Hearthstone Oggi alle ore 18:00

Seguiamo in diretta la finale del Winter Championship!

Speciale I Magnifici 13 - Free-to-Play da non perdere

I migliori Free-to-Play disponibili per PC (e non solo): ecco cosa non dovete farvi scappare.

INFORMAZIONI GIOCO
Articolo a cura di
Alessandro Sordelli inizia la sua avventura videoludica ereditando un leggendario Commodore 64 a cassette magnetiche, computer che gli apre le porte ai giochi di ruolo e tutto ciò che è fantascienza. Pur nutrendo da sempre un particolare amore per la piattaforma PC, non disdegna il panorama console. E' in giro su Facebook, su Twitter e su Google Plus.

Free-to-Play. Amore-e-Odio. Dietro il nuovo business model dell’industria videoludica, il pubblico si divide ancora in due: c’è chi ha completamente abbracciato l’idea di un mercato basato sulle micro-transazioni, e chi invece ripudia e miscrede in tale alternativa. C’è addirittura chi considera il Free-to-Play come la condanna a morte del videogioco così come lo conosciamo ora, dimenticando che il mercato videoludico (come altri mercati d’altronde), raramente imbocca una singola strada, ma piuttosto si ramifica, districandosi tra un pubblico sempre più vasto e diversificato.
Una recente analisi di mercato ha dimostrato che il Free-to-Play non è soltanto un successo in termini di numero di download e accessi, ma anche dal punto di vista dei guadagni. I dubbi e le riserve dei giocatori ancora poco avvezzi al nuovo business, sono al contrario una certezza per quei publisher che sanno di avere tra le mani un prodotto valido e dal grande potenziale. Pensate solo a World of Tanks, che ha saputo trasformare una piccola azienda bielorussa in uno dei più grandi colossi mondiali dell’online gaming, oppure a Blizzard Entertainment, storicamente legata al modello classico con canone mensile, vicina ora più che mai al modello Free-to-Play con Hearthstone: Heroes of Warcraft e Heroes of the Storm (quest’ultimo di prossima uscita). La piattaforma preferita è il PC - almeno se intendiamo giocare con un approccio classico e sufficientemente profondo - ma anche i dispositivi mobile non scherzano affatto.
Quel che è importante comprendere è che il mercato Free-to-Play non è a solo guadagno del publisher, ma anche di noi utenti che possiamo così permetterci una spesa mirata, adeguata al nostro interesse e al nostro portafogli. Certo è importante che il sistema adottato non ponga particolari vincoli all’utente con minori possibilità d’investimento: ma facendo le giuste scelte e con un po’ di moderazione, il divertimento è davvero assicurato.
Dopo aver macinato centinaia di ore di gioco con i più disparati Free-to-Play d’ogni genere e tipologia, ecco a voi un sunto dei più interessanti titoli attualmente disponibili, giochi che andrebbero provati almeno una volta per comprenere al meglio l’anima e l’essenza dell’online gaming.

LEAGUE OF LEGENDS

Tanto celebre da non necessitare quasi d'introduzione, League of Legends è senza dubbio il fenomeno Free-to-Play del momento. Stiamo parlando di un MOBA (acronimo per Multiplayer Online Battle Arena), ovvero un particolare strategico in tempo reale nel quale, impersonando un Eroe e cooperando con un team di giocatori, saremo chiamati a soverchiare le difese avversarie distruggendo infine il Nexus. Si tratta di un titolo profondamente tattico, che richiede acume, ragionamento e tempi di reazione molto rapidi. Si gioca rigorosamente 5 contro 5 su una mappa quadrata disegnata su tre percorsi, in gergo denominati Lane. Nel corso della partita il nostro eroe accumula livelli, abilità, poteri e denaro, quest’ultimo utile ad acquistare i potenziamenti necessari a contrastare l’avanzata nemica.
Il divertimento è assicurato, a patto che abbiate tempo e pazienza per impratichirvi con un genere senza dubbio meno “accessibile” rispetto a tanti altri, molta voglia di confrontarvi con avversari da tutto il mondo e magari qualcuno con cui condividere l’esperienza.

Consigliato se: Ami la competizione; hai molto tempo a disposizione per giocare; cerchi un titolo da condividere con qualche amico.
Giochi simili: Dota 2, Smite, Prime World, Infinite Crysis, Dead Island Epidemic.
Disponibile su: PC, Mac.

