(Dis)Comfort Zone: Outlast 2 Oggi alle ore 21:00

Primo episodio della dis)Comfort Zone dedicata ad Outlast 2!

Speciale Pay What U Want

Digital Bros lancia la sua risposta agli Humble Bundle ed il protagonista è Brothers: A tale of two Sons

speciale Pay What U Want
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Xbox 360
  • Ps3
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
Nicolò Pellegatta Nicolò Pellegatta va matto per il chinotto, i fumetti europei (anche quelli francesi), non sopporta le code. Ha un debole per i videogiochi giapponesi, ma Kojima proprio non gli sta simpatico. Apprezza i giochi di breve durata, ma poi finisce sempre per iniziarne uno da 40 ore! Dissuadetelo su Facebook, Twitter o su Google Plus.

I videogiochi si sa costano molto! Negli ultimi anni i costi di sviluppo sono lievitati a dismisura, merito di software house da centinaia di dipendenti e sessioni di motion capture, ma a questi dobbiamo aggiungere le ormai irrinunciabili spese di marketing, di distribuzione e l'intera galassia di tasse IVE e balzelli. Il digital delivery ha in parte tagliato il prezzo finale, ma non tanto quanto da rendere profittevole per ciascun appassionato di videogiochi l'acquisto dell'ultimo blockbuster al day one.
Ben vengano allora le settimane di sconto su Steam, Origin, Playstation Network ed Xbox Live: serrati calendari di promozioni, vertiginosi cali di prezzo e indefesso accumulo di videogiochi che chissà quando si giocheranno!
L'ultimissima tendenza sono i pacchetti di giochi venduti ad un prezzo fissato dall'utente, libere donazioni che talvolta hanno anche un fine nobile come la beneficenza. E' la strada scelta dagli Humble Bundle ed ora anche dal sito Pay What U Want, inaugurato da Game Service, una divisione del gruppo Digital Bros (cui fa riferimento anche il distributore nostrano Halifax).

Decidete quanto vale il vostro divertimento!

Diciamoci la verità: con gli Humble Bundle abbiamo rimpinguato senza ritegno la nostra libreria di Steam. A colpi di 1 dollaro abbiamo fatto man bassa di tutti i Civilization, delle line up Electronic Arts e Warner Bros, di qualche bel giochino per Android. Li giocheremo mai tutti? Difficile dirlo; forse una libreria ben fornita su Steam è l'equivalente digitale di uno scaffale occupato interamente da una mai sfogliata enciclopedia Treccani.
Negli ultimi tempi Humble Bundle si è ulteriormente strutturato, offrendo a cadenza settimanale nuovi pacchetti e consentendo un'equa distribuzione della propria offerta tra associazioni umanitarie e gli stessi sviluppatori dei videogiochi offerti.
La proposta, assolutamente vincente, è stata reinterpretata da Digital Bros che proprio questa settimana inaugura il sito Pay What U Want con 3 giochi assolutamente interessanti più Brothers: A tale of Two Sons se si offrono più di 5 dollari. La formula non si differenzia dall' "umile" servizio: un bundle inedito di videogame ogni 10 giorni circa, proposti in accordo con un publisher volta per volta diverso, offerti sotto forma di codici riscattabili via Steam (no Origin o altri). Il prezzo di questo pacchetto è stabilito dall'utente, ma ovviamente saranno sempre offerta giochi extra se la cifra donata supera una soglia stabilita a priori da Digital Bros.

The debut bundle

Scopriamo ora il primo contenuto del primissimo bundle Pay What U Want, già disponibile sul sito del servizio e stabile per almeno altri 11 giorni. Non c'è fretta dunque, ma sarebbe un vero peccato non approfittarne visti i giochi proposti, tutti provenienti dal catalogo 505 Games. Una divisione di Digital Bros, fondata nel 2006 con sedi nel Regno Unito e a Los Angeles, capace di distribuire piccole perle come gli sparatutto della serie ARMA, il puzzle game Bust-a-Move, il dolce gioco di cucina Cooking Mama, i giochi di ruolo Wild Arms e la nuova mania danzerina Zumba Fitness; negli ultimi tempi si è convertita al digitale, scovando produzioni indie niente male come quelle proposte nel bundle di debutto sulle quali svetta Brothers: A tale of Two Sons, il poetico viaggio di formazione di due fratelli.

Marlow Briggs and the Mask of Death
Un gioco che risponde all'irresistibile regola dell'azione pura e che strizza l'occhio (con un pizzico di umorismo) agli eroi machi degli anni ‘80. Il giocatore veste i panni di Marlow che, con la scusa di salvare la classica donzella in difficoltà, si troverà ben presto impegnato in una lotta contro intere legioni di nemici potendo contare su poteri sovrannaturali conferiti da una divinità precolombiana.
La recensione di Everyeye

Takedown Red Sabre
Nel marasma di sparatutto run & gun, Takedown Red Sabre si pone come una piacevole alternativa votata maggiormente al realismo ed all'approccio strategico. Le vostre incursioni dovranno essere studiate meticolosamente dato che la più piccola svista si tradurrà in pesanti perdite sul campo. Takedown Red Sabre cerca di staccarsi dalla moltitudine di FPS e percorre una strada propria, all'insegna di un gameplay ragionato e di un'azione un po' meno dinamica.
La recensione di Everyeye

Rekoil
Si tratta di uno sparatutto online divertente e frenetico che pone l'enfasi sul fascino dei classici multiplayer arena. Un'ottima scelta per uno scanzonato frag fest con gli amici, complice anche la totale possibilità di personalizzare ogni aspetto del gioco, dalle armi alle mappe, senza dimenticare le modalità di gioco.
La recensione di Everyeye

Brothers: A Tale of Two Sons
Nato dalla brillante mente del regista Josef Fares e sviluppato dagli svedesi di Starbreeze Studios, Brothers è un gioco dove due fratelli dovranno collaborare per superare con astuzia livelli caratterizzati da una meravigliosa ambientazione fantasy per salvare il loro padre. La ccoperazione è la chiave di volta per avere ragione dei difficilissimi enigmi che costelleranno il viaggio formativo dei due ragazzi. Come Journey, anche Brothers: a Tale of Two Sons porta il videogiocatore a compiere un viaggio, nel mondo videoludico ma soprattutto interiore. Soave, emozionante e poetica sono gli aggettivi che useremmo per descrivere questa insolita quanto affascinante IP.
Per poterlo aggiungere alla propria libreria Steam dovrete offrire almeno 5 dollari, ma è un investimento che vale assolutamente la pena fare alla luce del fatto che il solo Brothers al momento è in vendita su Steam al prezzo di 15 dollari. Con un terzo di questa cifra vi portate a casa un autentico capolavoro indie e 3 sparatutto divertenti da giocare.
La recensione di Everyeye

Che voto dai a: Brothers: A Tale of Two Sons

Media Voto Utenti
Voti totali: 32
7.5
nd