Speciale Eurosport Player

Il palinsesto di Eurosport approda su Xbox 360

speciale Eurosport Player
Articolo a cura di
Andrea Vanon Andrea Vanon è appassionato di videogiochi sin dal 1995, quando passava le giornate tra SNES e Game Gear. Da sei anni tra le "penne" e le "voci" di Everyeye.it fagocita qualsiasi produzione con curiosità, mantenendo un’incrollabile fedeltà verso gli sportivi "made in U.S.A.". Lo potete seguire su Facebook, su Twitter e su Google Plus.

Da molti anni, anche in ambito console, si parla di multimedialità. Il processo di adeguamento alle esigenze di un'utenza sempre più orientata alla fruizione allargata è iniziato già con le console della scorsa generazione, capaci appena di leggere DVD e, non senza qualche “piccolo trucchetto”, diventare dei media center in miniatura da interfacciare al PC o ad un qualsiasi hard disk esterno. La situazione, al cambio generazionale, si è evoluta: prima portando Blu-Ray e i fallimentari HD-DVD nelle nostre case e poi andando a puntare sui contenuti on-demand e, ora, sullo streaming. I servizi di streaming che riguardano film, serie televisive e musica sono oggi una realtà per tutti i competitor del mercato.
Microsoft è ben lanciata su questo fronte, e le sue conquiste non si arrestano. Il colosso id Redmond ha annunciato alcuni giorni fa, rendendo l’App immediatamente disponibile, una partnership con Eurosport per portare su Xbox Live il famoso network sportivo. Agli utenti possessori di abbonamento Gold sarà sponsorizzata l'applicazione Eurosport Player non appena entreranno nell'apposita tab della Dashboard. Una volta scaricata ed installata sarà sufficiente lasciare il proprio indirizzo mail per vedersi recapitare entro pochi minuti una richiesta di conferma per l’attivazione dell’abbonamento. Ancora pochi e semplici passi seduti davanti al PC e i contenuti di Eurosport ed Eurosport 2 saranno visibili attraverso la dashboard, includendo persino una buona dose di eventi on-demand dei quali disporre a piacimento.
Grazie ad un vaucher code gentilmente fornitoci da Microsoft abbiamo potuto provare in lungo e in largo l’App, per farci un’idea della quantità e qualità dell’offerta.