DOTA 2

Potremmo definire Dota 2 il fratello di League of Legends, ma guai a farvi sentire da un giocatore di MOBA! Il titolo di Valve Corporation è il figlio ed erede di Dota, conosciuto anche come Defense of the Ancients, il primo strategico “arena” ad aver sdoganato il genere al grande pubblico. La versione originale era una semplice MOD per Warcraft 3: The Frozen Trone, tanto popolare da spingere Valve a “rilevarne i diritti” per la realizzazione di un titolo stand alone. Le meccaniche di gioco sono identiche a quelle di League of Legends, con mappa, eroi e market dalla medesima impostazione.
Campanilismi a parte, Dota 2 rimane uno dei migliori MOBA sulla piazza, un gioco che ci sentiamo di consigliare a qualsiasi utente sia desideroso di approcciare il genere, alla ricerca di un’esperienza online profonda e gratificante.
Se avete intenzione di approfondire l’argomento vi consigliamo caldamente la visione di Free-to-Play, un documentario di 75 minuti che racconta la storia di tre videogiocatori professionisti di Dota 2 alle prese con la finale mondiale del 2013, il Dota 2 International.

Consigliato se: Hai desiderio di competere con giocatori da tutto il mondo; cerchi un’alternativa a League of Legends.
Giochi simili: League of Legends, Smite, Prime World, Infinite Crysis, Dead Island Epidemic.
Disponibile su: PC, Mac, Linux.

HEARTHSTONE: HEROES OF WARCRAFT

Se amate i giochi di carte collezionabili e siete inguaribili fan di World of Warcraft, allora Hearthstone: Heroes of Warcraft è quello che fa per voi. Stiamo parlando di un trading card game tanto semplice quanto divertente, ispirato al più famoso setting creato da Blizzard Entertainment. Impersonando uno degli eroi di Warcraft e in possesso di un solo deck composto da 30 carte tra creature e magie, avremo l’arduo compito di sconfiggere l’avversario e scalare la classifica. Il Free-to-Play della software house californiana ha incontrato per la prima volta il grande pubblico ad agosto, prima alla GamesCom di Colonia e successivamente con una closed beta riservata ai pochi eletti iscritti al programma di test. Dopo sei mesi di migliorie e ottimizzazioni, l’11 marzo scorso il gioco ha finalmente raggiunto la sua forma completa, aprendo i battenti alle prime competizioni ufficiali. Grazie ad un sistema di gioco ben bilanciato e ad un market in-game non invasivo, Hearthstone ha in qualche modo delineato il nuovo standard per i giochi di carte collezionabili in formato digitale.
Per il momento è possibile giocare con avversari in carne ed ossa oppure sfidando l’intelligenza artificiale in modalità addestramento. Per i prossimi mesi è previsto un corposo update che comprenderà una campagna strutturata per il giocatore singolo.

Consigliato se: Ti piacciono i giochi di carte collezionabili; sei in cerca di un passatempo adatto ai ritagli di tempo.
Giochi simili: Magic: Duels of the Planeswalkers, Duels of Champion
Disponibile su: PC, Mac, iPad (prossimamente anche Android)

WORLD OF TANKS

Sebbene non ci siano i classici soldati armati di tutto punto ma freddi e lenti cingolati di metallo, World of Tanks è senza alcun dubbio il Re degli shooter Free-to-Play. Disponendo dei più potenti carri armati che hanno caratterizzato i conflitti del secolo scorso, saremo chiamati a combattere feroci battaglie a suon di cannoni in ampie mappe ispirate a celebri paesaggi del vecchio continente e dell’asia. Il gioco è divertentissimo, ha incredibili potenzialità in ambito esport e il market in-game non risulta essere particolarmente invasivo, tutte motivazioni sufficienti a convincere sia l’utente casual che quello appassionato.
Il popolare shooter si è rivelato la gallina dalle uova d’oro di Wargaming, azienda est europea nata nel 1998, ora colosso indiscusso dell’intrattenimento digitale su PC (e recentemente approdata anche su console). Il successo del primo Free-to-Play ha convinto lo sviluppatore a publisher a realizzare anche un titolo analogo sull’aeronautica (World of Warplanes, rilasciato lo scorso 13 novembre) e uno sulla marina militare (World of Warships, attualmente in fase di sviluppo). I tre titoli faranno parte di un unico ecosistema, con possibilità di passare da uno all’altro utilizzando il medesimo account.

Consigliato se: Hai a cuore i mezzi corazzati del XX secolo; hai desiderio di competere online ma senza l’impegno di un MOBA.
Giochi simili: World of Warplanes, War Thunder, Hawken, Mechwarrior Online.
Disponibile su: PC, Xbox 360.

