Q&A Nintendo Switch Adesso online

Domande e Risposte sulla nuova console Nintendo!

GCom09

Speciale GamesCom 09 - Conferenza Sony

Tutti gli annunci della Conferenza Sony al GamesCon 09

speciale GamesCom 09 - Conferenza Sony
Articolo a cura di
Francesco Fossetti Francesco Fossetti scrive di videogiochi -fra una cosa e l'altra- da più di dieci anni, e non ha ancora perso la voglia di esplorare il mercato con vorace curiosità. Ammira lo sviluppo indie e lo sperimentalismo, divora volentieri tutto il resto. Lo trovate su Facebook, su Twitter e su Google Plus.

L'occhio con cui Sony guarda al mercato europeo è famelico e vorace. Visti i risultati non rosei nei territori americani ed orientali, il vecchio continente assume per il colosso nipponico una validità strategica fondamentale: conquistare l'Europa significa assicurarsi una discreta stabilità economica, necessaria per spingere ancora sul pedale dei contenuti e della qualità e superare i periodi non troppo felici che ultimamente Sony ha attraversato. Si spiega dunque l'estrema attenzione dell'Hardware house per questo GamesCom, o il tentativo di organizzare un evento europeo dedicato interamente alla line up, avviato qualche anno fa (ci riferiamo al Playstation Day londinese).
E' questo il presupposto su cui è stata “costruita” la lunghissima conferenza odierna: la volontà di dimostrare un attaccamento tutto particolare al pubblico “di casa”, ed alle sue necessità.
Ad onor del vero, però, il bilancio complessivo della conferenza non è stato del tutto positivo. Fra nuove rivelazioni che qualcuno aveva pronosticato da mesi (e che le nostre fonti ufficiose ci avevano già confermato), dati di vendita e progetti non propriamente ludici, la conferenza è apparsa, agli astanti, un poco vuota. Almeno dal punto di vista della quantità di videogiochi e (vere) novità. Sul perchè di questo programma, ci siamo però fatti un'idea. Crediamo (speriamo) che Sony abbia voluto “lasciar parlare lo showfloor”, lasciando a disposizione del pubblico tutti i titoli in forma giocabile. Il palcoscenico allestito nel locale E-Werk, di contro, ha permesso di fare il punto sulle mosse commerciali che Sony intende intraprendere. Vediamole insieme.

Dati

Erano anni che non vedevamo una conference iniziare coi dati di vendita. Dopo che Nintendo ha tentato la nostra pazienza per il triennio di lancio del Wii, qualunque relatore aveva accantonato le statistiche noiosissime e le cifre per andare dritto al sodo. Invece, oggi, inversione di tendenza: si comincia col lodare la base installata delle varie console (persino Ps2. Ma ancora??), ed i numeri legati al Playstation network.
Di tutti i dati, i più preoccupanti sono forse quelli riguardanti la base installata di Ps3. Appena 24 milioni di macchine, di cui 10 milioni nel vecchio continente. Delle due, l'una: o il secondo dato è un po' troppo “vitaminizzato”, oppure da sola l'Europa riesce a superare, a livello economico, i due mercati più importanti del globo (con un bacino d'utenza potenzialmente centuplicato, rispetto a quello del vecchio continente). Speriamo per Sony che si tratti della prima ipotesi.
Interessanti, invece, i dati riguardanti il PSN, che ha registrato ben 27 milioni di account. Certo, la cifra andrebbe contestualizzata, divisa dunque per account Ps3 e Psp, per capire se il digital delivery spinga più su piattaforme portatili o casalinghe.
In ogni caso, il presentatore (CEO di SCEE), si sofferma brevemente sul guadagno potenziale dato dal mercato della distribuzione digitale (come si rivolgesse alle terze parti), per poi passare agli argomenti seri.

