Speciale Heroes of the Storm - Tenente Morales

Con Legacy of the Void alle porte, il MOBA di Blizzard offre il primo di una serie di personaggi strappati al mondo di StarCraft 2: si tratta del Tenente Morales, ora disponibile per tutti i giocatori.

speciale Heroes of the Storm - Tenente Morales
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Pc
Lorenzo Morlunghi Lorenzo Morlunghi gioca ormai da oltre 20 anni a quasi tutto e adora parlare di videogiochi e farci video sopra, soprattutto per ridere. Nel tempo libero guarda anche film e legge qualche fumetto, ascoltando per lo più musica elettronica. Lo trovate su Facebook.

Si è da poco concluso il Road to Blizzcon europeo che ha visto trionfare l'invincibile team Na'Vi, ma, quasi a segnare un punto di svolta in preparazione dell'imminente Blizzcon, una nuova patch è arrivata per Heroes of the Storm, pronta a rimescolare nuovamente le carte in tavola nel Nexus. Con Legacy of the Void ormai alle porte, anche il MOBA di Blizzard si prepara ad accogliere nella maniera più adeguata le spietate battaglie del settore Koprulu, offrendo ai propri giocatori il primo di una serie di personaggi strappati al mondo di Starcraft 2: il Tenente Morales. Scopriamo quindi insieme che cosa è cambiato con questo aggiornamento e quanto siamo diventati abili a tenere in vita i nostri precari compagni di squadra tra navette mediche e granate respingenti.

A chi serve un dottore?

Se Blizzard voleva rendere alla perfezione l'idea di un guaritore "classico", che fosse costretto a rimanere nelle retrovie per sostentare i propri alleati, garantendo allo stesso tempo protezione continuativa e senza interruzioni, possiamo dirvi fin da subito che con Morales il team di sviluppo ha avuto successo. Raggio Curativo è la prima e forse più importante abilità del nostro medico, in grado di curare perennemente un alleato che non sia troppo lontano e supportandolo dalle fasi iniziali alle mischie più pericolose. Protezione è uno scudo in grado di ridurre i danni subiti per qualche secondo, imprescindibile tanto come ancora di salvezza quanto come tutela iniziale nelle prime fasi del teamfight. Granata Dislocante è l'unica abilità offensiva di Morales, che potrà utilizzarla per respingere il primo nemico colpito e garantirsi una via di fuga immediata durante gli assalti imprevisti. La prima finale disponibile è il Drone Medico, un vero e proprio power-up in grado di aumentare a dismisura velocità d'attacco e di movimento di un alleato per consentire agli assassini, specialmente quelli che sfruttano gli attacchi base, di devastare qualsiasi squadra si pari di fronte. È però la seconda finale a rappresentare una vera novità per il gameplay di Heroes of the Storm, ossia la Navetta Medica da Sbarco, un vero e proprio mezzo di spostamento con cui andare da un punto all'altro della mappa caricando anche i propri alleati e fungendo tanto da strumento di difesa, quanto di attacco. Conclude l'elenco delle abilità il talento speciale Reattore Caduceo, che permette di recuperare rapidamente la propria vita dopo qualche secondo di indennità: il tutto per far fronte all'impossibilità da parte del medico di curare direttamente se stesso. Partendo da quest'ultimo dato è infatti già possibile intuire quali siano i punti deboli e di forza di questo nuovo personaggio che -lo ammettiamo- è stato comunque in grado di conquistare rapidamente la nostra simpatia, pur essendosi dimostrato estremamente difficile da gestire sul campo di battaglia. L'incapacità di curarsi, abbinata all'assenza di vere e proprie abilità di fuga e ad un quantitativo di punti ferita davvero irrisorio, rendono il Tenente Morales un guaritore su cui i membri della squadra devono sempre tenere un occhio, poiché estremamente soggetto a subire improvvisi gank. Entrare nella mischia è un suicido, mentre rimanere all'esterno rende vulnerabili e impedisce di lanciare le cure agli alleati distanti, ma nonostante questo siamo stati in grado di spazzare via la concorrenza in parecchie occasioni. Nemici come Zeratul, Nova e Illidan hanno provato a ucciderci rapidamente, ma laddove il tentativo ha richiesto più di qualche secondo il resto dei nostri compagni di squadra è intervenuto per difenderci, godendo allo stesso tempo di cure continuative, scudi e bonus vari.