TEAM FORTRESS 2

Team Fortress 2 è uno sparatutto in prima persona di chiara matrice arcade. Lo stile di gioco è quello veloce e adrenalinico che in passato ha caratterizzato il genere FPS, con particolare riferimento alla serie Unreal Tournament e Quake. Personaggi buffi e scanzonati si danno battaglia a suon di missili, torrette a ricerca e shotgun, in ambienti squisitamente disegnati in stile cartoon.
Uno degli aspetti più intriganti del Free-to-Play di Valve è che si integra perfettamente alla piattaforma Steam, pertanto è possibile sbloccare nuovi cosmetic per Team Fortress anche giocando (o acquistando) altri titoli presenti sullo store digitale della grande V. Le possibilità di personalizzazione sono davvero infinite proprio grazie a questi piccoli oggetti, ma il gioco resta completamente gratuito.

Consigliato se: Ti piace lo shooter in prima persona ma vuoi qualcosa di poco impegnativo; ami la grafica cartoon; preferisci lo stile di gioco veloce e immediato.
Giochi simili: Battlefield Heroes, Tribes Ascend, la serie Unreal Tournament.
Disponibile su: PC, Mac, Linux.

NEVERWINTER

Neverwinter di Perfect World riesce a condensare con successo i canoni della quarta edizione di Dungeons & Dragons - con i dovuti accorgimenti tecnici ovviamente necessari ad un’edizione digitale dall’approccio fortemente action - raccontando una delle ambientazioni meglio riuscite del popolare gioco di ruolo cartaceo: Forgotten Realms. Molti di voi certamente ricorderà Neverwinter Nights, famoso RPG sviluppato da Bioware divenuto celebre per il suo motore grafico eccezionalmente malleabile, (l’Aurora Engine usato anche dal primo The Witcher) e per il grande fascino degli ambienti. Con la sua incarnazione online ci troviamo di fronte a qualcosa di un po’ diverso, sebbene i toni cupi e l’ambientazione ricca siano del tutto identici e di medesima qualità. Con un’ampia scelta di razze e classi, il titolo di Perfect World è tuttora uno dei più interessanti MMO fantasy Free-to-Play sulla piazza.
Se nutrite curiosità circa Neverwinter, sappiate che tra pochi giorni sarà reso disponibile il terzo modulo aggiuntivo, Curse of Icewind Dale, che aggiungerà una nuova professione, un Paragon Path per il Ranger, una nuova campagna single player, contenuti per il PvP e, come potrete immaginare dal titolo, delle nuove aree esplorabili a nord di Faerun.

Consigliato se: Sei amante di Dungeons & Dragons; cerchi un MMO fantasy con un approccio meno impegnativo del solito.
Giochi simili: Lord of the Ring Online, Dungeons & Dragons Online, Raiderz.
Disponibile su: PC.

HAWKEN

In una guerra, niente può tener testa a 50 tonnellate d’acciaio armate di tutto punto. Grazie ad Hawken possiamo sperimentare l’ebbrezza di stare a bordo di un potente guerriero d’acciaio in una guerra senza esclusione di colpi. Nonostante le inevitabili somiglianze con Titanfall, il titolo di Adhesive Games è profondamente diverso dall’IP di Respawn Studios: Hawken è più fisico, lento nei ritmi e richiede pertanto un approccio più ponderato e meno "diretto". Inoltre si combatte solo a bordo dei giganteschi robot e mai con fanteria in carne ed ossa. Le modalità di gioco sono quelle che da qualche anno caratterizzano il genere shooter multiplayer, mentre la visuale adottata è la prima persona.
Il titolo non ci offre solo la possibilità di salire a bordo del nostro mech preferito, ma anche di personalizzarlo di tutto punto con armi, strumenti difensivi, livree e potenziamenti vari. Il titolo mette a disposizione un sufficiente quantitativo di opzioni anche all’utente che non ha intenzione di investire denaro per giocare e che mira ad un approccio meno impegnato e più “casual”. Combattere a bordo di un robot non è mai stato così divertente.

Consigliato se: Hai passato l’infanzia tra Mazzinga, Ufo Robot e Gundam; cerchi uno shooter in prima persona un po’ diverso dal solito; preferisci un approccio più tattico e meno dinamico.
Giochi simili: Mechwarrior Online, World of Tanks.
Disponibile su: PC.

