The Witcher 2 - Guida di Lancio

Dopo una lunga attesa, The Witcher 2 Assassin's of Kings sta per arrivare su Xbox 360: ecco la nostra guida completa.

speciale The Witcher 2 - Guida di Lancio
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Xbox 360
  • Pc
Nicolò Pellegatta Nicolò Pellegatta va matto per il chinotto, i fumetti europei (anche quelli francesi), non sopporta le code. Ha un debole per i videogiochi giapponesi, ma Kojima proprio non gli sta simpatico. Apprezza i giochi di breve durata, ma poi finisce sempre per iniziarne uno da 40 ore! Dissuadetelo su Facebook, Twitter o su Google Plus.

Sapete già cosa ne pensiamo di The Witcher 2: Assassins of Kings se vi siete imbattuti la settimana scorsa nella nostra recensione (che potete agilmente recuperare cliccando qui) e nella videorecensione relativa (visibile qua oltre che nel player qualche spanna più in basso). L'ultimo lavoro di CD Projekt RED uscirà il 17 Aprile su PC (con l'aggiornamento gratuito di The Witcher 2 denominato Enhanced Edition) e su Xbox 360 per la primissima volta su console.
Proprio gli acquirenti della piattaforma Microsoft sono i più eccitati dal lancio dell'RPG fino a ieri esclusiva PC, ma sono anche quelli più all'oscuro delle vicende dei due The Witcher, del mondo che sta attorno, oltre che della peculiare filosofia adottata dai ragazzi polacchi di CD Projekt. Proprio per venirvi incontro abbiamo deciso di redigere questa guida, un manualetto che può tornare utile per arrivare indenni al termine del tutorial di The Witcher 2: Assassins of Kings. Poi, però, ve la dovrete vedere da soli con cospirazioni e combattimenti...

Cosa è un Witcher? Una strega bruttissimissima?

No, anzi tutt'altro. Un Witcher è un mercenario che uccide mostri per soldi, un soldato di ventura che monetizza sulle paure della gente. Ma di cosa faccia esattamente un Witcher non troverete esplicita menzione nei videogiochi, per saperne di più dovrete consultare i libri del polacco Andrzej Sapkowski, il Tolkien dell'Europa dell'Est. I suoi libri associano agli elementi della tradizione (luoghi, conflitti e creature) le dinamiche sociali del mondo moderno. Lotta fra razze, temi etici, ecologia, scalate monetarie e persino ricerche genetiche trovano posto in un mondo che si distacca dal classico quadro in bianco e nero di eroi senza macchia e cattivi dalla spietata crudeltà, di violenza e seduzioni spregiudicate, in favore di un dipinto in scala di grigi dove i tutori della legge spesso compiono atti efferati e dove "il fine giustifica i mezzi" non è solamente un detto popolare. Ogni personaggio dell'universo di Sapkowsky è animato da proprie passioni e pulsioni che lo spingono al perseguimento dei propri obiettivi, portandolo spesso al conflitto interiore e al dubbio.
I suoi libri li trovate sotto lo scaffale destinato alle pubblicazioni di Editrice Nord, che da un paio d'anni sta recuperando il catalogo dello scrittore fantasy polacco. Trovate già la trilogia dedicata a Geralt di Rivia (il protagonista anche dei due videogiochi) ovvero Il guardiano degli innocenti, La spada del destino e Il sangue degli elfi. I primi due sono strutturati sotto forma di micro-episodi ed è proprio nel primo (più precisamente nel racconto Lo Strigo) che abbiamo scovato la definizione di Witcher.

