Speciale Magic 2015 - Duels of the Planeswalkers

In attesa della recensione, esploriamo alcune novità di Magic 2015

speciale Magic 2015 - Duels of the Planeswalkers
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Xbox 360
  • iPad
  • Mobile Gaming
  • Pc
  • Xbox One
Nicolò Pellegatta Nicolò Pellegatta va matto per il chinotto, i fumetti europei (anche quelli francesi), non sopporta le code. Ha un debole per i videogiochi giapponesi, ma Kojima proprio non gli sta simpatico. Apprezza i giochi di breve durata, ma poi finisce sempre per iniziarne uno da 40 ore! Dissuadetelo su Facebook, Twitter o su Google Plus.

Proprio come FIFA 15 rinnova il proprio roster, esattamente come un Assassin's Creed cambia la propria ambientazione ed in linea con un Call of Duty racconta una nuova trama. Stiamo parlando di Magic The Gathering, il videogioco ormai prossimo al debutto nella rinnovata edizione 2015. Già lo scorso anno Magic The Gathering 2014 ci lasciò positivamente impressionati per lo spirito con cui replicava fedelmente regole e ritmi del gioco di carte collezionabili più famoso al mondo. Dodici mesi dopo, il nuovo videogioco su licenza ci regala un'esperienza ludica pressochè simile, la aggiorna alle ultime espansioni appartenenti al piano di Theros, prova a coinvolgerci con una nuova trama ed introduce a grande richiesta dei fan il Deck Builder, la possibilità di costruire un proprio mazzo digitale praticamente da zero.
In attesa della recensione e di una video-intervista esclusiva al Community Manager italiano, vi lasciamo con le nostre prime impressioni a seguito della presentazione stampa avvenuta recentemente in quel di Milano.

Magic è community

Magic è community. E' più di un mero duello di con le carte. Fino ad un anno fa Wizard of the Coast provava ad imbeccarci con il mantra "Magic è esperienza", ma un anno più tardi, con un videogioco di successo spalmato sulle principali piattaforme, una attiva presenza sui social network ed un film targato Fox in arrivo, Magic è quantomai community.
Tutto parte dalle fumetterie dove si contano i giorni in attesa di una nuova espansione e dove una volta alla settimana si ritrovano i fan per sfidarsi in duelli a tema. Wizard è riuscita in questi anni a tenere presso di sè una folta schiera di appassionati grazie allo sfondo narrativo dietro ogni espansione: l'ultima è ambientata sul piano di Theros e si ispira nel caratterizzare Creature ed Incantesimi alla mitologia greca.
Il videogioco in uscita ogni anno aggiornato nelle modalità e nell'assortimento di carte propone un'offerta d'ingresso sopratutto ai neofiti nel mondo Magic. Sono i videogiocatori che dovrebbe vivere la "community" in fumetteria e non il contrario!
Apprendendo le regole basilari nel Tutorial, affrontando l'intera storyline in single player e destreggiandosi nel multiplayer free-for-all, il giocatore dovrebbe acquisire una sufficiente dimestichezza per guardare in faccia e sconfiggere il bulletto che lo guarda male nel comic-store di turno.
O almeno così si spera, perchè un giocatore esperto lo si veda dal modo con cui maneggia le carte in mano, dalla velocità con cui stappa e tappa le carte in gioco e sopratutto dal fatto che non resta mai fermo ad attendere la mossa avversaria.

Fra trama e costruzione di mazzi

Parlando più nello specifico di Duels of the Planeswalkers 2015 si presenta anzitutto con una trama inedita ed intrigante sin dal filmato di apertura. Tetra e cupa nelle atmosfere, riprese anche da un'interfaccia di gioco altrettanto dark e minimale, racconta del Planeswalker Garruk maledetto dalla strega Liliana e proprio per questo intenzionato ad eliminare dalla faccia della Terra ogni altro Planeswalker. La sua minaccia convincerà il giocatore ad unire le forze agli altri Planeswalker per sconfiggere la Lingua Selvaggia. Scopriremo in fase di recensione se i dialoghi e l'evoluzione della trama sapranno dare una forte linfa vitale alla campagna single-player.
Fin da ora possiamo confermarvi come finalmente sia stata introdotta la modalità Deck Builder (seppur con qualche limite), affiancata da quella - disponibile anche nell'episodio 2014 - affidarsi alla sorte e creare in maniera randomica un set di carte: in mezzo ci sono tutta una serie di opzioni intermedie che consentono di esplorare singoli piani, specifiche terre, eccetera. Questa novità sarà senz'altro apprezzata dai fan, che in più di un'occasione avevano lamentato una simile mancanza!