Overwatch by RapiDNade Oggi alle ore 15:00

Giochiamo in diretta con l'Hero Shooter di Blizzard!

Assetto Corsa: una giornata a Vallelunga per provare il nuovo DLC Porsche

Abbiamo trascorso una giornata all'Autodromo di Vallelunga in compagnia di Kunos e del nuovo DLC di Assetto Corsa in collaborazione con Porsche.

speciale Assetto Corsa: una giornata a Vallelunga per provare il nuovo DLC Porsche
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
Matteo Mangoni Matteo Mangoni è un grande amante della tecnologia e, soprattutto, del medium videoludico. Programmatore di giorno e gamer incallito di notte (o viceversa), ha avuto fra le mani la sua prima console all'età di 6 anni, e da allora per lui niente è più stato lo stesso. Soprattutto le bollette della luce. Lo trovate su Facebook e Twitter.

Per parlare di Assetto Corsa non c'è cornice migliore dell'autodromo di Vallelunga, in cui, tra le altre cose, ha sede proprio la base operativa di Kunos Simulazioni. Grazie a un evento a tema organizzato dalla software house italiana in collaborazione con 505 Games, divisione editoriale del gruppo Digital Bros, siamo riusciti sia ad assaporare i contenuti del nuovo DLC pack, il secondo strettamente legato al brand Porsche (disponibile su PC a partire dal 22 Novembre), sia a discutere con gli sviluppatori riguardo il futuro della versione console, in previsione dell'arrivo del primo pacchetto aggiuntivo dedicato alle auto del costruttore di Stoccarda anche su PS4 e Xbox One. Quella tra i ragazzi di Kunos e la casa tedesca, come confermatoci anche da Marco Massarutto, co-fondatore della software house romana, si è trasformata in una relazione solida e particolarmente stimolante: una vera e propria cooperazione tecnica a 360 gradi, che va ben oltre la semplice sponsorizzazione o la sola cessione dei diritti di utilizzo del logo. Un'unione che ha quindi contribuito a costruire le fondamenta di un rapporto solido e profittevole, al fine di fornire al pubblico un prodotto che fosse il più rifinito e realistico possibile.

Di nuovo in pista

Il "Porsche Pack Volume 2", disponibile su PC a partire dal 22 Novembre, aggiungerà all'offerta contenutistica di Assetto Corsa ben nove vetture totalmente inedite del marchio Porsche: al di là della sempre altissima qualità con cui sono state riprodotte le nuove arrivate, dunque, sorprende soprattutto la costanza e la dedizione con la quale Kunos continua a supportare la propria creazione. Quella della software house italiana è forse un caso più unico che raro nel panorama dei simulatori di guida: un progetto supportato da un preciso piano a lungo termine, una piccola, grande sicurezza in mezzo a un universo puntellato di titoli in early access che non escono mai dai box di assistenza, e di giochi lasciati a marcire in panne dopo pochi mesi dalla partenza. Assetto Corsa, invece, grazie a questa partnership con Porsche, sembra addirittura aver trovato nuova linfa vitale, forse anche più di quanto abbia ottenuto dall'approdo su console, dove ha necessariamente dovuto fare i conti con una diversa tipologia di utenza e con alcuni, inevitabili limiti hardware. Un brand così blasonato e importante, come quello della casa di Stoccarda, del resto, non si affacciava con convinzione sul mercato videoludico da ben dodici anni: la collaborazione garantirà allora al team di sviluppo l'esclusiva sulle licenze ufficiali Porsche per un interno anno solare. Il simulatore di Kunos sarà dunque l'unico corsistico a potersi vantare della presenza nel proprio parco auto di vetture con il pregiato marchio tedesco impresso sulla carrozzeria, come, ad esempio, la 919 Hybrid, la 911 GT1 e la GT3 RS. Da un punto di vista prettamente contenutistico, le novità legate ai due pacchetti potrebbero sembrare poco sostanziose, ma il prezzo abbastanza ridotto (ciascuno di essi sarà venduto a 6.99€) e il ruolo di primaria importanza che simili aggiunte ricoprono nel mondo dei simulatori di guida, potrebbero comunque renderlo incredibilmente appetibile per tutti gli appassionati del genere.

