Speciale Nintendo 3DS - Features

Il secondo speciale dedicato alla console Nintendo esamina tutte sue caratteristiche

speciale Nintendo 3DS - Features
Articolo a cura di
Adriano Della Corte Adriano Della Corte Da quando ha ricevuto in regalo il suo primo Gameboy all'età di 5 anni, non ha mai smesso di giocare. Grande appassionato di platform e di epiche avventure. Cercatelo su Twitter e su Google Plus.

Il lancio europeo del Nintendo 3DS si avvicina inesorabilmente, e la campagna marketing effettuata da Nintendo punta soprattutto a mettere in risalto la principale caratteristica della console: lo schermo 3D. Non dubitiamo del fatto che questa feature sia il migliore biglietto da visita, ma il nuovo hardware che arriverà nei negozi tra due settimane non offre solo una visuale in tre dimensioni senza l'ausilio di occhialini. Acquistando il portatile a due schermi, troverete una serie di caratteristiche completamente inedite per un'handheld Nintendo. Questo speciale farà dunque il punto su argomenti come le funzioni legate alla connettività wireless, le funzionalità multitasking e la presenza di nuova infrastruttura per il gioco online.

Stay Connected

Con il 3DS Nintendo ha voluto sopratutto costruire una console che potesse offrire molto di più in termini di interazione con gli altri giocatori, rispetto al Nintendo 3DS. E' per questo che l'azienda ha rivisto la connettività Wireless, rielaborando soprattutto il concetto di scambio di dati tra due console in modalità standby. Nasce così la Street Pass mode, che offre l'opportunità di interagire con gli altri possessori del 3DS senza dover neppure prendere la console in mano. In questa modalità infatti il nostro portatile sarà alla costante ricerca di altri Nintendo 3DS con cui scambiare dati, non solo dell'hardware, ma anche del software in nostro possesso. Il sistema può infatti gestire le informazioni di una dozzina di titoli, senza dover necessariamente portare con sé le schede di gioco affinché avvenga lo scambio.
Utilizzando la Street Pass Mode potremo così scambiare i nostri Mii, le informazioni del nostro profilo principale, ma anche effettuare delle brevi sessioni di gioco estemporaneo. Ad esempio con Nintendogs potremo condividere le foto dei nostri cuccioli, in PES effettuare degli incontri basati sulle nostre statistiche di gioco, mentre in Super Street Fighter 4 3D Edition, un sistema di modellini collezionabili permetterà di costruirsi una squadra di combattenti, e scontrarsi con i team costruiti dagli altri utenti.
Nel tentativo di abbattere le barriere che limitano l'interazione tra giocatori, la Street Pass mode sembra essere decisamente funzionale: a chi non ha mai avuto l'occasione di organizzare sessioni multigiocatore, o per mancanza di tempo o per l'assenza di amici in possesso della console, questo tipo di connessione propone il giusto compromesso tra gioco ed interazione.
Oltre alla Street Pass Mode, la funzione SpotPass permette al Nintendo 3DS di trovare e connettersi ad hotspot e punti d'accesso wireless. Nintendo provvederà a distribuire tramite questa connessione notifiche, software e contenuti multimediali, offerti dalle collaborazioni che la compagnia ha stretto con alcuni partner. Questa funzione è forse la meno interessante di tutte quelle presenti sulla portatile, almeno in un paese come l'Italia. L'assenza di punti d'accesso internet gratuiti sul nostro territorio, unito al fatto che difficilmente saranno proposte collaborazioni interessanti come quella di Netflix negli USA, minano decisamente le potenzialità della SpotPass Mode.
A fine giornata il Menù Notifiche ci mostrerà comunque tutti i trasferimenti avvenuti tramite le modalità StreetPass e i dati ricevuti con la SpotPass. Non sarà necessario tuttavia entrare ogni volta in questa sezione per verificare l'arrivo di nuovi contenuti: un sistema di notifiche push farà cambiare l'icona del menù Notifiche ad ogni aggiornamento.

Multitasking

Una delle caratteristiche dei software del Nintendo 3DS è la possibilità di mettere in pausa l'azione sullo schermo per utilizzare contemporaneamente altri programmi presenti sulla console. Basterà premere il tasto Home presente nella parte inferiore del touch screen per mettere in standby il software e ritornare nel menù principale del'hardware. Interessante è soprattutto la funzione memo: durante il gioco potremo aprire un blocknote e prendere appunti mentre si gioca. Lo schermo inferiore sarà il nostro foglio di carta virtuale, mentre quello superiore potrà mostrare una delle due schermate del software avviato, o eventualmente entrambe. Le nostre annotazioni potranno poi essere salvate su SD sotto forma di immagini. Nel caso in cui avessimo bisogno di un aiuto, basterà lanciare il browser web, navigare in internet per raccogliere le informazioni necessarie, e ritornare tranquillamente a giocare.

