GDC 2013

Speciale Wargaming.net - GDC 2013

Il futuro di Wargaming alla GDC di San Francisco

speciale Wargaming.net - GDC 2013
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Pc
Alessandro Mazzega Alessandro Mazzega prende confidenza fin da tenera età con pad e tastiera e si appassiona rapidamente al mondo dei videogiochi, lavorando come giornalista sulle principali realtà online e occupandosi di sviluppo, attualmente in Forge Reply. Bassista fallito, ha ormai venduto lo strumento per passare dietro al microfono, sia per cantare che per condurre il podcast Gaming Effect. Cercatelo su Facebook, su Twitter e su Google Plus.

Nell'ultimo periodo nessuna fiera di settore ha visto mancare la presenza di uno stand Wargaming.
Il colosso russo continua a macinare numeri da capogiro e anno dopo anno si espande, forte di un numero di utenti paganti in continua crescita; utenti che hanno apprezzato la formula di World of Tanks e ne chiedono ancora, ancora e ancora.
Anche la GDC di San Francisco, quindi, non fa eccezione, e malgrado non ci sia pubblico pagante come nel caso della Gamescom di Colonia (appuntamento importantissimo per Wargaming, soprattutto perché dedicato in gran parte al pubblico tedesco che risulta tra i più appassionati), l'azienda russa si presenta con un booth faraonico, nel quale però solo le stanze a margine ospitano presentazioni private.
Abbiamo quindi avuto l'opportunità di scoprire quali sono i prossimi passi per Wargaming, dando uno sguardo all'evoluzione dell'offerta ludica della società.

World of Tanks Generals

La prima novità spiazza leggermente, anche se si inserisce in quel nuovo filone di titoli verso il quale anche Blizzard si sta muovendo. World of Tanks Generals è infatti un gioco di carte online, come da tradizione ambientato durante la Seconda Guerra Mondiale e che, secondo la strategia di Wargaming, potrebbe non solo soddisfare i fan ma anche raggiungere tipologie di giocatori del tutto nuove, convincendoli quindi in un secondo tempo a provare il "fratello maggiore".
Il regolamento appare decisamente alla portata di tutti e bastano un paio di partite dimostrative per prendere confidenza con il tabellone di gioco, formato da una griglia di quindici caselle.
Decisamente più impegnativo risulterà invece creare il proprio mazzo, scegliendo tra le oltre duecento carte presenti, che rappresentano non solo unità da battaglia ma anche modificatori di vario tipo, in grado di cambiare improvvisamente le sorti di una partita e rafforzando la necessità di dover affrontare gli scontri in maniera accorta e con la giusta dose di strategia.
Tutto il gioco è stato sviluppato con tecnologie HTML5, quindi è pienamente compatibile con i browser web più diffusi, compresi quelli di smartphone e soprattutto tablet, dispositivo sul quale Generals potrà dare il meglio di sé.
Come da tradizione anche Generals verrà rilasciato abbracciando il modello di business free-to-play, come già accade per tutti gli altri giochi prodotti da Wargaming.

World of Warplanes

Come è noto agli appassionati il secondo titolo della serie World of a raggiungere il mercato sarà dedicato ai mezzi aerei, prendendo quindi le distanze dagli scontri terrestri a base di carri armati ma mantenendo comunque lo stile e l'atmosfera di tutte le produzioni di Wargaming.
Attualmente World of Warplanes si trova in una fase di closed beta, utile per raffinare il codice in vista del lancio su larga scala e per migliorare al massimo soprattutto la resa grafica e i controlli.
L'ultima patch applicata al client di gioco in questi giorni, infatti, interviene proprio su questi due aspetti: il comparto grafico, ad esempio, è stato profondamente rivisto soprattutto in relazione a due elementi fondamentali.
La resa dei modelli 3D degli aerei è stata notevolmente migliorata e ora i velivoli mettono in mostra molti più dettagli, come i riflessi sul metallo delle ali o i rivetti che fungono da elemento di giunzione tra i vari pannelli che formano le carlinghe degli aerei.
L'altro aspetto è la resa dell'acqua: molte delle battaglie di World of Warplanes si svolgono sul mare o comunque in prossimità delle coste, quindi è stato fratto un gran lavoro di raffinamento per quanto riguarda la resa a video, ora in grado di mostrare onde e correnti in modo molto realistico, sia se osservate da quote elevate, sia scendendo fin quasi al pelo dell'acqua. Lo stesso trattamento è poi stato riservato alle nubi, ora molto più simili a quelle reali e dotate di uno spessore del tutto rivisto, in grado quindi di incidere anche sul gameplay sfruttandole per nascondersi.
Anche i controlli hanno subito numerose modifiche, sia per soddisfare al massimo i giocatori più esigenti, aggiungendo perciò il supporto ad altre periferiche dedicate, sia per abbassare le barriere di ingresso ai nuovi arrivati, offrendo anche un metodo di controllo completamente basato sull'utilizzo del mouse, in modo da non dover mai toccare la tastiera se non per le manovre più complesse, ad appannaggio di chi ha già accumulato un po' di esperienza di volo simulato.

World of Warships

In pieno sviluppo, il gioco dedicato alle battaglie nei mari fa notevoli passi avanti.
Anche se non c'è ancora una data precisa di lancio, gli screenshot mostrati per World of Warships denotano un'ottimo livello di dettaglio sia delle navi che degli ambienti, con la nuova tecnologia di simulazione dell'acqua che ha poi raggiunto anche War of Warplanes per quanto riguarda il rendering.
World of Warships andrà perciò a completare l'offerta di Wargaming, offrendo il supporto alle clan war e dando il via ad un processo di integrazione tra i tre giochi che porterà pian piano verso un unico universo, in grado di ospitare tutti gli utenti iscritti a Wargaming.net.
Sarà comunque un processo lungo e i vari team si prenderanno il giusto tempo per finalizzare ogni aspetto, sfornando probabilmente un nuovo successo come è accaduto anche per gli altri titoli prodotti dalla società.

World of Tanks Generals Si preannuncia un anno importante per Wargaming, che ha anche rafforzato la propria compagine lavorativa con numerose acquisizioni, tra le quali la più recente ha avuto come protagonista Day 1 Studios, team di sviluppo che in passato ha prodotto alcuni degli episodi di F.E.A.R. e che rappresenta il primo passo dell’avanzata di Wargaming verso il mercato console. Si chiude quindi una GDC importante per la società, che lancerà sul mercato un buon numero di prodotti nel prossimo futuro, con un party in uno dei locali più esclusivi di San Francisco e al grido di “Let’s Bottle”, leggera variazione sul tema del classico slogan “Let’s Battle”.

Quanto attendi: World of Tanks Generals

Media Hype Utenti
Voti Hype totali: 4
29%
nd