Playstation Network

Il PSN sta diventando importante. Una nuova via per espandere l'offerta (ludica e non) di Ps3 e PSP.
Ecco dunque che, cavalcando l'onda di un successo che pare inarrestabile (vista la qualità dei prodotti ultimamente rilasciati), Sony si appresta a potenziare il suo servizio.
Lanciando anzitutto un sistema di distribuzione video, in cui utenti di tutta Europa potranno acquistare o noleggiare film e serial tv in alta definizione. Il servizio partirà entro la fine dell'anno in Spagna, Inghilterra, Francia e Germania, e negli altri paesi nell'arco del 2010. Ancora una volta l'Italia paga lo scotto della sua arretratezza tecnologica (fatevi un'esame di coscienza e chiedetevi quanti di voi sarebbero disposti ad acquistare un film in Digital Delivery) e di una logica distributiva del prodotto cinematografico da rivedere alle fondamenta (estrema frammentazione delle case di distribuzione). Speriamo di poter superare presto questi ostacoli, perchè se la facilità d'utilizzo del servizio sarà pari a quella di Vidzone e i prezzi ragionevoli, Playstation 3 diventerà davvero uno dei Media Center più completi di sempre. Per altro, un servizio parallelo (attivato sempre nei paesi sopra citati) permetterà di vedere in streaming i programmi delle Tv Digitali più famose, in un formato pensato appositamente per la visualizzazione su Ps3.
L'annuncio, in ogni caso, non interesserà i lettori italiani, per il momento, ma lascia intendere la marcata attenzione della casa madre nei confronti della sua piattaforma commerciale online.
Un'attenzione che assume forma tangibile anche grazie alle Playstation Card, che finalmente saranno rilasciate in tutti i territori europei (alla buon'ora). Disponibili in due tagli, da 20 e 50 euro, queste permetteranno di acquistare giochi in DD anche senza utilizzare una carta di credito. E visto (di nuovo), che noi italiani tendiamo a non fidarci delle transizioni Online (anche se i rischi sono generalmente nulli), gaudio e giubilo.
Meno pregnante, invece, l'introduzione dei Temi animati, che potranno essere scaricati assieme all'aggiornamento del firmware entro breve tempo.

Home

Nonostante sia sembrata alla maggior parte dell'utenza “specializzata” un'aggiunta piuttosto incolore, l'offerta di Home sta poco a poco espandendosi, con la speranza di diventare una piattaforma ricreativa che possa in qualche modo accompagnare ed ampliare l'offerta classica dei prodotti videoludici. Così anche in questa conference i nuovi spazi di Home hanno fatto la loro comparsa. Citato brevemente, lo spazio Audi porterà, se si pone fede alle dichiarazioni del relatore, qualcosa di veramente nuovo all'interno del Social Network firmato Sony. Noi speriamo che non sia solo un grosso showroom virtuale, e certo non dimostriamo molto entusiasmo di fronte all'arrivo di una nuova sezione ludico/pubblicitaria. Forse lo spazio Singstar sarà più interessante: conterrà una sezione dedicata ad un quiz musicale ed un “video jukeboxe”. Niente che non si possa già avere con Vidzone e Buzz, ci sembra, ma forse future integrazioni con i contenuti della community Singstar potrebbero motivare l'aggiunta di questo spazio.
Certo, se dovessimo esprimere qualche desiderio, preferiremmo una revisione generale della struttura (eliminazione dei tempi di attesa per giocare ai minigame), o una totale riforma grafica (uccidete gli avatar antropomorfi e pagate i Sackboy a peso d'oro, per trasformarli nelle mascotte ufficiali). Vedremo, in ogni caso, quale sarà il futuro di Home. Per il momento, resta un'applicazione che poco convince i gamer meno farfalloni.

PSP

L'idea di Sony per spingere le vendite della console portatile è una sola “content, content, end more content”. Un approccio senza dubbio indicato, visto che PSP ha sofferto proprio a causa della povertà della sua Line Up. Ecco dunque che anche oggi spuntano due nuovi prodotti: un terzo Loco Roco e Eye of Jugdement in versione tascabile: avremo modo di vedere questi titoli sullo showfloor, vi terremo senza dubbio informati, proponendovi Hands On anche degli altri prodotti in uscita (Assassin's Creed, Motorstorm, LBP).
In ogni caso, nuovi titoli non sono l'unica novità che interesserà PSP. Il playstation network, nella sua forma portatile, avrà ben presto due nuove aggiunte.
La prima sarà Digital Comic, una piattaforma che permetterà di scaricare fumetti e goderseli sullo schermo della propria PSP. Per il momento Marvel distribuirà i suoi prodotti (altri publisher, siamo sicuri, la raggiungeranno presto), disponibili in lingua inglese ma ben presto localizzati (sicuri?).
Non possiamo per ora esprimere un giudizio sulla qualità delle immagini e sulla funzione autofocus, che permette di leggere vignetta per vignetta in maniera automatica.
La seconda aggiunta sarà invece Minis: una serie di piccoli giochi sviluppati da software house non esperte nel campo, ma che vogliono provare ad investire avendo comunque un piccolo ritorno economico. Il prezzo dei Minis sarà decisamente contenuto, e le categorie ludiche fra le più adatte al “quick play”: Tower Defence Game, Hack 'n' Slash, Puzzle Bidimensionali. Per il momento il video di presentazione non ci ha impressionato, ma chissà che non si trovino delle piccole perle.
Ma Sony ha lasciato per ultimo forse quello che è l'annuncio più interessante della conference: a chi registrerà una nuova PSP entro 10 giorni dal Day One (fissato per il primo di Ottobre), verrà regalata una copia in Digital Delivery di Gran Turismo Portable. Senza dubbio un'ottima iniziativa per spingere le vendite di quella che è una macchina non facilissima da comprendere.