"Inglese: Witcher
Italiano: Strigo
Polacco: Wiedzmin
Tedesco: Hexer
Russo: ??????? (Wedmak)
Ceco: Zaklína?
Spagnolo: brujo
Francese: Sorceleur
Arabo: Al-as'har"

Il terzo, pubblicato a Febbraio (18 euro, 400 pag.) è già più romanzo e se non ci credete leggetevi questa gradevole preview di ben 160 pagine!
Dopodichè Sapkowski non è stato certo con le mani in mano, producendo altri quattro libri della saga attualmente inediti in Italia. Ci sono anche due serie di fumetti: la prima risale ai primi anni '90 ed è solo per il pubblico polacco, la seconda riprende direttamente le vicende di The Witcher 2, s'intitola La ragione di Stato (come il celebre libro di Giovanni Botero), è in fase di traduzione (amatoriale e interrotta) in inglese e da poco è disponibile in formato digitale/interattivo per dispositivi iOS (video preview).
Una buona notizia: per affrontare le vicende dei videogiochi non c'è bisogno di leggere avidamente dei (tutt'altro che) noiosi libri, se non altro perchè le opere di CD Projekt RED si ambientano in un periodo successivo ai racconti e romanzi.
Certo, cimentandovi nella lettura sarete in grado di rispondere senza problemi a domande come perché i Witcher sono in grado di bere pozioni velenose? Perché possiedono due tipi di spade? Perché sono i maestri assoluti del combattimento contro una moltitudine di mostruose creature? anche senza vedere questo video...

Chi è Geralt di Rivia? Perchè va in giro ad ammazzare re e sovrani?

Questa la so: il più famoso cacciatore di mostri mai esistito, uno dei pochi sopravvissuti ad un incontro con una demoniaca strige (nel mondo di The Witcher le donne sono delle bestie fameliche, gli uomini campioni di coraggio e beltà...assonanze con il mondo reale?). Geralt di Rivia è semplicemente il migliore Strigo dell'epoca: carismatico, scaltro, abile, dotato di intelletto e forza fisica, nonché agilità e poteri magici acquisiti tramite alcune mutazioni già in tenera età. Figlio della maga Visenna e di un nerboruto guerriero di nome Korin, Geralt fu iniziato alle arti magiche dei Witcher da bambino: completato l'apprendistato come d'usanza il maestro Vesemir suggerì lui di adottare un soprannome. Il futuro eroe scelse Geralt Roger Eric du Haute-Bellegarde; forse un po' troppo pretenzioso e "francese", motivo per cui ripiegò sul più evocativo Gwynnbleid (ovvero Lupo Bianco). Altra curiosità: spesso accanto al nome di battesimo viene indicata la provenienza dalla città di Rivia, ma questo non è il suo luogo natio. E' grazie al valore dimostrato nelle Guerre Settentrionali contro gli aggressori di Nilfgaard che poté acquisire tale titolo donatogli dalla Regina Meve di Lyria e Rivia come segno di riconoscenza.

Il videogioco The Witcher (un video-recap in lingua inglese) prende avvio cinque anni dopo gli eventi dei libri. A quanto sembra Geralt di Rivia era stato sconfitto e ha trovato la morte, ma dopo un apparente letargo si risveglia. Torna in un periodo di guerra, durante un conflitto che si estende su tutte le terre conosciute. In una situazione di distruzione totale, dove tutte le potenze si danno battaglia e la speranza degli uomini si affievolisce, si sente il bisogno di un eroe. Geralt, però, è privo dei suoi celebrati poteri e abilità apprese: viene quindi recuperato e portato nel castello segreto dei Witcher recante i segni dell'ultimo attacco ad opera dei maghi, i quali considerano i compagni di Geralt una setta di abomini che maneggiano l'uomo e la magia arcana per i propri scopi. Il primo episodio della serie quindi si configura come un immenso tutorial (termine riduttivo...) in rapporto al seguito e all'ipotetico terzo capitolo: Geralt girovagherà per i dintorni di Vizima, dove è impegnato tantoa recuperare il proprio passato quanto riacquisire i poteri perduti. La trama piano piano svelerà una serie di intrighi e tradimenti, dapprima relativi alla cosca criminale nota come Salamandra e poi ad un complotto per eliminare il Re Foltest di Temeria.
La sequenza finale (SPOILER a go go!!) mostra un losco figuro irrompere nel palazzo reale, eliminare guardie e ciambellano, dirigersi quindi verso gli appartamenti del sovrano. Se non fosse stato per il tempestivo intervento di Geralt la linea dinastica di Temeria sarebbe dovuta essere riaperta...
Ma il brutto spavento rimediato da sovrano e witcher non il solo brivido sperimentato quel giorno: quando i due si avvicinano per osservare da vicino il volto dell'attentatore scoprono che costui ha le stesse fattezze del buon Geralt, le stesse tracce delle mutazioni. Chi era esattamente questo guerriero? Chi ha effettuato esperimenti magici su di lui? Si tratta di uno Strigo o di una classe avversa? Perchè, sopratutto, aveva intenzione di uccidere Re Foltest?