Utilizzare la finale del Drone Medico su Raynor, Macellaio, Zeratul o Illidan ha consentito d'altro canto di vincere con estrema facilità ogni teamfight, approfittando di un bonus davvero letale a patto che si abbia una giusta formazione. Nelle mappe più ampie è stato poi possibile beneficiare della simpatica Navetta Medica, grazie alla quale abbiamo preso possesso di obiettivi, sorpreso nemici fuori posizione o ripiegato quando tutto il team avversario è arrivato per ucciderci. Non sono mancati momenti esilaranti come atterraggi alla cieca proprio in mezzo all'intera squadra rivale o partenze troppo in ritardo che hanno reso inutile l'attivazione dell'abilità, ma si è trattato di casi isolati che è comunque possibile prevenire grazie all'esperienza (e al buon senso). Non ci è sembrato comunque di avere a che fare con un personaggio sbilanciato o bisognoso di particolari nerf, poiché tanta utilità, come già spiegato abbondantemente, si paga al prezzo di una difficoltà d'esecuzione decisamente sopra la media, nonché all'infattibilità di certe strategie senza qualche amico che ci contro-supporti.

La vendetta dei Tank

Assieme al Tenente Morales sono arrivati tutta una serie di aggiornamenti per molti altri personaggi bisognosi di cambiamenti in positivo o in negativo (soprattutto Guerrieri), nonché alcune modifiche alle dinamiche di determinate mappe, scopriamo insieme alcune delle più interessanti:
Tassadar è stato riprogettato per adempiere maggiormente alla sua funzione di supporto grazie ad una serie di accorgimenti riguardo alla gestione degli scudi. Ora non solo proteggono maggiormente, ma è possibile applicarli più spesso, rendendo l'eroe protoss una scelta tatticamente interessante anche in assenza di altri guaritori. Tale potenza ha però pagato il fio di un nerf abbastanza marcato della finale Arconte, alla quale probabilmente sarà preferibile il quasi dimenticato Muro di Forza.
Zeratul è stato leggermente modificato, ma tali cambiamenti avranno un peso notevole sulla sua semplicità di utilizzo e sulla sua efficacia finale. Il talento Buco Temporale ora permette di tornare indietro dalla Traslazione in 2 secondi invece di 3 e questo impedirà ai silenziosi assassini di rimanere lunghi periodi nella mischia e scappare indenni come se nulla fosse. Inoltre la Prigione del vuoto può ora essere lanciata solo da distanze estremamente ravvicinate a causa di una riduzione del range del 50%, che impedirà ancora una volta di agire dalle retrovie senza possibilità di appello da parte degli avversari.
Leoric è stato qualificato come "troppo potente" dal team e si è visto ridurre decisamente i danni del Colpo Scheletrico, che ora molto più difficilmente riuscirà a devastare in un sol colpo intere ondate di minions.
Johanna ha subito un trattamento simile, poiché il talento Paglia al Vento ora infligge il 300% (contro il vecchio 400%) dei danni aggiuntivi ai minion, al fine di evitare pulizie istantanee delle lanes fin dai primi minuti di gioco. Inoltre anche la finale dello Scudo Benedetto si è vista ridurre i tempi di stun applicati a tutti gli eroi, un nerf colmabile con un apposito talento di livello 20 che rimane comunque troppo meno utile rispetto all'immancabile Indistruttibilità.
Chen è stato potenziato sotto vari aspetti, in primis con il talento Pinta Corroborante, che riduce i danni subiti dalle abilità fintanto che si continua a bere birra, permettendo ora di rimanere in vita estremamente a lungo anche laddove si subiscano ingenti danni improvvisi. Oltre ad una serie di migliorie varie, segnaliamo anche l'eliminazione completa del costo in birra per entrambe le finali, così da permetterne un rapido utilizzo in qualsiasi situazione di emergenza.
Rexxar non ha subito grandi modifiche, se escludiamo una riduzione ai danni di Picchiata Spiritica nel talento Rapace, ma si è visto riprogettata la gestione di Misha grazie all'inserimento di una nuova abilità: Misha, Punta! Grazie a tale accortezza è ora possibile controllare il nostro orso con estrema precisione e semplicità, permettendoci di fuggire e far eseguire al nostro famiglio effettivamente ciò che vogliamo. Unico neo di tale novità è una ritrovata difficoltà nel mantenere in vita Misha, che grazie a tale funzione rimane indietro più facilmente se non si fa attenzione, esponendola ad agguati aggiuntivi da parte dei nemici.
Tritacarne è stato premiato con una serie di buff vari, ma ciò che ci ha colpito maggiormente è stato il talento di livello 1, Appetito Insaziabile, grazie al quale ogni globo di salute aumenta permanentemente la vita massima del nostro eroe, rendendolo indistruttibile in late game.