Games

Poco spazio è stato dato ai videogiochi della Line Up. Come dicevamo, Sony ha preferito lasciarli al test dei polpastrelli, disponibili sullo showfloor in versione giocabile. In ogni caso, qualcosa s'è detto.
Di Uncharted, ad esempio, è stato mostrato un nuovo Trailer, dal montaggio eccellente e davvero carico di tensione emotiva. Sarà stata la bellissima colonna sonora, o la voce soffusa di Nathan a commento delle immagini, o ancora il ritmo lentissimo, ma questo secondo capitolo di Uncharted è apparso come un titolo in qualche modo diverso. Con un protagonista stanco, oppresso, senza più la voglia di lottare. Anche la vita avventurosa può avere il suo risvolto, chissà che le battute taglienti di Drake non nascondano qualche dramma interiore. Vedremo.

Sul Playstation Wand si è detto poco o nulla: tutto rimandato al TGS, dove verranno mostrare le prime applicazioni. Qualche scampolo di gameplay si è comunque visto, e la qualità dei giochi ci è parsa altalenante. Sapevamo che fossero inevitabili le raccolte di minigame, ma speravamo che il Playstation Wand le differenziasse in qualche modo dai titoli per Eyetoy. Invece nel demo reel sono comparse immagini di titoli dalla semplicità imbarazzante. Meno male che poi si son visti anche adventure game in prima persona, o picchiaduro motori. Sui secondi abbiamo ancora qualche dubbio, mentre i primi (ce lo insegnano i grandi FPS per Wii) potrebbero anche riuscire. In ogni caso, al di là della citazione in parentesi, non vogliamo istituire confronti. E' troppo presto, e vi sapremo dire quando avremo occasione di provare con mano la nuova periferica.

Fra i protagonisti del palcoscenico, anche David Cage, di Quantic Dreams, che si è soffermato sul suo prodotto (Heavy Rain) presentando il terzo di quattro protagonisti. Si tratta di un Detective depresso, ossessionato dalla colpa d'aver perduto il figlio fra la folla, nel giorno in cui è stato investito e ucciso da un'auto. Quando il suo secondogenito, da cui ormai è separato da una distanza affettiva incolmabile, viene rapito dal Killer degli Origami, sarà il momento di cercare la via della redenzione. Al di là della presentazione, sarà un piacere trovare Heavy Rain sullo showfloor: per il momento Cage continua a sottolineare che si tratterà di un prodotto particolare, che non vuole offrire un divertimento classico, ma un “intrattenimento tutto emotivo”. Insomma, si mettono le mani avanti: non è un titolo per tutti, quindi fate attenzione a come direzionate l'Hype.

Slim

La conference si conclude con l'annuncio della Plasytation 3 Slim (vogliamo già ribattezzarla PsThree? Suona bene). Il restyle è effettivamente quello delle immagini che da mesi circolavano in internet (non una figura elegantissima per l'azienda, questa fuga di notizie), e non ci pare particolarmente incisivo dal punto di vista delle forme e delle linee. Ma, in ogni caso, il modello sarà davvero “slim”: non solo per il 30% in meno di peso e ingombro, o per il consumo ridotto, ma per il price drop. 299 euro (o dollari) per il nuovo modello, con 120 GB di Hard Disk, e lo stesso prezzo per le console “Fat” rimaste in Stock. Il lancio è previsto per la prima settimana di settembre(ve l'avevamo detto). La speranza è quella che la console riesca finalmente a trovare il proprio spazio, raggiungendo più ampie fette di giocatori: una buona base installata è il miglior modo per procacciarsi esclusive, far conoscere il Psn, invogliare al gioco online. Vedremo se questo natale i dati di vendita della macchina aumenteranno.

Scheda PlayStation 3 Conference non troppo ricca, quella di quest'anno. Ci aspettavamo qualche novità o qualche conferma (GT5, come out wherever you are), e invece i nuovi prodotti sono solo due titoli per PSP e Dead Nations, uno shooter 2d in Digital Delivery. Ma, ripetiamo, l'intenzione di Sony era quella di tenere separati i giochi dagli annunci economici e commerciali. Ne è risultato un evento non entusiasmante, ma concreto. Non fosse che noi italiani non abbiamo ancora una data di apertura per quello che forse è il progetto più importante citato in questa conference (il servizio di video download). In ogni caso, fra price drop e nuove opportunità, l'impegno di Sony per potenziare l'infrastruttura e spingere le vendite è concreto. Possiamo esserne felici, e da domani vi faremo sapere invece quanto valgono i prodotti in line up (che, per inciso, resta comunque ben sostanziosa).