The Witcher 2: Assassins of Kings riparte proprio da questo episodio. I primi che irrompono nella sala del trono e vedono il sovrano ferito e sanguinante, mentre Geralt baldanzoso è in piedi con in pugno l'elsa di una spada. 2+2 e l'accusato è proprio il Witcher, costretto quindi a lasciare in fretta e furia Temeria grazie all'intermediazione dei pochi cortigiani rimastigli fedeli. Non è un buon momento per essere esiliato: il continente è in subbuglio, moti rivoluzionari si susseguono inspiegabilmente di regno in regno, molte (troppe) teste di principi e regnanti cadono. Temeria è scombussolata dall'Ordine della Rosa, l'assissinio di Re Demaved ha lasciato Aerdin senza legittimo governatore, i regni del Nord sono ancora una volta sul piede di guerra e la posizione politica di Geralt è aggravata da un qui pro quo presso la dimora della duchessa La Vallette.
Nelle terre selvagge il Witcher comincerà a fare chiarezza sugli eventi e giungerà ad una scoperta sconcertante: un nuovo ordine di sicari professionisti ha un piano diabolico e per attuarlo sembra dover fare piazza pulita di tutte le famiglie regnanti del Continente. Si fanno chiamare i Regicidi!

Bonus Track #1: visto che a noi il mondo di The Witcher fa impazzire, non ci siamo certi risparmiati la visione di 52 and a half. Un cortometraggio di 6 minuti in lingua inglese realizzato con il RED Engine (il motore grafico di The Witcher 2) pensato come background di Geralt di Rivia. Tutte informazioni già raccontate sopra, ma diamine vedere un video è molto meno noioso che leggere un testo!

Da dove saltano fuori i CD Projekt RED? Sono davvero polacchi?

Raramente la stampa videoludica si interessa delle realtà industriali presenti in Europa dell'Est. I giocatori PC, però, nel corso della loro carriera avranno senz'altro incrociato qualche prodotto sviluppato in Russia o negli ex Stati del Patto di Varsavia. CD Projekt con sede a Varsavia è una delle maggiori software house di tale area geografica.
Fondata nel 1994 da due compagni d'università (Marcin Iwi?ski e Micha? Kici?ski), si è fatta una certa nomea in Polonia distribuendo i videogiochi di compagnie europee ed americane localizzando tutti i testi in polacco. All'inizio erano solo titoli PC (Baldur's Gate, Planescape: Torment), ma si è espansa vertiginosamente sino a coprire attualmente le pubblicazioni di Activision Blizzard, Codemasters, NCsoft, SEGA, THQ e Disney.
Nel 2008 CD Projekt ha lanciato il portale Good Old Games, che in appena quattro anni è divenuto uno degli store di riferimento per gli utenti PC. Specialista del retrogaming: gog.com offre vecchi software a prezzi molto bassi, privi di DRM, completi di manuali, colonne sonore, fumetti bonus e sopratutto accompagnati da programmini in grado di emulare il videogioco su qualsiasi tipo di computer.
D'altronde la filosofia di CD Projekt risiede nell'instaurazione di un legame fiduciario e onesto con il giocatore, convinti che un sistema di aiuti e aggiornamenti gratuiti sia ben più remunerativo sul lungo periodo rispetto allo spennare il portafoglio del videogiocatore. La saga di The Witcher su PC si è fatta portabandiera di questo principio: i due The Witcher sono per ora l'unico prodotto della sussidiaria CD Projekt RED (fondata nel 2002) di non incredibili dimensioni, ma molto affiatata e capace di competere a livello internazionale. Marcin Iwinski, CEO della compagnia, ha parlato all'ultima edizione della Game Developer Conference di San Francisco in uno speech intitolato "The Witcher 2: come CD Projekt ha venduto più di un milione di copie con la sua esclusiva PC - e come potete farlo anche voi". Pochi ma buoni i consigli offerti da Iwinski (vale la pena scorrere le slide della sua presentazione) per eguagliare tale risultato:
- definite a chi si rivolge il vostro videogioco
- assicuratevi che possano trovare informazioni sul vostro gioco (tramite stampa o negozi)
- pianificate il metodo di distribuzione: digitale, copia fisica o entrambi
- supportate il vostro gioco e i vostri giocatori (tramite patch, aggiornamenti gratuiti, progetti crossmediali)
- non ripetete i nostri errori (quali sono stati? E' tutto nella presentazione sopra linkata)

