Speciale Destiny - Il Re dei Corrotti - Shield Brothers

Mentre ci avvicianiamo sempre di più all'uscita (prevista per il 15 settembre), diamo uno sguardo al nuovo assalto e alle novità annunciate da Bungie durante l'ultimo livestram trasmesso su Twitch il 26 agosto.

speciale Destiny - Il Re dei Corrotti - Shield Brothers
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Xbox 360
  • Ps3
  • PS4
  • Xbox One
Sergio Pennacchini Sergio Pennacchini Giornalista freelance, scrive di videogame da troppo tempo per ricordarsi esattamente quando ha iniziato. Vive a Londra ma non è un cervello in fuga perché mancano le basi, cioè il cervello. Lo trovate su Facebook e Twitter.

Non passa giorno senza che escano nuovi dettagli su Re dei Corrotti. Notizie che ovviamente scatenano la fantasia degli appassionati più fedeli: sui forum, nei commenti di qualche video, nelle righe delle chat dei vari clan su Whatsapp. Ma davvero posso usare la spada? Che figata! Speriamo che sia ben bilanciata. No, ma perché hanno ucciso il Gjallahorn?! Eh vedrai, ci sarà sicuramente una nuova arma molto più potente. C'è insomma tanta attesa intorno a questa espansione che in realtà espansione non è: Il Re dei Corrotti è davvero l'inizio di qualcosa di nuovo, il famoso anno due di Destiny. Qualcosa di nuovo e di diverso rispetto al primo anno: come abbiamo scritto nell'anteprima del primo live su Twitch di Bungie, questo anno due sarà davvero come voltare pagina, senza dimenticare ovviamente quanto già scritto ma senza la paura di cancellare qualche riga di troppo. Il secondo live di Bungie di mercoledì ci ha mostrato non solo le tre nuove classi ma anche il nuovo strike, Shield Brothers, che si svolge a bordo della Astrocorazzata (ma suona molto meglio in inglese, Dreadnaught).

Un'oscura minaccia

Durante il live si sono potute vedere le nuove classi in azione. Facciamo un veloce riassunto: il cacciatore ha una nuova classe di supporto chiamata Predatore della Notte con danni da vuoto. Ha diverse abilità per aiutare i compagni e una super che, oltre a fare danno, rallenta i nemici e li blocca sul posto. Il Titano invece ha la nuova classe Spezzasoli, con danni solari e una super che permette di lanciare martelli infuocati o devastanti attacchi corpo a corpo. Lo stregone infine, ha la nuova classe Evocatempeste con danni ad arco: la super è una tempesta di fulmini e scariche elettriche che fa molto Guerre Stellari. L'assalto comincia in un hangar della Astrocorazzata apparentemente deserto. Pochi passi e già si scatena l'inferno: ci sono alcuni portali oscuri da cui escono nemici corrotti (anche i portali vanno distrutti). Qualche passo più avanti e l'assalto entra nel vivo: c'è uno scontro in corso tra i Cabal e i corrotti, e il team si ritrova nel mezzo. Qui abbiamo modo di osservare alcune delle nuove abilità: la super del Titano ad esempio, nella configurazione scelta da Bungie, permetteva di lanciare cinque martelli che poi lasciano delle specie di flare, di esplosioni di luce che continuavano a fare danno, un po' tipo il lanciarazzi Soffio del Drago. Quella dello stregone dura diversi secondi e sembra poter fare molto danno. La più strategica è sicuramente quella del cacciatore: non sembra fare tantissimo danno in sé, ma usata al momento giusto può davvero salvare la vita a tutto il gruppo. L'assalto prosegue per farci scoprire una delle novità più importante dei nuovi strike del Re dei Corrotti.

L'importante è variare

Gli assalti, come tutti i giocatori di Destiny sanno, sono attività molto importanti nel titolo Activision. Tra assalti eroici settimanali e cala la notte e playlist, ci si ritrova a farli più volte ogni settimana. Per questo, l'imperativo per Bungie era trovare un modo per renderli i più vari possibile. Per questo tutti i nuovi assalti de Il Re dei Corrotti avranno dei punti in cui sarà la casualità a farla da padrone. Come la stanza che i giocatori scelti da Bungie devono affrontare mentre si addentrano dentro la struttura dell'Astrocorazzata. È un grosso ambiente di forma rettangolare, con piattaforme sopra e sotto, dove potremo di volta in volta incontrare un boss diverso per lo scontro di metà assalto.

