I Giochi più Attesi del 2016 per PlayStation 4

I videogiochi più attesi per PS3. Da Uncharted 4 a Horizon Zero Dawn, passando per The Last Guardian, Ratchet & Clank, NieR Automata e Gravity Rush 2.

speciale I Giochi più Attesi del 2016 - PlayStation 4
Articolo a cura di

E' impressionante il numero di esclusive in dirittura d'arrivo su PlayStation 4: alle produzioni dei team interni si affiancano i titoli di quei publisher - generalmente nipponici - che hanno preferito l'hardware Sony. Messo da parte il ciclone Uncharted, che a primavera si ripropone di scuotere il canone dell'action adventure, il 2016 dovrebbe essere l'anno di The Last Guardian e Horizon; e anche se il condizionale è d'obbligo, soprattutto quando si parla del Team ICO, fra ispirate produzioni digitali e titoli ad alto budget, l'annata di Sony sembra veramente esplosiva. Senza dimenticare i giochi multipiattaforma, che andranno ad arricchire un catalogo già incredibilmente ricco.

Esclusive PS4

Yakuza 6

In uscita a dicembre del 2016, Yakuza 6 segna un passo importante per la serie firmata SEGA, che finalmente esordisce sull'hardware dell'attuale generazione. Non cambiano le atmosfere, protagonista e setting del gioco: ci troveremo di fronte ad un'altra avventura dell'inossidabile Kazuma Kiryu, come sempre intento a misurarsi con le questioni della malavita giapponese, in quartieri ispirati a quelli di Tokyo. Sono proprio le luci, le strade, i negozi della grande metropoli a comporre quella splendida cornice culturale che rappresenta da sempre uno degli elementi distintivi della saga. A livello di gameplay, dobbiamo aspettarci scontri più dinamici, e la possibilità di esplorare vicoli e tetti della città. Oltre alla componente free-roaming, anche quella tecnica è stata migliorata: sono aumentati i dettagli poligonali e l'espressività dei protagonisti.

Uncharted 4

Senza ombra di dubbio l'esclusiva Ps4 più attesa per il prossimo anno. A Thief's End sarà il capitolo finale delle avventure di Nathan Drake, summa dell'esperienza maturata da Nauthy Dog. Uncharted 4 si presenta come la nuova frontiera dell'action adventure: le scalate dinamiche sono vivacizzate dalla presenza del rampino e di un chiodo da rocciatore che le rende meno ingessate, mentre l'estensione delle aree di gioco permette di passare senza soluzione di continuità da sparatorie frenetiche a momenti stealth. Da urlo il profilo tecnico, impressionante la recitazione. Anche la sceneggiatura sembra promettere grandi cose, indagando il rapporto fra Nathan ed il fratello Sam.

The Tomorrow Children

Il nuovo titolo di Q-Games è uno dei progetti più stravaganti e particolari in arrivo su PlayStation 4. Si tratta, in buona sostanza, di un gioco massivo in cui delle comunità di giocatori lavorano per far prosperare delle piccole città virtuali. L'estetica di gioco è ispirata alla propaganda dei socialismi dell'est, e pure l'impianto ludico segue questa concezione: la fama degli utenti, e le possibilità che gli vengono date per scolpire il mondo di gioco, dipendono dal tempo speso a lavorare per il bene comune. Al giocatore è richiesto di spersonalizzarsi, di trasformarsi in un ingranaggio del sistema, contribuendo a fornire energia alla rete elettrica o a raccogliere risorse. È un concetto di gioco molto strano, che siamo curiosi di mettere alla prova.

Star Ocean V

Non si arresta l'ondata di JRPG in arrivo su PlayStation 4. Square-Enix ci propone Star Ocean 5, Integrity and Faithlessness. Il titolo metterà il giocatore nei panni di un gruppo composto da Fedel, Miki e Lilia, tre alleati che avranno il compito di riportare la pace sul pianeta Feycreed. Cronologicamente collocato tra Star Ocean 2 e Star Ocean 3, sarà un prodotto pronto ad affrontare tematiche molto mature. Il sistema di combattimento ricorderà quello dei vecchi capitoli, tuttavia sarà meno complesso e più intuitivo. Alle battaglie prenderanno parte più di sei personaggi, ma l'utente non dovrà preoccuparsi di gestirli tutti, selezionadno invece le routine comportamentali dell'IA. Sarà come sempre molto importante gestire le relazioni fra i vari membri del party, che potrebbero sbloccare quest secondarie ed eventi speciali. Davvero piacevole il comparti stilistico, collocato nei canoni della saga e delle produzioni nipponiche, ma con un carattere deciso.

The Last Guardian

Ricomparso dopo sei anni di buio, The Last Guardian è la nuova avventura sviluppata dal Team ICO e da Fumito Ueda. Recupera le atmosfere ed il colpo d'occhio che hanno reso grandi ICO e Shadow of the Colossus, immergendoci in un mondo caduto in rovina, dove svettano le reliquie e le rovine di civiltà antichissime. Il gameplay è basato sul rapporto fra il giovane protagonista dell'avventura e lo strano grifone che lo accompagna, una creatura maestosa e fragile al contempo, probabilmente l'ultima della sua specie. Sintesi delle meccaniche viste nei due precedenti lavori del team, The Last Guardian dovrà convincerci riguardo alla solidità delle meccaniche di gioco ed alla varietà di situazioni, ma ci ha già rapito per quel che riguarda la meravigliosa direzione artistica.

Ratchet and Clank

Dopo qualche capitolo sperimentale non molto riuscito, si torna alle origini. Il nuovo Ratchet & Clank rappresenta una sorta di ripartenza per la saga, che esordisce su Ps4 e vuole accompagnare l'uscita del film d'animazione in arrivo ad aprile nelle sale. Il gameplay tornerà quindi a mescolare sezioni platform e serrate sparatorie, presentando all'utente un arsenale letteralmente fuori di testa. Fra esplorazione, combattimenti spaziali e serrate boss fight, il dinamico duo di Insomniac è pronto a stupirci anche con una grafica scintillante, che rilegge le ambientazioni classiche della serie, fra pianeti inospitali e metropoli futuristiche.

Ni-Oh

Ripresentato dopo tanti anni di silenzio, Ni-Oh è un progetto che deve ancora lasciarsi scoprire. I primi trailer sembrano suggerire che il Team Ninja voglia avvicinarsi alla formula brevettata da From Software con i titoli della saga Souls. Potremmo quindi trovarci di fronte ad un action rpg molto tattico e ragionato, concentrato più sull'usco della parata ad impatto che sulla protezione garantita dagli scudi. Ambientato in un Giappone medievale infestato dai demoni, a livello di atmosfera il gioco ricorda il mitico Onimusha di Capcom.

Horizon Zero Dawn

I ragazzi di Guerrilla Games decidono di abbandonare il brand Killzone per presentare una nuova IP. Horizon: Zero Dawn è un action game open world ambientato in uno strano futuro, in cui le grandi metropoli tecnologiche sono cadute in rovina e l'umanità è tornata in contatto con la natura, organizzandosi in tribù di cacciatori. La tecnologia sopravvive nella strana forma di creature robotiche senzienti, che hanno formato una sorta di ecosistema cibernetico. La protagonista Aloy dovrà muoversi degli spazi aperti del mondo di gioco, cacciando creature titaniche grazie al suo arco e ad altri gadget. Stealth, azione ed esplorazione saranno all'ordine del giorno, mentre vedremo la nostra eroina smembrare pezzo dopo pezzo i grossi bestioni metallici. Un titolo magnetico sul fronte artistico e promettente in quanto a gameplay.

