Q&A Domande e Risposte Adesso online

Rispondiamo a tutte le vostre domande e curiosità!

Speciale I Giochi più Attesi del 2011 - DS e 3DS

DS, 3DS: i più attesi del 2011

Articolo a cura di
Nicolò Pellegatta Nicolò Pellegatta va matto per il chinotto, i fumetti europei (anche quelli francesi), non sopporta le code. Ha un debole per i videogiochi giapponesi, ma Kojima proprio non gli sta simpatico. Apprezza i giochi di breve durata, ma poi finisce sempre per iniziarne uno da 40 ore! Dissuadetelo su Facebook, Twitter o su Google Plus.

Il mercato del videogioco portatile è attualmente in fermento, tra console vecchie e nuove, i telefoni cellulari che richiamano il loro posto all'interno del gaming da passeggio. Se di questi dodici mesi non possiamo certo lamentarci, il 2011 si prospetta come l'anno del cambiamento, facendo dei sistemi portatili la culla delle future tendenze in fatto di videogiochi che ritroveremo nei prossimi anni nelle più importanti piattaforme casalinghe. Un'importante incubatrice che vede vecchie e nuove idee coesistere armoniosamente, nell'attesa che gli sviluppatori scelgano in massa come comportarsi di fronte al nuovo che avanza.

Nintendo DS

Per il portatile a due schermi di Nintendo, lanciato ormai sei anni fa è il momento di andare in pensione. La casa di Mario ha già esplicitamente confermato come il supporto a tale console scemerà ben presto in favore del futuro Nintendo 3DS, evitando così l'imbarazzante transizione da Game Boy Advance a Nintendo DS avvenuta a suo tempo con titoli poco ispirati per il 32 bit nel corso della sua parabola discendente (eccezion fatta per Mother 3).
Per questo sono pochi gli arrivi sul due schermi ad oggi annunciati, ma non certo privi di interesse.

Ghost Trick: Phantom Detective
Dal team di sviluppo responsabile della serie Ace Attorney, ecco arrivare un nuovo detective esperto dell'occulto e delle affermazioni paranormali.

La trama vede costui morire proprio all'inizio dell'avventura, ma la sua vera missione avrà inizio non appena il suo corpo assumerà le fattezze di un fantasma: attraverso un meccanismo di possessioni, telecinesi e quant'altro rientri nei poteri convenzionalmente attribuiti a un ectoplasma, il detective s'impegnerà allo scopo di rendere il mondo dei vivi un posto migliore. Ghost Trick presenta una matrice tipicamente nipponica, incentrato su imprescindibili dialoghi e uno stile grafico allampanato: tra puzzle game e sessioni cervellotiche il giocatore avrà modo di conoscere l'esatta distanza che esiste tra al vita e la morte, nonché la loro immancabile connessione.

Pokèmon Bianco e Nero
GameFreak fa tesoro delle critiche mosse alla serie Pokèmon e imbastisce i due nuovi episodi della serie all'insegna della connettività e del rifacimento grafico. Bianco e Nero appariranno per la prima volta in una veste interamente poligonale con edifici imponenti, animazioni durante le battaglie e un ciclo stagionale oltre al classico giorno/notte. Di fronte alle molte novità introdotte dai nuovi episodi, il conto di 100 nuovi Pokèmon appare decisamente in secondo piano: battaglie 3 contro 3, Rotation Battle, nuove funzioni per il Pokèwalker, una connettività wireless ancor più integrata all'interno del gioco e nuove competizioni come il Pokèmon Musicals, Battle Subway e la crociera Royal Isshu.
Saluato dalla stampa nipponica in maniera entusiasta e graziato da più di quattro milioni di copie piazzate in Giappone, Pokèmon Bianco e Nero giungeranno in Primavera anche sugli schermi europei.

