Speciale Calibur 11 - Vault

Mai pensato di proteggere con stile le vostre console?

Articolo a cura di
Lorenzo Lorenzo "Kobe" Fazio ama il basket, o per meglio dire i Los Angeles Lakers, l’Hip Hop e il teatro. Dopo aver rincorso la carriera del finto regista, dal 2007 si spaccia anche per finto esperto di videogiochi scrivendo su Everyeye.it. Lo appassionano le belle storie e gli stili visivi ricercati. Cercatelo su Twitter e su Google Plus.

Il mondo degli accessori per console è tanto affascinante, quanto caotico e pieno di vere e proprie fregature. Navigare in queste sconfinate e pericolose acque è un’attività a cui ben pochi prendono parte, vuoi per la necessità di conoscere a fondo il prodotto che si sta acquistando, vuoi per la ovvia spesa extra che ogni adds-on richiede. Soprattutto con il Nintendo Wii si è vista una vera e propria proliferazione di periferiche più o meno “imprescindibili”, capaci di elevare all’ennesima potenza l’esperienza di gioco o di risolvere l’inquietante problema del consumo di batterie o della presenza di troppi fili.
Tra tanti aggeggi dalla dubbia utilità e funzionalità, da sempre moltissimi videogiocatori si preoccupano di proteggere schermi e chassis delle loro console portatili. Tra pellicole protettive e gusci più o meno resistenti, negli anni questo genere di oggetti si sono indiscutibilmente rivelati i più ricercati non solo dagli hardcore gamer, ma anche da tanti genitori vogliosi di non vedere andare in frantumi il tanto agognato DS comprato al figlioletto.
In pochi però hanno avuto la trovata di applicare il medesimo concetto alle piattaforme casalinghe. Inutile? Dispendioso? Roba da nerd? Forse no.

I poteri del Vault

Calibur 11 è un’azienda con base a Duluth, una città portuale del Minnesota, che ha avuto proprio quest’idea: proteggere con intelligenza e stile le nostre amate console di casa. Per essere più precisi, tuttavia, potremmo meglio dire che stiamo parlando solo di due piattaforme: la PS3 Slim e la collega, anch’essa sottoposta all’opera di restyling, Xbox 360. Niente fat, né Wii insomma.
L’offerta di Calibur 11 può essere divisa in due diverse varianti: una base e una più stylish ed elaborata.
La prima consiste in una sorta si esoscheletro montabile che ricoprirà quasi per intero la vostra amata console. Non sarete insomma costretti a “operazioni a cuore aperto”, atte a smontare il chassis natio della console per sostituirlo. I vantaggi che ne trarrete da questo Vault, definizione ufficiale che ci da Calibur 11 stessa, sono principalmente quattro.
Il primo è il più ovvio: maggior protezione. Il guscio, realizzato con tecnopolimeri stampati ad iniezione, è capace di sopportare i comuni urti, e funge da corazza anche contro i fastidiosi graffi che a lungo andare compaiono sul chassis.
Secondariamente viene offerta una maggior stabilità alle piattaforme poste in posizione verticale. Quante volte abbiamo rischiato di graffiare un DVD o un Blu-Ray dopo aver fatto oscillare la nostra 360 o PS3? Sebbene sia tutt’ora sconsigliato mettere alla prova la forza di gravità, i quattro piedi laterali aumentano grandemente la superficie d’appoggio.
Altro punto a favore delle Vault messe a punto da Calibur 11: un maggior e più studiato afflusso d’aria fresca verso i caldi circuiti di 360 e PS3. Per quanto possa sembrare paradossale, vista l’applicazione di un ulteriore guscio che si sovrappone al chassis, la presenza di particolari aperture e fessure, favorisce e direziona l’afflusso di aria proprio lì, dove più serve.
Infine, come ultimo punto di forza dei Vault, la possibilità di applicare ulteriori adds-on, dalle più disparate funzioni. Attualmente Calibur 11 ne propone uno: una sorta di appendi pad. La trovata è sicuramente utile e intrigante al tempo stesso: servirà quanto meno a mettere un po’ d’ordine nel proprio mobiletto già abbastanza sotto assedio da lettori DVD, cavi e decine di telecomandi.
Dando un’occhiata al prezzo del Vault base, stimato nello store ufficiale sui sessanta dollari, si può concludere che il gioco possa anche valere la candela. Il design è minimale, ma comunque ricercato e piacevole alla vista, ma al di là dell’estetica, bisogna valutare l’effettiva utilità di un guscio protettivo per una console casalinga. I vantaggi apportati dai Vault sono indiscutibili, ma non tutti potranno trovarli così imprescindibili e irrinunciabili.
L’altra offerta proposta da Calibur 11 riguarda invece dei gusci artisticamente più elaborati e, proprio per questo, ingombranti e maggiormente dispendiosi. Attualmente ne sono previsti in tutto due. Il primo, già acquistabile nello store al prezzo di novanta dollari circa, presenta su un fianco l’appendi pad, mentre sull’altro una sorta di maschera munita di luci. L’altro, che verrà immesso nel mercato a partire da Settembre, sarà griffato Geras Of War 3. Dallo sfondo rosso, il Vault presenterà il logo del brand su uno dei lati, perfettamente riprodotto in 3D.

Calibur 11 L’idea di personalizzare e proteggere la propria console casalinga non è affatto malvagia. La proposta di Calibur 11 è intelligente, efficace e sicuramente giustificata. Attualmente è possibile acquistare i Vault online dal sito ufficiale della compagnia solo per le Xbox 360 Slim, ma presto arriveranno anche quelli per PS3, insieme a tutte le novità che l’azienda introdurrà a breve. Sebbene fin’ora abbiamo vissuto benissimo senza gusci protettivi, qualche gamer particolarmente apprensivo o semplicemente ansioso di rendere più unica la propria console potrebbe farci un pensierino.