Persona 5

Nuovo capitolo della fortunata saga Shin Megami Tensei, Persona 5 si ripropone di esplorare un'altra delle tematiche più scottanti della psiche umana: lo schiavismo rispetto alla quotidianità. Un setting ed un orientamento generale molto più maturo dovrebbero rendere ancor più avvincente questo episodio. Il ritmo di gioco sarà scandito in due momenti distinti: di giorno i protagonisti sono alle prese con appuntamenti romantici e lezioni scolastiche, di notte invece Persona 5 si trasforma in un JRPG classico, con combattimenti che sono un concentrato di acrobazie e situazioni spericolate. Nonostante lo squisito character design, la grafica non trabocca di dettagli, né sfoggia una modellazione poligonale stratosferica. A mettere una pezza ci pensa lo stile brillante e sopra le righe, come da tradizione di una delle più apprezzate saghe di Atlus.

NieR Automata

A cavallo tra ReCore e Scalebound, NieR Automata si configura come un action RPG ambientato in una Terra del futuro, dove gli uomini hanno lasciato i loro automi a combattere degli invasori alieni meccanici. Coinvolgendo degli specialisti dell'action quali sono i ragazzi di Platinum Games, ma rinunciando al loro tipico gusto per l'esagerazione, NieR Automata dà un insperato seguito all'RPG del 2010, adattandolo al gusto odierno e strizzando l'occhio sopratutto all'utenza europea. C'è ancora tanto da scoprire riguardo al combat system, ma dai primi trailer già si intravede un'azione serrata: capriole, schivare laterali ed un bel repertorio di mosse offensive e difensive, contraddistinto dalla massima fluidità cui i giochi Platinum ci hanno abituato. Il gioco è atteso verso la fine del 2016 in esclusiva su Playstation 4.

Heavy Rain Remaster

Dopo aver portato su Ps4 il discusso Beyond: Due Anime, ed in attesa di Detroit, il team francese Quantic Dreams ripropone anche il suo titolo più famoso. Heavy Rain tornerà in primavera su hardware current gen, probabilmente con lo stesso trattamento subito dalle avventure di Jodie e Aidan. Ci aspettiamo quindi un netto miglioramento delle texture e della fluidità, e magari un sistema che mostri al giocatore in maniera esplicita le conseguenze delle sue scelte.

Gravity Rush Remaster

Chi si fosse perso uno dei titoli più apprezzati della softeca PsVita potrà rimediare grazie all'edizione remaster: Gravity Rush arriverà su Ps4, cercando di adattare al joypad il suo particolare sistema di controllo, ed ovviamente portando con sé le migliorie ormai tradizionali per questo tipo di riedizioni, ovvero una risoluzione di 1080p ed una fluidità ancorata sui 60 frame al secondo. Probabilmente il passaggio all'ambiente casalingo potrebbe mettere in risalto alcuni difetti della produzione originale, che ha comunque saputo costruire un immaginario efficace, proponendo inoltre un combat system semplice ma particolare, basato sul controllo della gravità.

Gravity Rush 2

Gravity Rush 2 è il seguito delle avventure a gravità zero di Kat, e sarà pubblicato nel 2016 in esclusiva Playstation 4; la serie si scrolla di dosso l'esordio portatile per abbracciare la console casalinga Sony, la quale mette a disposizione un hardware di tutto rispetto. I primi miglioramenti, si notano nella confezione grafica e negli ambienti decisamente più vasti e dettagliati, a fianco di un character design più definito e brillante. Il team promette una maggior importanza del trama in questo seguito, ed un gameplay più articolato. Come sempre centrale sarà la possibilità di gestire la gravità, per muoversi liberamente nello spazio e precipitare sui nemici da angolazioni inaspettate.

Detroit: Become Human

Il nuovo progetto di David Cage e del suo team è nato dalla tech demo per PlayStation 3 datata 2012, in cui la software house ci aveva presentato un'androide conosciuta come KARA e capace di provare sentimenti. Detroit Become Human racconterà proprio la storia di questo robot, in fuga da una società che riversa tutto il suo odio sulle 'macchine' di nuova generazione.

Final Fantasy VII Remake

Square Enix decide di cedere alle richieste di una schiera infinita di fan, approntando il remake di quello che è il capitolo più famoso e apprezzato della sua saga più rappresentativa. Nel corso del prossimo anno dovrebbe arrivare il nuovo Final Fantasy VII, caratterizzato anzitutto da un look veramente meraviglioso, che sembra mescolare le fascinazioni di Advent Childern con un maggiore rispetto dei colori e delle atmosfere originali. La notizia che il Remake sarà suddiviso in vari episodi ha turbato molti giocatori, preoccupati di perdere buona parte delle caratteristiche che avevano reso grande l'originale. Il gameplay sembra voler abbandonare il sistema a turni classico per avvicinarsi ai ritmi action di un Kigndom Hearts. C'è ancora tanto da scoprire, insomma, per questo titolo chiacchieratissimo.

Kill Strain

Kill Strain è il nuovo, insolito progetto di San Diego Studio. Si tratta di un insolito mix fra un MOBA ed uno sparatutto Twin-Stick. Mentre due gruppi di cinque giocatori si contendono le risorse sparse sul territorio, una terza fazione composta da due player tenta di mettere i bastoni fra le ruote delle due squadre. Quest'ultima può infettare i giocatori per accrescere le proprie fila, e cambiare quindi le sorti del match. Non particolarmente ispirato a livello stilistico, questo Free-to-Play potrebbe avere qualcosa da dire nell'affollato panorama del genere.

Drawn to Death

Drawn to Death è il nuovo progetto di David Jaffe (papà di Twisted Metal e God of War), primo titolo sviluppato dal suo neonato studio in collaborazione con Sony San Diego. Si tratta di uno sparatutto multiplayer in terza persona, con uno stile grafico che ricorda gli schizzi un po' macabri degli adolescenti, ed una serie di personaggi fuori di testa. Brutale e violento, sembra avere dalla sua soltanto la componente stilistica ed una buona varietà di armi e poteri speciali, ma non certo l'originalità.

Wild

Wild è il nuovo progetto di Micahel Ancel, sviluppato in esclusiva per PlayStation 4. Si tratta di un adventure open-world, in cui impersoneremo uno sciamano in grado di controllare qualsiasi creatura vivente e prenderne addirittura possesso. In uno scenario che ricorda molto quello delle grandi distese naturali del centro Europa, potremo prendere il controllo di orsi ed aquile, ed eseguire misteriosi rituali magici per risvegliare entità ancestrali. Ancora poche le informazioni sulla struttura della produzione, che sembra comunque originale e artisticamente magnetica.

