Fortnite: tutte le novità dell'aggiornamento Survive the Storm

A poco più di un mese dal lancio, Epic Games presenta l'aggiornamento Survive the Storm per Fortnite: ecco tutte le novità.

speciale Fortnite: tutte le novità dell'aggiornamento Survive the Storm
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One

A poco più di un mese dal lancio, Epic Games dedica a Fortnite il primo evento gratuito, intitolato Survive The Storm, necessario per sperimentare con alcune modalità aggiuntive particolarmente attese dai fan, e per valutare l'impatto sul gioco di nuove tipologie di armi e nemici. Avendo seguito con costanza i suggerimenti e le richieste della community, Epic Games ha innanzitutto cercato di creare una modalità sopravvivenza che sapesse chiedere prontezza, capacità costruttive e strategiche ai giocatori: purtroppo, tuttavia, non sembra esserci riuscita del tutto. Vediamo perché.
La modalità sopravvvivenza di Fortnite è senza dubbio il piatto forte di questo aggiornamento: garantisce ricompense decisamente appetibili, e offre un livello di sfida leggermente più alto del normale. Il nostro scopo sarà quello di resistere, in una squadra di quattro giocatori, a varie ondate di nemici, che si verificheranno durante le ore notturne. Di giorno, dovremo riparare, costruire e cercare risorse per prepararci ai nuovi assalti. Si può scegliere tra tre diverse missioni: sopravvivere 3 giorni, 7 giorni o 14 giorni. Considerando che, in media, una giornata si suddivide in 8 minuti di preparazione e 8 di resistenza all'assalto (con tanto di timer dedicato), avviare le modalità da 14 giorni vi richiederà davvero molto tempo da dedicare alla missione, senza contare, inoltre, il concreto rischio di poter fallire a un solo giorno dalla salvezza.

Più che un errore di design di Epic Games, è semplicemente una conseguenza della struttura di gioco: costruire, riparare, combattere e cercare risorse impiega davvero molto tempo, e per una simile tipologia di sopravvivenza è assolutamente necessario disporre di quel genere di minutaggio. Il consiglio è quello di dedicarsi soprattutto alle sfide meno dispendiose in termini di tempo, ma comunque sufficientemente remunerative. Inoltre, in base al vostro livello nella campagna principale, il numero di generatori e strutture che dovrete creare aumenterà sempre di più, e di conseguenza sarà di vitale importanza potersi fidare ciecamente dei propri compagni.
Potrà capitare di ritrovarsi con un costruttore non proprio abilissimo, o con un cercatore che per un paio di turni fallisce nel trovare risorse: a quel punto sarà veramente difficile riuscire a reggere l'impatto dei nemici.
Per una modalità simile, forse Epic Games avrebbe potuto permettere l'ulteriore aggiunta di qualche NPC di supporto al gruppo iniziale, già presenti nel gioco base e utili a sostituire giocatori mancanti, per permettere anche a una squadra non perfettamente equilibrata e bilanciata di poter resistere almeno per qualche minuto.
Difendere sette o otto generatori, del resto, diventa un'impresa parecchio complessa, nel caso in cui - per sbaglio - un giocatore finisce per creare una barriera che ci obbliga a un percorso lungo e pericoloso: il consiglio, quando possibile, è di appoggiarvi sempre a una squadra prestabilita, giocando in compagnia col supporto di una chat vocale, in maniera tale da stabilire compiti precisi e avvisare repentinamente i membri di eventuali urgenze. La nuova tipologia di nemici consiste in realtà in un supporto per gli abietti: una sorta di "scudo volante" che rende immune il mostro che sta proteggendo. Dato che, casualmente, questi avversari possono decidere di coprire qualsiasi unità, a volte diventano una fastidiosa spina nel fianco per i difensori: mettersi al riparo dai primi colpi delle creature, come i potenti smasher o gli esplosivi, rallenta insomma enormemente le operazioni di difesa.
Un'aggiunta simile è stata una mossa intelligente da parte di Epic Games, perché obbliga i giocatori a tenere nell'inventario almeno un'arma dalla distanza, per poter eliminare questi scudi viventi prima che i nemici si avvicinino alle mura.
Si spera che, con i prossimi aggiornamenti, il team continui a osservare gli scontri dei giocatori per capire quali tipologie di mostri creare, in modo da renderci la vita sempre più difficile. Le nuove armi, in realtà, sono tutte già presenti nel gioco base: spade, fucili e lanciarazzi si trovano da tempo negli inventari dei giocatori, e i modelli inediti non offrono particolari alternative a quelli già ampiamente utilizzati. Al contempo, la facilità con cui è possibile rinvenire determinati progetti rende molto utile affrontare le nuove modalità, in cui avremo sempre l'opportunità di trovare equipaggiamento viola o giallo (ossia i più rari e potenti).

La quantità di ricompense a disposizione è enorme, e stimola quindi il giocatore a cercare di affrontare missioni anche leggermente fuori portata, ma in cui conviene investire ogni risorsa possibile. L'evento sembra pensato per dare anche una corposa spinta verso la parte finale del gioco a tutti quegli utenti che, arrivati a una fase di stallo per assenza di risorse, si trovano ora con un quantitativo sicuramente più gestibile di strumenti per la creazione di armi e per l'evoluzione dei personaggi. Riuscire a garantire una progressione più efficace ai giocatori più fedeli, senza però lasciare a bocca asciutta chi saltuariamente dedica solo al gioco un paio di partite, è stato indubbiamente un ottimo risultato. La fiducia verso il progetto a seguito di questa nuova modalità può solo aumentare, a giudicare dalla quantità di aggiunte e modifiche apportate all'esperienza da parte di Epic Games. Survive the Storm è in sostanza un ottimo aggiornamento gratuito, in cui gli sviluppatori hanno sperimentato nuove opzioni non totalmente riuscite, ma comunque interessanti e appaganti per i giocatori più affezionati.

Che voto dai a: Fortnite

Media Voto Utenti
Voti totali: 27
6.5
nd