Overwatch - Orisa Oggi alle ore 17:00

Giochiamo in diretta con il nuovo eroe di Overwatch!

Speciale The Sims Machinima Festival

Una competizione tutta Italiana per i machinima di The Sims

speciale The Sims Machinima Festival
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • DS
  • Xbox 360
  • Wii
  • Ps3
  • iPhone
  • 3DS
  • Pc

In occasione del 10° anniversario di The Sims Electronic Arts in collaborazione con Machinima ha presentato a Milano, il girono 09/06/2010, il Machinima Film Festival. Innanzitutto ci sembra doveroso, per chi ancora non lo sapesse, definire cosa sia esattamente un film Machinima: letteralmente la parola è un neologismo formato da Machine + Cinema a suggerire appunto l'arte tecnologica con la quale si è in grado di realizzare cortometraggi usufruendo di un determinato engine grafico (in questo caso quello di The Sims 2 e 3). Questo nuovo modo di fare cinema attraverso i videogame non è solo un puro divertimento. Da qualche tempo a New York infatti vengono costantemente assegnati dei premi ai migliori cortometraggi effettuati durante l'anno dagli utenti. Grazie ad Electronic Arts, Bocconi Trovato & Partners finalmente anche i registi italiani sono riusciti a esprimere la propria arte e la propria sensibilità senza dover rimanere dietro le quinte a migliaia di chilometri dalla sede dell' Academy of Machinima Arts & Science. I migliori 10 cortometraggi sono stati proiettati e valutati al cinema Apollo di Milano dove una nutrita e attentissima giuria ha decretato le prime 3 posizioni delle pellicole più meritevoli.

La giuria:

MODERATORE
Gigi Beltrame
Giornalista
, esperto di nuove tecnologie, è stato direttore di una serie di riviste di videogame, IT, business e marketing. Dirige il mensile sul web Businesscommunity.com ed è ospite fisso del programma televisivo Netc@fé.

GIURATI
Marco Brogi

Marco Brogi è General Manager per la sede italiana di Electronic Arts dal gennaio 2009, con l'obiettivo di portare l'azienda a consolidare la leadership di mercato attraverso una serie di prodotti innovativi e di nuove proprietà intellettuali. Prima di approdare in EA, ha ricoperto ruoli di prestigio presso grandi multinazionali di diversi settori da L‘Oréal Italia a Pernod Ricard ed Henkel.
Daniele Cassandro
La sua prima console di videogiochi è stata un'Atari 2600, acquistata nel lontano 1978. Nonostante questo, buona parte della sua paghetta dei primissimi anni '80 finiva nella pancia di arcade classici come Donkey Kong, Frogger e Dig Dug. Ha iniziato a curare rassegne di video musicali quando era ancora studente di storia dell'arte contemporanea all'Università di Roma La Sapienza. Ha lavorato in un negozio di dischi e ha scritto di musica per Rockstar e Vogue (tra gli altri), è stato nella redazione di Riders e ora è caposervizio del mensile Wired, dove cura la sezione Play (cultura e entertainment).
Federico Cella
Giornalista del Corriere della Sera, curatore del blog "Vita Digitale" e della rubrica "Io e tech junior", esperto di videogiochi.
Alessandra Contin
Scrittrice, giornalista ed esperta di nuovi media, attualmente collabora con il quotidiano La Stampa, il portale web Lastampa.it, l'inserto Torino Sette e il settimanale TTL. Ha pubblicato romanzi e saggi di stampo videoludico, tra i quali "Skill" (Einaudi, 2004), "Gamers. Storie di passione per i videogiochi" (Piccola Biblioteca Oscar Mondadori, 2006) e "Visioni da Matrix- tracce di un presente cyber" (Sperling & Kupfer, 2003).
William Lessard
Massimo esperto del fenomeno dei machinima, William Lessard ha lavorato a stretto contatto con l'Academy of Machinima Arts & Sciences per organizzare e promuovere le edizioni 2006 e 2008 del New York Machinima Film Festival. Rappresenta inoltre la popolare serie di machinima "This Spartan Life", che recentemente ha fatto il proprio debutto sul canale Waypoint di Xbox Live. E' coautore dei volumi NetSlaves: True Tales of Working the Web (considerato "miglior libro di business dell'anno" sia dall'Associazione Libraria d'America che dal sito web Industry Standard) e NetSlaves 2.0. Ha collaborato con Wired, Npr, Washington Post, Vanity Fair, Pbs, Bbc e molte altre testate americane ed internazionali.
Riccardo Meggiato
Ha maturato un'esperienza pluriennale nel campo divulgativo tecnologico, realizzando centinaia di guide, tutorial e articoli. Attento e curioso agli aspetti pratici delle nuove tecnologie si è guadagnato il rispetto di numerosi attori del panorama informatico internazionale tra cui spicca il nome di Microsoft, per cui è beta-tester italiano del nuovo sistema operativo: Vista. E' autore del volume "Machinima - Produzioni cinematografiche spettacolari ed economiche" (Apogeo, 2008) e collaboratore del mensile "Jack".
Sam Midwood
La sua passione per il mondo dei machinima non conosce confini. Non soltanto ha vinto moltissime competizioni nel settore, tra cui quelle curate da HBO/Cinemax, Chrysler e Machinima.com, ma ha anche contribuito all'organizzazione di molti festival di machinima, tra cui il Machinima Film Festival 2008 di New York e il Machiniplex Expo in Second Life. Grande fan dei Sims, Sam Midwood ha dato vita insieme a Phil Rice, (l'ideatore del film in machinima più visto di tutti i tempi) alla casa di produzione Zarathustra Studios.

