Speciale Ural Steel 2012

Everyeye vola a Mosca per il torneo internazionale di World of Tanks

speciale Ural Steel 2012
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Xbox 360
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
Francesco Fossetti Francesco Fossetti scrive di videogiochi -fra una cosa e l'altra- da più di dieci anni, e non ha ancora perso la voglia di esplorare il mercato con vorace curiosità. Ammira lo sviluppo indie e lo sperimentalismo, divora volentieri tutto il resto. Lo trovate su Facebook, su Twitter e su Google Plus.

Avete presente i Free to Play? Quella roba che riempie la bocca di troppi giornalisti, le Line-Up di troppi publisher, ma ancora non convince pienamente l'utenza più ostinata, legata all'idea che sia il prezzo, spesso, a svelare la qualità di un prodotto.
Ecco, se non è bastato l'assalto di Ubisoft al mercato dei F2P, se neppure di fronte ai più promettenti esponenti della categoria avete mosso un sopracciglio (da Anno Online a Warface, passando per End of Nations), fatevi un giro su Wargaming.net.
Nel caso a qualcuno dovesse essere sfuggito, Wargaming.net è attualmente una delle aziende più sane del mercato, che sta costruendo il suo impero ed un futuro sempre più roseo grazie allo strepitoso successo di World of Tanks. Un titolo che è diventato un vero e proprio fenomeno di costume fra i PC Gamer più accaniti e non solo, infrangendo tutti i record: non contento di aver strappato a Eve Online il Guinness per il maggior numero di utenti connessi ad uno stesso server, World of Tanks è anche il titolo con la più alta percentuale di utenti paganti (quasi il 30% dei giocatori investe regolarmente i propri risparmi). Il merito è di una formula assuefacente come poche, di un gameplay interessante e di una struttura di progressione che neppure il miglior Call of Duty. Noi di Everyeye.it abbiamo tracciato un profilo di Wargaming.net dopo il nostro incontro a Colonia, esplorando anche i progetti che vedranno la luce in futuro. Ma in quell'occasione non vi abbiamo raccontato dell'Ural Steel. Di cosa si tratta? Di una delle più grandi competizioni videoludiche al mondo. Il prossimo Week End voleremo a Mosca per assistere all'evento.

Un programma d'Acciaio

Basterebbe il numero di giocatori che hanno partecipato alle selezioni per rimanere impressionati. Oltre 22.000 Player, divisi in più di 4900 team da tutto il mondo hanno tentato l'impresa. Caduti sotto l'impietoso fuoco nemico, i gruppi rimasti per le fasi finali sono appena 15: 105 giocatori che correranno dietro al primo premio (per un montepremi totale di 77mila dollari).
I paesi che hanno partecipato alle qualificazioni sono più di 34: c'è gente da ogni parte del mondo, dall'Europa al Nord America, passando per il Sud-Est Asiatico e la Cina.
E adesso che più abili si ritroveranno a Mosca, oltre che a Wargaming.net, interverrà l'E-Sport Russian Federation a supervisionare il tutto. Le competizioni si terranno infatti all'Alexander Gomelsky CSKA Universal Sports Hall, pronta ad ospitare fino a 5.500 spettatori.
A noi italiani cifre e mobilitazione sembreranno un po' esagerate, e del resto la cultura dell'E-Sport non è così diffusa sul nostro territorio. Sperando che le cose possano cambiare nel breve termine (anche sulla scia di una ritrovata “vena competitiva” di molte produzioni attuali), noi di Everyeye.it speriamo di fare cosa gradita nell'offrirvi una puntuale cronaca dell'evento.

Che poi, quelli di Wargaming.net fanno davvero sul serio: non c'è da aspettarsi un evento dimesso, pieno di gamer inchiodati alle sedie con il dito sul pulsante di regolazione dei DPI, bensì una due-giorni abbastanza ricca. Le finali vere e proprie si terranno solo domenica, mentre la giornata precedente la passeremo a fotografare per voi il museo dei carri di Kubinka o il sontuoso buffet che, ci dicono dalla regia, sarà tematizzato: mangeremo finger food ispirato alla Seconda Guerra Mondiale (chissà se questo leitmotive influirà sulla scelta degli ingredienti o solo sull'estetica).
Conoscendo poi Wargaming.Net ed i suoi spettacolari allestimenti (controllate pure le ragazze che ballano alla Gamescom, nel player in questa pagina o ), il “grand show” previsto alla fine dell'evento sarà quantomai interessante. Aspettatevi ampia documentazione fotostatica. Ovviamente una cronaca puntuale dei momenti salienti della finale non può mancare. Seguiteci sulla pagina Facebook (/Everyeye.it o Qui) e su Twitter (@Everyeye), e non dimenticate di dare un occhio alla nostra Web Tv, per qualche video ed ovviamente le interviste ai vincitori.

World of Tanks Giunto alla sua seconda edizione, il torneo Ural Steel non è imperdibile solo per i fan di World of Tanks o per chi aspetta gli aeroplani di Wargaming.net: si tratta di un evento che tutti gli appassionati di E-Sport dovrebbero seguire. Magari per preparare un buon team che alla prossima edizione tenga alti i colori italiani. Restate su Everyeye.it per il Live Coverage da Mosca!

Che voto dai a: World of Tanks

Media Voto Utenti
Voti totali: 75
7.3
nd