Shadow of the Beast

Reinterpretazione dell'omonimo videogame uscito nel 1989 su Amiga, Shadow of the Beast è un action bidimensionale che recupera lo spirito spiccatamente arcade dell'originale, alternando timide sessioni platform ad un'azione martellante e ipnotica, integralmente basata sul tempismo degli attacchi. Una formula non certo di spicco, per un prodotto che fa interamente leva sul fattore nostalgia.

Alienation

Sony Computer Entertainment e Housemarque pubblicheranno Alienation, sparatutto futuristico per PlayStation 4. Visuale isometrica e colpo d'occhio ricordano da vicino quelli di Dead Nation, nonostante l'ambientazione sci-fi. Grande attenzione sarà posta alle dinamiche di gioco cooperative, nonchè ad un sistema di progressione del personaggio molto più ricco ed elaborato rispetto al Twin Stick Shooter a tema Zombie della software house finlandese. La possibilità di alternare tre armi garantisce una varietà più marcata, legata anche alla presenza di missioni più elaborate.

Bound

Terzo lavoro del team Plastic, Bound è un platform tradizionale nelle meccaniche ma originalissimo sul fronte artistico e visivo. Nonostante non rinunci del tutto ad una componente spiccatamente ludica, questa risulta molto "banale": l'aspetto invece straordinario è la capacità di dare nuovi significati e giustificazioni agli elementi caratterizzanti di un genere abusatissimo, rivestendoli con il valore artistico della danza. Anche le architetture del mondo di gioco smettono di essere esclusivamente funzionali al gameplay, ma diventano come le pareti di un'esposizione in movimento: una mutevole rassegna di scorci dalle contaminazioni futuriste e di stranezze digitalizzate, di forme regolari e incubi geometrici. Persino nella musicaBound fonde tradizione classica e sperimentalismo elettronico, presentandosi come uno dei progetti più curiosi e atipici della line-up di esclusive PS4.

What Remains of Edith Finch

What Remains of Edith Finch è un gioco che comincia come Gone Home, ma che nasconde tanto di più. Il titolo racconta la storia dell'ultima superstite di una famiglia maledetta, che si reca nella casa di famiglia e rivive gli ultimi momenti di vita di tutti i suoi parenti. All'apparenza siamo di fronte ad un'avventura in prima persona dai ritmi molto compassati, simile per concezione a Everybody's Gone to the Rapture, ma quando assumiamo il controllo dei vari personaggi, spunta qualche dinamica di gioco interessante e più elaborata. Un titolo ammantato da una lieve malinconia esistenziale, grigio e cupo come le storie che racconta.

Ace Combat 7

Annunciato attualmente per la piattaforma casalinga di Sony, il nuovo capitolo del simulatore di volo targato Namco-Bandai vuole tornare alle origini della serie, raccontando una storia di guerra dai toni drammatici e introspettivi. Il team di sviluppo ha deciso di cambiare motore di gioco, scegliendo l'Unreal Engine 4 per la tecnologia TrueSKY, che permetterà di gestire in maniera realistica e dinamica le nuvole. Questa novità influirà anche sul dogfight, permettendo ai piloti di nascondersi tra le formazioni nuvolose, magari per sfuggire agli avversari nella modalità multiplayer. Confermato il supporto alla realtà virtuale made in Sony.

JoJo's Bizarre Adventure: Eyes of Heaven

Quotatissima in Giappone, la formula dei picchiadure 2 vs 2 arriva a "contaminare" anche i tie-in di JoJo's Bizarre Adventure. Dopo l'ottimo All Stars Battle, Nambo-Bandai commissiona a Cyber Connect 2 questo brawler esplicitamente dedicato al multiplayer. Come sempre, oltre al colpo d'occhio particolarmente fedele allo stile del manga, risalta un parco mosse davvero vario ed un combat system non particolarmente elaborato, ma capace di garantire un buon livello di profondità.

Dreams

Nuovo progetto di Media Molecule, Dreams è un prodotto davvero particolare, sognante come il suo nome lascia intendere. Portando alle estreme conseguenze la filosofia alla base di Little Big Planet, la nuova esclusiva Ps4 è di fatto un editor con cui realizzare scenari e personaggi, e costruire le proprie avventure. Nelle mani del talentuoso team di sviluppo il titolo ha dato vita a spezzoni di gioco veramente affascinanti, ma il suo successo dipenderà da come reagirà la community e dalla qualità media delle creazioni degli utenti.

Matterfall

Oltre ad essere impegnato su Alienation, il team Housemarque ha presentato una nuova IP: Matterfall. Dal trailer d'esordio non si riescono a capire bene le meccaniche di gioco, ma il titolo sembra essere uno sparatutto arcade, probabilmente trasposizione il prima o in terza persona degli shoot'em up che hanno reso celebre la compagnia. L'estetica esagerata delle architetture e dei nemici sembra suggerire un prodotto ad alto tasso di spettacolarità, come pure è stato l'apprezzatissimo Resogun.

Multipiattaforma PlayStation 4

Adr1ft

Un'esperienza in prima persona pensata soprattutto per la fruizione tramite visori come Oculus Rift, ma fruibile anche con gli schermi tradizionali, che ci mette nei panni di un astronauta alla deriva nello spazio in seguito ad un incidente su una stazione spaziale. Il gameplay di Adr1ft, tuttavia, non si basa solo sulla semplice contemplazione, ma prevederà anche puzzle ambientali e una suspance tenuta sempre viva dalle scarse riserve di ossigeno. Si tratta di un progetto affascinante, e vedrà la luce su PC, PS4 e Xbox One nel primo trimestre del 2016.

Assassin's Creed Chronicles: India e Russia

Dopo il mediocre China, la saga di Assassin's Creed Chronicles continua con due capitoli, India e Russia.I ragazzi di Climax Entertainment riproporranno indubbiamente la meccanica a scorrimento orizzontale unita ai puzzle ambientali visti nel primo capitolo. La speranza è che i due sequel possano migliorare l'offerta iniziale, giudicata sin troppo derivativa e leggera per convincere, nonostante un comparto artistico di ottima qualità.

Assetto Corsa

L'eccezionale lavoro dell'italiana Kunos Simulazioni è ormai noto a qualunque appassionato di giochi di guida. Una simulazione davvero senza compromessi, in grado di mettere alla prova anche i profondi conoscitori della materia, e assolutamente da giocare muniti di volante. Dopo aver raccolto straordinari consensi su piattaforma PC, Assetto Corsa è pronto ad arrivare su console della corrente generazione, e certamente i fan attendono con trepidazione l'annuncio di una data d'uscita.

Batman: A Telltale Game Series

Annunciata durante i Game Awards 2015 con un breve trailer, la nuova avventura grafica dei prolifici ragazzi di Telltale ci porterà a Gotham City. Ancora non sappiamo quasi nulla del contesto in cui verranno raccontate (inedite?) avventure del Cavaliere Oscuro, sebbene lo stile molto particolare del video presentato suggerisse una visione milleriana del contesto, che potrebbe interessare molto i fan. Ancora privo di data d'uscita, il progetto è comunque balzato in cima ai titoli più attesi dagli appassionati di avventure grafiche, ed uescirà per PC, dispositivi mobili iOS e Android, e console della corrente e vecchia generazione.

