Q&A Domande e Risposte Oggi alle ore 16:00

Rispondiamo in diretta a tutte le vostre domande e curiosità

Speciale GT Academy - Finali Italiane

Everyeye.it presenzia alle finali italiane di GT Academy

speciale GT Academy - Finali Italiane
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Ps3
Francesco Fossetti Francesco Fossetti scrive di videogiochi -fra una cosa e l'altra- da più di dieci anni, e non ha ancora perso la voglia di esplorare il mercato con vorace curiosità. Ammira lo sviluppo indie e lo sperimentalismo, divora volentieri tutto il resto. Lo trovate su Facebook, su Twitter e su Google Plus.

Il 12 e 13 Luglio, a Roma, si sono svolte le finali italiane della GT Academy, l'evento che trasforma i giocatori più appassionati di Gran Turismo 5 in veri e propri piloti. Giunto ormai alla sua quarta edizione, questo insolito campionato dimostra ancora una volta quanto Sony Computer Entertainment tenga alla propria community ed ai propri prodotti. Ma soprattutto la GT Academy è l'esempio più brillante di una filosofia costantemente votata a valorizzare il videogioco e la sua crescente influenza nella società, celebrando ciò che accomuna tutti noi “gamer” incalliti: una sincera e travolgente passione.

Dal Pad alla Pista

L'avventura della GT Academy è cominciata lo scorso Aprile, con l'avvio delle fasi di qualificazione online a questa competizione internazionale. Scaricando la PlayStation Network l'apposito DLC per Gran Turimo 5, milioni di giocatori hanno partecipato ad un evento online in cui mostrare la propria abilità al volante (virtuale). Nei mesi successivi, su tutto il territorio italiano si sono tenuti veri e propri tornei di qualificazione, in una sorta di manifestazione itinerante che ha contribuito, assieme alle qualificazioni online, a selezionare 32 finalisti che il 12 Giugno si sono sfidati nella prima fase eliminatoria di queste finali. Solo un terzo dei partecipanti ha passato il turno ed ha così conquistato la finale vera e propria: un evento organizzato all'Autodromo di Vallelunga, in cui è avvenuta la prima parte di una “transizione” che trasformerà i piloti virtuali i talenti reali del circuito Gran Turismo.

Il premio finale del campionato internazionale è infatti di quelli strepitosi: un contratto di un anno con la scuderia Nissan, e la possibilità di gareggiare (per davvero) nella 24 Ore di Dubai.
Il tutto dopo un intenso RaceCamp di un'intera settimana a Silverstone, in cui verrà selezionato il vincitore.
Ma per volare in Inghilterra e tentare il colpaccio bisogna prima vincere le finali nazionali. E, come abbiamo potuto vedere in prima persona, non è certo un'impresa facile.

For All of You, Car Lovers

Quand'è che i videogame smettono di essere solo “giochi”, e si trasformano in qualcosa di più? Kazunori Yamauchi, creatore del brand Gran Turismo e CEO di Poliphony Digital, deve essersi posto la domanda più e più volte. Fin dai tempi di PlayStation 2 il suo “Real Driving Simulator” ha esibito la volontà di “bucare lo schermo” e penetrare nella vita di tutti gli appassionati di Automobili. Il celebre motto “For all of you, Car Lovers” non era soltanto un semplice “payout” d'effetto. Era una vera e propria dichiarazione d'intenti, a significare che l'amore per l'auto sarebbe sempre stato il filo conduttore di una saga di Racing Game dalle smodate ambizioni. Al di là dei tempi di sviluppo, dei rimandi e delle incertezze corrette solo dal corposo Update, Gran Turismo 5 ha mantenuto fede al dictat del suo creatore, rivelandosi gioco di guida focalizzato interamente sulla dedizione e sulla passione. Un gioco senza mezze misure, pensato soprattutto per chi il mondo dei motori lo vive e lo respira ogni giorno. E non ci riferiamo solamente alla GT TV: pensiamo invece alla struttura globale di una produzione che, per essere apprezzata fino in fondo, andava davvero “vissuta” quotidianamente, esplorata con cura meticolosa. Per crescere gradualmente come veri e propri piloti, dedicandogli le briciole del proprio tempo libero.
La visione di Yamauchi trova la sua incarnazione più piena proprio in questa GT Academy: in evento in cui i vincitori non fanno mistero della loro “ossessione”. Tutte le ore passate davanti allo schermo, a smussare i tempi di qualche decimo di secondo. I pomeriggi impegnati per terminare gli eventi endurance, e lo studio meticoloso degli assetti. Tutto questo non è più “roba da Nerd”, ma delicatezze da professionisti. La dedizione totale e completa per un videogame diventa il vettore di un successo da celebrare, di un talento che può significare l'occasione di una vita.
Il fatto che Sony continui a credere così massicciamente in questo evento, che di anno in anno cresce e migliora, pone ancora una volta l'accento sull'approccio tutto particolare dell'azienda. Non bastassero gli investimenti costanti per garantire una Line-Up di esclusive sempre al top, non dovesse essere sufficiente il sostegno alle idee creative e fuori dagli schemi, l'impegno per valorizzare un'esperienza davvero unica dovrebbe servire da esempio a molte altre compagnie.

