Fire Emblem Fates - Rivelazione

Oltre a Retaggio e Conquista, Fire Emblem Fates prevede un terzo percorso alternativo, che permette di avere un nuovo punto di vista

speciale Fire Emblem Fates - Rivelazione
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • 3DS
Giovanni Calgaro Giovanni Calgaro è avvocato per sbaglio, ma tuttologo per passione, cresciuto a pane e videogiochi sin dalla più tenera età. Allevato da un commodore 64 non ha mai smesso di stupirsi per l'immensità della forma d'arte videoludica, tanto da sentire molto presto il bisogno di sfruttare l'amore per la scrittura per raccontare, far conoscere ai più e condividere questa meravigliosa passione. Potete sempre trovarlo su Facebook e Twitter, sempre che non sia in qualche aula di tribunale.

Poco più di una settimana fa vi abbiamo parlatodella nuova fatica dei ragazzi di Intelligent System, soffermandoci unicamente sull'analisi dei due pilastri su cui poggia l'offerta che possiamo considerare "principale". Retaggio e Conquista ci hanno offerto due interpretazioni diametralmente opposte del canovaccio narrativo di Fire Emblem Fates, invitandoci a prendere una decisione per il bene ora di uno, ora dell'altro regno in guerra. Abbiamo avuto la possibilità di intraprendere i due percorsi; da quello lastricato d'armonia sotto le insegne del luminoso dominio hoshidese sino alla via, più oscura e impegnativa, prospettataci dal nostro tirannico padre adottivo. Al di là delle ovvie differenze sotto il profilo narrativo, le diverse strade si caratterizzano per una dicotomia abbastanza netta che suona come una forte dichiarazione d'intenti da parte del team di sviluppo nipponico, tanto per ciò che concerne la loro corposa proposta, quanto per quel che riguarda il particolare metodo di distribuzione prescelto. La direzione imboccata appare chiara e semplice. Uscire dalla penombra aprendo al grande pubblico attraverso un prodotto accessibile per le nuove leve rispettando, al contempo, l'esigente vecchia guardia che aveva storto il naso davanti all'"ammorbidimento" della formula del precedente capitolo. Gli Intelligent System, però, non si sono limitati a spezzare l'offerta in due percorsi alternativi. Ne hanno previsto un terzo, Rivelazione, che sarà possibile acquistare sotto forma di DLC a partire dal nove giugno e che ci permette di avere un nuovo punto di vista sull'epopea di Corrin e compagni. Scelta, quest'ultima, che ha scatenato non poche polemiche a causa della strategia di distribuzione adottata e osteggiata da parte della community la quale considera la suddivisione (e relativo esborso monetario) inutile e superflua. Abbiamo comunque scelto di non approfondire più del necessario la trama di questo episodio, onde evitare di rovinarvi la scoperta di quello che vi aspetta. Consigliamo, per chi avesse intenzione di acquistare Rivelazione, di giocarlo solamente una volta terminata la campagna di Retaggio o, in alternativa, Conquista. Non solo per gustarselo al meglio, ma anche per il fatto che la narrazione, in questo terzo capitolo facoltativo, contiene diversi riferimenti agli episodi "principali".

Scegliere di non scegliere

La via prospettata in Rivelazione non ci vedrà combattere al fianco del Norh o con l'esercito che batte bandiera hoshidese. Giunti al fatidico bivio del Capitolo 6, in cui dobbiamo imprimere una "leggera" spinta al destino del nostro giovane alter ego digitale, siamo sempre pressati dagli esponenti delle due famiglie che si contendono la nostra fedeltà. In questo caso, però, abbiamo finalmente la possibilità di scegliere di non allinearci con nessuna delle parti in causa. La neutralità, però, porta alla conseguenza più ovvia, ossia la perdita di ogni residuo supporto da ambo gli schieramenti. Improvvisamente trattati come infami traditori, non ci resta altro da fare che darci ad una precipitosa fuga assieme alla misteriosa Azura, unica nostra alleata dopo la decisione radicale di non schierarci. La ragazza dai capelli turchini ci mette velocemente a capo di una situazione ingarbugliata: i dissapori tra i due regni in guerra sono provocati da una minaccia "esterna", ancora più oscura e malvagia, che nell'ombra tesse una fitta tela di inganni e macchinazioni per ottenete il dominio totale sul mondo. Per sconfiggere questa minaccia e riportare la pace, però, serve l'artiglieria pesante. Inizia così un viaggio che ci porterà ad affrontare, e successivamente riunire, i membri delle due famiglie sotto un unico vessillo, in nome di un bene superiore che trascende il senso d'appartenenza ad una o all'altra fazione. Un lungo carosello di scontri che però, a nostro avviso, diluiscono un po' troppo la narrazione con espedienti talvolta forzati, talaltra ripetuti più volte, facendo perdere velocità e mordente al percorso. Certo, non mancano alcuni momenti riusciti e, alla fin fine, poter vedere come si sviluppano i rapporti tra gli eroi dei due popoli risulta comunque piacevole e divertente.

