I Migliori Giochi e tutte le novità per Oculus Rift

Una carrellata sui migliori giochi per Oculus Rift già disponibili e sui titoli più interessanti in arrivo nei prossimi mesi.

speciale I Migliori Giochi e tutte le novità per Oculus Rift
Articolo a cura di
Davide Leoni Davide Leoni I videogiochi entrano nella sua vita alla fine degli anni ’80, ai tempi del primo incontro con Super Mario Bros, e ancora oggi ne fanno stabilmente parte, dopo più di 20 anni. Pregi e difetti: riesce a terminare Super Mario Bros 3 in meno di otto minuti ma non ha mai finito Final Fight con un credito... ci sta ancora provando. Lo potete seguire su Facebook e su Google Plus

Uscito sul mercato lo scorso marzo, Oculus Rift è stato di fatto il primo tra i visori VR a rendersi disponibile al pubblico. A oltre sei mesi dal lancio, le vendite stentano a decollare, probabilmente a causa del prezzo elevato e della mancanza di vere e proprie killer application in ambito videoludico. La line-up software può comunque definirsi più che discreta, ed in procinto di accogliere altre produzioni interessanti.
Cerchiamo di fare il punto della situazione per quanto riguarda i giochi per Oculus Rift, ricordando i principali titoli già in commercio e quelli in arrivo nei prossimi mesi.

Giochi Oculus VR già disponibili

Tra i giochi per Oculus più interessanti troviamo ADR1FT, titolo che ci mette nei panni di un'astronauta prigioniero in una nave spaziale in avaria. Sopravvivere all'interno dell'aeronave non sarà facile, e dovremo fronteggiare numerose problematiche; ADR1FT si caratterizza in ogni caso come un'esperienza decisamente immersiva ma poco varia, una variante dei "walking simulator" come Everybody's Gone to the Rapture, con un'ambientazione tutto sommato affascinante.


Impossibile non citare anche Edge of Nowhere, sviluppato da Insomniac Games: un'avventura tra i ghiacci ispirata a produzioni come Lost Planet, Uncharted 4 e Rise of the Tomb Raider. Edge of Nowhere viene considerato uno dei prodotti VR più interessanti dell'ultimo anno, merito di uno stile grafico originale e di un gameplay che si avvicina a quello di grandi produzioni Tripla A, non limitandosi ad essere una "semplice" esperienza in VR.
Altrettanto degno di nota è Chronos, action RPG in terza persona ambientato in un mondo fantasy, con labirinti da esplorare, rompicapo da risolvere e nemici da eliminare. Di fatto, si tratta del più riuscito gioco di ruolo per Oculus, acclamato dalla critica per il gameplay veloce e frenetico e per un comparto tecnico di buona qualità, capace di spiccare anche tra produzioni VR ben più blasonate.
EVE: Valkyrie e EVE: Gunjack non hanno bisogno di troppe presentazioni, essendo ormai disponibili su molte piattaforme. EVE Valkyrie è un simulatore spaziale riadattato per la VR mentre Gunjack è uno spin-off della serie targata CCP, si tratta di uno sparatutto su binari ambientato anche in questo caso nella galassia profonda, nato inizialmente come esclusiva per Samsung Gear VR e poi convertito su tutti i visori. Restando in tema di giochi spaziali vale la pena citare l'aggiornamento VR di Elite Dangerous, gratuito per tutti i possessori del gioco: il gameplay resta lo stesso del gioco originale, con la possibilità di esplorare l'universo a 360 gradi.
Disponibile in early access, Subnautica è un survival game che ci mette nei panni di uno sfortunato passeggero che precipita su un pianeta alieno dopo un'incidente aereo: risvegliatosi miracolosamente dopo lo schianto, il nostro eroe dovrà sopravvivere in questo luogo misterioso e inospitale, esplorando l'oceano e avventurandosi nelle profondità marine. Anche in questo caso ci troviamo di fronte a un'avventura con una componente esplorativa particolarmente sviluppata e certamente adatta per essere vissuta con le potenzialità di Oculus.

