Speciale Destiny - Io ricomincio da zero

Vi siete persi il primo anno di vita dell'acclamato gioco di Bungie? Non preoccupatevi troppo e venite lo stesso farvi a un giro, c’è posto per tutti, in attesa dell'inizio della seconda stagione.

speciale Destiny - Io ricomincio da zero
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Xbox 360
  • Ps3
  • PS4
  • Xbox One
Sergio Pennacchini Sergio Pennacchini Giornalista freelance, scrive di videogame da troppo tempo per ricordarsi esattamente quando ha iniziato. Vive a Londra ma non è un cervello in fuga perché mancano le basi, cioè il cervello. Lo trovate su Facebook e Twitter.

L'ingresso del Cosmodromo è ancora come lo ricordavamo: una distesa di ruggine e ossa, a ricordare che qui, un tempo, qualcuno ha provato una disperata fuga dalla morte, senza riuscirci. Ci infiliamo dentro quell'ingresso laterale sapendo perfettamente che, qualche corridoio più avanti, avremmo imbracciato il nostro primo fucile, il Khvostov, e sparato ai primi caduti. Sappiamo già quello che ci aspetta dietro l'angolo, eppure andiamo avanti con la stessa voglia che ci aveva accompagnato durante le nostre prime ore nel mondo di Destiny. Lo stiamo facendo per voi, solo per voi. Perché domani comincia ufficialmente il secondo anno di Destiny e magari molti di quelli che avevano rinunciato a partecipare alla festa il primo anno, stanno prendendo in considerazione l'idea di cominciare adesso, ora che la Bungie, con il Re dei Corrotti, ha stravolto il gioco, migliorandolo da più o meno ogni punto di vista. Ecco, per voi e solo voi, ho deciso di uccidere Maurisa, la mia seconda cacciatrice di livello 34, e creare un nuovo personaggio, ricominciare appunto da zero. Questa è una nuova storia, la storia di Carlona la Stregona, e di come cominciare dal nulla in questo anno due di Destiny sia tutto sommato un'esperienza da non perdere.

Una scintilla di luce

Perché vedete, Bungie ha fatto le cose per bene e ha pensato che magari chi ha già due personaggi non ha voglia di rifarsi tutta la storia, di ripartire dal Cosmodromo per finire sul Giardino Nero di Venere. Quindi per tutti quelli che acquisteranno il Re dei Corrotti ci sarà un oggetto molto speciale, che si chiama Spark of Light, Scintilla di Luce. Utilizzandolo, potrete portare un personaggio dal livello 0 al livello 25, senza fare missioni, taglie, crogliolo (che sarebbe il multiplayer per chi è proprio a digiuno di Destiny). Insomma, una bella scorciatoia per rimettersi subito in carreggiata e poter godere anche dei nuovi contenuti del Re dei Corrotti. Ottima idea, direte voi. E invece no. Perché anche se da un lato capisco la voglia di scoprire tutto e subito, dall'altro se vi avvicinate per la prima volta al mondo di Destiny, non rigiocare la storia principale sarebbe davvero un peccato. Un po' come acquistare la trilogia di Guerre Stellari e saltare il primo film perché i vostri amici nel frattempo stanno guardando gli altri. Bungie ha fatto diverse modifiche per rendere più piacevole rigiocare le missioni principali: c'è un nuovo Spettro, dialoghi inediti, un nuovo sistema di gestione delle missioni e anche imprese personalizzate per ogni classe di ogni personaggio. Non è un'esperienza totalmente nuova, ovviamente, ma questi cambiamenti sono perfetti per chi gioca la prima volta a Destiny, perché aiutano a immedesimarsi meglio in una storia che, anche se ben nascosta da Bungie per diversi motivi, è a tratti davvero entusiasmante. Insomma, se siete dei guardiani esperti e volte farvi un nuovo personaggio, smettete pure di leggere e utilizzate la Scintilla di Luce. Ma se invece siete dei cadetti appena arrivati alla Torre, state ancora un po' con me che ho qualcosa da raccontarvi.

Un nuovo inizio

Il Re dei Corrotti, lo abbiamo già scritto nei diversi speciali dedicati alla nuova espansione, è un nuovo inizio per Destiny. Ne stravolge alcune delle meccaniche base, come la gestione dei livelli e dell'esperienza, che viene slegata dalla luce, che invece rimane come indicatore dell'efficacia e della potenza del vostro equipaggiamento (armi e armature). Ci sono mille novità di cui parleremo domani e nei prossimi giorni, c'è un nuovo Raid, nuovi assalti, nuove modalità multiplayer, missioni, mappe. Ma questo nuovo inizio ha in qualche modo colpito anche i contenuti del primo anno e in particolar modo la storia principale, quella ventina di missioni che racconteranno la storia di Destiny, del Viaggiatore, della Torre e dei nemici di questa razza umana sull'orlo dell'estinzione: dei Cabal, dei Caduti, dell'Alveare e dei Vex e del loro leader Atheon. Uno dei problemi del primo Destiny è che si facevano queste missioni, si esploravano questi scenari splendidi, davvero suggestivi, senza capirci granché della trama. Questo perché i dialoghi erano ridotti all'osso e molto del "lore" del gioco, ovvero dell'ambientazione e della sua storia, erano nascosti dentro il famoso Grimorio, ovvero una collezione di carte che raccontava tutti i dettagli del mondo di gioco. Il problema del Grimorio è che per leggere le carte bisogna utilizzare l'applicazione per smartphone oppure andare sul sito ufficiale di Bungie: non c'è modo di farlo dentro al gioco e questo, se siete degli utenti un po' pigri, rischia di farvi perdere alcune storie davvero splendide. Per questo anno due Bungie si è impegnata per fare in modo che la storia sia un po' più accessibile. Per riuscirci, ha lavorato principalmente in due direzioni: lo spettro e le quest.