A pagina 2 i consigli per trarre il meglio dalla versione PC, perchè la versione Xbox 360 è così maledettamente bella, qualche numero di magia della colonna sonora e tutte quelle cose che voi potete solo sognare di avere!

Come sono i due The Witcher su PC? Arzilli o abbandonati a sé stessi?

Il primo The Witcher uscì nel 2007. Il suo successo fu un fulmine a ciel sereno nell'Estate di quell'anno: grazie a un passaparola in grande stile e imponenti recensioni, il gioco di ruolo di CD Projekt conquistò in men che non si dica il pubblico PC. Un anno più tardi, con una mossa altrettanto inattesa, apparve una espansione gratuita per i possessori del gioco di 909 MB denominata Enhanced Edition: essa riduceva sensibilmente i caricamenti, migliorava le texture dei PNG, eliminava un numero consistente di bug e metteva le pezze ad alcuni strafalcioni nelle diverse traduzioni. Come vedremo l'Enhanced Edition di The Witcher 2 è molto più consistente, ma il fatto che all'epoca la software house mise mano così pesantemente al codice di gioco senza vedere il becco di un quattrino fu una mossa diremmo "cavalleresca"!
CD Projekt non si è scordata del primo capitolo tant'è che proprio in questi giorni su Steam è apparsa la versione per Mac del videogioco al prezzo vantaggioso di 8 euro: se avevate già acquistato in passato l'edizione per OS Microsoft potete downloadare la controparte Apple gratuitamente!
The Witcher 2 uscì tre anni più tardi bissando abbondantemente il successo del predecessore. CD Projekt ha espanso la trama di gioco che ora possiede un respiro globale e migliorato sensibilmente l'alchimia ruolistica: il punteggio aggregato di Metacritic di 88 su 100 è indicativo del successo mondiale, mentre su Everyeye oltre a un signor voto di 9.6 si è portato a casa anche il premio della redazione come miglior RPG e l'ex aequo redazione/lettori come miglior esclusiva PC.
Gli aggiornamenti post lancio si sono susseguiti in maniera ancora più possente che in occasione della release di The Witcher. Gli sviluppatori hanno sfornato senza tregua una serie di patch correttive culminate lo scorso Autunno con la patch 2.0: quest'ultima interveniva non tanto su bug e prestazioni, quanto sulle modalità di gioco e gameplay. Con una onestà non da tutti CD Projekt ha rivisto il tutorial per renderlo più esaustivo, ha introdotto un nuovo livello di difficoltà Dark simile a Insane ma nel quale è impossibile salvare la partita (per affrontare nuovamente l'avventura il giocatore ha a disposizione un set esclusivo di armi e armature) e infine una modalità arcade Arena dove affrontare mostri e boss incontrati nell'avventura. Il 17 Aprile infine sarà pubblicata in concomitanza con la versione console l'Enhanced Edition, scaricabile gratuitamente dal sito ufficiale e contenente in un pacchetto di ben 10 GB tutti i miglioramenti e le ore aggiuntive pensate per il debutto su console. Si parla nel frattempo di DLC nei mesi futuri, il cui contenuto potrebbe essere disponibile a pagamento sul Marketplace e aggratis per chi si diverte con mouse e tastiera. La community ha reagito in maniera altrettanto positiva sviluppando un complesso di mod e correzioni amatoriali di grandissimo pregio. Il topic ufficiale sul nostro forum raccoglie alcuni salvataggi del primo The Witcher da importare nel seguito per avere un Geralt uber-power già a inizio gioco, stringhe di codice per rifinire il codice di gioco e una serie di comode mod. Infine se avete un computer di fascia elevata potete cimentarvi nelle tecnologie di post-processing discusse in questo specialone, in cui si usa un linguaggio che in parte sfugge al sottoscritto...
Comunque sia: anche se negli ultimi dodici mesi CD Projekt RED è stato impegnato nello sviluppo della versione Enhanced Edition per Xbox 360, l'edizione PC è tutt'altro che abbandonata a sé stessa: "il nostro gioco è come un figlio per noi. Gli diamo i natali e lo prendiamo per mano fino all'età adulta" ci aveva raccontato Tomasz Gop, senior producer in CD Projekt RED, all'ultimo E3...

