L'Antro di Gaben (Nuova Serie) Adesso online

Continuiamo a esplorare il mondo di Pony Island!

Speciale Football Manager 2011

Dietro le quinte e intervista a Ben Cooper

Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Pc
  • Psp
Nicolò Pellegatta Nicolò Pellegatta va matto per il chinotto, i fumetti europei (anche quelli francesi), non sopporta le code. Ha un debole per i videogiochi giapponesi, ma Kojima proprio non gli sta simpatico. Apprezza i giochi di breve durata, ma poi finisce sempre per iniziarne uno da 40 ore! Dissuadetelo su Facebook, Twitter o su Google Plus.

Un amico ha avviato la partita con l'Atalanta e affinando giornata dopo giornata statistiche dei giocatori, rapporto con stampa, tifosi e dirigenza, sino all'inevitabile calcio mercato, è riuscito a mettere in piedi una squadra in grado di laurearsi campionessa d'Italia. Per nulla pago ci ha riprovato con il Partizan di Belgrado, portando a casa quella pura formalità che si chiama campionato serbo e qualche settimana più tardi alzando la Coppa dei Campioni sotto il cielo stellato d'Europa.
Così ha fatto anche Marco Santin dei trio comico Gialappa's Band, autore di un analogo risultato a livello continentale con il suo Tolosa. Poi ci sono i calciatori Grosso e Oddo, assidui frequentatori, e pure l'Albertini giocatore azzurro che potè suggerire la giusta tattica al ct Trapattoni grazie a una lunga militanza sulle schermate statiche di Football Manager. Grazie anche a questo l'Italia si impose per 1 a 0 sull'Inghilterra tanti anni fa.

Il peso di essere i migliori

Prima di tutto c'è la community che della serie manageriale Football Manager è il motore di grossa cilindrata. Il titolo di Sports Interactive ad ogni iterazione annuale riesce per alcune settimane a balzare in testa alle classifiche delle nazioni europee, superando altri titoli più blasonati come Pro Evolution Soccer: è proprio la forza degli appassionati a precipitarsi nel far propria la copia calda di stampa e lanciarla appena messo piede in casa. I dati di vendita italiani sono inequivocabili quanto quelli inglesi: dall'uscita il 5 Novembre su PC e Mac (il 26 la versione PSP) il gioco si è imposto, agguantando la cima della nostrana chart nella prima settimana, piazzando anche più copie delle passate edizioni. Segno che i miglioramenti apportati dalla software house inglese in sinergia con Sega sono stati non solo apprezzati dai fans storici, ma anche da chi conosce la serie di fama ma non la segue con costanza. Come puntualmente esplica la recensione pubblicata sulle nostre pagine, Football Manager 2011 migliora sensibilmente la resa grafica e le animazioni tridimensionali, filmando i giocatori nell'atto di esultare o di imprecare per l'imprecisa svirgolata. Stravolto anche il sistema di relazione con il giocatore attraverso l'introduzione del procuratore quale intermediario, anche se dinamismo dei rapporti e coerenza del mercato calcistico simulato ancora non vanno d'amore e d'accordo. Si è andato anche a perfezionare il sistema d'allenamento, invero negli ultimi anni lasciato in disparte non sapendo esattamente come renderlo utile, appagante e al tempo stesso divertente per i giocatori.
Football Manager è fatto così: ogni anno riesce ad essere un prodotto ottimo, curato e profondo, di sicuro la cosa più vicina al vero management calcistico, ma inevitabilmente per l'anno successivo ci sono già altre idee da sviluppare, altri piani da mettere in atto, altri frammenti ludici da perfezionare.
E così all'infinito, visto che il database ogni dodici mesi necessita di una rinfrescata. Questo è un altro motivo per cui ogni iterazione annuale è particolarmente attesa dalla fanbase: in Football Manager 2011 ci sono più di 5000 squadre appartenenti a cinquantuno differenti nazioni. Di ognuna come ben sapete non c'è solo il nome, ma un raffinato ornato composto di rosa, statistiche, storia, trofei vinti, ecc...
Per l'Italia il lavoro di seguire anno dopo anno è affidato a Alberto "Panoz" Scotta, ormai consulente da 13 anni per Sports Interactive. Il suo lavoro si fa intenso tra Giugno e Settembre quando il calcio mercato diventa incandescente e la deadline ultima per approntare modifiche alle squadre e alle statistiche dei singoli giocatori si avvicina inesorabilmente. Un lavoro immenso e intenso, racconta, condotto più per passione che per reale bramosia di denaro; anche se alla fine il database italiano, che va dalla Serie A all'Eccellenza, rappresenta soltanto il 10 % di quello mondiale. Impressionati?