Battleborn

I ragazzi di Gearbox non sono i primi a tentare di unire la prospettiva in prima persona a meccaniche assimilabili a quelle di una Online Battle Arena, eppure Battlebron punta tutto sulla massima differenziazione tra i personaggi offerti dal nutrito roster di 25 combattenti. Certamente, il gioco si affaccia ad un mercato ricco di competitor molto agguerriti, e convincere il pubblico non sarà facile. A questo va aggiunto il modello commerciale inusuale per il genere, ossia un prezzo "di scatola" pieno a fronte dell'assenza di microtransazioni. Il gioco è atteso il 3 maggio 2015 su PC, PS4 e Xbox One.

Battlefield 5 (titolo provvisorio)

L'esistenza di un quinto capitolo ufficiale per la serie Battlefield è nota sin dal 2014, ma del progetto non sappiamo assolutamente nulla. Sarà interessante scoprire se DICE deciderà di seguire le orme di COD, e spostare gli scenari di guerra nel futuro, oppure rimanere ai conflitti contemporanei, senza dimenticare la possibilità di un ritorno a battaglie del passato. In ogni caso, il titolo è atteso per fine 2016, probabilmente solo su PC e console della corrente generazione.

Call of Duty 2016

Non c'è anno senza un nuovo Call of Duty: dopo la buona prova di Treyarch con Black Ops 3, che pur deludendo sul fronte della campagna ha garantito un comparto multigiocatore ricco e solido, si ritorna a Infinity Ward. Qualcuno parla di un possibile Ghosts 2, altri di un nuovo Modern Warfare. Di certo, possiamo aspettarci un'uscita su piattaforme di corrente generazione e PC, e le prime novità nel corso della primavera 2016.

Dark Souls III

Dopo la graditissima variante sul tema rappresentata da Bloodborne, FromSoftware torna alla saga di Souls "classica" con il terzo capitolo. Lo sviluppo è avvenuto in contemporanea con quello dell'esclusiva PS4, eppure sembra che alcune soluzioni di gameplay siano filtrate, permettendo ora un set di mosse generalmente più rapido rispetto a quello visto in Dark Souls II. A fronte di un gameplay che non cambia la sua formula di base, rimane da vedere come alcune soluzioni impatteranno sull'esperienza (come ad esempio il ritorno di una barra del mana, assente sin dal capostipite Demon's Souls). Il gioco è atteso il 12 aprile 2016 su PC, PS4 e Xbox One.

Deus Ex: Mankind Divided

Dopo aver resuscitato il leggendario RPG cyberpunk, Eidos Montreal ci propone un nuovo capitolo ancora una volta dedicato ad Adam Jensen. Lasciate le Sarif Industries, il nostro si trova colto letteralmente tra due fuochi: da una parte, si unisce ad una task force antiterrorismo creata appositamente per contrastare gli attentati orditi da parte degli Augmented, i quali non sopportano la ghettizzazione decisa dal governo. Dall'altra, essendo egli stesso un Aumentato, cerca di trovare una soluzione pacifica al conflitto. Il gameplay non subirà particolari variazioni, ma vi sono diverse novità dal punto di vista dei gadget e delle possibilità da essi offerte, e, naturalmente, un comparto grafico aggiornato. Il gioco è atteso il 23 agosto 2016 su PC, PS4 e Xbox One.

DiRT Rally

Codemasters torna al Rally senza compromessi. La saga di Dirt viene riportata alle origini, quasi a fasti dei capitoli dedicati a Colin McRae: pochissimi fronzoli e pura simulazione di guida. La simulazione della fisica è ottima, il comparto grafico davvero notevole. Manca solo una dose più massiccia di contenuti e una carriera più strutturata, ma gli sviluppatori sono costantemente al lavoro. Dopo gli eccezionali consensi su PC, il gioco arriverà nel corso dell'anno anche su PS4 e Xbox One.

Dishonored 2

L'abbiamo visto solamente in un trailer di presentazione, e finora non è trapelato nemmeno un frammento di gameplay, eppure Dishonored 2 è balzato in cima alla lista dei giochi più attesi del 2016. I ragazzi di Arkane Studios ci riportano a Dunwall, la città immaginata dal grande Viktor Antonov, circa quindici anni gli eventi del gioco originale. Questa volta, oltre al ritorno del protagonista Corvo Attano, ci sarà la possibilità di controllare un secondo personaggio femminile, ossia l'imperatrice Emily Kaldwin.Il gioco è atteso nel secondo trimestre del 2016 su PC, PS4 e Xbox One.

DOOM

iD Software torna nel 2016 con il suo marchio più celebrato: il nuovo DOOM sembra abbandonare i toni seri e a tinte horror del discusso terzo capitolo e riporta l'attenzione sull'arsenale fuori di testa, sulle battutacce a denti stretti del protagonista e sullo smembramento di demoni a volontà. Un ritorno alle origini che tuttavia non rinuncia a un aggiornamento profondo del comparto tecnico, che finora ha mostrato ottimi scorci nei video di gameplay presentati. Si tratterà di uno sparatutto frenetico, al punto che il level design è stato studiato appositamente per permettere ai giocatori di procedere costantemente, facendo il meno possibile utilizzo delle coperture. Non manchera un comparto multigiocatore, realizzato in collaborazione con lo studio Certain Affinity (già responsabili di diversi map pack della saga di Halo). Il gioco è atteso a cavallo tra il primo e il secondo trimestre 2016, su PC, PS4 e Xbox One.

Dying Light - The Following

Nel 2016 Techland espanderà il suo ottimo free roaming a tema zombie con una massiccia espansione Stand Alone, nota come The Following. La nuova mappa, a detta degli sviluppatori, offrirà ambienti rurali e generalmente aperti, in netta contrapposizione con il contesto urbano del gioco originale. Sarà possibile esplorarla anche a bordo di veicoli, tra cui una Dune Buggy, un qualcosa che dovrebbe variare notevolmente la formula di gameplay, senza dimenticare le immancabili aggiunte all'arsenale. Coloro che hanno acquistato al tempo il season pass del gioco originale riceveranno The Following senza costi aggiuntivi, ma l'espansione sarà acquistabile anche separatamente, a partire dal 9 febbraio 2016 su PC, PS4 e Xbox One.

EA Sports UFC 2

Dopo la buona prova dell'esordio, EA Sports porta avanti la licenza ufficiale UFC con un secondo capitolo. Le novità dovrebbero arrivare sia sul fronte della carriera, alla quale verranno aggiunti eventi dinamici al di fuori del ring e maggiore personalizzazione, sia dal punto di vista del gameplay, con un miglioramento generale delle animazioni e una totale riscrittura del sistema di controllo. Il gioco è atteso nel corso del 2016 su PS4 e Xbox One.

Far Cry Primal

Dopo averci portato tra i ghiacci dell'Hymalaya, la saga di Far Cry fa un salto indietro nel tempo di ben 12.000 anni con Primal: Ubisoft ripropone la sua ormai ben nota formula open world in un'ambientazione caratterizzata da armi rudimentali e animali preistorici da domare grazie ai poteri del protagonista Takkar, in grado di assoggettare le menti delle bestie più feroci, e farsi accompagnare da esse in battaglia. Lo scenario è senza dubbio affascinante, e resta da vedere se la formula di gameplay saprà rinnovarsi a sufficienza. Il gioco è atteso il 23 febbraio 2016 su PS4 e Xbox One, per arrivare il successivo 1 marzo su PC.

