Destiny 2: Cala La Notte Adesso online

Affrontiamo il Cala la Notte di Destiny 2!

Speciale I Giochi piu' Attesi del 2012 - Nintendo 3DS

Una carrellata dei Most Wanted per Nintendo 3DS

speciale I Giochi piu' Attesi del 2012 - Nintendo 3DS
Articolo a cura di
Francesco Fossetti Francesco Fossetti scrive di videogiochi -fra una cosa e l'altra- da più di dieci anni, e non ha ancora perso la voglia di esplorare il mercato con vorace curiosità. Ammira lo sviluppo indie e lo sperimentalismo, divora volentieri tutto il resto. Lo trovate su Facebook, su Twitter e su Google Plus.

Dopo un inizio non certo esaltante, la line up del Nintendo 3DS si è letteralmente riempita di titoli decisamente validi, mentre Super Mario 3D Land ha svolto egregiamente il ruolo che gli competeva: quello di vera e propria Killer Application.
Anche nel 2012 i titoli di rilievo sono molti, e molti altri saranno sicuramente presentati entro l'anno. Del resto la Grande N non è nuova ad “annunci lampo”, con titolo che escono pochi mesi dopo il Debut Trailer. E allora teniamo le orecchie ben dritte, e gli occhi puntati invece sui titoli già confermati, che rappresentano un lauto banchetto per tutti i giocatori.

Nintendo 3DS - I giochi più attesi del 2012

Luigi's Mansion 2
Titolo di lancio del mai dimenticato Game Cube, Luigi's Mansion è rimasto saldo nel cuore dei fan di Nintendo, grazie ad un sistema di gioco immediato, un tono scanzonato ed un’esperienza decisamente distante da quella classica dei platform “baffuti”. E' dunque elevatissima l'aspettativa per il suo sequel, che debutterà il prossimo anno su Nintendo 3DS.In Luigi's Mansion 2 torneremo a percorre nei panni del tremolante Luigi manieri lugubri, giardini costellati di lapidi ed alberi contorti.

Il feeling è assolutamente identico a quello restituito dal primo episodio: l’eroe (si fa per dire) è costantemente a metà tra una infantile curiosità ed una irrefrenabile voglia di scappare a gambe elevate, ed il giocatore quasi si diverte nel condannarlo a mostrare un coraggio che non gli si confà affatto. Nel gioco Luigi sarà chiamato ad esplorare più di un castello, e siamo davvero curiosi di scoprire quali soluzioni adotterà Nintendo per caratterizzare gli ambienti di gioco.
Luigi’s Mansion 2 è un titolo che convince anche per quel che riguarda le potenzialità tridimensionali della macchina Nintendo, con i volumi delle stanze, i movimenti in profondità dei personaggi che danno assolutamente un qualcosa in più ad un titolo che punta di certo molto sull’atmosfera.

Layton Vs Phoenix
Level 5, team di sviluppo molto attivo sul fronte delle console portatili firmate Nintendo, ha stupito tutti annunciando un Cross Over assolutamente inaspettato. Il gentleman più elegante di Londra, quel Professor Layton che in Giappone ha già all'attivo due trilogie, incontrerà niente meno che Phoenix Wright, in un titolo dalle dinamiche ibride.

Il titolo racconterà la storia di una fanciulla accusata di stregoneria. Mentre Layton andrà in giro a raccogliere indizi, Phoenix Wright non dovrà esaminare i testimoni, ascoltando le dichiarazioni di ognuno, e osservando le loro reazioni attraverso interrogatori incrociati. Questo permetterà di identificare le varie contraddizioni nelle dichiarazioni dei gruppi di testimoni, e smontando così le tesi dell'accusa. Al momento non è ancora ben chiaro quale sarà il gameplay nelle fasi dedicate al Professor Layton. La pseranza è quella che il team sappia amalgamare al meglio i due aspetti.

Resident Evil: Revelations
La saga di Resident Evil è già apparsa sul portatile Nintendo, ma con un capitolo non certo eccellente: una versione portatile della modalità extra “mercenari”. Capcom ha però promesso ai suoi fan un ritorno in grande stile sulla console a due schermi. Revelation dovrà rappresentare infatti un “ritorno alle origini”, segnando la riscoperta delle ambientazioni claustrofobiche dei primi capitoli, ricche di nemici in agguato e di enigmi ambientali. In Revelation verranno raccontate le vicende di una team della BSSA, chiamato ad indagare su una nuova minaccia biologica.