Costi, Design e Contenuti

Il discorso più scottante da affrontare, in merito ad Eurosport Player, è senza ombra di dubbio legato al costo del servizio: 5,90€ al mese nel caso di abbonamento senza vincoli; 3,90€ al mese, invece, sottoscrivendo il servizio per un anno intero. Ci sono anche offerte legate ai retailer presenti sul territorio: Game -in Gran Bretagna- propone delle card Xbox Live Gold da dodici mesi brandizzate Eurosport, grazie alle quali avere accesso ad un prezzo favorevole. Così fanno tanti altri nei venti Paesi europei nei quali l’app è disponibile (in ben tredici lingue).
Offerte o meno, facendo due calcoli, il costo appare tutt’altro che irrisorio se lo aggiungiamo alla necessità di possedere una sottoscrizione Live Gold. I costi su base annuale prevedono circa settanta Euro per l’offerta meno vantaggiosa e circa cinquanta per quella più conveniente, per un totale circa 130 Euro per il “pacchetto completo” (Xbox Live + Eurosport).
A questo punto, considerati i costi di servizi PayTv come Sky (che incorpora anche i canali Eurosport) o Mediaset Premium, che quelle cifre spesso le sfiorano su base mensile, l’offerta sembrerebbe estremamente vantaggiosa. E per quanto, numeri alla mano, effettivamente lo sia, le cose cambiano un minimo valutando il carnet di eventi che l’emittente propone nel corso dell’anno. Negli ultimi anni Eurosport non ha vissuto un periodo d’oro, se così possiamo dire: l’ingresso di gestori privati come Premium e Sky ha sicuramente “portato via” qualcosa all’autoproclamatasi "European Leader in Sports". L’ultimo evento davvero importante trasmesso sono state le Olimpiadi di Londra, che l’emittente ha seguito ininterrottamente e riportando immagini di qualità ben superiore a tutti gli altri. Al di là della massima competizione sportiva, il palinsesto “normale” su base annua prevede la messa in onda di Roland Garros ed US Open per quanto concerne il Tennis, Campionato WRC, Mondiale Superbike (e quello Moto GP a partire dal 2014) ed un mix di Stock Car Racing e Competizioni Monomarca per quanto concerne i motori. Sul fronte calcio abbiamo la Bundesliga più Europei o Mondiali “under” sia maschili che femminili; infine il Volley a livello internazionale e tutto quello che riguarda l’Atletica e il Ciclismo. L’offerta è ricca ma, come facilmente intuibile, non appetibilissima per il grande pubblico, specialmente in Italia. Il calcio, che sposta gran parte degli equilibri, manca in toto (la Bundesliga è per pochi super-appassionati) ed anche il basket, seguito da più italiani di quanto s’immagini, ha ormai la sua base su Sky. Considerando inoltre la totale assenza della Formula 1 e di un’abbondante metà del Tennis che conta (Wimbledon, Master 1000) possiamo tranquillamente intuire come l’offerta sia sostanzialmente mirata ad una nicchia: i super-appassionati e chi voglia provare un servizio intenzionato senza dubbio a porre le basi per quello che sarà il futuro dell’entertainment casalingo. Gli altri (abbonati Sky su tutti) non troveranno certamente di loro interesse la programmazione.
Ma se sulla qualità del palinsesto Eurosport oggi si può discutere con evidente punta critica, altrettanto non si può fare per la qualità del servizio offerto da Microsoft. Pochi secondi sono sufficienti per scaricare gratuitamente l’App Eurosport Play, che ci mette immediatamente di fronte alla necessità di abbonarci ex-novo o loggarci se già siamo utenti registrati. L’accesso richiede davvero pochi attimi, dopo di che saremo proiettati nel vivo dell’applicazione, realizzata con lo stesso design elegante e minimal che contraddistingue la dashboard e l’OS di Windows Mobile. Il Blu Elettrico ed il Navy Blue caratterizzano l’intera interfaccia, riprendendo i colori caratteristici dell’emittente televisiva. Sin dai primi attimi la stessa interfaccia si presenta molto intuitiva e, a parte qualche istante iniziale, fluida e molto reattiva. Le scelte sono chiare ed immediatamente raggiungibili: è possibile guardare la programmazione Live (in diretta) oppure accedere ai contenuti On Demand; in entrambi i casi ci verranno fornite delle liste: nel primo caso dei canali con corredo di palinsesti giornalieri (organizzati in una comoda Guida TV), nel secondo la lunga lista di eventi già andati in onda ed ai quali accedere liberamente.
Ci preme subito sottolineare che, testato con una connessione Fastweb 10 Mb, lo streaming funziona senza intoppi, lasciandoci in attesa per non più di dieci/quindici secondi prima di proporre le immagini senza interruzioni. L’unica vera pecca, da questo punto di vista, è la qualità dello streaming che, almeno in Italia, deve probabilmente scendere a patti con la qualità delle connessioni. Paragonata alla visione via satellite, quella streaming attraverso Eurosport Play non ha naturalmente scampo, anche se si mantiene nella media rispetto all’offerta On Demand di Sky e ai popolari canali in streaming via internet come CCTV. C’è, naturalmente, anche chi fa meglio: NBA TV ed NHL Game Center, ad esempio, possono contare su immagini in HD native e non upscalate, con una fluidità che non ne risente troppo. In termini di investimenti, possibilità economiche e strutture siamo ovviamente su piani differenti, perciò il paragone risulta un po’ tirato per i capelli.
A non esserlo affatto è invece quello sull’interfaccia, la cui eleganza è superata soltanto dall’altissima fruibilità. I comandi vengono richiamati a schermo con la semplice pressione di un tasto: sono pochi (quelli necessari), comodi da raggiungere ed altamente reattivi. Non invadono le schermate e permettono con pochi click di avere sotto mano le funzioni che ci interessano. Presentano inoltre una buona integrazione con Kinect, permettendo di mettere in pausa, riavvolgere, mandare avanti e quant’altro senza sfiorare il gamepad.

Xbox Live Elegante, sobria e funzionale, Eurosport Play segna per Microsoft un deciso passo avanti verso quella che speriamo in futuro essere una perfetta integrazione dei servizi (Xbox Live e Streaming) e dei costi. Un pacchetto comprensivo di abbonamento gaming e Pay Tv, infatti, farebbe letteralmente la fortuna dell’azienda di Redmond, a cui spetta il non facile compito di diversificare la sua offerta di territorio in territorio, andando ad ascoltare le richieste a livello locale. Sicuramente non appetibile a tutti e non esente da qualche difettuccio, in ogni caso, l’App dedicata ad Eurosport svolge benissimo il suo lavoro. L’interfaccia non mostra il fianco a segni di cedimento, l’attesa per guardare la programmazione Live è brevissima, come anche per la programmazione On Demand. Un servizio integrato piuttosto bene che arricchisce efficacemente la multimedialità di Xbox 360. Da provare soprattuto per i patiti!