Resident Evil VII Oggi alle ore 17:00

Eternal Backlog: giochiamo a Resident Evil 7!

Speciale Dying Light - Easter Egg

Il citazionismo di Techland

speciale Dying Light - Easter Egg
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
Davide Leoni Davide Leoni I videogiochi entrano nella sua vita alla fine degli anni ’80, ai tempi del primo incontro con Super Mario Bros, e ancora oggi ne fanno stabilmente parte, dopo più di 20 anni. Pregi e difetti: riesce a terminare Super Mario Bros 3 in meno di otto minuti ma non ha mai finito Final Fight con un credito... ci sta ancora provando. Lo potete seguire su Facebook e su Google Plus

Se non vi fosse basta la recensione della versione Pc e quella dell'edizione console, torniamo a parlare anche in questa sede di Dying Light. Stavolta, però, lo facciamo con toni un po' più leggeri: il titolo Techland, infatti, nasconde decine di easter egg e citazioni nascoste, veri e propri tributi a grandi videogiochi e film. Abbiamo deciso di segnalare i più simpatici e divertenti, e se ne conoscete altri v’invitiamo caldamente a segnalarli nello spazio dedicato ai commenti.

Da Super Mario Bros a The Last of Us

Iniziamo con quello che viene considerato uno degli easter egg più popolari: sapevate che in Dying Light è possibile giocare una versione “alternativa” del livello 1-1 di Super Mario Bros? Non stiamo scherzando: come dimostra il video qui sotto, in questo stage speciale troverete tubi, mattoni, piante carnivore e zombie trasformati in fastidiosi Goomba, senza dimenticare l’ormai icononica colonna sonora a 8 bit. Davvero un tributo geniale che non ci saremo mai aspettati di trovare in un gioco di questo tipo.

Left 4 Bread è invece l’insegna che appare nei pressi di un panificio (del resto gli zombie amano da morire la focaccia genovese con olive e rosmarino, è storia nota)... la citazione ovviamente è riferita a Left 4 Dead, titolo che evidentemente ha fatto divertire non poco i ragazzi di Techland.

Anche The Last of Us deve aver colpito molto gli sviluppatori polacchi (come dargli torto?) tanto è vero che durante una missione secondaria (Il Bunker) è possibile incontrare uno spaventoso Clicker. Seguite le istruzioni di questo video per trovarlo.

Questo easter egg è particolarmente curioso: il gioco propone la riproduzione di uno stage di Piante contro Zombie, con tanto di piantine in difesa della casa e temibili mostri inferociti da eliminare. La realizzazione non è particolarmente esaltante ma l’idea merita almeno dieci minuti di applausi.

D’accordo, la domenica mattina all’alba, quando usciamo dal nostro locale preferito, siamo tutti degli zombie; ma in questo caso si è andati ben oltre. Strane creature che si scatenano in uno scalmanato ballo, perfetto mix tra Moonwalker e Gangnam Style. Un passo che non vediamo l’ora di provare in discoteca.

Destiny è uno dei giochi più popolari del mondo e gli sviluppatori di Dying Light hanno ben pensato di rendere omaggio al titolo Bungie. Come? Creando una loot cave strapiena di zombie da eliminare e ricchissima di oggetti.

Si chiama EXPCalibur ed è un evidente tributo alla spada di Re Artù: per estrarla dalla roccia dovrete effettivamente sudare le proverbiali sette camice e, inoltre la resistenza dell’arma non sembra eccezionale, benchè sia difficile metterne in dubbio l’efficacia.

Benvenuti al Dream Motel, cantava un giovane Max Pezzali ormai venti anni fa. In Dying Light invece troviamo il Bites Motel, evidente parodia del Bates Motel di Psycho: in questo caso però abbiamo tutti i confort, tra cui lavanderia, telefono, TV in camera, ristorante e casse di Dom Pèrignon sparse ovunque.

E, sempre per restare in tema di Psycho, ecco un omaggio alla “miglior mamma del mondo”.

Vi ricordate la scena della riunione de Il Cavaliere Oscuro, con il perfido Joker che si esibisce nel famoso “trucco della matita”? Se la risposta è positiva, l’immagine qui sotto dovrebbe esservi familiare.

Un mostro appeso al muro e sventrato in due da una lama circolare... Dove abbiamo già visto questa scena? Certo, in Half-Life 2 e il tributo in questo caso è chiaro come non mai.

La sigla NCC 1701 vi ricorda qualcosa? Dovrebbe, perché si tratta del nome in codice dell’USS Enterprise, la nave usata dal Capitano Kirk e dal suo equipaggio in Stark Trek. Magari non siete fan del genere e per questo vi perdoniamo, in caso contrario non avete scuse per non aver indovinato al volo la citazione.

Chiudiamo, infine, segnalandovi questo easter egg che ha per protagonista un tenero orsetto rosa di peluche con lo sguardo da psicopatico. Sembra innocuo, ma provate a premere il naso a ripetizione e vedrete. Poi non dite che non vi abbiamo avvisato...


Dying Light Ci siamo divertiti a segnalare alcuni easter egg che ci hanno fatto sorridere ma sicuramente ci sono altre citazioni nascoste da scovare nell’immenso action adventure di Techland. Adesso la palla passa a voi, v’invitiamo a segnalarvi altri easter egg simpatici e curiosi che avete scovato giocando a Dying Light.

Che voto dai a: Dying Light

Media Voto Utenti
Voti totali: 52
8.3
nd