Gli appassionati di giochi di strategia possono invece ripiegare su AirMech: Command, strategico in tempo reale con robottoni pronti a darsi battaglia per conquistare il pianeta. Oltre a una ricca campagna (affrontabile anche in co-op), il gioco presenta il pieno supporto per il multiplayer online, classificandosi di fatto come uno dei migliori titoli del genere per Oculus Rift. Gli appassionati di Tower Defense possono invece rivolgere le proprie attenzioni su Defense Grid 2, titolo già uscito su PC e console e adesso riproposto in una versione ottimizzata per la VR, la quale include un gameplay completamente riprogettato e un comparto tecnico decisamente migliorato. Anche il folle Keep Talking and Nobody Explodes si presta bene all'utilizzo con i visori per la realtà virtuale: in questo caso, l'obiettivo è quello disinnescare una bomba seguendo i consigli del proprio compagno, in una corsa contro il tempo capace di regalare ore di puro divertimento.
Impossibile poi non citare Wildlands e Fated: The Silent Oath, il primo è un'esperienza VR in prima persona che ci porterà ad esplorare mondi fantastici, mentre il secondo è un gioco di ruolo ambientato nel mondo della mitologia nordica. Citiamo per dovere di cronaca anche Minecraft VR, titolo che non ha certamente bisogno di presentazioni. Il nostro viaggio continua con The Climb, prodotto sviluppato da Crytek che ci porterà a scalare le pareti rocciose di catene montuose sparse in Nord America, Europa e Asia. Una scalata tra le montagne con una componente ludica più sviluppata di quanto si potrebbe pensare, che ci porterà alla scoperta di paesaggi mozzafiato. Oltre alla scalata solitaria, The Climb presenta anche una modalità multiplayer che permetterà a due amici di sfidarsi in una gara di velocità.
Gli appassionati di platform non hanno invece molte alternative e possono divertirsi con Lucky's Tale, gioco di piattaforme 3D coloratissimo, con protagonista una simpatica volpe. Il titolo è incluso con il visore ed è quindi gratuito per i possessori di Oculus, purtroppo la struttura non è particolarmente esaltante e il gameplay si rivela ben presto ripetitivo e monotono, tuttavia vale sicuramente la pena provarlo, se non altro perché incluso nel bundle di acquisto.
Gli appassionati di racing game possono invece godere del supporto VR per Project CARS e Assetto Corsa, indubbiamente due dei simulatori più completi presenti sul mercato, ora perfettamente godibili in realtà virtuale. Anche P.O.L.L.E.N merita certamente un breve approfondimento: si tratta di un'avventura in prima persona ad ambientazione sci-fi nel quale saremo chiamati ad esplorare una stazione spaziale per mettere fine a una serie di misteriosi omicidi. Chiudiamo questa carrellata con il folle Surgeon Simulator, titolo recentemente aggiornato per supportare la Realtà Virtuale e garantire così un'immersività ancora maggiore.

Giochi Oculus Rift uscita

Interessante anche la panoramica dei giochi in uscita, che apriamo con Serious Sam VR: The Last Hope (18 ottobre), una riedizione del primo folle Serious Sam compatibile con Oculus. Gustoso antipasto in attesa di Serious Sam 4, con The Last Hope Croteam spera di riuscire a riportare la serie agli antichi splendori, dopo un terzo episodio incapace di riscuotere il successo sperato.
Merita certamente una citazione anche RockBand VR (in uscita entro fine anno): il franchise di Harmonix si prepara a debuttare nel mondo della realtà virtuale aprendo la strada a nuovi modi di suonare (grazie alla compatibilità con i controller Oculus Touch, in arrivo a dicembre).
Wilson's Heart (2017) è invece un'avventura grafica in bianco e nero che si ispira a film horror come Shutter Island per proporre un'esperienza VR certamente diversa dal solito e incentrata sul senso di angoscia e terrore.