FIFA 17

Altro anno, altro FIFA. David Rutter e il suo team presso EA Sports hanno come sempre il non facile compito di raffinare ulteriormente la simulazione calcistica più venduta degli ultimi anni, e, allo stesso tempo, di contrastare una concorrenza che ultimamente ha ritrovato uno slancio ben più deciso. Le informazioni relative al nuovo capitolo della serie al momento scarseggiano, ma possiamo ipotizzare senza margine d'errore un'uscita autunnale su console della corrente generazione e PC.

Final Fantasy XV

Il nuovo capitolo della saga di JRPG più celebre al mondo si è fatto attendere non poco, anticipato da quell'Episode Duscae che ci ha permesso di gettare uno sguardo sulle meccaniche di gameplay, scoprendo un sistema di combattimento ibrido e qualche nuovo dettaglio sui personaggi principali. Nel complesso, l'Active Cross Battle System ci ha fatto una buona impressione, così come il mondo di gioco aperto e privo di schermate di caricamento prima dei combattimenti. Resterà da valutare la fondamentale importanza del comparto narrativo, e la profondità del sistema di crescita. Ancora privo di una data d'uscita ufficiale, il gioco arriverà nel corso del 2016 su PS4 e Xbox One.

For Honor

Se i combattimenti medievali all'arma bianca vi affascinano, la nuova IP di Ubisoft ha tutte le carte in regola per conquistarvi. For Honor è un hack'n'slash caratterizzato da un comparto grafico notevole, e dalla riproduzione di tre stili di combattimento legati ad altrettante fazioni (cavalieri d'occidente, samurai e vichinghi). Il controllo assoluto dell'arma bianca è alla base del gameplay, e permette di attaccare e parare da ben tre posizioni differenti. Il gioco offrirà sia una campagna singolo giocatore, sia diverse modalità multiplayer, ed è atteso nel corso del 2016 su PC, PS4 e Xbox One.

Attack on Titan

La serie Attack on Titan (conosciuta in Italia come L'Attacco dei Giganti) è pronta a invadere le nostre console grazie al tie-in sviluppato da Omega Force, team giapponese noto per le serie musou Dynasty Warriors e Samurai Warriors, responsabile anche dei recenti Hyrule Warriors e Dragon Quest Heroes. Attack on Titan è un gioco d'azione con elementi RPG che seguirà l'arco narrativo della prima stagione della serie TV, introducendo alcune interessanti novità (come i giganti femmina) e proponendo un gameplay frenetico e veloce. Il gioco si caratterizza per uno stile grafico particolarmente curato e per la fedele riproduzione delle ambientazioni e dei personaggi principali dell'anime.

Yooka-Laylee

Yooka-Laylee è stato definito come l'erede spirituale di Banjo-Kazooie: protagonista di una campagna di successo su Kickstarter (oltre due milioni di sterline raccolta), questo coloratissimo platform 3D è sviluppato da un team composto in larga parte da ex dipendenti Rare che hanno contribuito alla realizzazione di molti capolavori del team inglese. Protagonisti dell'avventura sono Yooka (un camaleonte) e il pipistrello (di sesso femminile) Laylee, entrambi impegnati nella ricerca delle pagine di un libro magico in grado di liberare il mondo dalla malvagità. Il gioco propone una campagna che si snoda lungo vari mondi liberamente esplorabili, l'avventura può essere affrontata in singolo oppure in co-op con un amico, presente inoltre il multiplayer fino a quattro giocatori, i quali potranno sfidarsi in otto diversi minigiochi.

God Eater 2 Rage Burst

Uscito originariamente nel novembre 2013 in Giappone, God Eater 2 debutta finalmente in Europa nella rinnovata versione "Rage Burst", pubblicata lo scorso inverno nel paese del Sol Levante. Rispetto al gioco originale, questa riedizione presenta nuove missioni storia legate al personaggio di Julius, armi aggiuntive, abilità extra e il nuovo sistema Blood Rage che permette di accumulare combo così da dare vita a mosse letali, utilissime per uccidere le mastodontiche creature che infestano il mondo di God Eater.

NBA 2K17

Sarà difficile per Visual Concepts superare i già incredibili livelli raggiunti con NBA 2K16 ma questo talentuoso team ha già dimostrato in passato di poter superare con estrema agilità qualsiasi ostacolo. Gli sviluppatori sono già al lavoro sulle sequenze di motion capture con i più famosi atleti della National Basketball Association, con l'obiettivo di migliorare le animazioni e rendere più fluidi i movimenti dei giocatori. A condire un piatto già ricco troveremo la "classica" colonna sonora di stampo black/urban con gli artisti più forti del momento. In uscita a inizio autunno (in contemporanea con la partenza della nuova stagione del basket a stelle e strisce) su tutte le principali piattaforme.

Homefront The Revolution

Dopo uno sviluppo travagliato che ha visto i lavori più volte interrotti e ripresi in seguito da studi diversi, anche Homefront The Revolution si prepara a vedere la luce nel 2016. Il gioco è ambientato nel 2029, quattro anni dopo gli eventi narrati nel precedente capitolo: il protagonista Ethan Brady è stato chiamato per guidare un gruppo di ribelli che si oppone alla dittatura della Repubblica di Corea, la quale ha conquistato gran parte degli Stati Uniti dopo una guerra che ha causato morte e distruzione. Nonostante l'incipit riprenda gli avvenimenti narrati in Homefront, gli sviluppatori fanno sapere che questo il gioco non avrà altri elementi in comune con il predecessore, troveremo quindi nuove ambientazioni, personaggi inediti e una trama più intensa che mostrerà il dolore e le emozioni dei soldati in un contesto difficile al limite della sopravvivenza.

Mighty No. 9

Mighty No. 9 è l'ultimo progetto di Keiji Inafune, universalmente conosciuto come il papà di Mega Man. Il gioco è un action platform a scorrimento laterale che ci mette nei panni di Beck, androide creato da una multinazionale senza scrupoli che ha dato vita a un vero e proprio esercito di robot, con l'obiettivo di distruggere il pianeta. Mighty No. 9 propone un gameplay frenetico e veloce che ricorda quello dei vecchi giochi classici del genere usciti su piattaforme a 8 e 16-bit, come Rocket Knight Adventures e Gunstar Heroes. La campagna include dodici livelli da superare, inoltre sono presenti varie modalità come Sfida per due giocatori e Boss Rush.

Resident Evil Zero HD Remaster

Nato come progetto per Nintendo 64 e uscito poi su GameCube nel 2002, Resident Evil Zero torna sui nostri schermi con una riedizione che propone grafica in alta definizione HD, controlli ottimizzati, tempi di caricamento ridotti, supporto audio surround 5.1 e varie migliorie tecniche che permetteranno di apprezzare al meglio uno dei capitoli più atipici e meno noti della serie Capcom. Da segnalare, sul fronte dei contenuti, la presenza della modalità Wesker, non inclusa nell'edizione originale.