Il "vero" finale?

Rivelazione, come potete immaginare, non muta di una virgola la profondità della struttura strategica già vista in Retaggio e Conquista. Anzi, in termini di difficoltà generale l'episodio si può collocare a metà strada tra la via dell'Hoshido e quella del Norh. Come accade in Retaggio, anche in questo caso possiamo darci al grinding grazie alle molte side quest, sfide e invasioni utili per guadagnare esperienza e denaro, soprattutto nelle battute iniziali di gioco in cui non possiamo contare su un grande numero di alleati. Inoltre, mano a mano che le fila del nostro esercito si ingrossano con innesti provenienti dai due schieramenti, abbiamo anche la possibilità di combinare le forze e sperimentare così nuove soluzioni tattiche, sfruttando così tutte le peculiarità degli eroi a nostra disposizione. La stessa fase gestionale, dedicata alla personalizzazione del castello, permette di erigere tutti i tipi di strutture e, conseguentemente, di arricchire l'inventario con una più ampia scelta di oggetti provenienti sia dal Norh che alle terre hoshidesi. Rispetto alle controparti, Rivelazione ci ha piacevolmente sorpreso sotto il profilo della varietà delle mappe, molto articolate e con alcune variazioni sul tema davvero ben studiate e impegnative sotto il profilo strategico. Questo, grazie anche alla presenza delle Vene del Drago e di caselle speciali che consentono di modificare dinamicamente il terreno di scontro attraverso installazioni fisse come balliste e artiglieria varia.

L'espansione, perché di questo stiamo parlando, non sfigura davanti agli episodi principali e chiamarla semplicemente DLC sembra riduttivo, visto che così si riduce allo stesso livello dei Map Pack aggiuntivi. La terza via viene definita da più parti come "il vero epilogo" della storia, e il peculiare metodo adottato per la sua distribuzione comprometterebbe la genuinità dell'esperienza di gioco nel suo complesso. In realtà, Rivelazione, pur rappresentando l'ideale terzo vertice di un perfetto triangolo, vuole semplicemente proporre un diverso punto di vista da cui osservare il quadro narrativo, senza costringere l'utente all'acquisto. Questa nuova angolazione, del tutto facoltativa, va quindi ad aggiungersi - non a sostituire o ad integrare - la più che soddisfacente (ed esauriente) offerta ludica di Retaggio e Conquista.

Fire Emblem Fates Fire Emblem Fates Rivelazione rappresenta il terzo vertice di un ideale triangolo che, lungi dal sostituire o integrare la già soddisfacente offerta “principale” proposta dai ragazzi di Intelligent System, si aggiunge ad essa, offrendoci semplicemente un nuovo punto di vista diverso che saprà regalare altrettante soddisfazioni a chi avrà già spolpato Retaggio o Conquista. In Rivelazione il giocatore ha la possibilità di scegliere di non allinearsi con nessuna delle parti in causa lavorando, per così dire, per un bene superiore che trascende i legami di parentela, così importanti nei precedenti capitoli. Il canovaccio narrativo si evolve di conseguenza, settandosi ad un livello qualitativo intermedio rispetto a quanto narrato nei capitoli principali. Questa terza digressione, inoltre, ci ha piacevolmente sorpreso sotto il profilo della varietà delle mappe, molto articolate e con alcune variazioni sul tema davvero ben studiate e impegnative sotto il profilo strategico. Insomma, nonostante Rivelazione sia al livello qualitativo e quantitativo dei due percorsi principali, deve comunque essere considerata alla stregua di un’espansione che va ad ampliare l’esperienza di gioco, senza sostituire o sopperire a qualche mancanza di Retaggio o Conquista.