La varietà di ambientazioni sembra essere garantita: navi in balia delle onde nel centro del mar mediterraneo e carcasse di aerei cadute in desolate zone artiche, mentre il giocatore controlla alternativamente Jill e Chris. L’atmosfera sembra essere quella giusta, il ritmo ben scandito tra fasi tranquille ma sempre appese ad un filo e gli scontri a fuoco con i nemici, più coriacei che mai. La paura derivata dall’inquietudine, dalla sensazione di essere in balia degli eventi, scarsamente preparati per affrontarli, pare esserci tutta. Un sistema di controllo più dinamico di quello del quinto episodio convince senza strafare. Esaltante anche il comparto grafico: ad oggi Revelations sembra essere il gioco più curato tecnicamente su Nintendo 3DS, spingendone probabilmente al massimo le attuali capacità, fra ottimi effetti di luce ed un 3D pieno e funzionale. Le premesse per un ritorno in grande stile della serie sembrano esserci tutte.

Ni No Kuni (NDS)
Ni No Kuni è un toccante gioco di ruolo fantasy, in arrivo, oltre che su Playstation 3, anche su Nintendo DS. La storia racconta di Oliver, un giovane che si imbarca in un viaggio in un mondo parallelo per diventare un mago allo scopo di riportare in vita la madre morta di recente. 


Il titolo si presenta quindi come un racconto fantastico e fortemente emotivo, valorizzato dall'eccelso lavoro di caratterizzazione ad opera dello studio Ghibli, ormai famoso per la sua leggerissima poetica visiva. Su Nintendo DS le atmosfere magiche legate al tratto del team non vengono inalterate di una virgola.. A livello ludico, Ni No Kuni propone un combat system che si basa sull'utilizzo di diverse magie e creature “addomesticate”, sposandolo con le illimitate possibilità della libera esplorazione di un mondo molto vasto. Il battle system mescola quindi azione e strategia, con l'utilizzo dei personaggi del party e di piccoli folletti che è possibile richiamare sul campo di battaglia. Una delle particolarità della versione portatile è quella che alcune magie vanno eseguite disegnando rune sul touch screen della console, contenute in un libro che sarà disponibile nella confezione di gioco.

Kid Icarus Uprising
Erano anni che Kid Icarus era scomparso dalle scene, ritenuto da Nintendo forse troppo poco adeguato ai tempi che corrono. Inaspettatamente, l'angelico fanciullo ritornerà il prossimo anno su Nintendo 3DS, con un videogame che si accosta, dal punto di vista ludico, agli on rail shooter modellati sulla base di Sin & Punishment. Il prodotto mostra però un carattere tutto suo, alternando di fatto alle “sparatorie aeree” delle fasi a terra più simili a quelle di uno Zelda qualunque.

Il gameplay si avvale di una profondità visiva incredibile grazie allo schermo 3D, destreggiandosi tra combattimenti aerei e oscuri dungeon, riportando in auge i temutissimi nemici del capitolo NES. Il gioco proporrà anche un comparto multiplayer (purtroppo solo in locale) e qualche funzionalità legata alla Realtà Aumentata, mostrando un'attenzione particolare per le caratteristiche inedite del portatile. Alle prime prove, Uprising appare un titolo veloce, dinamico, estremamente divertente.
Occorre certamente fare l'abitudine al sistema di controllo "a terra", ma per ora l'impressione è che il titolo sviluppato da Sakurai e compagnia possa essere un grandi capolavoro per il 3DS.

Layton The Mask of Miracle
Quella del professor Layton è una saga che ha ottenuto risultati invidiabili, trasformandosi nel corso di una sola generazione in uno dei franchise più rappresentativi delle console portatili Nintendo. Layton esordirà, dopo la sua carriera sul primo portatile a due schermi, anche sull'handheld 3D: i giocatori europei, rimasti indietro rispetto alle release nipponiche, il prossimo anno troveranno un nuovo capitolo intenzionato a rivoluzionare i canoni della saga.

Non certo quelli legati al gameplay: The Mask Of Miracle manterrà infatti la stessa formula dei predecessori, proponendosi come una raccolta di enigmi e puzzle, da risolvere in sequenza, mentre indagheremo su un fitto mistero degno del più ingegnoso detective. Tuttavia il titolo presenterà un inedito comparto grafico e tecnico: gli ambienti saranno maggiormente esplorabili ed interattivi, ed i personaggi sono stati realizzati con modelli tridimensionali finemente animati. Non resta dunque che attendere per scoprire se The Mask of Myracle rappresenta quella ventata di freschezza di cui la serie sembra aver bisogno.