Okamiden
Più che il fratellino minore dell'amatissimo Okami, Okamiden sfrutta la console DS e il suo schermo tattile al fine di ricreare la tipica porosità della scrittura su carta nipponica. Un segno netto al tronco di un albero e questo sarà tagliato in due parti liberando un passaggio ostruito, oppure un cerchio attorno al nemico per paralizzarlo e attaccarlo con maggior libertà, ideogrammi da scarabocchiare per evocare magici protettori.

Okamiden riprende la poesia e l'atmosfera toccante del capolavoro Clover per la gioia sopratutto di chi sogna ancora il mondo sollevato da una pergamena dello sfortunato titolo d'esordio per Playstation 2.

Mario vs. Donkey Kong: Mini-Land Mayhem
Inarrestabile la marcia dei Mini-Mario. Ecco ritornare il platform a schermate fisse da giocarsi come un puzzle game: livelli da modificare in punta di stilo, aprendo passaggi, costruendo rampe, varcando porte.

Dopo l'esordio su Nintendo DS e poi un minuto capitolo per Dsiware, la serie torna con Mario vs Donkey Kong Mini-land Mayhem questa volta concepito interamente attorno al controllo tattile e alla collabroazione tra i piccoli robottini dall'effige di Mario, Peach, Toad in marcia verso il covo ove Donkey Kong tiene nascosta Pauline, la storica fidanzata di Mario ai tempi di Donkey Kong (1981).

Ace Attorney Investigations: Miles Edgeworth 2
Quello che doveva essere soltanto un excursus per la serie forense di Capcom si trasforma in un avvincente filone parallelo in cui al protettore Phoenix Wright preferiamo i panni di Miles Edgeworth, l'accusa in pressochè tutti gli episodi della serie.
Se il primo capitolo ebbe il merito di introdurre una nuova prospettiva narrativa e rinfrescare il gameplay con nuove soluzioni per incastrare l'imputato, Miles Edgeworth 2 promette storie meglio sviluppate e più coinvolgenti. Sul fronte della struttura ludica si fanno strada gli Scacchi Logici, serrate argomentazioni da contrapporre a chi difende il (presunto) malandrino: il tempo scandisce inflessibilmente tale sequenza di gioco, mentre Edgeworth deve lavorare d'intelletto nel tentativo di scardinare la logica d'affermazioni dell'interrogato e compiere il suo Scacco Matto.

Ninokuni
Strabiliante sinergia tra lo Studio Ghibli e Level-5. Ninokuni per nintendo DS è un JRPG dai toni classici, impreziosito dai colori pastello degli autori de La Città Incantata e ammorbidito dalle musiche di Joe Hisaishi. Un'avventura sospesa tra la realtà e la fantasia di una dimensione parallela in cui il protagonista e il suo buffo accompagnatore incontreranno personaggi emozionanti.
Il gameplay si poggia sullo schermo tattile e su un pesante librone sul quale saranno indicate le magie da scarabocchiare sul touch screen nel corso dei combattimenti.
Già disponibile in Giappone da qualche settimana, la versione DS di Ninokuni è già stata confermata per l'Europa. Nel 2011 dovrebbe inoltre uscire anche la versione Playstation 3.

Nintendo 3DS

Presentato in pompa magna nel corso del passato E3, il Nintendo 3DS rinfresca la filosofia del due schermi Nintendo attraverso una tecnologia 3D e un giroscopio annesso. Pur conoscendo non pochi dettagli dell'hardware, ad oggi abbiamo avuto ben poche occasioni di trovarci faccia a faccia con il nuovo handheld che apparirà sugli scaffali di prepotenza il prossimo Marzo. Siamo certi che al cambio di calendario ci saranno più occasioni per scambiare quattro chiacchiere con il successore di Nintendo DS, ma ad esser sinceri più che le specifiche hardware ci interessa la line up prevista. Sfortunatamente molti dei titoli annunciati non hanno ancora una data d'uscita ben definita, inoltre le informazioni su molti dei progetti scarseggiano. Ci limitiamo quindi a presentare la line-up nella sua globalità, senza scendere troppo nei dettagli per la stringatezza delle informazioni.

