Speciale Steelseries: Merc Stealth Gaming Keyboard

La nuova tastiera da gaming per i giocatori più hardcore!

Articolo a cura di
Andrea Schwendimann Andrea Schwendimann nasce smontando un 486DX e divorando qualsiasi videogame da allora in avanti. Non ha resistito a nessuna piattaforma, appassionandosi a qualsiasi genere, pur prediligendo gli FPS, gli action-adventure, gli RPG e l'hardware da gaming in ogni declinazione. Lo trovate su Facebook, su Steam e su Google Plus.

Il gaming ad alti livelli è oggi più forte che mai su ogni piattaforma. La community internazionale PC soprattutto ha formato negli ultimi dieci anni una solida base di videogiocatori altamente specializzati nelle sfide online, che combattono senza esclusione di colpi sui server di tutto il globo fino, in alcuni casi, a farne addirittura una professione. Un così elevato livello di specializzazione non richiede solamente lunga esperienza sul campo, ma anche delle periferiche adeguate per ottimizzare le proprie prestazioni durante le adrenaliniche sessioni di gioco. Per questo Everyeye ha pensato di redarre un articolo dedicato a un prodotto top della gamma Steelseries, un'azienda che da anni si occupa di sistemi di controllo per PC gamers enthusiasts. Andiamo quindi ad analizzare nel dettaglio una tastiera per coloro che vogliono ottenere il massimo dalle prestazioni online.

Un primo sguardo

Steelseries è uscita lo scorso anno con un nuovo modello della pluripremiata MERC che introduce parecchie novità e perfeziona ulteriormente il controller per eccellenza del gaming PC. Tutto è stato pensato con in mente il giocatore professionista e le feature a disposizione, rispetto ad una normale tastiera, sono veramente impressionanti. Il packaging della confezione si presenta spartano e senza alcun fronzolo. All'interno troviamo solamente la tastiera e un foglietto che ci invita scaricare i driver dal sito ufficiale. Collegato il robusto cavo USB a una qualsiasi porta del nostro computer, iniziamo a scoprire le funzioni e le proprietà di questo prodotto così aggressivo. Innanzitutto la MERC Stealth si differenzia dalle tastiere normali per l'integrazione del corpo delle frecce e del gruppo di tasti ad esse sovrastanti (canc, home, end, etc,..) con il tastierino numerico. Troviamo quindi un elemento in meno rispetto ai tradizionali layout, rimpiazzato però da un esteso tastierino addizionale disposto all'estremità sinistra della tastiera (un vero e proprio gamepad integrato), che riposiziona strategicamente ben 30 tasti di uso comune nei giochi PC, come i WASD, i tasti intorno e i numeri in alto. La dimensione totale è quindi superiore a quella di una normale tastiera e i giocatori si troveranno con un'immensa plancia di comando ai loro ordini e pensata espressamente per chi vive di macro e multipressing.

Costruzione

Innanzitutto è stata riposta una cura particolare alla costruzione della tastiera in analisi. Sono stati utilizzati tre tipi di leghe plastiche disposte strategicamente per ottimizzare il feeling al tatto dell'utente. Troviamo quindi uno spesso e rigido rivestimento sul retro della tastiera e sulla parte superiore, che garantisce una solidità e un peso notevoli, in modo che, in combinazione con cinque spessi gommini, non potremo in alcun modo spostare accidentalmente la MERC Stealth dal suo piano d'appoggio. Troviamo poi un materiale plastico molto morbido che riveste tutto il corpo principale intorno al tastierino numerico e ai normali tasti QWERTY. Questa plastica è invece stata pensata per evitare che il sudore o un movimento accidentale faccia scivolare le nostre dita o i nostri polsi al momento sbagliato. Infatti troviamo anche tutti i tasti del gamepad sulla sinistra costituiti dello stesso materiale. Il terzo componente plastico è quello invece dedicato ai tasti del corpo delle lettere e del tastierino numerico sulla destra, che sono composti da un materiale misto, per garantire quindi un buon feeling per una pressione rapida e precisa, ma senza esagerare con l'antiscivolamento che smorzerebbe troppo i tempi di risposta. Per concludere con la costruzione, segnialiamo altre due feature molto interessanti: appena sotto l'intero rivestimento plastico vi è un secondo rivestimento in materiale luminoso così che tutti i tasti risultano retro-illuminati nei controni e nei simboli rappresentati per permettere un controllo ottimale anche al buio; infine troviamo sul retro due piedini regolabili in tre posizioni diverse per ottenere l'inclinazione ottimale della tastiera rispetto al piano d'appoggio.