The Walking Dead: Michonne

Le prime due stagioni di The Walking Dead hanno riscosso un ottimo successo di pubblico ma prima di vedere la terza dovremo attendere ancora: nell'attesa, Telltale propone una miniserie (composta da soli tre episodi) incentrata su Michonne, uno dei personaggi più popolari tra i fan della serie di Robert Kirkman. Squadra che vince non si cambia e gli sviluppatori vogliono tenere fede a questo motto, proponendo un titolo dal forte impatto narrativo e con un gameplay che seguirà la strada già tracciata dagli altri prodotti marchiati Telltale.

The Banner Saga 2

La software house Stoic, composta da reduci dello storico organico di Bioware, ha attirato l'attenzione di moltissimi giocatori con il primo capitolo di The Banner Saga, gioco di ruolo ad ambientazione vichinga. Il secondo capitolo di quella che è stata presentata come una trilogia era atteso nel corso del 2015, ma il publisher Versus Evil ha optato per un posticipo al prossimo anno. Le informazioni sul progetto sono ancora poche, ma il team sta lavorando duramente per mantenere inalterato il feeling del precedente episodio, arricchendo l'universo di gioco con nuovi personaggi, nemici ed ambientazioni. Il gioco verrà pubblicato in versione PC e mobile nel corso del 2016, per poi approdare in casa Sony e Microsoft.

Kingdom Come Deliverance

Warhorse studios è pronta a dire la sua nel campo dei giochi di ruolo con Kingdom Come Deliverance, atteso su PC nel terzo trimestre del 2016. Il titolo vanterà un'ambientazione storica realistica e ricostruita con estrema fedeltà, impreziosita da un elevato livello di interattività ambientale e fortemente ispirata al Regno di Boemia, nella quale si svolgeranno le numerose quest scritte dal team ceco. Grazie anche all'utilizzo del potente CryEngine, i ragazzi di Warhorse intendono seriamente insidiare quel trono al momento occupato da The Witcher 3, abbandonandone le atmosfere fantasy ma ambendo alla medesima varietà e profondità del sistema di gioco.

Headlander

La nuova proposta di Double Fine e Adult Swim Games è, in buona sostanza, un Metroidvania fuori di testa. Colpisce fin da subito lo stile ispirato alla fantascienza degli anni '70, che si accompagna ad una divertita ironia di fondo. Il setting, ben studiato e tutto sommato non abusato, fa da cornice ad un gameplay che schizza tra enigmi e sparatorie, mentre si controlla una testa senza corpo in grado di appiccicarsi su diverse tipologie di androidi. Per il momento puzzle e sequenze action sono ben strutturate, speriamo che duri fino in fondo.

Hob

Hob è il nuovo progetto dei creatori di Torchlight: il team decide di abbandonare il genere dell'hack ‘n' slash per proporre un titolo che assomiglia, nello stile e nella struttura, ai migliori capitoli della saga di Zelda. Ci è parso un titolo coraggioso, che sa farsi notare immediatamente: grazie giochi della telecamera, ad un cell-shading pieno ed espressivo, ma soprattutto per via di uno stile fiabesco molto delicato e di un'atmosfera trasognata. Il primo contatto è più che positivo, la speranza è che l'avventura sia longeva, varia e duratura.

The Witness

The Witness è il nuovo gioco di Jonathan Blow, già papà di Braid. Puzzle game ambientato su un'isola, darà modo agli utenti di scegliere quando e quali enigmi risolvere, in base agli indizi recuperati tramite l'esplorazione. Il gioco mescola quindi un'impostazione "open world" con un gameplay che fa della componente enigmistica il suo punto di forza. Impressionante l'atmosfera: le suggestioni cromatiche dell'isola di The Witness lasciano senza fiato, rappresentando uno dei grandi punti di forza della produzione.

Firewatch

Sviluppato dalla Software House Campo Santo, Firewatch è un'avventura in prima persona che ci farà vestire i panni di Henry, un uomo addetto al controllo dei fumi e dei fuochi nel deserto del Wyoming. Il nostro compito è quello di stare appostati sopra una montagna e mantenere sicura la grande distesa di sabbia in un'estate particolarmente calda e secca. Ma quando avvisteremo qualcosa di strano dalla nostra postazione, potremo esplorare un ambiente selvaggio e sconosciuto, e saremo costretti a fare scelte che potrebbero sconvolgerci nel profondo. Un prodotto che infila in un contesto open world alcuni elementi survival ed un backtracking in stile metroidvania, e condisce il tutto con un ottimo cell shading.

Unravel

Pubblicato da Electronic Arts, Unravel è uno dei pltafrom più attesi dell'anno. Il protagonista è Yarny, un piccolo personaggio fatto solo del filo di un gomitolo, che intraprende un meraviglioso viaggio attraverso il paesaggio lussereggiante e mozzafiato della Scandinavia del Nord. Usando lo stesso filo che compone Yarny, i giocatori attraverseranno degli ostacoli naturali, in questo platform dallo stile unico, basato su enigmi fisici. Alcune sfide sono semplici, come usare il filo di Yarny per oscillare sopra un fosso o calarsi giù da un albero. Altre invece sono più complesse e i giocatori dovranno usare il filo in modo intelligente e creativo per progredire.

Naruto Shippuden Ultimate Ninja Storm 4

Il più grande videogioco di Naruto mai creato: questo vuol essere Naruto Shippuden: Ultimate Ninja Storm 4. Il team di sviluppo, oltre ad aver ribilanciato ed ampliato il combat system alla base del suo prodotto, sta approntando uno Story Mode traboccante, in cui scontri classici si alterano a sequenze molto meno tradizionali.
Il gioco ha tutte le caratteristiche per chiudere in bellezza la stagione di Tie-in dedicati al Ninja del Villaggio della Foglia, facendoci rivivere gli eventi che hanno concluso la sua epopea.

One Piece Burning Blood

One Piece: Burning Blood è un picchiaduro 3D leggero e un po' chiassoso, che presenta qualche tecnicismo in più rispetto allo strettissimo "parente" J-Star Victory. Il combat system ne guadagna, ma rispetto al brawler nato per celebrare la rivista Jump qui l'operazione è dedicata esclusivamente ai fan del manga di Oda. A Burning Blood, per fortuna, non sembra mancare la varietà. Gli manca invece un po' di grazia ed un colpo d'occhio d'eccezione: il cell shading utilizzato dai ragazzi di Spike Chunsoft è di discreta qualità, ma non raggiunge i risultati del Naruto di Cyber Connect 2. E questo penalizza il look generale, la leggibilità dell'azione, ma anche la qualità delle animazioni.

No Man's Sky

Sarà il 2016 l'anno dell'esordio di No Man's Sky, attesissimo secondogenito di Hello Games. Il gioco colpisce per le sue idee ambiziose: è un gioco di fantascienza, ma quella fantascienza avventurosa, pionieristica, tipica degli anni '70. C'è un universo da scoprire, avventure da vivere, battaglie da combattere. Certo, rimangono alcuni dubbi: la mancanza di missioni, il fatto che sia il giocatore a dove trovare qualcosa da fare, potrebbe allontanare gli utenti più pigri o quelli meno esperti. L'assenza di una storia articolata potrebbe scoraggiare chi cerca delle motivazioni extra in un videogame del genere. Eppure non si tratta di mancanze, ma di scelte precise di un team di sviluppo che vuole creare qualcosa di unico e di diverso.

