Injustice 2: alla scoperta di Sub-Zero

Sub-Zero di Mortal Kombat si aggiunge al già variegato al roster di Injustice 2 grazie al nuovo DLC Fighter Pack 1.

Injustice 2 - Sub Zero

Videospeciale
Injustice 2 - Sub Zero
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • PS4
  • Xbox One
Tommaso Tommaso "Todd" Montagnoli è un maniaco e devoto videogiocatore da più di vent'anni, feroce appassionato di RPG, strategici e tutto il resto. Le poche ore che non spende giocando le passa fra fumetti, cinema, brit rock e snowboard. Lo trovate su Facebook, Twitter e su MORLU TOTAL GAMING.

Ed eccoci qua, appena qualche mese dopo l'ottimo lancio, a parlare nuovamente di Injustice 2. E pensare che ne è già passata tanta di acqua sotto i ponti: le gran finali dell'EVO 2017, il debutto al primo posto della classifica UK, Black Manta "Leakato" per sbaglio, l'annuncio di Starfire... Insomma, il picchiaduro firmato Netherrealm Studios sta andando bene, anzi benone, nonostante le perplessità che gravitavano attorno ai famosi DLC: guarda caso, è proprio di questo che vogliamo parlarvi oggi.
Già in giro ci sono un'infinità di opinioni, speculazioni, addirittura scommesse su chi potrebbero essere gli ultimi combattenti non ancora annunciati per il roster; Raiden, con l'inconfondibile sagoma del suo cappello, lo diamo oramai per scontato, e pure l'ultimo in fondo a destra della griglia parrebbe proprio essere Atom (anche se il sottoscritto spera ancora ingenuamente che si tratti del Dr. Manhattan). Fatto sta che, oltre all'antipasto già disponibile, ovvero Red Hood, la comitiva di Injustice 2 si è appena arricchita di un altro personaggio: uno di quelli che al suo ingresso merita almeno il sottofondo di trombe e un tappeto rosso...

L'uomo che congelava i Kryptoniani

Si tratta infatti di una di quelle eccellenze prese in prestito, per così dire, dall'altro grande brand in mano a Netherrealm, ovvero il solo ed unico mr. Sub-Zero. Perché diciamocelo: con l'iconico ninja blu dei Lin Kuei, vinci facile. E non c'è niente di male, del resto anche Skorpion nel vecchio Injustice aveva fatto un bel cammeo, e a parer nostro fa sempre piacere veder ritornare i nostri eroi, magari rielaborati concettualmente e con una veste grafica tutta nuova.

A proposito di estetica e costumi, diciamo subito che questa ennesima re-interpretazione dell'uomo di ghiaccio ci è piaciuta non poco, poiché basta un colpo d'occhio per capire che è stato realizzato con calma e perizia. La sua cappa lunga, fa subito una gran figura, e strizzando un poco l'occhio ai mantelli dei personaggi DC Comics, lo accosta di buon grado al roster precostituito. Torna anche il set delle armi di ghiaccio, in questa versione incarnate in pugnale Sai, Spada corta e Martello a due mani.
Gli inserti di materia ghiacciata che lo proteggono sulle giunture, insieme alla corazza leggera che sembra composta da squame nero, lo assimilano quasi ad uno stregone, eppure gli conferiscono un qualcosa di moderno, in qualche modo una buona evoluzione di quanto visto dell'ultimo Mortal Kombat X. Ma parlare semplicemente di costumi sarebbe riduttivo, visto che da questo capitolo esiste la meccanica della personalizzazione degli eroi via drop; nemmeno il tempo di arrivare a livello sei, infatti, che il nostro Sub-Zero sembrava già un altro personaggio.

Nuovi avambracci doppiamente corazzati, gambali spigolosi, maschere futuristiche e set di armi alternativi (senza contare i pezzi leggendari). Questo solo per ribadire la bontà del lavoro svolto dagli sviluppatori sul fronte "ruolistico", che ancora continua a tenerci incollati al pad, nonostante siano passati mesi dal lancio. Ma a parte i vestiti, Sub-Zero è rimasto fedele al suo stile originale, e come sempre è un personaggio che sa picchiare forte. Pure troppo in certi casi, al punto che inizialmente ci era sembrato davvero "Over-powered"! Le combo erano lunghe, si incastravano fin troppo bene ed erano persino troppo facili da eseguire. Senza contare le special, adattabili e ben assortite, a partire dal getto di ghiaccio destinato alla lunga distanza fino alle esplosioni radiali per il close-range.

Insomma, in un primo momento avevamo temuto il peggio per il bilanciamento, poi però, lavorandoci con calma, abbiamo scoperto anche i suoi punti deboli: innanzitutto il danno non è elevatissimo, compreso quello dei montanti, e le special sono sì utilissime, ma facilmente evitabili. Per di più, la famosa "bolla congelante" non è più congelante, a meno che non la si carichi. E fidatevi che è tutta un'altra faccenda adesso. In più, la sua Super Move (per la cronaca visivamente eccellente), sembra davvero facilissima da evitare, al punto che dopo una diecina di tentativi andati male abbiamo deciso ti tenerci le nostre tacche di energia per i clash. Sub-Zero è un personaggio che rende al meglio nel combattimento ravvicinato, ed è per questo che è facilmente counterabile dai personaggi di tipo zoner (Harley Queen, Joker e pure il nuovo Red Hood). In poche parole è forte, ma non certo invincibile, piuttosto è facile da usare, e quindi adatto per l'entry-level o per i match "senza pensieri". In ogni caso lo abbiamo trovato divertentissimo da utilizzare, al punto che il sottoscritto sta pensando di inserirlo tranquillamente tra i suoi main, accanto a Lanterna, Flash e Scarecrow. Il classico ninja blu è tornato, è in mezzo ai supereroi dell'universo DC si sente proprio a casa: se avete fatto pace con la questione dei DLC, vi consigliamo di farci un pensierino.

Che voto dai a: Injustice 2

Media Voto Utenti
Voti totali: 41
8
nd