Pokemon 3DS
Ogni console portatile Nintendo ha ospitato almeno una coppia di titoli dedicati ad una delle serie di maggior successo della Grande N: Pokemon. Dopo le versioni Bianco e Nero, accolte con alterne fortune da pubblico e stampa, sembra sempre più vicino un nuovo capitolo. Ancora c'è stretto riserbo riguardo al progetto, ma che qualcosa legato ai mostri tascabili sia in cantiere è stato confermato.

Certo, potrebbe trattarsi di un episodio delle serie parallele, Mystery Dungeon o Ranger, così come di una nuova edizione speciale legata sempre a Black & White (come Pokemon Platino fu per Diamante e Perla). In quest'ultimo caso il supporto al 3D non dovrebbe essere troppo difficile da aggiungere, in un titolo che già sfoggiava un'ottima grafica poligonale
Oppure, chissà, potremo finalmente vedere un episodio più coraggioso, che cambi la formula di base per proporci un sistema di combattimento inedito, magari più spettacolare. Non ci resta che attendere.

Zelda 3DS
Ci sarà. Non sappiamo quando, e probabilmente non sarà tanto presto, ma uno Zelda portatile arriverà certamente. Quale sarà stavolta l'approccio di Nintendo? Un sequel diretto di Four Swords, proprio dopo la riproposizione di questo classico sullo Store? Oppure, per la gioia dei fan, un titolo che abbia a che fare con l'immortale Link's Awakening?

Nintendo potrebbe anche seguire una strada più conservativa e rimanere nella scia di Phantom Hourglass e Spirit Tracks, nella speranza ovviamente che non tornino discutibili mezzi di locomozione, ma un altrettanto attento design di dungeon ed una ricercata direzione artistica globale.
Non ci resta che attendere qualche novità.

Extreme Escape Adventure Good People Die
999 è forse uno dei titoli più intriganti usciti per Nintendo DS. Un peccato che il prodotto sia rimasto confinato in America ed in Giappone, lasciando l'Europa orfana di un grandissimo videogame. Il team di sviluppo di questo gioiello, in ogni caso, ha già in arrivo un altro titolo: Extreme Escape Adventure.

Nel titolo vestiremo i panni di Sigma, un ragazzo che si ritrova imprigionato in un edificio insieme ad altri 8 ostaggi. Insieme, dovranno riuscire a scappare, risolvendo tutta una serie di enigmi sparsi nelle stanze dello stabile. Esattamente come 999, il titolo avrà elementi tratti dalle visual novel e momenti di gameplay esplorativo, che prevede l'analisi delle stanze e la risoluzione di alcuni rompicapo. Sfortunatamente, anche per questo prodotto non c'è una data d'uscita europea, e il fatto che il Nintendo DS non sia Region Free potrebbe rendere davvero complessa l'importazione, diversamente da quanto accadde per 999. Incrociamo le dita.

Kingdom Hearts: Dream Drop Distance
La serie di Kingdom Hearts, dopo i gloriosi inizi su Playstation 2, si è legata indissolubilmente alle console portatili, e su Nintendo DS ha all'attivo numerosi titoli. Il prossimo capitolo ufficiale arriverà su Nintendo 3DS, e si intitolerà Dream Drop Distance. Il gioco sembra voler aggiungere pepe ad una formula ormai collaudata, che in effetti necessita di qualche cambiamento.

La storia non offre spunti particolari: dopo la distruzione di Ansem e Xemnas per mano di Sora, il malvagio Xehanort è ritornato in vita. Per risolvere questa intricato problema il maestro Yen Sid ordina a Re Topolino di richiamare Sora e Riku, per fargli intraprendere il lungo e difficile percorso. A livello ludico, improvvisi cambi di protagonista imporranno al giocatore di controllare alternativamente Sora e Riku, mentre il gameplay dovrebbe risultare più dinamico, soprattutto per le nuove possibilità acrobatiche del duo: i personaggi si librano in aria, rimbalzano sui muri, scivolano lungo alcune rampe e attaccano i nemici roteando attorno ai lampioni della città.

