Hearthstone Adesso online

Seguiamo in diretta le fasi finali del Winter Championship!

Destiny: Rise of Iron

Rise of Iron è la nuova espansione dell'universo di Destiny, in uscita il prossimo 20 settembre in esclusiva su Xbox One e PlayStation 4.

speciale Destiny: Rise of Iron
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • PS4
  • Xbox One

Per la gioia di milioni di fan, Bungie ha finalmente presentato il nuovo DLC che arriverà su Destiny il prossimo 20 settembre. Rise of Iron porterà con se una nuova storia, nuovi nemici, armi ed equipaggiamenti. Ma non solo: nel corso dello streaming è stato lasciato intendere che saranno molte altre le aggiunte, per quella che è stata -letteralmente- definita una nuova "big expansion", in linea con il vecchio The Taken King. Nonostante non ci siano ancora filmati di gameplay o dettagli specifici, possiamo già fare il punto della situazione, soprattutto per quanto riguarda storia e indirizzo artistico della produzione, che punta a raccontare ed esplorare alcuni degli aspetti che fino ad oggi facevano solo da contorno al mondo di gioco.

I Signori del Ferro

Un'antica minaccia sconfitta dai Signori del Ferro in un tempo lontano è tornata, mettendo in serio pericolo la Luce ed il Viaggiatore. Confinata dietro le mura del confine mediorentale, nelle Terre Infette, la tecnologia SIVA è stata riportata in vita dal Casato Dei Diavoli: si tratta di caduti tecnosimbionti in grado di fondere carne e metallo, evolvendosi così in macchine da guerra letali. Sarà nostro compito cercare di annientare la sorgente SIVA, segregandola ancora una volta nelle profondità del pianeta, annientando così i piani di conquista dei Diavoli redivivi. Questo il plot di Rise Of Iron, che porterà i Guardiani ad esplorare nuove terre ed a fronteggiare nemici spaventosi. Il tutto patrocinato da Lord Saladin, che abbiamo imparato a conoscere grazie allo Stendardo Di Ferro, e che ora ci guiderà alla scoperta della storia dei Signori del Ferro, valorosi guerrieri che sacrificarono la loro vita per salvare l'umanità intera. Le aspettative, sul fronte narrativo, sono interessanti: speriamo che Bungie si metta in testa di raccontare una storia intensa, finalmente splicita e non più nascosta nelle carte Grimorio. A livello di atmosfere, ci siamo: gli artwork che ci hanno presentato raccontano di paesaggi completamente innevati, di terre selvagge che trasmettono timore e malinconia, confermando i toni decisamente più dark e seriori di questo nuovo DLC. I Felwinter Peak sono le catene montuose dove sarà situata la nuova zona social, ovvero un tempio dedicato alla gesta degli ormai defunti Lords of Iron.

Addio Old-Gen

Era solo questione di tempo: Rise Of Iron uscirà solo per console current gen, abbandonando definitivamente la vecchia generazione. Nonostante Bungie sia consapevole della ricca utenza ancorata ancora a Xbox360 e Ps3, ha deciso per motivi di sviluppo di concentrarsi solo sull'hardware attuale. Svolta inevitabile: come è stato più volte detto dagli stessi sviluppatori, lavorare su prodotti cross-gen creava rallentamenti e complicazioni.

Qui avremo modo, tra le altre cose, di fare la conoscenza di nuovi NPC che ci ricompenseranno per le nostre coraggiose gesta. Se dal punto di vista artistico siamo davvero entusiasti e convinti, è bene cercare di capire anche e sopratutto cosa succederà a Destiny in termini di contenuti. La formula adottata da The Taken King ha evidentemente convinto critica e utenza, tanto da spingere Bungie a ricalcare il modello dell'espansione incentrata su Oryx. Vivremo cosi una nuova campagna, composta dalla classiche quest, assalti (vecchi e nuovi) e chiaramente una nuova incursione, della quale però non si sa praticamente nulla. Le nuove Terre Selvagge saranno completamente esplorabili e conteranno nuovi eventi pubblici e pattuglie, studiati appositamente per farci visitare ogni luogo di questo angusto e sconosciuto paesaggio. Lo scopo ovviamente è quello di droppare le nuove armi ed equipaggiamenti, che fondono la mitologia classica del gioco alla tecnologia SIVA (il colpo d'occhio è notevole), aumentando cosi il level cap ed il livello di luce. Questi subiranno un incremento significativo, anche se non ci è dato ancora sapere un valore numerico specifico. Inevitabile parlare di Crogiolo, con Lord Saladin unico sopravvissuto degli antichi Signori del Ferro e protagonista della nuova story line: nuove mappe e modalità faranno da contorno ad una serie di feature delle quali però non si è approfondito nulla.

Ci toccherà aspettare ancora qualche settimana per conoscere dettagli più precisi sul Crogiolo, ma anche su tutti i contenuti PvE: in particolare siamo curiosi di addentrarci sulla nuova incursione. Alcuni degli artwork che sono stati diffusi vengono -secondo noi- direttamente da alcuni degli ambienti di quest'ultima, e sembrano davvero accattivanti. Sarebbe magnifico rivivere un'esperienza simile -continuiamo a dirlo- alla celebre ed amata Volta di Vetro.

It's Back!

A grande richiesta, torna l'arma probabilmente più iconica dell'intero gioco. Tramite un vero e proprio trailer, è stato annunciato il ritorno del Gjallarhorn, il mitico ed introvabile lanciamissili che aveva provocato incubi a milioni di giocatori. Questa volta sarà ottenibile da chiunque, tramite il completamente di una quest specifica.

Ma non solo: chi effettuerà il pre-ordine avrà diritto ad una versione "Di Ferro" dello stesso Gjallarhorn, ovvero con una skin che rende la mitica arma ancora più accattivante tramite una colorazione nerastra. Non è chiaro però se a questo punto le versioni saranno due, oppure se il pre-order darà diritto semplicemente ad una skin che si potrà applicare all'arma cosi come è stato per i chroma. Dato che questa volta sarà praticamente una formalità acquisire l'arma, speriamo che la sua potenza sia notevolmente ridotta rispetto alla sua versione "anno uno", evitando così di rendere la vita troppo facile in situazioni che altresì sarebbero complicate da affrontare.

Destiny: Rise of Iron Bungie ha mostrato solamente una piccola di Rise of Iron; la release è ancora lontana e nel corso dell'estate Deej ha promesso altri appuntamenti dedicati all'espansione. In arrivo il 20 settembre su Xbox One e PS4, avrà il costo di 29,99 euro, un prezzo più che accettabile per DLC di queste dimensioni. L'intenzione sembra chiara: creare un pacchetto che possa soddisfare la community, traghettandola probabilmente verso il secondo capitolo del gioco. È facile infatti pensare che questa sia l'ultima espansione dedicata a Destiny così come lo conosciamo, e sarebbe bello salutarlo nel miglior modo possibile.