Un Online più pratico

Quello che a Nintendo è stato sempre imputato con il Nintendo DS è di non essere riuscita a proporre un'infrastruttura online pratica ed intuitiva da utilizzare. La causa principale di questo deficit è da ricollegare soprattutto all'utilizzo degli ingombranti Codici Amico, stringhe di 16 numeri diversi per ogni software, che gli utenti dovevano scambiare con gli altri giocatori per poter giocare in rete. Un sistema davvero poco pratico, capace di scoraggiare anche i videoplayer più motivati. Con il Nintendo 3DS la compagnia sembra aver imparato la lezione, e con la nuova piattaforma ha semplificato di molto la connessione online. Il codice amico sarà finalmente unico, legato alla console, e non più ai titoli acquistati. Questo ovviamente significa che basterà scambiarsi la sequenza numerica una sola volta per stabilire la connessione con un giocatore. Inoltre sarà presente una lista amici consultabile in qualsiasi momento. La rubrica ci mostrerà in tempo reale i nostri contatti online e offline. La console sarà dotata di un sistema di notifiche che sfrutterà il LED presente sull'angolo destro: quando lampeggia con luce arancione, significa che un nostro amico è ora online. Nella lista degli amici registrati potremo inoltre consultare una serie di informazioni utili legate agli altri giocatori, come ad esempio l'ultimo titolo giocato, ed inviare messaggi per organizzare una sessione di gioco online.
Un modello quindi che si allinea a quello attualmente presente sulle home console HD; un'evoluzione opportuna, che finalmente allinea Nintendo alla concorrenza.

Mii

Il Nintendo 3DS sfrutta i Mii, gli avatar apparsi per la prima volta su Nintendo Wii, per personalizzare il profilo giocatore. L'editor per creare il nostro alter-ego sarà uguale a quello visto sulla console casalinga, ma il 3DS sfrutterà anche la fotocamera per realizzare velocemente un Mii simile a noi. La piazza Mii, accessibile dal menù principale della console, raccoglierà tutti i Mii incontranti nella StreetPass Mode, con la possibilità di osservare il profilo degli altri giocatori.
Presenti inoltre alcune simpatiche attività legate alla connessione wireless: StreetPass Puzzle darà l'occasione di scambiare tasselli con gli altri giocatori, in modo da formare dei quadri che raffigurano personaggi Nintendo, mentre un piccolo RPG permetterà di combattere a fianco dei Mii incontrati casualmente per strada.

Diario attività

L'idea di fondo di Walk with Me (software disponibile per Nintendo DS), era quella di dare al giocatore un incentivo per effettuare un'attività fisica costante. Il software era infatti venduto con un contapassi elettronico capace di registrare le camminate effettuate durante la giornata. Questo concetto è rimasto un pallino fisso di Nintendo, che ha voluto riproporlo sulla nuova console con una soluzione ancora più pratica. Grazie al giroscopio presente all'interno dell'hardware, la console registrerà costantemente tutti i passi effettuati con la console a seguito, che verranno registrati in un diario. L'utente potrà tenere così sott'occhio la sua attività motoria e magari apporvi alcune modifiche.
Per incentivare ulteriormente l'utente a portare sempre con se la console, Nintendo ha pensato di legare all'attività del Diario un sistema di ricompense tramite le Game Coin. Queste monete virtuali si otterranno in seguito al raggiungimento di un determinato numero di passi al giorno, e potranno essere spese per sbloccare contenuti all'interno dei giochi.

Scheda Nintendo 3DS Dal punto di vista delle funzionalità, il Nintendo 3DS punta soprattutto a migliorare l'interazione con gli altri giocatori. Su tutte le caratteristiche presenti, la StreetPass appare sicuramente quella più innovativa ed interessante, capace di mettere facilmente in contatto i possessori della console mentre si è in giro a svolgere le nostre faccende quotidiane. Sensibilmente migliorato appare il comparto online, finalmente libero dalle catene dei codici amico, e supportato da un'infrastruttura più elaborata, paragonabile a quella presente sulle home console HD. Punto debole sembra invece la funzione SpotPass, almeno qui in Italia, ma più per i limiti delle infrastrutture presenti nel nostro paese che per un difetto di progettazione. Il 3DS si rivela dunque una console che fa della sua portabilità il suo fiore all'occhiello: con tutte queste caratteristiche, le quattro mura di casa potrebbero risultare abbastanza strette, il che non può che far bene alla diffusione sempre maggiore del mezzo videoludico nella nostra quotidianità.