Dai, la versione Xbox 360 in fondo è la migliore...

Non confermo e non smentisco... il lavoro di porting è talmente ben realizzato da mettere l'edizione 360 a diretto confronto con la primogenita. Graficamente è ottimo, fluido come un coltello che squaglia un panetto di burro e contiene tutti gli improvement già viste su PC come la patch 2.0. Il porting diretto alla console Microsoft è poi il viatico di lusso per la Enhanced Edition...già, ma volete dirci cosa contiene questa benedetta Enhanced Edition?
Vero, ce ne stavamo dimenticando. Per cominciare a capire cosa c'è di nuovo in questi 10 GB di contenuti inediti potete gustarvi questo trailer spettacolare a dir poco...ora proseguiamo con l'elenco di rito:
- nuove ambientazioni: c'è una porzione di territorio tutta nuova tra la cittadina di Loc Muine e le montagne lì attorno. Dungeon e foreste di conifere saranno il luogo perfetto per nuovi eventi della trama principale.
- nuovi personaggi: incroceremo nobili, popolani e guerrieri mai incontrati prima d'ora. La dama Brigida Papebrock di Temeria è una di questi: ha 30 anni, un fisichino niente male e udite udite è in cerca di marito!
- nuove cut scene: ci saranno diversi minuti di scene d'intermezzo mai visti, inclusa la nuovissima sequenza d'apertura in Computer Grafica che presenta l'uccisione a bordo di un'imbarcazione di Re Demavend di Aedirn e anche una nuova sequenza di chiusura dal sapore "bucolico".


Su Xbox 360 The Witcher 2 si farà vedere in due versioni altrettanto ghiotte. Tra le due c'è una certa differenza di prezzo (55 euro per quella base, 70 euro quella limitata ma è inutile che vi affanniate perchè è già sold out dappertutto) e di contenuti: la Enhanced Edition, che comprenderà i due dvd del gioco, la guida strategica ufficiale, il cd della colonna sonora e una preziosissima mappa delle regioni esplorabili; la Dark Edition, che oltre a tutto quello presente nella Enhanced ci proporrà la riproduzione del medaglione di Geralt, gli adesivi ufficiali del gioco, un art book di oltre 200 pagine totalmente a colori e il making of diviso in due dvd. E' importante ricordare che per la versione Xbox 360 di The Witcher 2 non esiste una cosiddetta "Normal Edition", ma sarà la stessa Enhanced ad essere la versione base/entry level!
E ora l'annosa domanda: dove è finita la versione Playstation 3? In una generazione di multipiattaforma forsennati come si permette CD Projekt di far uscire tale capolavoro solo su Xbox 360? Avevamo la risposta già un annetto fa: "il nostro studio - aveva ammesso Tomasz Gop - non è così grande da potersi permettere lo sviluppo su più di una piattaforma contemporaneamente. Vedremo come andranno le vendite su Xbox 360 e poi decideremo. Di certo siamo intenzionati a portare Geralt ovunque".

Bonus Track #2: Beautiful and Deadly è un trailer realizzato da alcuni fan che mischia cutscene dalla Enhanced Edition e sequenze di gameplay sulle note di An epic age degli Immediate. Vale assolutamente la pena vederlo!

La trama è figa, la grafica pure...il sonoro?