Tekken 7

Tekken 7 potrebbe essere uno dei migliori capitoli della serie dai tempi gloriosi della PlayStation 2. Il team di sviluppo ha deciso coraggiosamente di aggiornare il combat system, ribilanciando le meccaniche di Juggling e introducendo Power Crushers e Rage Art: tutto funziona alla grande, e i ritmi degli scontri sono piacevolissimi. I match risultano spettacolari, tesi, valorizzati con convinzione dai giochi di camera e dai "ralenti". Il roster, che include tanti nuovi arrivati, è vario e convincente, pieno di lottatori con stili molto caratteristici e finalmente senza "esuberi" un po' troppo stravaganti. Insomma, chi era rimasto spaventato dall'evidente riciclo di asset (sonori e grafici) del sesto capitolo, può stare tranquillo: nonostante in qualche momento questo sviluppo "al risparmio" sia particolarmente evidente, Tekken 7 è un capitolo fatto di una pasta tutta sua.

Tales of Berseria

Tales of Berseria è il nuovo capitolo della serie JRPG Tales. Ambientato nel Sacro Regno di Midgand, tra viaggi in nave e isole dalle diverse caratteristiche ambientali, segue l'avventura della protagonista Velvet. Nel mondo di gioco una strana malattia insidia l'umanità: il morbo chiamato Goma priva le persone della ragione, trasformandole in mostri governati solo dalla violenza. Alcuni dei protagonisti sembrano essere in grado di controllarla per risvegliare potenti istinti e abilità. I canoni ludici della saga sono quelli di sempre: Berseria sarà un action RPG con un combat system non troppo tecnico ma altamente spettacolare, ed uno stile di matrice chiaramente nipponica.

Dragon Quest XI

Per gli appassionati di Dragon Quest il 2016 sarà un grande anno: oltre all'arrivo dei capitoli 7 e 8 in occidente, anche la nuova avventura GDR di Square Enix e Armor Project arriverà su 3DS e Playstation 4. Non sappiamo molto sul progetto, se non che il sistema di combattimento sarà quello tradizionale a turni, e che la versione portatile Nintendo presenterà grafica 3D nello schermo superiore e sprite 2D in quello inferiore. Il gioco arriverà nel corso del 2016.

Hellblade

Dopo le buone prove di Enslaved e DmC, i ragazzi di Ninja Theory tornano con un nuovo progetto, la cui trama è ispirata a un mito Celtico. Lo sviluppo, portato avanti in maniera del tutto indipendente, ha senza dubbio concesso massima libertà al team, che propone così una vera e propria discesa all'inferno, e una protagonista dalla psiche decisamente compromessa. Il gioco arriverà nel corso del 2015 su PC e PS4.

Hitman

Un vero e proprio reboot, quello proposto da IO Interactive, che vorrebbe con questo nuovo capitolo della storica saga tornare alle origini del brand. Il focus è tutto sugli enormi livelli che l'Agente 47 si troverà ad esplorare in cerca del modo più silenzioso per eliminare le proprie vittime designate, e, tra infinite possibilità di travestimento e numerose trappole da ordire, sembra proprio che la struttura sandbox offrirà agli utenti un quantitativo davvero notevole di percorsi diversi per arrivare al bersaglio. Il gioco arriverà l'11 marzo 2016 su PC, PS4 e Xbox One.

Kingdom Hearts 3

L'attesa si è ormai fatta insopportabile, e il 2016 dovrebbe essere l'anno in cui finalmente i fan potranno mettere le mani sul terzo capitolo di una saga davvero celebre e amata in tutto il mondo. A detta degli sviluppatori, la formula action RPG tornerà senza novità eclatanti, con la maggior parte dei dettagli inediti nascosti nel sistema del combattimento, che ora concede corse sui muri, salti più elaborati, trasformazioni della KeyBlade e attacchi combinati di squadra. Ancora manca una data d'uscita, ma il gioco dovrebbe arrivare nel 2016 su PS4 e Xbox One.

Mafia III

Dopo la buona prova del secondo capitolo, 2K Czech ci porta questa volta a New Orleans, per raccontarci una nuova storia legata alla "famiglia" più tristemente celebre della storia. Questa volta ci troveremo nei panni di Lincoln Clay, un veterano della guerra del Vietnam che cercherà vendetta contro i criminali organizzati che hanno sterminato i suoi amici. Come sempre, grande attenzione sarà posta al comparto da sparatutto in terza persona, ma non sono state dimenticate anche le meccaniche stealth, che permetteranno di attraversare interi livelli senza sparare un colpo. Il gioco è atteso nel 2016 su PC, PS4 e Xbox One.

Mass Effect Andromeda

Nonostante le critiche mosse all'epilogo, la trilogia di Mass Effect ha segnato in maniera indelebile la scorsa generazione di console, proponendo un'ambientazione fantascientifica in grado di rivaleggiare con saghe letterarie e cinematografiche di spessore. I ragazzi di Bioware sono pronti a riportarci nella stessa galassia, ma questa volta da un punto di vista imprecisato, e in un punto ancora sconosciuto della timeline. Per saperne di più occorrerà aspettare le fiere estive, ma il gioco arriverà a fine 2016 su PC, PS4 e Xbox One.

Mirror's Edge Catalyst

Sappiamo ancora poco del reboot di una delle IP più originali della scorsa generazione, dato che finora i ragazzi di EA Digital Illusions non hanno distribuito molti materiali relativi al progetto. Di per certo sappiamo che ci troveremo di nuovo nei panni di Faith Connor, e potremo utilizzare le sue spiccate abilità nel parkour per sovvertire il regime totalitarista che controlla la megalopoli di Glass. Non macherà un level design più aperto e ricco di possibilità alternativa per affrontare le varie missioni principali, affiancate da sfide a tempo di vario genere. Il gioco è atteso il 26 maggio 2016 su PC, PS4 e Xbox One.

Overwatch

Il nuovo titolo firmato Blizzard Entertainment è pronto ad uscire dalla fase beta, ed a fare il suo esordio anche su Console. Overwatch è l'evoluzione dei team shooter competitivi, una sorta di Team Fortress all'ennesima potenza, in cui ognuno dei 21 personaggi rappresenta a conti fatti una classe distinta, con le proprie meccaniche e le proprie abilità. Eccezionale il character design, splendide le strategie legate all'uso di ciascun eroe, ottime le sinergie di squadra. Il piglio frenetico delle partite e le sparatorie a 60fps ci hanno già conquistato, resta da capire come il pubblico recepirà il prodotto.

Paragon

Annunciato sul finire dell'anno, Paragon è il nuovo progetto di Epic Games. Stupisce anzitutto un colpo d'occhio incredibile, che alle fascinazioni medievali del mai dimenticato Epic Citadel mescola inediti elementi fantasy e giusto un tocco di fantascenza. A livello ludico il titolo dovrebbe essere il punto d'incontro tra sparatutto in prima persona e MOBA: un set ben definito di personaggi con abilità specifiche è già stato presentato, in attesa di scoprire dettagli in più sulle meccaniche che regolano le partite.