Novità anche sul fronte delle mappe, a partire dai Giardini del Terrore in cui la Crescita Infestante non solo ha una salute maggiore col progredire del match, ma è anche in grado di arrestare il nucleo nemico, permettendo un assedio più aggressivo nelle fasi avanzate. Negli Altari Infernali gli eventi a tema ora richiedono 40 uccisioni per essere completati e i mostri da abbattere non subiscono più danni aumentati dalle abilità potenziate contro i minion, così da limitare l'egemonia di eroi come Leoric, Johanna o Rexxar. Infine al Tempio Celeste non è più possibile avere tre altari attivati contemporaneamente, così da evitare situazioni schiaccianti nelle ultime fasi del match in cui era fisicamente impossibile reagire a una squadra avversaria in vantaggio. Segnaliamo poi una novità, per ora presente solo in fase di test, che vedrà concretamente la luce nel corso dei prossimi mesi: la ricalibrazione dei tempi di respawn ai bassi livelli. Questa modifica al gameplay, testabile solo nella Valle Maledetta, è nata per far fronte alla scarsa utilità di una kill ottenuta nei primi momenti del gioco, visto che è possibile ritornare in linea dopo pochissimi secondi. Anche in caso di teamfight vinto ad un evento, molto spesso capita di morire poiché il team nemico rinasce con pieno mana e piena vita, così da nullificare il buon esito di una manovra coordinata. Grazie a tale bilanciamento ogni tipo di morte avrà un peso determinante all'interno del match, rendendo la vittoria un'occasione invitante per attuare strategie altrimenti troppo azzardate. Resteremo sicuramente sintonizzati in cerca di ulteriori aggiornamenti a riguardo.

Heroes of the Storm Ancora una volta la patch di Heroes of the Storm è arrivata e ha cambiato fattori a sufficienza per rendere nuovamente interessanti eroi dimenticati e allo stesso tempo meno appetibili le scelte reputate ovvie. Nonostante una difficoltà non proprio moderata, il Tenente Morales si è dimostrato un personaggio solido, utile e divertente, specialmente per quanto riguarda le due finali a disposizione e in particolare se giocato in un team organizzato. Tale introduzione siamo convinti sarà una piacevole aggiunta che vedremo molto spesso nel corso delle prossime settimane, sperando che già al Blizzcon i team siano in grado di mostrare qualche combinazione particolare tra questo eroe e gli altri. Piacevole anche la rinnovata utilità dei vari Guerrieri, che abbiamo già avuto modo di vedere più spesso in Partita Rapida e non è da escludere che vengano selezionati anche in modalità Lega Eroi. In attesa dell’uscita del valoroso Artanis continueremo sicuramente a trasportare i nostri alleati sulla Navetta Medica: un’esperienza divertente e unica che consigliamo vivamente a ogni vero appassionato delle avventure del Nexus.