Layout

Come abbiamo già segnalato, la tastiera è suddivisa in tre distinti gruppi di tasti (da sinistra a destra rispettivamente, il gamepad, il corpo tradizionale QWERTY e il tastierino numerico) al quale si aggiunge un quarto gruppo dedicato agli shortcut multimediali in alto a sinistra, costituito da 13 tasti più piccoli disposti orizzontalmente tramite i quali potremo lanciare alcuni programmi del sistema, gestire direttamente i vari player audio e video, regolare la luminosità e il colore della retroilluminazione e lanciare lo Z-Engine, un software di programmazione dedicato di cui parleremo in seguito. Tornando ai tre gruppi principali, ripetiamo che il tastierino numerico è stato integrato al corpo delle frecce a destra del gruppo delle lettere. Questa scelta ottimizza lo spazio così da trovare il posto per il gamepad sulla sisnitra. Inoltre, sempre per questioni di spazio, i tasti delle lettere e del tastierino numerico risultano leggermente più piccoli della media. Ogni tasto del numpad svolge quindi una duplice funzione e potremo apssare da una disposizione all'altra (dal gruppo frecce al gruppo numpad) schiacciando un apposito tasto posto sopra di esso. Veniamo ora al vero punto di forza della tastiera, ovvero il gamepad. Contrariamenbte a quanto si potrebbe pensare, questo non aggiunge nessun tasto dedicato oltre a quelli normalmente in uso in una comune tastiera e non fa altro che riposizionare strategicamente i tasti che normalmente vengono usati da ogni videogame prodotto. Troviamo quindi i classici WASD (e i due Q ed E) disposti al centro e fabbricati piatti e molto ampi, in modo da garantire un'immediatezza di pressione superiore. Sopra questi tasti ci sono gli undici tasti dei numeri -dalla slash allo 0- disposti ad arco su due file compatte di modo che siano tutti facilmente raggiungibili con anulare, medio e indice. Alla sinistra invece troviamo i tasti TAB e BLOCK, più piccoli e non ingombranti, per non ostacolare la pressione dei tasti più usati, ovvero ALT, LSHIFT e CTRL, creati invece alla stregua del corpo WASD, in materiale morbido e molto ampi, raggiungibili in un batter d'occhio con il solo mignolo poichè disposti in verticale. Sulla destra troviamo in seguito altri tre tasti circostanti i WASD, posizionati su due colonne verticali e dalla forma che varia a seconda dell'uso. In tutto sono 6 tasti che riposizionano sei lettere della tastiera normale, raggiungibili tutti con il solo indice. Infine, ma non meno importante troviamo in basso a destra due tasti di immediato utilizzo tramite la pressione con il pollice: uno molto grosso che riposiziona l'immancabile barra spaziatrice e uno leggermente più piccolo che rimappa il tasto C. In definitiva il gamepad è pensato con una sola cosa in mente: l'ergonomia. Nel momento in cui posizionarete anulare, medio e indice sui tasti WASD del gamepad, vi accorgerete come tutti i tasti circostanti siano esattamente sotto le dita con cui premerli. Ulteriore prova dell'attenzione della struttura della parte più saliente della MERC Stealth è l'inclinazione a 11 gradi verso destra dell'intero gruppo gamepad, in modo ceh durante le noste lunghe sessioni di gioco non dovremo affaticare il polso in strane rotazioni.

Z-Engine e feature addizionali

In questo paradiso del controllo per il gaming su PC, Steelseries ha pensato proprio a tutto. Troviamo quindi altre caratteristiche non essenziali, grazie alle quali avremo non solo il controllo completo della complessa struttura di tasti a disposizione, ma anche una più facile gestione di eventuali perifiche aggiuntive. Innanzitutto, siccome andremo ad occupare uno dei preziosi slot USB del nostro hub, Steelseries ha pensato di introdurre ben due slot USB aggiuntivi direttamente sulla tastiera, che diventa così un hub anch'essa. Posizionati in alto a destra, vicino ai 6 indicatori luminosi dei tasti come il blocca maiuscole e il numlock, avremo sempre a portata di mano due porte per qualsiasi esigenza, dalle chiavette, alle cuffie wireless o al mouse. Inoltre, subito al loro fianco troviamo due connettori audio, per collegare le nostre cuffie e il nostro micorfono, controllabili poi direttamente tramite i tasti multimediali alla loro sinistra. I contatti in oro di questi slot, fanno da ciliegina sulla torta per una tastiera davvero completa e che non potrà non soddisfare anche il più esigente videogamer. L'ultima feature riguarda direttamente la programmabilità di qualsiasi tasto presente. Lo Z-Engine altro non è che un software tramite il quale potremo assegnare dei profili alla tastiera che si attiveranno una volta che lanceremo l'eseguibile di un gioco selezionato, in modo da avere il controllo assoluto anche a livello software. Il programma è richiamabile in qualsiasi momento tramite la pressione di un piccolo tasto Z dedicato posizionato in alto a sinistra e si presenta in maniera veramente essenziale. Avremo a schermo la rappresentazione interattiva della nostra tastiera con un menu a tendina sulla sinsitra per gestire e creare i diversi profili. Assegnando un file exe a un profilo salvato, non dovremo fare altro che lanciare il gioco perchè lo Z-Engine riconosca quale profilo utilizzare in quella situazione. Cliccando con il mouse uno dei tasti rappresentati potremo assegnarne direttamente la funzione svolta dalla pressione fisica dello stesso, non solo per quanto riguarda i tasti tradizionali (ovvero mappare in una posizione differente la barra spaziatrice ad esempio), ma anche per creare delle vere e proprie macro, ovvero delle sequenze di comandi mappate su un solo tasto (ad esempio abbiamo trovato particolarmente utile assegnare al tasto R del gamepad una macro per cui abilitiamo la visuale di zoom per i fucili sniper e insieme riduciamo i dpi del mouse per una maggiore precisione inq uesta modalità). In aggiunta a questa potente funzione segnialiamo da ultima, ma non meno importante, la possibilità di schiacciare contemporaneamente fino a 7 tasti, che saranno quindi tutti riconosciuti ed eseguiti correttamente, evitando spiacevoli inceppamenti causati dalla pressione simultanea di più tasti sulle normali tastiere. In definitiva per causare un blocco di comandi con la MERC, dovremo farci crescere i tentacoli!