L'esito

Dopo un curiosissimo dibattito tra i membri della giuria, sul possibile futuro dei videogiochi e soprattutto degli engine grafici in progettazione, terminato con una riflessione sulla necessità di trovare un compromesso tra la qualità grafica e la giocabilità dei nuovi titoli, finalmente abbiamo potuto prender visione dei lavori svolti dagli utenti. Le regole da seguire erano le seguenti : usare il motore grafico di The Sims 2 o The Sims 3, una durata complessiva minore di 2 minuti e utilizzare le proprie abilità senza violare nessun diritto d' autore.

I 3 video che si sono meritati il podio sono stati:
_ 1: ‘Someone to Kill': suggestivo thriller che vede protagonista una ragazza ricercata da un detective. La storia si svolge in diversi setting e si conclude con l'assassinio del poliziotto. Anche a nostro avviso questo era il titolo che meritava il gradino più alto del podio. La caratterizzazione dei personaggi protagonisti e l'effetto delle riprese da più angolazione ha reso l'intera esperienza visiva molto interessante e coinvolgente. Decisamente il più carismatico di tutti.
_ 2: ‘Come fu che quel giorno The Sims 2 si trasformò in the Sims 3': come descrivereste il passaggio dal vecchio al nuovo modo di vivere la vita nello stile Simlese? Facile: arredando pian paino un'intera casa mentre sullo sfondo dei Sim stanno lavorando al Pc come se fossero veri e propri programmatori di Electronic Arts. Geniale. Sicuramente è stata premiata l'idea.
_ 3: ‘Upgrade yourself': esilarante commedia che vede protagonista un impacciato seduttore che ha deciso di preparare una cena alla sua compagna. Le sue scarse doti culinarie l'hanno costretto a un rimedio molto singolare: costruire dei robot per farsi aiutare passo per passo. Decisamente un'ottima scelta visti i risultati che hanno premiato l'audace latin lover alla fine della serata.

I premi sono stati molto apprezzati dai vincitori: il terzo classificato si è aggiudicato un ipad, il secondo un MacBook e il primo niente popò di meno che un viaggio a New York negli studi di Electronic Arts. Per tutti gli altri partecipanti il premio di consolazione è stato l'espanzione Ambitions di The SIms 3.
Come ha giustamente sottolineato Alessandra Contin al termine della presentazione ci troviamo di fronte a cortometraggi sicuramente molto ben fatti e toccanti tuttavia, a differenza della maggior parte degli autori Statunitensi e non solo, quasi la totalità delle storie riguardava esclusivamente temi cari ai teenager del girono d'oggi cresciuti a pane e ‘Muccino': l'amore, la bellezza e l'invidia. Con questo non vogliamo assolutamente condannare la sensibilità degli Italiani riguardo a questi temi ma dopo aver riso a crepapelle davanti all' eccezionale comicità di ‘Male Restroom Etiquette', vincitore del Machinima Film Festival del 2006, guardando i finalisti di questo anno rimaniamo in qualche modo stupiti di come l'ironia sia cosi poco presente nelle doti creative dei nostri connazionali. Speriamo in ogni caso di poter assistere, l'anno prossimo, ad un'altra kermesse per poter incontrare ancora una volta il genio degli appassionati di questo innovativo sistema di fare cinema.