Una finale faticosa

Il primo girone di qualificazione della finale si è svolto tutto sui tracciati di Gran Turismo 5. Dei trentadue partecipanti solo 12 hanno superato il turno, ottenendo tempi strabilianti.
Ma il secondo giorno, all'Autodromo di Vallelunga, le cose hanno cominciato a farsi più serie. Per diventare piloti non basta la precisione e la passione, serve anche il fisico.
Ecco quindi che la mattinata si è aperta con una serie di test attitudinali: flessioni, isometria, ed il tremendo Beep Test. Non ha aiutato il sole cocente, che ha cominciato a picchiare proprio a metà mattinata.
Gli istruttori del team Nissan sono stati inflessibili, “massacrando” non solo gli aspiranti piloti (non tutti dal fisico prestante, in verità), ma anche i vincitori di un piccolo torneo interno tenuto negli uffici di Sony Computer Entertainment Italia.
La seconda prova ha visto protagonisti i giornalisti, che hanno partecipato alla “Simulazione di Conferenza Stampa”, punzecchiando con le loro domande i partecipanti, prima di assegnare a ciascuno un punteggio.

Non tutti si sono rivelati brillanti di fronte “alle telecamere”. Un po' impacciati, soprattutto nella pronuncia inglese, i partecipanti se la sono comunque cavata, già proiettati con la mente sull'ultima e più importante prova: un racing test vero e proprio, a bordo di una Nissan 370Z.
Il breve percorso allestito dal team Nissan prevedeva un breve slalom e due prove di drifting moderato attorno ai birilli. Alla fine i punteggi accumulati nelle quattro prove (tempi sul circuito di GT5, conferenza stampa, test fisici e driving test) hanno decretato sei finalisti, che andranno a Silverstone per il RaceCamp.

La cerimonia di premiazione ha comunque celebrato il talento del primo qualificato, Darian Rojnic, che ha ottenuto i migliori punteggi sia in pista che in-game. Gli altri qualificati sono Francesco Paolo Basso (Salerno), Moreno Coveri (Forlì), Andrea Fasulo (Benevento), Andrea Cosaro (Chiampo), Matteo Masiera (Alessandria).
Adesso i sei piloti dovranno affrontare la prova più difficile, e confrontarsi con i vincitori delle altre nazioni, inseguendo un sogno non più davanti allo schermo, ma a bordo dei bolidi da Gran Turismo.
Noi auguriamo buona fortuna ai nostri connazionali.
Sensazioni di Guida

A margine dell'evento, anche chi vi scrive ha avuto modo di salire a bordo della Nissan 370Z. Un'esperienza di guida assolutamente incredibile. L'auto si lascia guidare in uno slalom appena pennellato con un filo di gas, e parte sicura e stabile quando il piede affonda sul pedale. La distribuzione dei pesi garantisce un'entrata in curva sempre precisa, ma la 370Z sembra scalpitare se il driver si dimostra troppo regolato. Questa Nissan è fatta per andare di traverso; un colpetto d'acceleratore al momento giusto e la trazione posteriore fa scivolare le ruote.
Nella piccola competizione fra giornalisti noi di Everyeye.it ci siamo difesi onorevolmente, superando per lo meno i colleghi della stampa videoludica. L'ha spuntata però chi è più esperto alla guida: il responsabile di Motori360.it ha totalizzato un tempo record, anche migliore dei ragazzi in gara.

Che voto dai a: Gran Turismo 5

Media Voto Utenti
Voti totali: 273
8.1
nd