Paper Mario
Quella di Paper Mario è una serie che corre parallela alla principale, e che in passato ha riservato ai giocatori molte soddisfazioni, esplorando con successo diversi generi, dall'RPG all'insolito platform multidimensionale.

Il capitolo per 3DS torna ad abbracciare dinamiche molto simili a quelle di Mario & Luigi, proponendo dunque sostrato ruolistico di fondo, fatto si mosse speciali, oggetti e sempre tanto tempismo, dal momento che tutti gli attacchi possono essere potenziati eseguendo un'azione con il giusto tempismo. L'esplorazione dei mondi, invece, sarà più simile ad un platform, regolata come sempre da un sapiente backtracking, che ci permetterà di esplorare nuove zone una volta acquisite le giuste abilità.

Animal Crossing
Animal Crossing è, come ben sanno i molti fan del gioco, un titolo particolare. Si tratta di una sorta di "simulatore di villaggio", che propone un approccio molto delicato ma senza dimenticare potenti elementi ludici. La particolarità del prodotto è sempre stata quella di accordarsi all'orologio della console, per far scorrere le stagioni ed i giorni seguendo il calendario reale.

In Animal Crossing 3DS tornerà ovviamente questa formula, assieme però a tanti altri elementi inediti per la serie: in questa versione potremo ad esempio impersonare il Sindaco , nuotare nel mare, oppure indossare nuovi capi d'abbigliamento, ed interagire in maniera più profonda con gli altri abitanti del villaggio. Il titolo offre inoltre una veste grafica migliorata, e supporta un comparto online che permetterà ai giocatori di visitare i villaggi dei propri amici.

Nano Assault
I due capitoli di Nanostray hanno significato molto per gli amanti degli scrolling shooter. Il primo episodio fu uno dei titoli in grado di spremere al massimo l'hadrware del DS, e le ottime dinamiche di gioco proposte si sono poi cementate grazie al sequel. Ora Shin'en e Majesco propongono su 3DS Nano Assaul, uno sparatutto che mira a rinnovare la formula di gioco.

La sua particolarità è infatti quella di lasciare al giocatore la libertà di muoversi nell'ambiente di gioco, facendo fuoco nelle quattro direzioni. A volte, giocando sulla prospettiva, il titolo invece “incatena” le astronavi in strutture con un proprio centro di gravità, per un'esperienza simile a quella di Superstardust HD. L'ottima varietà di bombe e colpi speciali, ed una grafica come sempre molto curata, lo rendono un titolo da tenere d'occhio.

Heroes of Ruin
Sviluppato da nSpace e pubblicato da Square-Enix London, Heroes of Ruin è un particolarissimo actio-RPG che sfrutterà pienamente le potenzialità di connessione wireless del Nintendo 3DS. L’avventura sarà interamente completabile in cooperativa con tre amici, disponendo del supporto della chat vocale per comunicare e delle sfide giornaliere promesse dal team tramite SpotPass.

La produzione mette a disposizione del giocatore quattro eroi alla ricerca di una fantomatica cura per Ataraxis, sovrano della città di Nexus, colpito da una terribile malattia in un periodo di fragile pace dopo cento anni di guerra. I quattro rappresenteranno i più classici stereotipi dell’action rpg: il mago, lo spadaccino, il combattente corpo a corpo ed il tiratore, in grado di sfruttare la sua abilità con le armi da fuoco. Intrecci e sotterfugi faranno da sfondo a questo promettente RPG.

Fire Emblem 3D
Il mitoco Fire Emblem torna nel 2012 con un titolo espressamente dedicato al Nintendo 3DS. Al momento non si conoscono moltissimi dettagli sulla produzione, se non che riprenderà in maniera quasi totalitaria le meccaniche tattiche che hanno reso famosa la serie.

Le missioni in cui ci imbatteremo (rigorosamente a sfondo storico) prevederanno dunque la sconfitta del condottiero nemico, la conquista di un avamposto e via discorrendo. Tutto si giocherà in battaglie suddivise in due fasi: la prima “strategica”, con il posizionamento sul territorio delle nostre truppe; la seconda di scontro diretto, con battaglie (a turni) che beneficieranno interamente del supporto tridimensionale stereoscopico. Lo stile grafico ricorda quello di Advance Wars, con un’attenta modellazione dei protagonisti ed effettistica di buon livello ad accompagnare ogni colpo.

