E3 2011

Speciale E3 2011 - Aspettative

Attese ed aspettative per questo E3 2011

INFORMAZIONI GIOCO
Articolo a cura di
Francesco Fossetti Francesco Fossetti scrive di videogiochi -fra una cosa e l'altra- da più di dieci anni, e non ha ancora perso la voglia di esplorare il mercato con vorace curiosità. Ammira lo sviluppo indie e lo sperimentalismo, divora volentieri tutto il resto. Lo trovate su Facebook, su Twitter e su Google Plus.

Quello del 2011 potrebbe essere davvero un E3 delle meraviglie. In barba a chi brama un ricambio “generazionale” e proclama il declino di questa infornata di console. Anche se di nuovo Hardware si parlerà, saranno i giochi i veri protagonisti di questo Show Losangelino. Del resto, raggiunta una perizia tecnica invidiabile, e metabolizzate finalmente tutte le più avanzate tecniche di sviluppo, sulla scena sono pronti ad arrivare veri e propri “uragani videoludici”, capaci di calamitare l'attenzione del pubblico. E le software house, glorificate da una diffusione capillare del media, non si fanno scrupoli ad investire alti budget sui revival di saghe famose e su nuovi IP abbastanza intriganti. Dopo avervi proposto la Lista Completa di Tutti i Giochi della Fiera e le Timeline delle conferenze, ecco dunque un pezzo che fa il punto sulle aspettative del pubblico e della redazione.

Drop the Bomb

Poche settimane fa, Everyeye è volato a Santa Monica per vedere, in Esclusiva Italiana, Bioshock Infinite. Per stuzzicare l'utenza, è stato redatto una sorta di articolo Teaser, che parlava di un titolo misterioso. Ovviamente sul forum si è scatenato l'inferno. Ed in molti, cercando di capire di quale prodotto si trattasse, hanno tirato fuori nomi piuttosto grossi. Due sono stati fra i più citati, entrambi “terzi capitoli” di saghe storiche, attesi come nuovi messia sulla scena videoludica.
Il primo è stato Half Life 3. Dopo aver abbandonato lo sviluppo degli “Episodi” (come dichiarato apertamente da Gabe Newell), che Valve sia davvero in procinto di annunciare il nuovo capitolo del First Person Shooter che ha cambiato il mondo? Il momento sarebbe di certo propizio, visto il tam tam mediatico legato all'uscita dell'eccellente Portal 2. Ma, per quanto ne sappiamo, l'E3 potrebbe non essere il palcoscenico più adeguato: Valve ha sempre preferito, per gli annunci ufficiali, occasioni meno “rumorose”. Certo, il fatto che Gabe sia comparso l'anno scorso sul palco della conference Sony fra fremere più di un fan. Staremo a vedere. A margine, comunque, tanto per farvi sudare un po' di più, una piccola nota di servizio. Quando ci siamo recati agli studi di Seattle per la Review Session di Portal 2, abbiamo potuto fare una piccola visita della sede. Ma ci è stato precluso un intero piano: lì, ci hanno detto, si lavorava ad un progetto segreto non ancora annunciato. Brividi.

L'altro nome che molti utenti hanno pronunciato è stato quello di Shenmue 3.
La speranza, si dice, è davvero l'ultima a morire. Ed è anche vero che negli ultimi tempi Yu Suzuki è tornato sotto le luci della ribalta, e proprio con progetti legati a questo nome storico. Ma uno strano social game per cellulari, Shenmue City, sembra davvero troppo distante da un terzo capitolo per rappresentare un indizio. Semmai, potrebbe essere un semplice “contentino” dato in pasto ai molti fan che sbraitano in terra natia, nella speranza, più che di “rilanciare” il brand, di racimolare qualche soldo.
Ma certo, se Duke Nuke Forever vedrà la luce dopo 12 anni di travagliato sviluppo, forse c'è ancora la remota possibilità che persino la saga di Shenmue abbia la sua degna conclusione. Restiamo in fibrillazione.