La musica è un aspetto non trascurabile all'interno di un videogioco. The Witcher 2: Assassins of Kings anche sotto questo aspetto è eccellente: la colonna sonora composta dal duo Adam Skorupa e Krzysztof Wierzynkiewicz raccoglie ogni brivido della trama ed innesta un senso di epicità perfetto per il jogging estivo. Il binomio orchestra e coro è magniloquente come dimostra questo recentissimo web doc.
Ogni versione di The Witcher 2 presenta al proprio interno l'intera colonna sonora, in formato digitale su PC, su disco nelle edizioni Xbox 360. 23 tracce (27 se comprate il gioco su gog.com) altamente evocative di cui forniamo alcuni dei migliori esempi sotto forma di download in formato mp3 o video Youtube.

Soundtrack:
Assassins of Kings - Adam Skorupa & Krzysztof Wierzynkiewicz - Youtube
A Nearly Peaceful Place - Krzysztof Wierzynkiewicz - Youtube
Into the Field - Adam Skorupa - Youtube
Vergen by Night - Krzysztof Wierzynkiewicz - Youtube
The End is Never the Same (ending) - Krzysztof Wierzynkiewicz - Youtube

Promotional music:

Vargtimmen (Disdain & Fear trailer) - Hedningarna - download mp3
Arena trailer - Adam Skorupa e Krzysztof Wierzynkiewicz - download mp3
Gamescom trailer - Adam Skorupa e Krzysztof Wierzynkiewicz - download mp3
Dark mode trailer - Adam Skorupa e Krzysztof Wierzynkiewicz - download mp3

Only for press aka voi non potete averli...

CD Projekt RED ha sempre avuto un occhio di riguardo nei confronti della stampa. Che candidamente lo ricambia con un amore incondizionato, in parte derivante anche dai golosi press kit che è solita ricevere. Alla Gamescom 2010 ad esempio regalarono uno splendido papercraft ritraente tutti personaggi del gioco, insieme a un quadernetto che parodiava gli appunti di un giornalista e a una confezione caricatura della boxart finale; a qualche mese dall'uscita della versione PC fu consegnata nelle mani dei giornalisti una T-Shirt con sopra scritto "I've got my hands-on The Witcher 2" e una bella manona rosso scarlatto.
La presentazione della versione Xbox 360 omaggia un'altra categoria che manda in sollucchero il giornalista videoludico: i press tour. Inviati dall'America e dall'Europa sono giunti al castello di Hever nella contea inglese di Kent: una location superba per mettere le mani sulla Enhanced Edition del gioco.

La software house ammicca anche a ben altro tipo di stampa. In occasione dell'uscita su PC di The Witcher 2 copertina e paginone centrale dell'edizione polacca di Playboy hanno visto le grazie (digitali) di Triss Merigold: voi che avete abbondantemente superato la maggiore età potete anche addentrarvi nella lettura della rivista.

In Polonia lo scrittore Andrzej Sapkowski è eroe nazionale e la saga The Witcher (libri e videogiochi) è letta e conosciuta da chiunque se pensiamo che ne hanno tratto anche film, serie tv e musical. Il patriottismo verso questo filone fantasy ha raggiunto vette mai toccate in occasione di una visita istituzionale di Barack Obama in Polonia: in quell'occasione al momento del consueto scambio di doni tra le rappresentanze diplomatiche, il primo ministro Donald Tusk ha omaggiato il Presidente americano di una copia dei romanzi e della versione PC di The Witcher 2. Peccato solo che l' "abbronzato" leader sia utente Mac...

CD Projekt RED adorano anche i propri fan e li omaggiano con generose limited edition e continui aggiornamenti gratuiti. Per il lancio della versione Xbox 360 lo store inglese di Amazon ha voluto che il primo stock di qualche migliaia copie fosse siglato dall'intero team di sviluppo. Ahia, la mano...

E' quasi finita: a pagina 3 tutti gli achievement, i 16 finali e qualche easter egg. C'è anche un'immagine piccante!