PATH OF EXILE

Il mondo di Path of Exile è cupo, pieno di pericoli, feroci mostri e magia oscura. Nei panni di un esule sulle tracce dei suoi persecutori, verremo catapultati in un turbinio di avventure tenebrose che metteranno a dura prova le nostre abilità di guerrieri. Il gioco della neozelandese Grinding Gear Games riprende i canoni dell’hack’n’slash con visuale isometrica, gettando però le basi per una rinascita del dark fantasy. Il sistema di controllo è rigorosamente mouse & keyboard, come da prerogativa del genere, mentre l’inventario e il pannello per l’equipaggiamento sono pressoché identici a quelli visti e saggiati in Diablo 3. Il sistema di combattimento non è particolarmente profondo - non lo è quasi mai quando parliamo di hack’n’slash come questo - ma la crescita del proprio alter ego ha davvero pochissimi limiti, così come la possibilità di customizzare l’equipaggiamento in dotazione. Ottimo anche il comparto tecnico, capace di raccontare le oscure ambientazioni di Wraeclast con grande realismo e notevole intesità. Le ultime patch hanno apportato significativi miglioramenti al sistema di combattimento e alla stabilità del netcode.

Consigliato se: Hai amato alla follia la serie Diablo; stai cercando un’esperienza grinding.
Giochi simili: Diablo III, Torchlight.
Disponibile su: PC.

WAR THUNDER

In volo sopra il mare a poche miglia dalla costa, con un motore da 1000 cavalli che romba sotto il nostro sedile e i nemici che ci inseguono nel tentativo di farci la pelle. Tutto questo (e molto altro ancora) lo potete trovare in War Thunder, simulazione di battaglie aeree della russa Gaijin Entertainment, software house celebre per la grande esperienza con i combat flight simulator. La formula non è diversa da quella di World of Tanks di Wargaming, solo che al posto dei mezzi terrestri ci sono gli aerei più famosi degli eventi bellici del ventesimo secolo. La grafica è eccezionale e il gameplay molto ben bilanciato, con la possibilità di giocare in modalità arcade o con approccio più realistico in celebri rievocazioni storiche. Il mercato offre qualche alternativa interessante, ma se siete alla ricerca di un simulatore di battaglie aeree, allora il titolo di Gaijin Entertainment è sinonimo assoluto di qualità e divertimento. Il gioco è ancora in beta ed è disponibile su piattaforma PC Windows, MacOS e Playstation 4.

Consigliato se: Sei in possesso di un Joystick; Ami le simulazioni di battaglie aeree di natura storica.
Giochi simili: World of Warplanes, DCS World.
Disponibile su: PC, MacOS, PlayStation 4.

PLANETSIDE 2

Tre fazioni, divise da un conflitto che non conosce né sosta, né limiti. In Planetside 2 prenderemo parte ad epiche battaglie sul pianeta Auraxis, tra tecnologie misteriose, alleanze ribelli e velivoli spaziali. Ci troviamo al cospetto di uno sparatutto in prima persona di concezione piuttosto classica, sebbene più tattico per via di ambienti suddivisi in grandi aree e una struttura ludica basata sulla conquista di basi e avamposti. Grazie a mappe che si estendono per molti chilometri, il titolo di Sony Online Entertainment offre al giocatore di fronte allo schermo un’esperienza libera e d’ampio respiro, come nessun altro shooter in prima persona era mai riuscito a fare prima d’ora. Prima di gettarsi nella mischia della battaglia è possibile scegliere la fazione, la classe, l’equipaggiamento, quindi selezionare un mezzo di trasporto (di terra o aereo) grazie al quale possiamo spostarci sulla mappa e attaccare i nemici.

Consigliato se: Vi piace il free roaming; amate il first person shooter; cercate un open world con centinaia di giocatori connessi contemporaneamente.
Giochi simili: Firefall.
Disponibile su: PC, Playstation 4.

SMITE

Avete mai sognato essere dei dell’Olimpo, divinità dei misteriosi culti egiziani, o poderosi esseri immortali dei miti norreni? Oggi è possibile grazie a Smite, il nuovo titolo di Hi-Rez Studios che miscela sapientemente strategia e azione. Anche Smite fa parte di quella grande “famiglia allargata” meglio conosciuta come genere MOBA. In questo caso però siamo di fronte a qualcosa di un po’ diverso da League of Legends e Dota 2, soprattutto per via di una visuale in terza persona che segue il personaggio sul campo di battaglia, proprio come avviene in un classico action adventure. Prima della beta release i MOBA player storcevano il naso di fronte ai trailer gameplay, ma dopo aver provato con mano il gioco tutti si sono dovuti ricredere: Smite non solo funziona in maniera eccellente, ma è in lizza per diventare uno dei MOBA più apprezzati e giocati dal pubblico, con grandi possibilità anche nell’ambito e-sport.