Fra gli altri progetti non ancora annunciati, uno dei più attesi è senza dubbio quello di Bungie. Per lo storico team, Halo sembra essere ormai un ricordo. “Assoldato” da un'Activision evidentemente desiderosa di rimpolpare la propria line-up (superando la limitata visione di “un Call of Duty all'anno”), il team di sviluppo potrebbe rivelare il suo progetto proprio in occasione dell'E3. La software house conferma però un annuncio per il prossimo 7 Luglio (un mese dopo l'E3), in occasione del Bungie Day. L'appuntamento è dunque rimandato?

E' recente la notizia che Hideo Kojima non sarà presente all'E3 2011. Questa sconfortante prospettiva ha fatto seguito ad un desolante messaggio su Twitter, in cui il geniale Game Designer si diceva sconsolato per aver visto sfumare l'intero lavoro di un anno. A cosa si sarà riferito?
Quel che è certo è che l'assenza di Kojima non significa l'assenza dei suoi giochi. Siamo quasi sicuri che il già conosciuto Metal Gear Rising sarà mostrato, e non è da escludere qualche altro progetto. Metal Gear Solid 5 ci pare un po' esagerata, come prospettiva, ed un remake di Peace Walker per la PS3 è una voce che si è diffusa molto rapidamente nei meandri della rete (non sarebbe un annuncio così esaltante, a dirla tutta). E che ne dite invece di un nuovo Zone of the Enders? Staremo a vedere. Per il momento Konami non ci fa sapere niente, e gli appuntamenti sono tutti etichettati con sigle misteriose.

Molto chiara è invece la politica di Respawn Entertainment, software house nata dalle ceneri di Infinity Ward, e prontamente reclutata da Electronic Arts, che vuole ovviamente acquisire il predominio dello shooter militaresco. Ma, ad onor del vero, se il nuovo progetto di West e Zampella sarà ancora uno sparatutto bellico, questo non lo sappiamo. E non lo sapremo neppure in occasione dell'E3 2011: il piccolo team ha chiaramente fatto sapere che non presenterà la sua ultima creazione a Los Angeles. Forse il gioco non è ancora pronto (il sospetto è quello che stiano lavorando addirittura ad un nuovo motore grafico), o forse EA, dato che la Line-Up di quest'anno è piuttosto gonfia, preferisce rimandare al 2012. Se non, addirittura, alla nuova generazione di console.

Consoles

E proprio sul futuro della Next Gen si è fatto un gran parlare. Le certezze, sul fronte dell'intrattenimento casalingo, sono ben poche. Si sa solamente che Nintendo svelerà ufficialmente il suo Project Cafè, ma per il resto è buio totale. Addirittura la stessa casa di Kyoto, per evitare fughe di notizie, prenderà gli appuntamenti coi giornalisti soltanto la sera prima della conferenza, in modo da non svelare anzitempo i titoli mostrati a porte chiuse.
Sull'erede del Nintendo Wii, fra l'altro, si è detto tutto e il contrario di tutto: è stato sussurrato un nome (Feel), è alcune funzionalità che dovrebbero caratterizzare la macchina: un touchscreen inserito direttamente sul Pad o addirittura una fotocamera inclusa nel Joystick. Leaked video di provenienza e origine incerta hanno mostrato il nuovo design, ma in fondo tutto è ancora avvolto nell'ombra. Quello che è certo è che l'attenzione del pubblico è tutta rivola a questa nuova piattaforma. Questo Project Cafè avrà l'arduo compito di coniugare la deriva “populista” evidentemente abbracciata dall'azienda con le esigenze di una fetta di pubblico rimasta insoddisfatta soprattutto nell'ultimo periodo. Project Cafè, inevitabilmente, segnerà anche l'ingresso di Nintendo nel mondo dell'Alta Definizione, e sebbene la corsa al predominio tecnico non sia stata una delle priorità della casa di Kyoto negli ultimi 5 anni (lo dimostrano chiaramente le specifiche del 3DS), la nuova Home Console potrebbe superare d'un colpo le prestazioni di Ps3 e 360, per farci “assaporare” l'incipit di una nuova era videoludica.
Su Playstation 4 e Xbox 720 (?), invece, non si sa ancora nulla. Gli indizi lasciano presagire che le nuove console non verranno neppure annunciate. Ma è inutile girarci intorno: che qualcosa si stia muovendo è inevitabile, ed i risultati tecnici ottenuti in ambito PC gettano l'ombra dell'obsolescenza sui Chipset delle console odierne. Quindi, chissà, almeno un logo, un appuntamento, una mezza frase misteriosa, potrebbero in qualche modo saltar fuori.

