostrato dalla redazione di Computer Bield Spiele prima, e poi da un utente di Youtube dopo, il controller funziona solo se collegato alla console tramite cavo USB e rinunciando al touchpad (limitazione piuttosto ovvia) e al tasto Home. Desiderosi di provare il nuovo pad con i vostri vecchi giochi? Date un’occhiata alla seguente lista: solo alcune produzioni PS3, almeno per il momento, funzionano anche con il Dualshock 4.
L’attesissimo Titanfall godrà di un’edizione che definire limitata è riduttivo. Venduta all’esorbitante prezzo di 300 euro, includerà una gigantesca action figure di un Titano, un art book di oltre 190 pagine e un poster esclusivo. La collector’s edition sarà un’esclusiva Xbox One e potrà essere acquistata solo da GameStop. Per quanto andiamo pazzi per le edizioni limitate, il prezzo questa volta ci pare davvero eccessivo: quanti di voi cederanno alla tentazione di mandare in fumo buona parte dei propri risparmi per un capriccio di questa portata?
Grande settimana per i Nintendo-fan vista la quantità di recensioni e anteprime pubblicate sul nostro sito.
Wii Party U si è purtroppo rivelato una parziale delusione. Dopo il buon capitolo per Wii, il diretto sequel fallisce nel proporre una modalità single player valida e nel presentarsi con un art design sufficientemente fantasioso e accattivante. Comunque divertentissimo in multiplayer, sfrutta ben poco le specifiche del GamePad.
Grande ritorno per Phoenix Wright, dopo il disastroso capitolo in cui aveva lasciato il proscenio al collega Apollo Justice. Dual Destinies sarà anche un capitolo privo di chissà quali novità e ancorato alle stesse meccaniche che muovevano il capostipite della saga, ma grazie al carisma del protagonista e allo script costellato di momenti memorabili sarà davvero difficile per gli amanti delle avventure grafiche rinunciare all'acquisto.

La nostra sezione video inoltre, si arricchisce dell’anteprima dell’atteso Super Mario 3D World, che ancora non ci convince completamente, e della recensione di Deus Ex: Human Revolution Director’s Cut, di cui abbiamo già parlato la settimana scorsa.
PS3 e Xbox 360 invece rispondono con la Game Of The Year Edition di Dishonored, imperdibile per qualsiasi videogiocatore che si rispetti che non ha ancora avuto il piacere di provare il capolavoro di Bethesda, e con Batman Arkham Origins che, superando l’iniziale scetticismo, ci ha completamente conquistato meritandosi un roboante nove secco, frutto di un gameplay ulteriormente raffinato e una sceneggiatura coraggiosa e intrigante.
Da grandi amanti di zombie quali siamo, in chiusura vi segnaliamo anche How to Survive (di cui abbiamo curato anche la videorecensione): survival horror carente tecnicamente che mostra il fianco a un pizzico di ripetitività di troppo, ma che merita l’attenzione degli appassionati del genere grazie al dinamismo dei combattimenti e alla buona longevità.