Crush 3D
Quello dei Puzzle Game è un genere che ben sia adatta alle piattaforme portatili. Ecco dunque che i possessori di un Nintendo DS salutano con piacere Crush 3D, un ingegnoso puzzle game che gioca con le prospettive per offrire intricati puzzle ambientali. La particolarità del titolo è quella di permettere la possibilità di cambiare prospettiva da 2D a 3D, mentre il giocatore cerca di risolvere rompicapi da strizzacervelli.

Il titolo racconta la storia di Danny, un personaggio curioso che si offre volontario per testare la fantastica macchina C.R.U.S.H. di un amico. Questa invenzione gli conferisce lo strabiliante potere di esplorare i suoi sogni e le sue paure, ma presto la macchina intrappolerà Danny nel suo subconscio. In questo strano mondo irreale, il giocatore potrà ruotare la telecamera secondo sei principali angolazioni, e poi “schiacciare” la prospettiva per scoprire nuove strade create proprio dall'appiattimento. Ingegnoso e originale, questo è uno dei titoli più prometteti per 3DS.

Mario Tennis
L'idraulico baffuto ha fatto proprio di tutto, impegnandosi praticamente in qualsiasi sport e attività all'aria aperta. Una delle sue performance migliori l'ha ottenuta nei panni di un tennista, ed ecco quindi spiegata l'attesa per il nuovo episodio sportivo in 3D.

Il titolo, ovviamente molto arcade, è il sequel di quel prodotto divenuto celebre durante la generazione Nintendo Gamecube e riproposto anche su Nintendo Wii. La versione 3DS aggiungerà un nuovo schema di controlli basati sul giroscopio interno della console portatile. Al di là di questo, torneranno i colpi speciali, divertenti e colorati, alla base di una tattica degli scontri tutta particolare. Si spera in un supporto per l'online che sappia valorizzare le indubbie qualità del prodotto.

Shin Megami Tensei: Devil Survivor 2 (NDS)
Si sa ancora poco di questo RPG firmato Atlus, se nonc he come il precedente sarà un piccolo gioiello di profondità, strategia e focalizzazione ruolisitica.

Il gioco vedrà 13 devil summoners combattere contro un esercito invasore.
Come sempre, oltre a prender parte a combattimenti serrati, dovremo gestire attentamente i rapporti fra i vari personaggi, stavolta tendendo d'occhio un inedito sistema di amicizie, che influirà direttamente sul comportamento dei PG in combattimento.

Inazuma Eleven 2 (NDS)
Inazuma Elevn è un particolarissimo gioco di ruolo: dedicato al mondo del calcio, propone un approccio tattico agli scontri, giocati sia gestendo il posizionamento dei giocatori, i passaggi e le tattiche, sia esibendosi in tiri speciali da potenziare proprio grazie ad un elegante sistema ruolistico, che di fatto ha decretato l'enorme successo del titolo Level 5 in Giappone.

Finalmente il primo episodio è stato sdoganato anche in Italia, dove è stato accolto con discreto successo. In arrivo sempre su DS, con colpevole ritardo, il secondo episodio, Fire and Blizard. Il titolo sarà venduto in 2 versioni che differiscono per gli avversari che incontreremo durante il campionato e per alcune diverse abilità che potremo utilizzare in campo. I Prominance e i Diamond Dust saranno infatti i team speciali presenti in ciascuna edizione, di nuovo pronti ad esibirsi in acrobazie spettacolari e tiri impossibili da parare.

Bravely Default: Flying Fairy
Il lavoro di Square Enix sulle console portatili è davvero eccezionale. A fronte di un certo immobilismo dei suoi titoli per Home Console, su DS la software house si è data allo sperimentalismo più marcato, consegnandoci ad esempio l'eccelso The World Ends With You. E' con gioia che accogliamo quindi Bravely Default, un Gioco di Ruolo che sfrutta per certi aspetti la Realtà Aumentata.

Di base, il titolo resta un gioco di ruolo piuttosto canonico in apparenza: è un classico gioco di ruolo a turni, con 4 personaggi principali e un sistema di classi molto simile a Final Fantasy V. Tuttavia, quello che fin da subito lascia senza fiato è la direzione artistica, dotata di un'ispirazione che da molti anni mancava alle produzioni della casa di Final Fantasy. Gli artwork, gli ambienti di gioco, le animazioni dei personaggi, sono semplicemente perfetti, veri e propri gioielli di stile e design.

