GCom10

Speciale Konami Conference

La breve press conference di Namco alla Gamescom 2010

Articolo a cura di

Ore 11, Gamescom di Colonia. Konami apre le porte della Rheinsaal, vicino all'entrata nord del complesso Koelnmesse. Telecamere, macchine fotografiche, occhi puntati. Dopo pochi minuti di brusio la platea automaticamente si zittisce, in attesa dell'esordio del conduttore, Thomas Sauermann. Dopo i soliti convenevoli sale sul palco il presidente di Konami Digital Entertainment GmbH Kunio Neo che lancia il primo filmato, dando il via alla conferenza. In questo articolo, ecco le novità legate ai titoli made in Konami più attesi.

Metal Gear Solid: Rising
Delusione da parte di tutti i fan della saga di Solid Snake. Hideo Kojima non è presente a Colonia ed è rimpiazzato da Shigenobu Matsuyama, produttore. Viene mostrato solo un artwork che ritrae di spalle Raiden, il cyborg ninja dotato di armatura iper tecnologica, fucile a raggi e catena elettrica. Nessun trailer, neppure quello giá mostrato in occasione dell'E3. E le parole del producer sono altrettanto fumose: “Sono sicuro che al Gamescom del prossimo anno saremo in grado di darvi ulteriori informazioni circa il progetto”. Evidentemente presentare il progetto non è una prioritá della casa di sviluppo, ma ci saremmo aspettati almeno qualche mezza dichiarazione.

Pro Evolution Soccer 2011
Il nuovo motto della celebre serie dedicata al calcio sarà “Engineered for freedom”. Le caratteristiche del nuovo titolo, in uscita il 30 settembre su Playstation 3, Xbox 360, PC e (a seguire nel mese di Ottobre) per tutte le altre console, includono più di 1000 nuove animazioni, un nuovo sistema di organizzazione della difesa e un editor di finte dove concatenare i diversi movimenti del giocatore selezionato. Dal punto di vista dei diritti, questa edizione godrà delle licenze Champion's League ed Europa League. Infine, è stata presentata la cover che raffigura (ancora una volta) Lionel Messi con la maglia del Barcellona.

Castlevania: Lord of Shadow
Sette ottobre: è questa la data che tutti i fan dei più celebri cacciatori di vampiri videoludici devono evidenziare sul calendario. Il titolo, frutto della collaborazione tra Europa e gli studios gestiti da Kojima, è accompagnato dal payoff “Dark times need a Dark hero”. Verrà rilasciato in contemporanea mondiale (come detto) nella prima settimana di ottobre in due versioni: una normale e una collector's edition che conterrà il gioco, la soundtrack e la replica di una maschera di ferro (che probabilmente avrà un ruolo predominante nell'azione di Lord of Shadow) della dimensione di un pugno. Sono inoltre stati ufficializzati due pacchetti DLC che vedranno la luce pochi giorni dopo l'uscita del titolo. Già a partire da settembre, comunque, una demo del gioco sarà disponibile online. La cosa che più colpisce è la longevità: “Il gioco è ultimato - annuncia il produttore Dave Cox - e raccoglie 15 livelli molto diversi da loro. Credo che un giocatore medio impiegherà almeno 20 ore per portare a termine Castlevania: Lord of Shadow”. Non possiamo che esserne felici.

Def Jam Rap Star
Prendete Singstar, miscelateci dentro una dose massiccia di rap e hip hop con una scorzata di social network e avrete Def Jam Rap Star, titolo disponibile a novembre su Playstation 3, Xbox 360 e Nintendo Wii. A differenza del già citato Singstar non sarà necessario azzeccare l'altezza vocale mentre si canta ma tenere d'occhio il ritmo: una volta scelta la canzone, al centro dello schermo appaiono dei cerchi (in prossimità delle parole) attraversati da una luce saltellante. Starà al giocatore pronunciare le battute con il giusto tempismo per incrementare il moltiplicatore e, di conseguenza, il punteggio. La performance sarà inoltre trasferibile su Internet e condivisibile attraverso i maggiori social network. “In questo titolo - ha ricordato il produttore - non esistono avatar ma solo voi stessi. Sarete voi a editare i vostri video guadagnarvi il rispetto di amici e utenti grazie alle vostre prestazioni”. Il gioco annovera oltre 40 canzoni dei più famosi artisti hip hop degli ultimi venti anni tra cui 2Pac, 50 Cent, Wu Tang Clan, Peter Fox, Kool Savas e Das Bo. Sarà inoltre possibile giocare in modalità Freestyle (componente fondamentale per accrescere la competitività degli utenti), Battle e Duet. A voi il microfono.

Never Dead
Ultimo ma non ultimo, uno dei giochi più freschi che presto arriverà sui nostri scaffali. Trattasi di un action tridimensionale che ricorda Gungrave per la telecamera posizionata proprio alle spalle del protagonista e l'azione ricca di sparatorie e proiettili vaganti. La novità sta nel fatto che il protagonista, anche se letteralmente fatto a pezzi, non morirà: semplicemente il giocatore avrà la sola possibilità di controllare le parti rimanenti del suo corpo. In un trailer molto simpatico accompagnato da musica classica abbiamo visto la testa del nostro alter ego digitale verso le proprie braccia e gambe sparpagliate nello stage. Man mano che il corpo si ricomponeva, il protagonista si guadagnava l'opportunità di sparare prima con un braccio solo e saltellando (in mancanza dell'altra gamba) e poi a pieno regime. Una ventata d'aria fresca nel mondo degli action 3D? Sembra proprio di sì.