Q&A Domande e Risposte Oggi alle ore 16:00

Rispondiamo in diretta a tutte le vostre domande e curiosità

Rubrica Le Novità della Settimana - 22 Settembre 2013

Occhi puntati sul TGS mentre la next-gen continua a scaldare i motori

rubrica Le Novità della Settimana - 22 Settembre 2013
Articolo a cura di
Lorenzo Lorenzo "Kobe" Fazio ama il basket, o per meglio dire i Los Angeles Lakers, l’Hip Hop e il teatro. Dopo aver rincorso la carriera del finto regista, dal 2007 si spaccia anche per finto esperto di videogiochi scrivendo su Everyeye.it. Lo appassionano le belle storie e gli stili visivi ricercati. Cercatelo su Twitter e su Google Plus.

Dopo l’antipasto offerto da Sony, sottoforma di conferenza ricca di annunci interessanti, ampiamente commentata nell’EveryWeek scorso, il Tokyo Games Show è finalmente entrato nel vivo. Come promesso, il nostro staff l’ha presenziato e seguito da vicino fornendovi notizie e hands-on di prima mano per tutta la seconda parte della settimana appena trascorsa.
Protagonista della puntata di questa rubrica, la fiera nipponica ha ormai perso da tempo il potere mediatico d’un tempo, rinunciando progressivamente alla sua vocazione internazionale e rivolgendosi al mercato locale con prodotti ed eventi pensati appositamente.
Ciononostante non sono mancati spunti interessanti, conferme elettrizzanti e novità sorprendenti.
A fare la parte del leone ci ha naturalmente pensato Sony che è partita subito forte comunicando la sua sicurezza nel riuscire a piazzare ben 5 milioni di PS4 entro marzo. Una cifra non molto difficile da raggiungere, visto anche l’andamento delle prevendite, ma che dovrà essere raggiunta senza fare affidamento sulle vendite registrate in Giappone. Pare infatti che la nuova ammiraglia della multinazionale verrà lanciata in terra natia solo nel mese di febbraio: addirittura dopo il debutto in Cina, Corea del Sud e Taiwan previsto entro la fine del 2013. Sconcertati? Anche noi, ma il mondo, anche quello videoludico, sta sicuramente cambiando i suoi assetti economico-politici e questa ne è una chiara prova nonostante Sony si sia affannata a spiegare le ragioni di una tale decisione. Masayasu Ito, vicepresidente senior di Sony Computer Entertainment, ha giustificato la scelta strategica della sua compagnia evidenziando la mancanza di titoli specifici per il mercato locale.
Sempre sul fronte hardware ci fa piacere conoscere un’ulteriore e interessantissima potenzialità della futura PlayStation Vita TV. Usando Gaikai, tecnologia che sfrutterà per gli stessi motivi anche PS4, sarà possibile riprodurre buona parte della softeca Playstation 3. Purtroppo anche in questo caso permane il terribile dubbio se il servizio raggiungerà effettivamente il nostro continente. Noi siamo comunque pronti a scommettere che prima o poi Gaikai si farà vedere anche dalle nostre parti.
Buone nuove sull’altra novità annunciata alla conferenza pre-TGS di Sony. Il primo incontro con PS Vita 2000 ci ha soddisfatto e convinto. Nonostante lo schermo LCD rappresenti un innegabile downgrade rispetto all’OLED, la resa video non è così inferiore come preventivato.

Tra i vari appuntamenti in calendario al TGS, ci ha particolarmente attratto quello avuto con Tetsu Sumii che ha spiegato con chiarezza ed efficacia le idee che hanno guidato lo sviluppo del design della PS4. Per sapere come è andato l’incontro, basta seguire questo link.
Buone notizie anche sul fronte giochi. The Last Guardian continua a far parlare di sé pur senza mostrarsi ormai da tanto, troppo tempo. Questa volta è toccato a Shuhei Yoshida, presidente di SCE Worldwide Studios, ribadire che il progetto non è stato abbandonato. Prima lo fa in un’intervista concessa a GameInformer, poi ai nostri microfoni concedendoci un interessante Q&A che vi consigliamo caldamente di leggere.
Deep Down, dopo l’iniziale freddezza con cui era stato accolto, ha aumentato repentinamente il valore delle proprie quotazioni grazie a un convincente hands-on. Simile per certi versi a Dark Souls, potrebbe distinguersi dal concorrente ereditando qualche elemento da altri franchise di Capcom come Monster Hunter e Dragon’s Dogma. La notizia che si tratterà di un gioco free-to-play ha nuovamente raffreddato gli animi, ma per quanto ci riguarda la cosa non fa altro che aumentare la nostra curiosità.