Consigliato se: Sei nuovo del genere; ti piacciono i MOBA ma sei in cerca di un gioco differente; ami la competizione.
Giochi simili: League of Legends, Dota 2, Infinite Crysis.
Disponibile su: PC.

STAR WARS: THE OLD REPUBLIC

Tanto tempo fa, in una galassia lontana, lontana...c’era una software house che decise di ripescare uno dei migliori giochi di ruolo mai creati su PC, per trasformarlo in un massive game. Stiamo parlando di Bioware, che con Star Wars: The Old Republic ha preso quanto di meglio realizzato intorno al noto franchise sci-fi, forgiando un’esperienza online a tutto tondo. Ammettiamolo: il risultato non è proprio la perfezione, ma dopo una falsa partenza e qualche piccola “noia al motore”, il gioco si conferma come un’ottimo partito in ambito Free-to-Play. Possiamo impersonare una tra le più celebri razze che popolano la galassia, scegliere la professione, il sentiero, navigare nello spazio profondo con la nostra astronave e, ultimo ma non meno importante, decidere come comportarci nelle conversazioni e nelle interazioni con i PNG, proprio come nei classici titoli Bioware.
Molti diedero per spacciato il gioco non appena Electronic Arts si apprestò a decretarne il passaggio al nuovo business model, ma in realtà il titolo gode tuttora di ottima salute e si fregia inoltre il titolo di MMORPG Free-to-Play tra i più redditizi in territorio nord americano. Cosa state aspettando? Il sentiero per diventare Jedi è lungo: meglio iniziare subito l’addestramento...

Consigliato se: Sei fan del franchise creato da George Lucas; ti piace la fantascienza; sei alla ricerca di un gioco MMO storydriven.
Giochi simili: La serie Star Wars: Knights of the Old Republic.
Disponibile su: PC.

STAR CONFLICT

Gaijin Entertainment, software house celebre per le sue simulazioni di volo con rievocazioni storiche, tenta l’approccio del genere fantascientifico con risultati davvero interessanti. Star Conflict è una space simulation che mette il giocatore ai comandi di un vascello intergalattico, in un periodo storico dominato da aspri conflitti e che metterà a dura prova le nostre abilità quando con una cloche in mano. In aggiunta alle classiche modalità multiplayer, il titolo della software house russa mette a disposizione degli utenti anche una serie di missioni cooperative che aiuteranno gli aspiranti spaziopiloti a prendere confidenza con il sistema di guida, aumentare di livello e quindi acquisire i crediti sufficienti a comprare nuovi vascelli ed equipaggiamento.
Non ci troviamo di fronte ad un titolo dal gameplay particolarmente profondo, come le serie Wing Commander o alcuni capitolo del franchise X, ma piuttosto ad una simulazione adatta ad un pubblico più variegato ed eterogeneo.

Consigliato se: Devi trovare un riempitivo in attesa di Star Citizen; vai pazzo per le avventure televisive dell’Enterprise.
Giochi simili: War Thunder, World of Warplanes, Freelancer.
Disponibile su: PC.

MMORPG e Dintorni Questi 13 giochi non rappresentano che la punta dell’iceberg del panorama Free-to-Play. Sebbene su console non ci sia ancora molta scelta in tal senso (i publisher hanno iniziato ora a muovere i primi timidi passi verso questa direzione), su computer ci sono così tante alternative da rendere praticamente impossibile stilare una lista completa delle numerose opzioni al vaglio dell’utente: noi abbiamo voluto riportare quelli che, nel corso dell’ultimo periodo, hanno saputo cambiare le comuni concezioni di videogioco e di fruizione, o che si apprestano a dare una nuova spinta alla nuova industria videoludica. I giochi qui elencati sono infatti la prova tangibile che il mondo dei videogame è cambiato profondamente negli ultimi anni: se prima il Free-to-Play era talvolta sinonimo di “scarsa qualità” o “videogioco di categoria inferiore”, oggi possiamo certamente affermare che non è più così, e che le software house riescono a esprimersi molto bene anche adottando un business model basato esclusivamente sulle micro-transazioni. La risposta ai vostri dubbi è a portata di mouse: provare non costa nulla.