Anche la serie Killing Floor si prepara ad arrivare su Oculus con Killing Floor: Incursion (Natale 2016); utilizzando Oculus Touch i giocatori potranno uccidere mostri e zombie utilizzando spade, coltelli, pistole, mitra, bazooka e altre armi. Il gioco si caratterizza per un comparto tecnico di buona fattura e per un gameplay frenetico e veloce che potrebbe fare la felicità di coloro che sono alla ricerca di un'esperienza VR simile a quella dei classici FPS per PC e console.
Anche Eagle Flight di Ubisoft (in uscita il 18 ottobre) merita certamente una menzione particolare: il gioco ci mette nei panni di un'aquila chiamata a sorvolare i cieli di Parigi e completare varie missioni sfrecciando per la città ed effettuando acrobazie di vario genere. Nonostante i primi giudizi non fossero particolarmente positivi, Eagle Flight si è rivelato uno dei più curiosi titoli VR degli ultimi tempi, il gioco propone non solo una modalità single player ma anche il pieno supporto per il multiplayer fino a un massimo di sei giocatori in contemporanea, i quali potranno sfidarsi in gare di velocità e prove di abilità.
Sempre da Ubisoft, arriverà a fine novembre (il 29, per la precisione), Star Trek Bridge Crew, simulatore con elementi gestionali che ci mette al comando della nave spaziale U.S.S. Aegis: grazie ai comandi vocali potremo impartire ordini agli altri membri dell'equipaggio e assegnare compiti specifici allo staff, in modo da riuscire a portare a termine tutte le missioni.
Gli amanti dell'horror e delle esperienze forti apprezzeranno senza dubbio Paranormal Activity VR, esperienza che promette di farvi gridare come ossessi ad ogni minimo movimento sospetto... Altro titolo meritevole di menzione (ma ancora privo di data di uscita) è Dead and Buried, sparatutto ambientato nel vecchio West con supporto per il multiplayer. Pochi i dettagli sul progetto, che si preannuncia comunque meritevole d'attenzione. Arizona Sunshine (fine 2016) è uno sparatutto ambientato nell'omonimo stato: il mondo è ormai alla rovina e il paese è invaso dagli zombie, toccherà a noi respingere l'invasione! Oltre a un gameplay di stampo tradizionale, il gioco presenta un comparto tecnico apparentemente valido, in particolar modo per un prodotto orientato alla VR.
Superhot è stato uno dei fenomeni cult dello scorso inverno, presto il gioco sarà aggiornato per supportare Oculus Rift e i controller Oculus Touch, garantendo così un'esperienza ancora più folle e divertente. Restando in tema di aggiornamenti, anche Bethesda dovrebbe pubblicare entro la fine dell'anno (ma è probabile che l'aggiornamento slitti al 2017) un corposo update per rendere Fallout 4 compatibile con Oculus, sebbene al momento non ci siano dettagli più precisi in merito. Il publisher del Maryland, inoltre, sta lavorando anche su un'esperienza VR legata a DOOM, che potrebbe vedere la luce nel 2017.
A dicembre invece (in contemporanea con il film interpretato da Michael Fassbender) uscirà Assassin's Creed VR Experience, contenuto in realtà virtuale fortemente connesso alla pellicola che verrà utilizzato come veicolo promozionale per il lungometraggio.
Tre novità interessanti sono state recentemente annunciate durante l'evento Oculus Connect 3, ovvero Lone Echo, Arktika.1 e Robo Recall. Il primo è un'avventura ad ambientazione spaziale sviluppata da Ready At Dawn (team noto per The Order 1886) che si distingue per un sistema di movimento a gravità zero particolarmente ispirato. Arktika.1 (primavera 2017) è invece uno sparatutto in prima persona ambientato in un mondo post apocalittico, il gioco è sviluppato da 4A Games, lo studio responsabile di Metro 2033 e Metro Last Light ed è basato sul performante 4A Engine, motore proprietario della società aggiornato per spingere ai limiti la VR. Infine, Robo Recall è un progetto di Epic Games realizzato con l'Unreal Engine 4, anche in questo caso ci troviamo di fronte a uno sparatutto con protagonisti agguerriti robot. La grafica in stile cartoon appare colorata e vivace, e Robo Recall sarà disponibile all'inizio del prossimo anno e sarà scaricabile gratuitamente da Oculus Store.

Infine, chiudiamo citando tre titoli che in futuro potrebbero arrivare anche su Oculus, sebbene al momento non ci siano certezze: si tratta di Raw Data (sparatutto attualmente esclusivo per HTC Vive), Resident Evil 7 Biohazard e Batman Arkham VR. Per quanto riguarda gli ultimi due giochi citati, recentemente è stato scoperto che il survival horror Capcom sarà esclusiva PlayStation VR per dodici mesi (quindi fino al 24 gennaio 2018), mentre il gioco dedicato al Cavaliere Oscuro verrà proposto in esclusiva PS VR fino al 31 marzo 2017. Questo non vuol dire necessariamente che i prodotti citati possano vedere la luce anche su Oculus, anche se certamente le possibilità restano molto alte, considerando la popolarità e l'appetibilità commerciale dei franchise in questione.