Goodbye Peter!

Lo spettro è l'assistente personale, quello strano oggetto parlante che vi accompagna in ogni missione. È un frammento del Viaggiatore e come tale ha dei poteri e una tecnologia sconosciuti alla razza umana. Si "evoca" premendo il touchpad della PS4 e può aiutarvi a gestire missioni e obiettivi. In generale, però, è la voce narrante del gioco, quella che vi spiega i retroscena di ogni missione. Fa anche da spalla comica, fa il simpatico, diventa vostro amico. Solo che, a dirla proprio tutta, il primo anno di Destiny da questo punto di vista è stato un po' un disastro: lo Spettro, doppiato in inglese da Peter Dinklage (sì, quello di Game of Thrones), non ha convinto nessuno. Un po' perché il doppiaggio era piatto, ma soprattutto perché i dialoghi erano scritti male, a volte un po' stupidi e altre volte confusi, criptici. Così Bungie per l'anno due ha deciso di cambiare un po' tutto. C'è una nuova voce (anche in italiano è stato ridoppiato) ma soprattutto dialoghi inediti, nuove frasi che danno più attenzione sia a raccontarvi meglio la storia, sia soprattutto a creare un rapporto più verosimile tra guardiano e Spettro, facendovi davvero sentire speciali, predestinati. Ogni tanto lo Spettro farà anche riferimento a dettagli più specifici, raccontando o accennando ad aneddoti del grimorio.

Non è una rivoluzione, sia chiaro: la storia è quella del primo anno, le missioni sono identiche, non cambia una virgola. Ma alcuni dialoghi sono stati migliorati e la voce dello Spettro è sicuramente più efficace. Anche la gestione delle missioni è cambiata e sfrutta il nuovo menu, che racconta ogni quest passo dopo passo, con testi di accompagnamento più curati e ricchi di dettagli. Sono piccoli cambiamenti che, come detto, non stravolgono il gioco: ovvio che se avete già giocato la storia non vi faranno probabilmente alcun effetto. Ma se siete alle prime partite, se è la prima volta che visitate l'Archivio di Venere o la Bocca dell'Inferno sulla Luna, sono piccoli cambiamenti che aiutano a capire meglio quanto Bungie abbia lavorato anche sull'ambientazione di Destiny.

Il piacere della scoperta

Destiny è un gioco splendido da vedere. Non è un discorso di qualità di poligoni e texture, ma proprio di fantasia, di creatività. Il lato più puramente artistico del titolo Bungie è un turbinio di colori ed emozioni. Da quella fantascienza così anni '70 della Luna alle colonne lucide del tempio di Crota, dalla sabbia rossa di Marte agli psichedelici colori delle foreste su Venere, Destiny è un titolo emozionante da scoprire. Il viaggio, in Destiny, almeno le prime volte, ti porta spesso a fermarti, a girare la telecamera e ad ammirare il paesaggio. Ricorda un po' World of Warcraft, l'emozione di lasciare le Barrens e finire la prima volta tra i pinnacoli dei Thousand Needles. Il videogame è anche esplorazione, la meraviglia di fronte all'ignoto, a qualcosa che ti stupisce. E Destiny è un ottimo esempio. Non godersi la storia ma affidare l'esplorazione alle semplici taglie non ha lo stesso effetto: è come saltare i capitoli di un dvd per vedere che succede dopo, senza godersi realmente trama e personaggi. Anche solo per questo motivo vale la pena prendere in considerazione l'idea di giocare la storia da zero e lasciare la Scintilla di Luce a un secondo personaggio, magari per provare una classe diversa. Sono solo poche ore di gioco, ma perché buttarle via?

Destiny Se la vostra avventura con Destiny inizia con l’anno due e il Re dei Corrotti, non fatevi trarre in inganno dal fascino di Oryx e della sua Astrocorazzata. Prendetevi il tempo per esplorare il mondo di Destiny, scoprire la sua storia, far salire di livello gradualmente non solo il vostro personaggio, ma anche i nemici che affronterete. Finire la storia principale significa arrivare facilmente oltre il livello 20 e ci impiegherete una manciata di ore che, sinceramente, vale la pena vivere se vi state avvicinando a Destiny solo ora. Le modifiche apportate da Bungie non stravolgono la storia, ma sicuramente migliorano le cose, soprattutto il rapporto con lo Spettro, una figura costante che vi accompagnerà per tutta la vostra permanenza su Destiny. Detto addio al caro Peter Dinklage, adesso lo Spettro ha una nuova voce (quella di Nolan North, l’attore già famoso nel mondo dei videogame per aver doppiato Nathan Drake) e soprattutto nuovi dialoghi per spiegarvi meglio la storia del Viaggiatore e del mondo di Destiny. Resistete alla tentazione di usare subito la Spark of Light, godetevi Destiny per come Bungie l’ha inteso, fin dall’inizio. Sconfiggete la minaccia dei Vex, poi fatevi un giro da Crota e solo allora forse sarete pronti per picchiare anche Oryx. Non abbiate fretta: avete tutto un altro anno per giocare...

Che voto dai a: Destiny

Media Voto Utenti
Voti totali: 214
7.9
nd