Metal Gear Solid: Snake Eater 3D
Snake Eater è un capolavoro. Senza mezzi termini, il terzo stealth game di Kojima rappresenta il punto più alto del genere e della particolare filosofia videoludica del geniale game designer. Ambienti avvolgenti, trama profonda ed emotiva, gameplay praticamente perfetto: ogni elemento è al suo posto, per quella che è un'esperienza davvero imperdibile.

Ecco dunque il motivo di tanta attesa per una riedizione portatile dedicata al 3DS. Snake Eater 3D ripercorrerà ovviamente le vicende già raccontate, ma aggiungerà tante novità, ovviamente pensate per sfruttare al massimo la console: 3D stereoscopico, utilizzo dello schermo touch screen, sistema di camuffamento tramite fotocamera e utilizzo del giroscopio. Non vediamo l'ora di metterci le mani.

Monster Hunter 3G
Monster Hunter non è un gioco. È un vero e proprio fenomeno sociale. In Giappone, il titolo è quello che ciclicamente si trova a guidare le vendite dalla console, macinando numero impressionanti. Dopo una parentesi casalinga con Monsterh Hunter Tri, la serie ritorna su portatile, un ambiente dove sembra proliferare al meglio.

La versione 3G non muta ovviamente la formula di fondo: propone ai giocatori lo stesso contesto, per un action RPG basato sulla caccia di gigantesche creature. Il potenziamento dei personaggi avviene come sempre costruendo armi e armature grazie ai materiali recuperati sul campo, mentre la dimensione sociale, grazie al supporto per il multiplayer, non viene mai a mancare. L'ultima versione mira a stupire il popolo con una grafica in 3D, controlli tramite touch screen, migliorati anche grazie al supporto del secondo stick analogico offerto con la nuova periferica sviluppata da Nintendo. Immancabili poi nuove viverne da catturare, per un prodotto da annoverare sicuramente fra i più attesi.

Code of Princess
Code of Princess è un action game a scorrimento laterale in arrivo su Nintendo 3DS. Il titolo persenterà un substrato ruolistico, legato alla gestione dell'equipaggiamento dei personaggi. Sceso in campo, il giocatore potrà muoversi tra due linee parallele, in maniera simile a quanto avviene in Guardian Heroes.

Si potranno vestire i panni di diversi personaggi, e giocare in modalità multiplayer sia competitiva che in co-op fino a 4 giocatori. Il comparto stilistico si avvicina molto a quello, tipicamente nipponico, che ricorda i manga orientali. Molta attenzione è infusa nella realizzazione dei personaggi e delle loro animazioni, mentre i fondali sembrano meno curati. Vedremo come questo action dal sapore retrò si comporterà nella già folta line up della console.

Rhythm Thief
Quella di Rhythm Thief è una storia delle più canoniche. Ralph, il protagonista, è un ladro gentiluomo che, nella cornice della meravigliosa Parigi (rigorosamente riprodotta in 3D), ha il pallino per le opere d’arte, rubate e riconsegnate il giorno dopo. Il suo vero scopo, in realtà, è trovare un misterioso manufatto custodito al Louvre, grazie al quale il nostro eroe potrebbe mettersi sulle traccie del padre, scomparso in circostanze poco convincenti.

Il titolo SEGA si presenta all’utenza con un’accattivamente veste grafica da anime nipponico: un gradevole mix tra Lupin ed il Professor Layton. Le piacevoli visuali agghindano un gameplay fatto di puzzle musicali, atti a sostenere le fasi d’intrusione nei musei e di furto degli oggetti d’arte messe in pratica dal nostro Ralph. Un mix che potrebbe far pensare all’incrocio tra le avventure di Layton (meno cervellotiche, in questo caso) ed il favoloso Ouendan!

Dragon Quest Heroes: Rocket Slime 3
Rocket Slime 3 è uno spin off di tipo action-adventure della fortunata safa Dragon Quest Rocket Slime, che si staglia parallela al famosissimo Dragon Quest sin dai tempi del Gameboy Advance.

In questo episodio saremo nuovamente in controllo dei simpatici slime colorati, in un’avventura ambientata tra isole e mari da esplorare. Solcheremo le onde con la nostra imbarcazione completamente personalizzabile, grazie alla quale, nel corso della progressione, ingaggiare battaglie senza quartiere contro ciurme di pirati. Il titolo sfrutterà, oltre alla visuale stereoscopica in tre dimensioni, le funzionalità online del 3DS tramite il nuovissimo SpotPass. Dal punto di vista visivo, invece, il titolo recupererà il classico stile Toriyama che ha da sempre caratterizzato la saga.