Tom Clancy's Ghost Recon Wildlands

Ambientato in un vasto mondo open world, il nuovo sparatutto in terza persona della serie Ghost Recon promette una grande libertà di azione. Gli utenti saranno chiamati a contrastare lo strapotere dei signori della droga in Sud America e in molte altre location. I giocatori potranno affrontare il gioco in solitaria oppure in co-op con tre amici, approcciando gli obiettivi a seconda delle proprie preferenze, e decidendo di volta in volta decidere se affidarsi alla violenza, alla tattica oppure alla furtività per portare a termine con successo la propria missione.

South Park: The Fractured But Whole

South Park: The Fractured But Whole è il seguito di uno dei giochi di ruolo più atipici e apprezzati degli ultimi anni. I giocatori vestiranno nuovamente i panni del Novellino, con cui intraprenderanno una nuova e bizzarra avventura in compagnia di tutti i principali personaggi della serie. Le meccaniche di gioco sembrano essere molto simili a quelle del predecessore, ma stavolta il setting fantasy verrà sostituito da un contesto supereroistico. Inalterata, invece, la verve comica della produzione.

Plants vs Zombies Garden Warfare 2

Squadra che vince non si cambia. Plants vs Zombies: Garden Warfare 2 si presenta come una versione aggiornata, corretta e arricchita del precedente capitolo. Gli sviluppatori hanno fatto tesoro delle critiche ricevute, per cui finalmente si potrà giocare in singleplayer contro la CPU e anche in split-screen con un amico. Non solo multiplayer online, quindi. Per il resto ci attendono nuove classi, nuovi personaggi e scenari inediti che faranno da sfondo ai surreali scontri del gioco.

Tom Clancy's The Division

Fra i progetti più ambiziosi di Ubisoft c'è The Division titolo che, al pari di Destiny, vuole assottigliare il confine fra MMO e sparatutto cooperativo in terza persona. Il gioco è ambientato a New York, durante una fortissima epidemia che ha contagiato tutti gli abitanti della grande mela ed ha trasformato la metropoli in una città fantasma.The Division propone meccaniche tipiche dei third person shooter mescolate con un sistema da GDR ben percepibile, in un'ambientazione open world che permette di passare senza soluzione di continuità da istanze PvP e PvE. Colpisce la realizzazione tecnica, il concept originale, e la perfetta caratterizzazione dell'arsenale dei giocatori, completamente personalizzabile.

Umbrella Corps

Forse non era esattamente quello che i fan di Resident Evil si aspettavano da Capcom, ma il publisher nipponico sembra ormai poco attento al rispetto di un'IP storica come quella di Biohazard. Umbrella Corps è uno sparatutto multiplayer competitivo a squadre con visuale in prima persona, il gameplay ricorda quello di Left 4 Dead e Resident Evil Operation Raccoon City, mentre le ambientazioni sono ovviamente riprese dai principali capitoli della saga. Cronologicamente parlando, il titolo sarà ambientato dopo Resident Evil 6, e potrebbe rappresentare un incipit per un eventuale seguito regolare.

Overkill's The Walking Dead

Si sa ancora poco, riguardo al progetto di Overkill dedicato a The Walking Dead. la software house che ha dato i natali a Payday lo sta sviluppando in parallelo con il suo casco per la realtà virtuale, l'eccezionale Star VR. Il team fa sapere che il gioco avrà alcuni elementi in comune con Payday 2, una componente online multiplayer e il pieno supporto per la co-op in rete. Robert Kirkman sta supervisionando il progetto, lo sviluppo procede a ritmo spedito.

Street Fighter 5

Smaltita la sequenza di versioni Super e Ultra del quarto capitolo, Capcom fa ripartire la sua saga di picchiaduro, e lo fa alla grande con Street Fighter 5. L'apertura verso un pubblico più ampio porta con se qualche elemento che devia dalla tradizione, ma aggiunge numerose innovazioni, che rendono il titolo più moderno e fruibile, senza però snaturarne troppo i tecnicismi da sempre alla base della saga. L'immediatezza del V-System e il validissimo roster sono un ottimo punto di partenza. L'abbandono delle meccaniche legate al Focus, oltre a riscrivere integralmente l'approccio agli scontri, rende il titolo sicuramente più vario e profondo. Bisogna solo sperare nel bilanciamento, ma vista l'attenzione del publisher per la scena sportiva, le prospettive sono incoraggianti.

Syberia III

Nata dalla creatività del fumettista belga Benoit Sokal, la saga di Syberia è stata apprezzatissima dai fan delle avventure grafiche vecchio stile. Il terzo capitolo è atteso da anni, ed il 2016 potrebbe finalmente arrivare su console e PC. La storia prosegue dove si era fermata quella del precedente episodio: concluse le sue ricerche, la protagonista Kate dovrà tornare a New York. Purtroppo qualcosa non andrà per il verso giusto, e Kate si troverà costretta ad esplorare lande insopitali interagendo con le tribù locali. Si sa poco riguardo alla struttura ed alla qualità degli enigmi, mentre la novità che più salta all'occhio è l'abbandono degli sfondi prerenderizzati in favore di ambienti completamente 3D.

Shadow Warrior 2

Shadow Warrior 2 è il seguito dell'apprezzato shooter in prima persona sviluppato da Flying Wild Hog. Come il suo predecessore, il gioco si propone come un esponente crudo, diretto e senza fronzoli della categoria, recuperando quella filosofia che negli anni ‘90 ha reso grandi titoli come Duke Nukem. Tanta azione, tante viscere ed un'operazione blastatoria schietta e ritmata. Il nuovo capitolo introdurrà nuove armi, equipaggiamento potenziato e livelli generati in maniera procedurale, inoltre è stato confermato il supporto per la modalità co-op fino a un massimo di quattro giocatori.

The Witcher 3: Blood and Wine

Nel 2016 arriverà la seconda e ultima espansione per The Witcher 3, il magnetico Gioco di Ruolo di CD Project RED. Si chiama Blood & Wine, e dovrebbe essere ancora più grande ed estesa rispetto alla già ottima Hearts of Stone. Il DLC terrà impegnati i giocatori per circa 20 ore nella terra di Toussaint, una regione esclusiva che non è stata toccata dalla guerra ma che nasconde un segreto maledetto. Il team di sviluppo promette un'area stilisticamente molto diversa rispetto a quelle viste fino ad oggi, e la presenza di alcuni elementi di gameplay inediti, richiesti a gran voce dai fan.

Pro Evolution Soccer 2017

Non sappiamo davvero cosa aspettarci dal futuro di PES. Il capitolo di quest'anno è stato largamente apprezzato sul fronte del gameplay, ma nonostante questo non è riuscito a insidiare il trono del rivale storico, che grazie alle licenze ed a una mole di contenuti impressionanti conquista la platea dei giocatori. Sicuramente il Fox Engine ha cominciato ad ingranare, e la futura edizione potrebbe continuare a raffinare il colpo d'occhio, smussando al contempo le asperità dell'IA. Ma chissà: PES 2016 è stato distribuito anche in versione Free-to-Play, che sia un indizio sulla direzione che Konami vuole intraprendere per il futuro?