Il Porsche Pack Volume 1 anche su console

Durante la giornata trascorsa nell'Autodromo di Vallelunga abbiamo inoltre avuto modo di provare nuovamente - e in condizioni ottimali, grazie a postazioni di guida create ad hoc - la versione console del titolo, che vedrà l'arrivo del primo pacchetto di contenuti sponsorizzati da Porsche il prossimo 29 Novembre. Dopo tanta attesa, finalmente anche i possessori delle edizioni Xbox One e PS4 di Assetto Corsa saranno in grado di raccogliere i primi frutti della storica partnership tra Kunos e la casa di Stoccarda.

Se fino ad ora le due versioni erano state completamente separate e sviluppate in parallelo come fossero due entità diverse, adesso lo scopo del team, stando alle parole di Stefano Casillo, lead programmer e co-fondatore di Kunos, è proprio quello di riavvicinare - e finanche sincronizzare, nei limiti del possibile - entrambi i prodotti. In futuro, insomma, possiamo aspettarci un'esperienza identica - almeno per quanto concerne la mole contenutistica e i cicli di update - su tutte le piattaforme. Un risultato inizialmente precluso dalla necessità di entrare maggiormente in confidenza con l'hardware delle console di Sony e Microsoft e, soprattutto, con i loro processi di approvazione delle nuove patch, ancora ben lontani dalla fluidità e dall'immediatezza garantita dal mercato PC. Il lavoro svolto sull'update, ad ogni modo, sembra encomiabile, specialmente se consideriamo le difficoltà di ottimizzazione causate dalla minor potenza, in particolare sul versante della GPU, offerta dall'hardware dei sistemi casalinghi. Una concreta limitazione che si scontra inevitabilmente con gli obiettivi che un titolo come Assetto Corsa intende perseguire, tra cui un modello di guida e una simulazione fisica estremamente accurati. Si tratta di caratteristiche che, di solito, richiedono molta potenza computazionale e tendono a gravare principalmente sulla CPU, forse una delle componenti più deboli delle console d'attuale generazione (mancanza che, del resto, non è stata colmata neanche dall'arrivo di PS4 PRO, la quale, al contrario, non ha fatto altro che aumentare il divario prestazionale tra l'unità di calcolo principale, potenziata solo marginalmente, e quella grafica, le cui performance sono più che raddoppiate in confronto al modello base).

Nonostante tutte queste problematiche, il nostro breve test dei nuovi contenuti ha saputo confermare le buone sensazioni di guida già appurate in fase di recensione. A prescindere dalle mere questioni tecniche, però, ciò che conta più di tutto è sapere che a partire dalla fine di Novembre anche gli utenti console potranno sedersi al volante delle riproduzioni digitali della Porsche Carrera 911 S, della Cayman GT4 Clubsport e di tanti altri bolidi del costruttore tedesco, tra i quali figura persino la leggendaria Porsche 935/78 "Moby Dick".

Assetto Corsa Il nostro tour nell’autodromo di Vallelunga si è rivelato un’ottima occasione non solo per provare su pista il brivido di guidare una vera Porsche, ma anche per rimetterci al volante di Assetto Corsa, e testare le novità dei primi due DLC partoriti dalla collaborazione con la casa tedesca, valutando inoltre tutti i benefici della partnership stretta con l’italianissima Kunos Simulazioni: un motivo di grande orgoglio per i 27 dipendenti della software house, entrati nelle grazie di uno dei più importanti colossi dell’automobilismo mondiale. Il merito è probabilmente da imputare, oltre che all'indubbia qualità del prodotto, anche alla recente penuria sul mercato di simulatori corsistici nudi e crudi, ormai soppiantati quasi interamente da esperienze di guida meno impegnative e più semplici da approcciare. Assetto Corsa ha invece voluto ribadire al circuito videoludico la sua voglia di simulazione e realismo, che tutt'oggi, nonostante i due anni trascorsi sulle tortuose “strade” del negozio digitale di Steam, sembra rimasta ancora del tutto intatta.