Prestazioni

La tastiera è stata provata intensamente in tre ambiti distinti: scrittura, lavoro e gaming. In tutti i casi dobbiamo segnalare come la costruzione e i tempi di risposta siano stati perfetti ad ogni esigenza. Possiamo affermare che non esiste tastiera al mondo che superi le prestazioni di velocità di pressione e comodità nell'utilizzo della MERC Stealth che viene eguagliata solo da altre tastiere famose come la Logitech G19. Dopo lunghe sessioni in ciascun ambito, le nostre dita e i nostri polsi non hanno sofferto del benchè minimo stress grazie all'eccellente combinazione di costruzione e disposizione dei tasti. Tuttavia dobbiamo segnalare due difetti che riguardano l'ambito di pura scrittura e l'ambito lavorativo. Nel primo caso, redigendo questo e altri articoli, abbiamo riscontrato come la ridotta dimensione dei tasti del corpo delle lettere possa condurre a delle imprecisioni mentre si scrive a velocità molto elevate. Questo piccolo difetto viene tuttavia risolto in larga parte dall'uso quotidiano della tastiera anche se chi ha mani partiolarmente grosse potrebbe trovare difficoltà maggiori ad adattarvicisi. In ambito lavorativo invece sconsigliamo l'utilizzo della MERC Stealth. Le ragioni non sono tanto dovute alla dimensione dei tasti in questo caso ma quanto alla completa mancanza del corpo dei tasti usualmente posizionati sopra le frecce (come canc, home, end, etc..) e dall'elevatissima compattezza del tastierino numerico, privato dei tasti asterisco e slash. Anche in questo caso ci si abitua, ma dover continuamente passare dal tasto di switch tra le due modalità del tastierino può comunque risultare frustante. Dobbiamo sottolineare però come questa tastiera sia stata pensata esclusivamente per il gaming e quindi fatichiamo a definire quanto riportato come veri e propri difetti, dato che nel primo caso l'abitudine soppersice ampiamente alla lacuna, mentre per entrambi bisogna tenere a mente che esulano dal target a cui è rivolto il prodotto stesso. Un ultimo appunto va al format vero e proprio dei tasti. Questa tastiera viene venduta in soli 3 formati, di cui solo 2 reperibili in Europa, ovvero quello Inglese UK e quello Tedesco. Sconsigliamo totalmente di orientarvi sul formato tedesco daton che vi mancehrebbero molti accenti, e sareste dotati di tasti inutilizzati nella lingua italiana. La tastiera inglese UK invece risponde quasi perfettamente ad ogni esigenza della nostra lingua madre e davvero sentirete molto poco la mancanza di alcune mappature, dopo un breve periodo di adattamento. Una nota finale va invece alla casa produttrice. Il supporto garantito da Steelseries è a 360° e risponde, grazie ad un sistema di account online in seguito alla registrazione del prodotto, ad ogni disamina tecnica che vorreste affrontare direttamente coi produttori. Il prezzo è in linea con altri prodotti simili e, sul sito ufficiale europeo, è di 64 euro.

Steelseries: Merc Stealth Gaming Keyboard La Steelseries MERC Stealth garantisce prestazioni elevatissime in ambito gaming. Non c'è molto da dire: questo è l'apogeo delle tastiere per videogiocatori. I tempi di risposta stellari, i materiali con cui è costruita, la retroilluminiazione adattiva e regolabile, lo Z-Engine che garantisce la completa riprogrammabilità su diversi profili e tutte le feature addizionali come i connettori USB e audio integrati, convergono verso la perfezione ed elevano questo prodotto nell'olimpo del videogaming competitivo. Senza nessun tipo di orpello estetico, come schermini o led, questa tastiera è quanto di più esclusivo ed aggressivo riusciate a trovare sul mercato. Un normale utente però deve pensarci bene prima di acquistare un prodotto simile. Se usate la tastiera principalmente per lavorare, sappiate che la MERC non fa per voi. Se passate intense sessioni di scrittura giornaliere, la MERC non fa per voi. Se invece passate il vostro tempo su PC alla ricerca dell'ultimo punto in ladder e della killingspree violenta e brutale, allora, grazie alla Steelseries, avrete raggiunto finalmente la vostra idilliaca Utopia di controllo videoludico.