Speciale Driveclub nel Sol Levante

In attesa dell’Apex Pack, uno sguardo all’ultimo update del gioco di guida targato Evolution Studios

speciale Driveclub nel Sol Levante
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • PS4
Sergio Pennacchini Sergio Pennacchini Giornalista freelance, scrive di videogame da troppo tempo per ricordarsi esattamente quando ha iniziato. Vive a Londra ma non è un cervello in fuga perché mancano le basi, cioè il cervello. Lo trovate su Facebook e Twitter.

Konichiwa, giovani virgulti dal piede (destro) pesante. Nel sempre più fantastico mondo di Driveclub è tempo di prendere l’aereo e volare verso est, dove si leva il Sole e dove l’asfalto è coperto dai petali rosa dei fiori di ciliegio. Con l’ultimo update, perché invece di fare harakiri in Evolution Studios hanno deciso di pentirsi rilasciando contenuti con la stessa frequenza dei tweet di Kojima, Driveclub va in Giappone, con cinque nuovi tracciati ambientati tra le strade della gloriosa nazione che ci ha donato Mazinga e gli ombrellini da scarpa.

Sakura wars

La patch è piuttosto consistente, oltre 3 gb, e insieme ai cinque nuovi tracciati comprende numerose novità e affinamenti al gameplay. Partiamo dalle nuove piste: in tutto sono disponibili 11 varianti, che si vanno quindi ad aggiungere all’ampia offerta di Driveclub. Si tratta per lo più di percorsi classici, tra le montagne e campagne giapponesi. Goshodaira è un tracciato montagnoso dove si alternano curve veloci a curve più strette, con tanto di guard rail e strisce colorate a bordo strada, esattamente come in un fumetto di Initial D.
Takahagi Hills è simile ma le curve sono più strette, con più tornanti per imparare a driftare come dei veri re. Ricorda le pendici di Usui, vicino Tokyo, dove il pilota Keiichi “Drift King” Tsuchiya s’inventò l’arte di curvare in controsterzo (emozionatevi un po’ guardando questo video). C’è anche una pista, la Asagiri Highlands Racetrack, con due esse veloci che tolgono il fiato. Nakasendo, con i suoi ponti sospesi e il monte Fuji sullo sfondo, vi stupirà per la realizzazione grafica, mentre Lake Shoji, l’ultima, è più pianeggiante ma altrettanto emozionante da affrontare. Insomma, cinque piste e undici varianti che sono una bellezza, un misto di parti tecniche e veloci che metteranno a dura prova le vostre abilità di piloti. Peccato che per il momento ci siano solo le piste: gli eventi del tour arriveranno a fine mese, quando verrà rilasciato il Sakura Tour Pack che conterrà, al solito, 11 nuovi eventi e 5 trofei.

Non è finita

Il corposo update prepara il terreno per l’arrivo di altre novità. Primo, è stato aggiunto il supporto per il pack Apex, che arriverà a fine mese e sarà parte del Season Pass (19,99 euro). Contiene 11 nuovi eventi, 5 trofei e soprattutto 5 nuove auto che sono una più bella dell’altra. Si parte con l’intramontabile Ferrari Enzo, poi si passa alla sportiva con i muscoli, l’americana Corvette ZR1 nella versione speciale Centennial Edition; per chi preferisce l’agilità c’è la velocissima Caterham R500 Superlight, un fulmine in grado, in curva, di dare la paga a sportive molto più costose e blasonate. A proposito di blasone, il fantastico quintetto si chiude con due nomi d’eccezione: la nuova McLaren 650S coupé e la Jaguar C-X75, stupenda sportiva ibrida che la casa inglese presentò al Salone dell’Auto di Parigi del 2010. Ha quattro motori elettrici, uno per ruota per un totale di 780 cavalli, alimentati da due enormi turbine diesel. Sarà interessante da guidare. L’update prepara anche l’arrivo della bellissima Icona Vulcano, supercar italiana prodotta in appena due esemplari che sarà disponibile gratuitamente dal PlayStation Store. Ci saranno anche nuove decorazioni per le vostre auto, più numerosi accorgimenti al gioco per correggere bug e migliorare alcuni aspetti. Le condizioni meteo, ad esempio, sono ancora più efficaci con l’aggiunta dell’arcobaleno e dell’effetto “miraggio inferiore”, che sfoca la visuale in lontananza. Ci sono correzioni all’I.A. degli avversari quando siete in scia, miglioramenti agli eventi Drifting e alle collisioni, che ora causano una minore perdita di velocità. Anche il Photo Mode è stato raffinato, con nuovi comandi e funzioni. Insomma, l’ennesimo ottimo lavoro da parte di Evolution Studios, che sarà pure partita con tutti e due i piedi sbagliati, ma che in questi tre mesi ci ha messo davvero l’anima per trasformare Driveclub e farsi perdonare.

DriveClub Un’altra ottima aggiunta a un titolo che è sempre più completo e avvincente, un vero omaggio agli amanti delle quattro ruote. Ok, i replay non sono ancora arrivati e rimangono alcuni problemi strutturali, ma da giocare e da vedere Driveclub ora è davvero fantastico, sia da soli che in multiplayer. Le nuove piste sono stupende ma è soprattutto con i continui affinamenti a modello di guida e livello di difficoltà che Driveclub è entrato nel cuore degli appassionati, sia quelli del primo giorno (onore a voi che siete rimasti nonostante tutti i problemi) sia quelli arrivati dopo. Questo è un gioco impegnativo, avvincente, dove le sfide si vincono spesso all’ultima curva. E con tutti questi nuovi tracciati e auto si comincia davvero a fare sul serio. Certo, stiamo ancora aspettando le auto giapponesi (voglio la Nissan GT-R e la mitica Toyota AE86 da vero Drift King!) e la tipologia di eventi disponibile è limitata così come le opzioni per personalizzare il proprio club, ma Driveclub è diventato con pieno merito il miglior gioco di guida disponibile su PS4. Quasi quasi ti perdoniamo, Evolution Studios.

Che voto dai a: DriveClub

Media Voto Utenti
Voti totali: 92
8.1
nd