Certa è invece la presentazione ufficiale di Next Generation Portable, il nuovo Handheld di Sony. All'E3 sarà svelato il nome ufficiale e la Line-Up. Qualche immagine trafugata e fonti vicine alla compagnia indicherebbero che la console potrebbe chiamarsi Playstation Vita (e sul nostro forum già si sprecano le discussioni riguardo al fascino di questo nome). Nel corso della Press Conference si scopriranno anche specifiche tecniche e modelli commercializzati (si pensa ad un modello base popolare nel prezzo, che affianchi il più performante modello “full optional”).
Oltre ad “Uncharted NGP” e ai pochi Launch Title fino ad oggi mostrati al pubblico, sicuramente compariranno altri progetti, e sarà svelata infine la data di lancio. Sony ha fra l'altro confermato che il nuovo portatile arriverà sul mercato entro l'anno, anche se non ha specificato i territori in cui NGP sarà rilasciato. L'ipotesi più accreditata vede il Giappone in vantaggio (il Day One dovrebbe essere fissato per Novembre), mentre il vecchio continente potrebbe dover aspettare fino a Marzo. Ma non è detto che Sony non punti ad irretire proprio noi utenti dell'Europa. E allora, chissà, forse potremo essere i primi a stringere fra le mani questa “Vita Playstation”.

Per non rischiare di rimanere indietro, anche il Nintendo 3DS dovrà impegnarsi un po' di quanto non abbia fatto fino ad adesso. Se la Line-Up di lancio non ha entusiasmato il grande pubblico, riservando qualche gradita sorpresa solo ai più attenti, non basterà forse neppure Ocarina of Time, in uscita fra pochi giorni, a risollevare la situazione: per questo tutti guardano all'E3 cercando disperatamente qualche titolo Tripla A che possa allietare i tridimensionali pomeriggi autunnali. Non mancherà Super Mario Bros, questo possiamo assicurarvelo (lo ha promesso Iwata alla scorsa GDC), ma sia la casa madre che le terze parti dovranno tirare fuori prodotti convincenti, perchè attualmente i titoli annunciati sono troppo pochi per garantire fortuna e gloria alla piattaforma. Aspettatevi quindi qualche annuncio a sorpresa.