Durante il live di Bungie il nemico era il carro Goliath, ma stando alle dichiarazioni della casa americana questo combattimento potrà variare di volta in volta, mettendo di fronte anche a nemici diversi, ad esempio dell'Alveare. Una varietà che si riscontra anche nel combattimento contro il boss finale, che nel caso dell'assalto Shield Brothers sono due. Sono due comandanti Cabal, stile Valus Ta'aurc. Sono entrambi dotati di una specie di jetpack ed entrambi sono molto veloci. È un tipo di scontro completamente diverso ai classici assalti di Destiny, dove si segue di solito una routine, una strategia, per arrivare indenni alla vittoria. Come il masso da cui ci si protegge per uccidere Phogoth, o i punti strategici dell'assalto al Nexus. Con Shield Brothers sarà tutto diverso: dovrete muovervi, costantemente, perchè si combatte in un'arena aperta e i due "fratelli" verranno a cercarvi. Uno è veloce e molto forte negli attacchi corpo a corpo, l'altro invece è armato di un mortaio che spara colpi devastanti (si vede dove cadranno i colpi da una specie di segno sul terreno). Dovrete combatterli prima uno alla volta, poi tutti e due insieme: inutile dire che in questo caso coordinarsi con gli altri membri del team e stare in costante movimento è fondamentale per avere successo. Lo scontro è teso ed emozionante, con un feeling molto diverso rispetto ai classici assalti di Destiny. L'impressione iniziale, insomma, è estremamente positiva, e questo è solo uno dei tre strike (quattro su PS4) che ci attendono nel Re dei Corrotti.

Nuove regole

A cambiare però sarà anche il modo in cui verranno gestite le attività settimanali. Prima notizia: addio assalto eroico settimanale. Al suo posto avremo una nuova playlist che si chiamerà Vanguard Heroic Playlist, accessibile solo ai giocatori di livello 40. Completando il primo assalto nella playlist avremo sicuramente un engramma leggendario, mentre completando i primi tre riceveremo marchi leggendari extra. Il motivo di questa scelta è che Bungie vuole evitare i cicli meccanici di completamento del primo anno: si faceva tutto in serie, con ogni personaggio per chi ne aveva più di uno: adesso, grazie anche all'assenza di limite nel guadagno di marchi leggendari, potremo concentrarci sul personaggio che più ci piace.

Anche il Cala la notte cambia completamente: oltre alle braci per le armi, ci saranno bonus anche per le armature. Così Bungie vuole costringerci a cambiare di volta in volta armatura in base ai bonus (o malus) di quel Cala la notte. Inoltre, non ci sarà più il bonus all'esperienza, il motivo per cui ogni martedì, al reset settimanale, tutti facevano subito il Cala la notte. Adesso potrete farlo quando vorrete. I Cala la notte saranno accessibili solo ai personaggi di livello 40 ma non saranno più così punitivi: non si torna in orbita se per caso tutto il team viene eliminato (ma non è chiaro se si ripartirà dall'inizio o dall'ultimo checkpoint) e ci sarà un counter di 30 secondi per rianimare un compagno morto. Infine, novità anche per il PVP. Lord Shaxx avrà delle bounty speciali e, ogni settimana, una quest PVP che si chiamerà "The True Meaning of War", accessibile solo dopo che avrete dimostrato il vostro valore con le taglie. Anche l'attività giornaliera PVP subirà una leggera rivisitazione: verranno migliorate le ricompense per invogliare la gente a partecipare di più.

Destiny Destiny Il Re dei Corrotti sembra davvero in splendida forma. Il nuovo assalto mostrato da Bungie, tra l'altro, mostra anche diversi miglioramenti al motore grafico, con effetti di luce più curati e più interazione con l'ambiente: attenzione ad esempio alle trappole di fuoco sparse per la mappa. Ma quello che ci ha convinto è la volontà di Bungie di evitare, per quanto possibile, quelle meccaniche così ripetitive delle attività in Destiny. Non si dovrà più cominciare per forza la settimana con un Cala la notte, non si dovrà più per forza fare quel certo raid per salire di livello ed affrontare anche i contenuti più avanzati. Tutti potranno arrivarci, ma il mantenimento della luce e la grande abbondanza di armi ed equipaggiamento faranno sì che i giocatori più forte, quelli che si dedicano con più costanza e impegno, verranno comunque premiati. Ci sembra una evoluzione giusta e necessaria: Destiny sembra insomma in grado di offrire qualcosa a tutti gli appassionati, ma questo senza mai dimenticare i giocatori più fedeli. Il combattimento con gli Shield Brothers, la necessità di variare costantemente la tattica, di non stare mai fermi, sembrano davvero un bell'antipasto. Bisognerà davvero darsi da fare per avere la meglio, lavorare ancora più di squadra. Siete pronti, Guardiani? L'appuntamento intanto è per mercoledì prossimo, quando Bungie mostrerà per la prima volta i segreti dell'Astrocorazzata di Oryx.