L'articolo continua a pagina 2 con l'intervista a Ben Cooper, marketing manager di Sega Europe per i titoli sportivi

A microfoni spenti è Ben Cooper, marketing manager di Sega Europe per i titoli sportivi, a prendere l'iniziativa e insieme al redattore richiama alla mente i fasti passati della serie Virtua Striker (troppa concorrenza. Impossibile un ritorno: questo il telegramma che ci sbatte in faccia), elogia FIFA e (meno) Pro Evolution Soccer, spreca le lodi per il venturo Virtua Tennis 4.
Se non altro ha preso a cuore il proprio lavoro con la casa di Sonic e trova motivo di vanto la possibilità di gestire quei titoli che da ragazzino lo intrattenevano nelle sale giochi di Sua Maestà o su polverosi schermi di preistoria informatica. Ora certo non lo può più fare, con una vita piena di responsabilità tra mansioni lavorative e una moglie incinta da accudire. Di certo però non è venuto meno l'entusiasmo.
Gli abbiamo chiesto di illustrarci il cammino che ha portato alla realizzazione di Football Manager 2011. Ecco cosa ci ha risposto...

Quali sono le maggiori innovazioni di Football Manager 2011?
Penso che ci siano molte più novità quest'anno di quante ne abbiamo avute negli anni passati. In particolare si è intervenuti sulle animazioni, sull'interazione tra giocatore e manager. Stiamo solo inseguendo il mondo reale nei termini della vera consistenza del calcio, quando i giocatore arrivano nei club, quando stanno nei club. Ci sono dei grandi cambiamenti: i giocatori hanno più relazioni con i calciatori, più conversazioni con essi, l'allenamento è stato reso più semplice e migliore, la visuale 3d è ora più performante, essendo stata perfezionata rispetto al 2009 quando fu implementata per la prima volta. Potrei continuare ancora e ancora...
E' difficile per un gioco annuale portare innovazione e novità in esso. Sport Interactive è davvero brava in questo, la community sa cosa desidera all'interno del gioco e come fare in modo che sia presente.


E' proprio questa la prossima domanda: ogni anno avete l'onere di rilasciare un nuovo gioco, esattamente come accade per altri titoli sportivi come FIFA o Pro Evolution Soccer...
Già. Ovviamente i giocatori intervengono con il loro aiuto, hanno idee precise su cosa desiderano, ma questo non è abbastanza. Le persone non possono aggiornare il gioco, non sono costrette a comperare il gioco, dobbiamo fare un gioco che le persone vogliono comprare. E' questo il motivo per cui continuiamo a guardare avanti, ma Sports Interactive ha realizzato Football Manager per così tanti anni che loro vogliono realizzare il migliori episodio possibile ogni anno. Non attiene soltanto a cosa possiamo inserire affinchè la gente compri il prodotto quest'anno, ma cercano sempre di migliorare il realismo del calcio simulato, quello che accade su un campo di calcio, e migliorare l'impatto tecnologico della visuale tridimensionale.