L'angolo dei furbetti (anglofoni): achievement, cheat, easter egg

L'ultima sezione della nostra tutt'altro che esile guida a The Witcher 2 raccoglie un po' di easter egg, trucchi e segreti che magari non tutti i videogiocatori hanno voglia di conoscere anticipatamente. Vi invitiamo pertanto alla cautela prima di addentrarvi nella lettura di quest'ultima pagina. Se non volete rovinarvi la sorpresa potete tranquillamente rimirare per una decina di minuti l'immagine appena qui sopra!

Assassin's Creed: durante il prologo fronteggerete alcuni soldati attorno a una gigantesca balista. Conclusa la battaglia vicino ad una casa incontrerete un uomo vestito con una cappa bianca e una cintura rossa attorno alla vita (riferimento a Altair Ibnu La Ahad): egli giace a terra morto nei pressi di un carro trasportante paglia sopra il quale vi è una mensola identica a quella dove gli assassini effettuano la sincronizzazione con l'area circostante. Geralt sfotte pure il tipo schiantatosi a terra probabilmente mentre tentava il salto della fede con la frase "credo che non abbia mai imparato".

16 Finali: ebbene sì, le scelte prese durante l'avventura conducono ad uno dei 16 finali possibili. Ecco come sbloccarli uno per uno:
Aryan morto
Iorveth-> Stennis ucciso
Iorveth-> Stennis risparmiato
Iorveth, Triss-> Stennis ucciso
Iorveth, Triss-> Stennis risparmiato
Roche->Henselt ucciso
Roche-> Henselt risparmiato
Roche, Triss-> Henselt ucciso
Roche, Triss-> Henselt risparmiato

Aryan vivo
Iorveth-> Stennis ucciso
Iorveth-> Stennis risparmiato
Iorveth, Triss-> Stennis ucciso
Iorveth, Triss-> Stennis risparmiato
Roche->Henselt ucciso
Roche-> Henselt risparmiato
Roche, Triss-> Henselt ucciso
Roche, Triss-> Henselt risparmiato

Achievement: la versione Xbox 360 prevede 50 achievement per 1000 punti totali. Di seguito i 27 obiettivi rivelati (gli altri sono segreti e quindi senza descrizione).
1) To Aedirn! - Completa il Capitolo 1
2) Alea lacta Est - Completa il Capitolo 2
3) Once Ain't Enough - Completa il Capitolo 3
4) Apprentice - Usa l'alchimia per preparare 5 pozioni o olio
5) Master Alchemist - Acquisisci l'abilità Mutazione
6) The Butcher of Blaviken - Uccidi 500 nemici
7) Miser - Raccogli 10000 oren
8) Focus - Performa 3 contrattacchi di fila
9) Craftsman - Assolda un artigiano per creare un oggetto
10) Pest Control - Finisci tutte le quest con la distruzione del nido del mostro
11) Torn Asunder! - Uccidi più di un nemico usando una singola bomba esplosiva
12) Gambler - Vinci una sfida a braccio di ferro, una partita a poker e una fist fight
13) Gladiator - Uccidi tutti i nemici nell'arena Kaedweni
14) Madman - Completa l'avventura mentre giochi a difficoltà Dark
15) Journeyman - Raggiungi il livello 10
16) Guru - Raggiungi il livello 35
17) Master of Magic - Acquisisci l'abilità Senso magico
18) Mutant! - Espandi le abilità usando le mutazioni almeno cinque volte
19) Last Man Standing - Sopravvivi alla trentesima lotta nell'Arena
20) Perfectionist - Uccidi 10 nemici di fila senza perdere Vitalità
21) Poker! - Vinci una mano a poker con cinque carte di un tipo
22) Tried-and-True - Sopravvivi alla decima lotta nell'Arena
23) The Fugitive - Completa il Prologo
24) Ricochet - Uccidi un nemico deflettendo la sua freccia verso di lui
25) Swordmaster - Acquisici l'abilità Acume Combattivo
26) To Be Continued... - Finisci il gioco a qualsiasi livello
27) Threesome - Uccidi tre nemici in un colpo solo performando una finisher di gruppo

Che voto dai a: The Witcher 2: Assassins of Kings

Media Voto Utenti
Voti totali: 364
8.8
nd