Gameplay Reveal

Ovviamente, al di là delle novità assolute, l'E3 2011 sarà anche il palcoscenico in cui verranno presentati titoli conosciuti già da tempo, ma non ancora mostrati al pubblico o alla stampa in forma giocabile. Da questo punto di vista, il piatto è piuttosto ricco, come ben sottolinea l'interminabile lista di giochi che abbiamo pubblicato nel primo speciale dedicato all'evento.
Si comincia ad esempio da Assassin's Creed: Revelations, di Ubisoft, capitolo conclusivo della “trilogia interna” di Ezio Auditere da Firenze. Sinceramente non vediamo l'ora di posare gli occhi sulla ricostruzione di Bisanzio, e di giocare in prima persona nei panni, indimenticabili, di Altair.
Ma ancora più curiosità si assiepa attorno al nuovo Tomb Raider: Eidos ha letteralmente promesso scintille, fra un nuovo motore grafico ed una rivisitazione più matura del look e del carattere del personaggio.
Solito fremito percorre i giocatori di vecchia data quando si trovano di fronte al nome Hitman. Il quinto capitolo della saga verrà finalmente svelato, ed Everyeye ha già un appuntamento per incontrare il Dev Team. Restate sintonizzati dunque per tutte le informazioni sulla nuova avventura dell'agente 47.
Un altro “unveil” sarà quello di Darksiders 2, seguito dell'acclamato action game che all'alba del 2010 ha regalato intende ore di divertimento a tutti gli amanti delle avventure vecchio stile. A metà fra Soul Reaver e Zelda, il titolo THQ è entrato nei cuori di molti, che aspettano dunque un nuovo capitolo, magari alla guida di un nuovo cavaliere dell'Apocalisse.
Sempre THQ porterà a Los Angeles Devil's Third, l'action game sviluppato da Itagaki, celebre creatore della serie Ninja Gaiden, fuoriuscito da Tecmo dopo il peggioramento dei rapporti con il publisher. E' ironico che il concorrente più temibile per questo action frenetico e compulsivo sia proprio Ninja Gaiden 3, che con tutta probabilità spunterà in qualche trailer sullo showfloor.
Rimanendo in tema di Action Game, non vediamo l'ora di posare gli occhi su Devil May Cry, anche se la sua presenza è incerta. Il Reboot ad opera di Ninja Theory, se non altro per la sua dissacrante rivisitazione dello stile del protagonista, ha sollevato un vero e proprio “polverone mediatico”. Chissà se un playtest diretto basterà a sedare i malcontenti.
Anche Namco Bandai avrà il compito di convincerci della bontà del prossimo Soul Calibur. Il quinto capitolo dovrebbe essere finalmente giocabile, per la gioia di tutti gli utenti rimasti a bocca asciutta dopo l'evento Level Up di Dubai.

Conferme

Inutile fare le primedonne: anche il rinnovato appuntamento con titoli già visti e già giocati sarà, per noi di Everyeye, piacevolissimo. Nella speranza, magari di trovare qualche nuovo livello o sezioni inedite.
E allora ecco che non vediamo l'ora di ritrovare Batman in Arkham City, magari per vedere la personalissima interpretazione di Rocksteady di altri nemici storici dell'uomo-pipistrello (Pinguino su tutti). E di certo, nonostante il nostro viaggio nello Utah per il Bethesda Day, anche Prey, Rage e soprattutto Skyrim saranno prodotti su cui ci concentreremo con le dovute attenzioni.
Le esclusive Sony (Uncharted 3, Resistance 3, StarHawk) e quelle Microsoft (Forza Motorsport 4, Gears of War 3) si affiancheranno ad altri celebri progetti multipiattaforma: Dead Island, Risen, Dragon's Dogma.
E su tutti spiccano i due Shooter Militari che si spareranno addosso questo autunno: Battlefield 3 e Call of Duty: Modern Warfare 3. Al momento diremmo che il primo è in netto vantaggio sul fronte del realismo, della tecnica e del colpo d'occhio, ma non è detto che questo evento non cambi le carte in tavola, presentando qualche succosa novità.

E3 2011 Come giustamente sottolineato dagli utenti, questo E3 sarà davvero uno dei più ricchi degli ultimi anni. Se è vero che il prossimo anno verranno probabilmente svelate le nuove Home Console di Microsoft e Sony, il commiato di questa generazione non potrebbe essere più intenso e focoso. Restate dunque su Everyeye per seguire il nostro coverage Live. La nostra Comet Chat è popolosa e pronta ad accogliervi per discutere in compagnia degli altri lettori, mentre sul forum troverete i Topic Ufficiali legati a tutti i prodotti più importanti. E ovviamente, a partire da lunedì 6 giugno, tutte le nostre impressioni sui titoli provati con mano.