Dynasty Warriors VS
Sviluppato da Omega Force (gli stessi che hanno curato e curano la versione home) Dynasty Warriors VS è incaricato di trasportare le fortune della serie Dynasty Warriors su 3DS.

La formula, chiaramente, non cambia di una virgola: mantenendo il substratum da beat’em up a scorrimento il titolo proporrà molto probabilmente qualche nuova battaglia nel mitico Giappone feudale, da affrontare -questa volta- anche in compagnia di tre amici, impersonando quattro diversi condottieri che si daranno battaglia per la conquista del territorio del Sol Levante. Qualche nuova dinamica legata al touch screen ed alle varie potenzialità della portatile Nintendo proverà a portare una ventata di freschezza in una serie sempre molto popolare in Giappone.

Theatrhythm: Final Fantasy
Da Square-Enix, tra le decine di progetti in cantiere, arriverà nel 2012 anche un particolarissimo spin-off musicale dedicato alla serie Final Fantasy.

In Theathrythm: Final Fantasy ripercorreremo alcuni dei momenti più significativi della storia del brand (cut scene, esplorazione) guidando a suon di ritmate pressioni sul touch screen i protagonisti a schermo. Ogni sezione sarà affiancata dal suo tema, con oltre cinquanta brani tratti dai combattimenti e dai filmati dei vari Final Fantasy. Si aggiungeranno gli immancabili combattimenti, da portare a termine districandosi tra interminabili combo musicali che sfrutteranno ognuno dei quattro personaggi del party, sempre tratti da questo o quel Final Fantasy.

King of Pirates
Dopo le dimissioni da Capcom Keiji Inafune inizia la sua personalissima avventura con un gioco di ruolo dedicato al Nintendo 3DS. King of Pirates, ispirandosi liberamente alle vicende di Sangokushi, porterà sugli schermi stereoscopici delle nostre console l’originale storia di un pinguino pirata che combatte per rivendicare la supremazia sui mari nei quali l’intera avventura sarà ambientata.

Ad affiancarlo tantissimi personaggi (si parla di oltre trecento) che, nel prosieguo, mostreranno peculiarità e debolezze a seconda di come verranno impiegati in battaglia. Battaglie che, a detta di Inafune, si divideranno in due tipologie: quelle navali e quelle tra gli eroi stessi, entrambe in grado di far maturare -in modalità ancora sconosciute- il nostro equipaggio. King of Pirates, dal desing visivo ancor non ben definito, sembra comunque puntare tutto sulla componente narrativa, con un script già vastissimo che prevede ben tre episodi e che ci vedrà percorrere un lasso temporale di centinaia d’anni, con tanto di discendenze e dinastie a proseguire ed influenzare le battaglie.

Beyond the Labyrinth
Grande attesa per l’arrivo, in questo caldissimo 2012, di un nuovo JRPG targato Tri-Ace, oramai super-esperta nel settore portatile. In questo curioso gioco ci troveremo catapultati in uno strano labirinto, apparentemente costituito dalle rovine di una civiltà antica. Aiutati da una misteriosa ragazza dai capelli celesti, il nostro obiettivo sarà quello di risalire i livelli della struttura per raggiungerne finalmente l’uscita.

La componente principale del gameplay sarà dunque l’esplorazione dei labirinti tridimensionali, sicuramente coadiuvata dalle feature stereoscopiche della console Nintendo. Immancabili, naturalmente, anche i combattimenti con la moltitudine di creature che popoleranno il labiritno, che sfrutteranno un battle system davvero molto particolare. Si tratterà di un sistema vagamente basato sul gioco della Morra Cinese, con tre attacchi a disposizione in grado di nuocere a diverse tipologie di creature. Starà dunque al giocatore scoprire le migliori combinazioni, stando ben attento ad impedire il recupero dei punti ferita che, nella migliore iniezione tattica, rimarranno “sospesi” sul terreno di scontro nel corso della battaglia, dando così una chance di recupero. Lo stile visivo è dei più classici, con una ricerca artistica tipicamente ispirata agli anime più in voga in Giappone ma dei personaggi, nel dettaglio, ancora non si sa nulla più della possibilità di guidare un party da quattro.