Crash Bandicoot Trilogy Adesso online

Giochiamo in diretta la prima trilogia di Crash Bandicoot!

Speciale Playstation Experience

Sony porta a Milano la sua Line-Up

speciale Playstation Experience
INFORMAZIONI GIOCO
Articolo a cura di
Francesco Fossetti Francesco Fossetti scrive di videogiochi -fra una cosa e l'altra- da più di dieci anni, e non ha ancora perso la voglia di esplorare il mercato con vorace curiosità. Ammira lo sviluppo indie e lo sperimentalismo, divora volentieri tutto il resto. Lo trovate su Facebook, su Twitter e su Google Plus.

Sony porta a Milano la sua Line-Up, nell'annuale PlayStation Experience: un evento pensato come naturale "follow-up" della Gamescom, fiera tedesca che richiama, oltre alle orde di giocatori inferociti, soprattutto esponenti della stampa specializzata. A Milano accorrono invece giornalismi d'ogni risma, agenzie stampa e troupe televisive: l'occasione perfetta per mettere in mostra un catalogo eterogeneo come pochi, che punta a galvanizzare proprio tutti: genitori, figli, giocatori compulsivi e player dal fare più rilassato. Alla PlayStation Experience ce n'è davvero per tutti i gusti, dall'ultra-violenza di God of War ai ritmi scatenati di Dance Party. Ripassiamo insieme l'eccezionale offerta PlayStation.

Play

"Con questa PlayStation Experience la nostra azienda abbraccia una grande sfida" conferma ai microfoni di Everyeye.it Andrea Cuneo, Marketing Director di Sony Computer Entertainment Italia: "Il prodotto principale dell'evento è Wonderbook, un progetto con cui Sony, che ha sempre comunicato soprattutto con i videogiocatori veri e propri, vuole finalmente aprire un dialogo con un'utenza più allargata, ma senza dimenticare l'importanza di qualità e creatività. Wonderbook avvicina due mondi finora rimasti quasi incompatibili: quello del libro e quello del videogioco. Da una parte rappresenta quello che tutti i bambini vorrebbero farsi regalare - il gioco. Dall'altra tutto quello che i genitori vorrebbero fosse regalato ai loro figli - il libro. Il sogno di tutta una famiglia".
Gli enormi cartonati ai lati della stanza confermano l'intenzione, specificando quale sia il tipo di esperienza che Sony vuole portare nelle case questo natale: "A Family Experience".
Sappiamo che Wonderbook non è proprio il prodotto più indicato per voi che leggete quotidianamente le nostre pagine, ma a noi il progetto piace intensamente. Come già fu per EyePet, Wonderbook mescola l'interattività del videogame con la materialità del gioco tradizionale, e lo fa in maniera brillante e originale. Il primo titolo di questa "libreria digitale" (così la definisce Andrea Cuneo, con precisione impeccabile) sarà "Il Libro degli Incantesimi" (Book of Spells in originale), un esperimento che rientra nel progetto Pottermore, pensato per allargare i confini dell'universo creato da J.K. Rowling.

Qui troveranno posto tutte le magie apparse nei libri di Harry Potter: il piccolo giocatore, agitando il Move come una bacchetta, dovrà imparare ad utilizzarli per risolvere le emergenze che ogni apprendista affronta quotidianamente. La built presentata all'evento milanese ci è sembrata finalmente ottimizzata: i dubbi sulla fluidità del sistema di controllo e sulle incertezze nel riconoscimento dei movimenti svaniscono in un lampo.
Ma ben più di Book of Spells, che rappresenta un prodotto di lancio perfetto per il progetto, noi aspettiamo Diggs Nightcrawler, una storia noire che ci sembra adatta anche ai più grandicelli (e a noi che siamo inguaribili sognatori). Senza dimenticare Walk with Dinosaurs, enciclopedia interattiva costellata da qualche attività ludica, sviluppata in collaborazione con la BBC, che nasconde il suo fare didattico sotto le squame dei rettili preistorici.


Complessivamente, il progetto Wonderbook è interessante, e sulla lunga distanza darà senza ombra di dubbio enormi soddisfazioni a Sony ed alle famiglie, riaffermando con risolutezza l'infinita plasticità del videogioco.
Fra i titoli che si muovo nell'ambito Social e Family troviamo anche Dance Party X, con una nuova tracklist, pronto a confermare il discreto successo del suo predecessore, e Sports Champions 2, che delizierà gli utenti Move con cinque nuove discipline.