Ma è possibile che ci sarà un anno in cui Football Manager scriverà la parola fine? Questo è il miglior Football Manager che possiamo creare e nessun altro episodio potrà superarlo?
Hanno [Sports Interactive] delle feature inedite pianificate per i prossimi due anni, quindi non accadrà assolutamente in tempi brevi. Si può sempre migliorare: ogni anno è il miglior gioco che si possa creare, Football Manager 2011 è il miglior che abbiamo mai fatto e l'anno prossimo sarà ancora migliore, perchè è un concept che non si può arrestare in alcun modo nel breve periodo. Decisamente! [ride]

La community dietro Football Manager è molto forte. Quest'anno avete aggiunto la compatibilità con i maggiori social network, Facebook, Twitter. Puoi spiegarci il perchè di questi inserimenti e perchè proprio quest'anno?
E' una cosa divertente. Gioco a Football Manager da molti anni e gran parte del tempo è composto da un'esperienza single player, in cui tu entri in contatto con il mondo del calcio nella maniera più realistica possibile. Molte persone spendono gran parte del loro tempo per conto loro, perchè è un'esperienza in singolo, una simulazione del mercato calcistico.
Ma ci sono molte persone che giocano da sole e formano così una grande community, migliaia di migliaia si riversano nei forum, su Facebook, nei social network. Interagire con Twitter, pubblicare i goal su Youtube, sbloccare un achievement
[attraverso Steam] è una maniera di mostrare agli altri membri della community ciò che abbiamo fatto, "cosa ho fatto io/cosa hai fatto tu".
Perchè proprio quest'anno? Non avevamo implementato gli achievement prima d'ora, abbiamo voluto portare il gioco a un nuovo livello e la cosa andrà a migliorare l'anno prossimo, Twitter è diventata una cosa importante per Sports Interactive, la community si è mossa su Twitter anch'essa, hai l'opportunità di pubblicare i propri achievement direttamente e velocemente.
Abbiamo lavorato duramente per acquisire su Youtube i contenuti direttamente dal gioco, mostrare i propri goal alla community è qualcosa di importante che non può essere realizzato attraverso la visuale 2d.

Ma non è possibile fare le medesime cose soltanto attraverso i forum? Si condividono i risultati e scattare una fotografia della schermata di gioco.
Certo, fare uno screen-grab. Ma il problema è che quando le persone condividono ciò che hanno fatto, tutti possono obiettare che il giocatore ha photoshoppato la schermata, che ha barato o ha riavviato il gioco. E' molto difficile provare di essere in cima alla hall of fame, ad alti livelli manageriali.
Le persone sono orgogliose degli obiettivi raggiunti e desiderano mostrarli agli altri giocatori, se segui i fan su Twitter sei catturato ogni giorno da quanto hanno realizzato [sorride]

Parlando invece delle versioni console. E' già prevista la Handheld per PSP il 26 Novembre. Pensate per i prossimi anni di ritornare alla versione Xbox 360?
Abbiamo sempre trovato interessante setacciare tutte le possibili opportunità ed è una delle caratteristiche di Sport Interactive. Abbiamo provato su Xbox 360 e il gioco funzionava. Non ero ancora in Sega allora e ci giocavo su un computer, ma è tutta una questione di controlli, del feeling...

E per esempio con Kinect? Il gioco potrebbe funzionare?
Quello che può fare Kinect è interessante, può davvero cambiare le cose.
Guarda Civilization Revolution: prendi un imponente gioco PC con mouse e tastiera e portalo su Xbox 360, questo per mostrare come la cosa è fattibile. Non possiamo dire di non essere più interessati nel realizzare Football Manager per Xbox 360, ma è necessario trovare la maniera di farlo funzionare al meglio. Non ci sono piani per il momento.
Abbiamo realizzato la versione iPhone lo scorso anno per la prima volta, giocabile anche su iPad, mentre la versione 2011 è stata annunciata essere in sviluppo. La versione PSP è in arrivo a breve. Quindi abbiamo le versioni "light" del gioco, ma in Sports Interactive mai dire mai anche se al momento non abbiamo piani per una versione home console.

Avete già qualche idea per l'edizione 2012?
Non ancora! Le feature non sono ancora state considerate da Sports Interactive, ma ci prenderemo un break dopo che Football Manager 2011 è uscito e poi inizieremo Football Manager 2012, molto presto, prima di quanto chiunque immagini! Abbiamo idee per il 2012, ma nulla che si possa già rivelare[ride].

Grazie molte per le risposte! Buon lavoro!


Ha collaborato Giovanni Ferlazzo

Che voto dai a: Football Manager 2011

Media Voto Utenti
Voti totali: 51
8.2
nd