Nintendo ha come di consueto promesso buona parte dei propri storici franchise per la nuova piattaforma, inclusi i remake di The Legend of Zelda Ocarina of Time (giusto per fare il paio con Super Mario 64 DS ai nastri di partenza dell'esperienza tattile nel 2004) e Lylat Wars. A fronte di numerose demo tecniche o prodotti ancora acerbi, ci sono sembrati meritevoli di attenzione Kid Icarus Uprising, titolo che segna il ritorno dell'angelo Pit dal 1991 anno del suo debutto sugli schermi monocromatici del Game Boy. Il gioco in questione dovrebbe essere una sorta di shooter a scorrimento, modellato semmai sulle dinamiche già viste nel recente Sin & Punishment 2 (su Wii). Anche Pilotwings Resort con la tecnologia stereoscopica convola felicemente a nozze.
Ancora in alto mare appaiono il nuovo capitolo di Paper Mario e Mario Kart 3DS, nonché una già prevista quinta versione di Animal Crossing. Il discretamente atteso Nintendogs+Cats attualmente affonda nella nebbia dell'ignoto, tant'è che Nintendo ancora si è guardata bene dallo spiegare l'interazione con i felini domestici e la maniera con cui il gioco si interfaccerà con la connettività del 3DS.

Gli sviluppatori nipponici hanno già confermato il loro pieno supporto alla macchina, sebbene al momento latitano le idee originali in favore di un interesse per l'upgrade grafico: Namco è già al lavoro su un episodio di Ace Combat, di Dragonball, di Gundam, di Super Robot Wars e di Ridge Racer. Capcom arma ben due Resident Evil , Revelations e Mercenaries 3D. In questo caso i dettagli si fanno più cospicui.

Mercenaries 3D, infatti, sarà una versione Handheld dell'omonimo game mode presente nell'ultimo titolo della saga principale. I giocatori dovranno fare gioco di squadra per eliminare i nemici in un limite di tempo. Nell'incarnazione per Nintendo 3DS, il gioco supporterà la modalità WiFi co-op a due giocatori, e non seguirà alcuna trama. I controlli saranno ridisegnati per le nuove caratteristiche della console, e con l'uso del touch screen verrà implementata anche una visuale in prima persona.

Revelations seguirà invece una storia completamente inedita, ambientata inizialmente all'interno di una nave da crociera infestata da zombie. Il gioco si colloca temporalmente tra Resident Evil 4 e Resident Evil 5, e seguirà le gesta della task force anti-contaminazione BSAA. Chris Redfield e Jill Valentine vengono confermati come i personaggi principali, ma la rivista mostra la presenza di altri personaggi appartenenti alla squadra. Secondo le prime dichiarazioni, il gioco ha l'intenzione di ritornare alle origini della serie, dispensando in abbondanza fasi esplorative e elementi puzzle, in quello che viene definito un survival horror vero e proprio.

Sempre da Capcom arriverà anche Super Street Fighter IV in sinergia con Dimps che i sistemi portatili li conosce discretamente. Tecmo promette Dead or Alive Dimensions, ennesimo remake del secondo capitolo, e un qualcosa legato a Ninja Gaiden. Konami ha già all'opera i propri studi su Metal Gear Solid 3 Snake Eater 3D, Love Plus 3D e un nuovo Contra, mentre Level 5 sta preparando una nuova avventura per il professor Layton (Professor Layton e la maschera dei miracoli) e un crossover con Phoenix Wright.
Proprio attorno a quest'ultimo titolo si sono assiepate le speculazioni dell'utenza: l'incontro fra i due protagonisti dovrebbe semplicemente apporre le meccaniche dell'una e dell'altra serie. Dietro il profilo di una lieve incoerenza, potrebbe però celarsi una trama discretamente articolata ed una varietà senza pari.