Play Harder

Ovviamente non è tutto "casual" il gaming di Sony. Anzi, ben prima che arrivino le due statuarie divinità videoludiche del prossimo anno (il The Last of Us di Naughty Dog e Beyond di David Cage), l'offerta Ps3 e PsVita si arricchirà di titoli fondamentali.
Si comincia già con LittleBigPlanet Vita, che abbiamo recensito minuziosamente, in arrivo entro fine mese: un toccasana per tutti gli utenti che hanno acquistato la nuova portatile. Oltre ad uno Story mode ben strutturato e sempre vario, LBP torna infatti con un editor potenziato, che permetterà di creare non solo nuove avventure, ma anche ogni sorta di minigame: quasi una fabbrica di "app", perfetta per una piattaforma che vuole fare del gioco in mobilità il suo tratto distintivo.


Sempre su PlayStation Vita arriverà All Stars Battle Royale: ma il brawler game di Superbot Entertainment raggiungerà anche la Home Console, con funzionalità Cross Controller e Cross Buy (chi acquista la versione Ps3, avrà in omaggio l'edizione portatile). Nonostante le critiche piovute sulla produzione per l'eccessiva somiglianza con Super Smash Bros., le partite che abbiamo disputato in quattro giocatori (stracciando la concorrenza e non solo) ci hanno divertito. Il roster è ricco e pieno di comparse inaspettate, ed il nuovo incontro ci ha permesso di giocare nei panni di Jak & Daxter ed Heiachi. Il vecchio lottatore di Tekken (ringiovanito come nell'edizione Tag Tournament 2) si trova particolarmente a suo agio, riproponendo le sue mosse distintive: uppercut, calci ad ascia, e l'iconico Elicopter Kick. Heiachi ha addirittura una "stance", in All Stars Battle Royale, tanto per ribadire l'estrema diversità del moveset di ogni personaggio e l'aderenza al contesto da cui ogni PG viene "estratto". Insomma, se metterete da parte le accuse di plagio, potrete godervi un titolo sicuramente vario e ben costruito.

Abbiamo rimesso le mani anche su Ratchet & Clank Q-Force, spin off delle serie regolare sviluppata da Insomniac, che recentemente è passata allo sviluppo multipiattaforma ma si è trovata un po' in difficoltà sotto l'ala protettrice di Electronic Arts, che ha trasformato il vecchio Overstrike nel più consueto Fuse.
Q-Force arriverà in Digital Delivery e seguirà, se vogliamo, le orme di Orcs Must Die e Sanctum, coniugando l'azione tipica della serie con dinamiche da Tower Defence. Un diversivo interessante per una saga che aveva perso un po' di smalto nelle sue ultime apparizioni? Sicuramente divertente per i fan e interessante per il gioco in cooperativa, Q-Force non dimentica inoltre tutta la carica satirica che ha sempre accompagnato le scorribande del Lombax, riproponendoci ad esempio le indimenticabili campionature dell'Eruttatore, saldamente incastonato nella Wheapon Wheel.

Infine, c'è il God of War Ascension che assalterà il mercato la prossima primavera. Torniamo a provare il Single Player dopo l'Hands-On di Colonia, e torniamo a confermare le nostre impressioni: ci sono certi brand il cui appeal resta altissimo anche senza rinnovamenti incredibili. Il team si è comunque impegnato per garantire una più discreta varietà di possibilità, armando Kratos di lance e spadoni occasionalmente raccolti sul campo di battaglia, e chissà di quale altri strumenti in futuro. Per il resto gameplay e feeling sono gli stessi, e identica è la violenza con cui lo spartano devasta le strane creature che gli si lanciano contro. Proprio la nuova "mitologia", che sembra per certi versi avvicinarsi alle propaggini dei panteismi medio-orientali, potrebbe essere un degno sostituto per la classicità greca ormai sepolta con Zeus.
Insomma anche per i giocatori "full time" Sony ha titoli interessantissimi, e la stagione 2012/2013 sarà davvero eccellente per il marchio PlayStation. Anche il sostegno delle terze parti è confermato, con la presenza di Assassin's Creed, Skylanders, FIFA 13, distintamente collocati nelle postazioni di prova, per ricordare che su Ps3, anche i multipiattaforma sono in splendida forma.

Playstation Experience La PlayStation Experience di Milano è stata una ghiotta occasione per poggiare nuovamente pupille e polpastrelli sull'eccellente Line-Up di Sony, che stuzzica abbondantemente i nostri palati anche se all'appello mancano titoli del calibro di di Puppeteer, Rain, Tearaway. Attualmente, in ambito console, Sony resta una spanna avanti alla concorrenza per quanto riguarda quantità e vivacità dell'offerta di esclusive. Per gli utenti Playstation, insomma, questo Natale e la prossima primavera ci sarà da divertirsi.