Continua a lasciare senza fiato Metal Gear Solid 5: The Phantom Pain. Se siete curiosi di scoprire come se la cava la nuova creatura di Kojima, che tra le sue novità più chiacchierate vanta una struttura open world, per voi abbiamo in serbo sia un hands-on, che un video di gameplay della durata di ben quindici minuti. Non state sulle spine comunque: la prossima avventura di Snake, nel rispetto della tradizione, sembra sia capace di evolvere la formula con estrema efficacia.
Mentre Sony era impegnata in un lungo e convincente monologo in quel del TGS, Microsoft e Nintendo sono rimaste praticamente a guardare. Incapace di rispondere al fuoco nemico con altrettanto mordente, il colosso americano si è limitato a difendere il territorio con una breve dichiarazione di Phil Spencer: "ci stiamo concentrando solo su noi stessi. Anche se non voglio fare alcun paragone, Sony ha alle spalle una lunga storia fatta di successi grazie alla PlayStation, e li rispetto dal profondo del mio cuore. Quando si parla dell'Xbox One, la cosa più emozionate è la lineup dei giochi, che al momento del lancio e nelle prime due stagioni, sarà davvero molto ricca. All'E3 abbiamo annunciato la lineup di titoli esclusivi, guidata da Titanfall, e abbiamo vinto molti più premi di qualsiasi altra piattaforma. Si è trattato di un record nella storia dell'E3. Il numero delle IP esistenti e delle nuove è importante. E stiamo anche facendo rivivere Killer Instinct. Credo che la lineup diventerà molto forte, soprattutto nei primi due anni". Convincente per certi versi, ma troppo poco rispetto ai fuochi d’artificio del concorrente.
Anche Nintendo continua a non passarsela bene, colpita questa volta da una tragedia non economica, ma di carattere umano. Il 19 settembre è infatti venuto a mancare Hiroshi Yamauchi, presidente della compagnia dal 1949 sino al 2002. Spendere parole in merito sarebbe pressoché inutile. Ciò che è certo è che “l’ultimo samurai”, come qualcuno lo chiamava, ha contribuito nel bene e nel male allo sviluppo di una delle software house più imponenti del settore, oltre che a quello di un media sempre più impattante economicamente e socialmente.

Ottima settimana anche sul fronte delle recensioni.
La più attesa di tutte era ovviamente quella di GTA 5. Capolavoro o semplicemente uno splendido prodotto? Il miglior capitolo della saga? Il gioco più esaltante di questa generazione? Se per rispondere a queste domande non parlano da soli gli 800 milioni di dollari di incasso nel solo day-one, vi rimandiamo al nostro articolo e alla relativa video-recensione.
Immense gioie anche per i possessori di un Wii U, che tra pochi giorni potranno finalmente sollazzarsi con il remake dello splendido The Legend Of Zelda: The Wind Waker. Chi scrive lo trova il miglior episodio della saga di sempre e questa riproposizione, per quanto priva di novità, si è rivelata azzeccatissima. Almeno stando all’ esorbitante nove che gli abbiamo rifilato.
I calciofili nostrani troveranno particolarmente intrigante la recensione di PES 2014: primo dei due contendenti al titolo di miglior simulazione calcistica di quest’anno. Se fino all’anno scorso lo sorti dello scontro erano scontate, quest’anno il cavaliere di Konami ha aggiustato il tiro in più di una direzione. Il risultato è un gioco assolutamente convincente dal punto di vista del gameplay, ma ancora carente per quanto concerne i contenuti.
Chiude il ricchissimo appuntamento di questa settimana, la prova su strada di ARMA 3: ultimo esponente di una saga rivolta agli amanti del realismo più estremo in materia FPS. Ancora priva di una valutazione numerica, attendiamo il rilascio della campagna in single player per questo, il nostro primo impatto è stato sostanzialmente positivo, per quanto denunciamo un’eccessiva mancanza di novità.