Q&A Gamescom 2017 Oggi alle ore 17:00

Second sessione di Q&A in diretta da Colonia!

Speciale Wii Sports Club - Golf

L'offerta di Wii Sports Club si arricchisce con il Golf: vediamo come se la cava

speciale Wii Sports Club - Golf
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Wii U
Andrea Vanon Andrea Vanon è appassionato di videogiochi sin dal 1995, quando passava le giornate tra SNES e Game Gear. Da sei anni tra le "penne" e le "voci" di Everyeye.it fagocita qualsiasi produzione con curiosità, mantenendo un’incrollabile fedeltà verso gli sportivi "made in U.S.A.". Lo potete seguire su Facebook, su Twitter e su Google Plus.

Nel nostro articolo dedicato a Wii Sports Club, nuova declinazione Nintendo del suo "arcade sportivo", avevamo sottolineato la mancanza di una delle discipline potenzialmente più interessanti dopo l'avvento di Wii U: il Golf. Dopo l'ultimo Nintendo Direct, che ne ha annunciato l'avvento per tutti i possessori di Wii Sports Club, abbiamo finalmente avuto modo di provarlo con mano, e i risultati, purtroppo, non sono stati totalmente positivi come speravamo. Ci sono interessanti novità in questa revisione, ma Nintendo dimostra ancora una volta di non riuscire a spingere efficacemente sull'acceleratore, abbandonandosi a clamorose leggerezze e perdendo in questo caso addirittura di vista il target di una produzione come Wii Sports Club. Dopo le ventiquattro ore di prova gratuita, insomma, non siamo per nulla convinti che questa disciplina possa convincere così tanti giocatori a sborsare i dieci euro richiesti per tenersela stretta.

Niente più casual gaming?

Ad un primo impatto il pacchetto Golf potrebbe quasi sembrare identico alla sua controparte per Wii: identiche infatti sono struttura, opzioni e addirittura alcune delle modalità d'allenamento. Ci troviamo quindi ad affrontare "Putt 10 e Lode", l'esercizio espressamente dedicato al gioco sul green; "Bingolfista", che ci chiederà di centrare le tessere del Bingo per ottenere il punteggio più alto; e "Centra il Bersaglio", dove dovremo colpire dei target posti sull'acqua. Gioco lungo e gioco corto vengono dunque messi alla prova, accompagnando per mano il videoplayer in un percorso sì familiare ma in questo caso molto, molto più ripido.
La maggiore difficoltà di questa incarnazione della disciplina rispetto alle precedenti sta tutta, incredibile a dirsi, nell'implementazione del GamePad, che cambia completamente le carte in tavola. Il controller, durante le partite, andrà sistemato in terra e per colpire la pallina dovremo essergli perpendicolari. Sullo schermo sarà infatti rappresentato l'ipotetico tee con sopra la pallina, in maniera da inserire per ciascun colpo molte più variabili rispetto al passato. Non si tratta di un mero orpello: impugnatura e rotazione del polso influenzeranno l'impatto sulla pallina virtuale, che reagirà in questo caso in maniera concorde e decisamente credibile. Per quanto questo aspetto possa far piacere agli amanti del Golf come disciplina, non siamo sicuri possa entusiasmare chi si fosse aspettato da Wii Sports Club, come lecito, un passatempo semplice ed immediato. In questo caso, infatti, di "arcade" c'è ben poco: impossibile avere successo agitando bonariamente il Wii Mote come accadeva in passato; un approccio anzi decisamente sconsigliato, se non si vuole rischiare di calpestare il GamePad in preda ad un impeto d'ira.
Quella che ci si presenta di fronte è perciò una situazione davvero inusuale: da una parte non si può non ammirare la notevole profondità del "rinnovato" gameplay, che ci permette di effettuare punch shot, chip shot e quant'altro semplicemente variando impugnature, impatti e movimenti; dall'altra, visto il target di riferimento, è impossibile non trovarsi spiazzati. Sfruttare questo Golf per partite mordi e fuggi o per qualche sfida immediata è impossibile, vuoi per le difficoltà di cui sopra, ma anche per una selezione di modalità poverissima, che non permette qualche "testa a testa" più rapido e meno impegnativo. Improbabile dunque far breccia in famiglia, magari in occasione delle festività natalizie. Più probabile, almeno sulle prime, conquistare qualche vero appassionato di golf, che si troverà immediatamente rapito dal fascino del sistema e dalla sua innegabile profondità.

Anzi, l'implementazione del Gamepad è da questo punto di vista una piccola rivoluzione, di quelle con cui Nintendo riesce sempre a stupire i suoi fan: si tratta senza ombra di dubbio di una delle opzioni "second screen" più interessanti e creative mai viste, e di una delle poche che apre nuove prospettive sul fronte del gameplay, portando senza mezzi termini la simulazione golfistica su nuovi livelli di immersione: per la prima volta, insomma, chi ha intenzione di effettuare un tiro efficace, dovrà tenere gli occhi fissi sulla pallina.
Purtroppo i problemi sorgono sulla lunga distanza: alla varietà legata alle meccaniche del gameplay, fa da controcanto la scarsissima gamma di possibilità dell'offerta: terminate le 9 buche classiche del primo Wii Sports ed il nuovo circuito ispirato ad un classico per NES che non ha mai varcato i confini patri, il Golf di Wii Sports Club non ha altro da offrire. Nintendo avrebbe potuto integrare i percorsi visti nella seconda iterazione del franchise, perchè solo 18 buche, per un titolo golfistico, sono davvero troppo poche.
Neppure il multiplayer competitivo risolleva la situazione, ed anzi si presenta con una struttura molto frustrante: attese continue per il colpo avversario ed impossibilità di comunicare (se non con frasi pre-determinate o disegni) spiegano da soli il perché. Meglio quindi limitarsi al gioco in locale, quello sì in grado di dare buone soddisfazioni.
Insomma questo Golf entra nel Club in maniera un po' pretenziosa, chiedendo impegno e dedizione al giocatore ma senza dare in cambio le soddisfazioni pronosticate. Un vero peccato perché sfruttare in questa maniera il GamePad ci è parso interessante... certo magari per un titolo che punti più sulla simulazione che sull'immediatezza. In questo particolare caso, magari, si sarebbe preferito sfruttare il touch screen per una sorta di "modalità caddie" o per qualche altra opzione second screen.

Wii Sports Club Difficile capire le intenzioni di Nintendo con questa release golfistica per Wii Sports Club. Le meccaniche ideate dalla softco di Kyoto, sfruttando il GamePad, sono apparse sicuramente interessanti e ben implementate; tuttavia decisamente inadatte per una produzione leggera e immediata. L’impegno richiesto per padroneggiare lo swing è decisamente troppo per qualche divertente partita in compagnia e l’immediatezza ne risente sia giocando da soli (con più calma) che in multiplayer (specialmente online). Va sottolineato inoltre come la povertà contenutistica dell’offerta non soddisfi nemmeno quella fascia più interessata al golf come disciplina, e dunque pronta ad impegnarsi e spendere più che un semplice paio di serate in compagnia di Wii Sports Club. E’ insomma necessario, almeno in questo caso, che Nintendo si schiarisca un po’ le idee, o con questo Wii Sports Club rischia di non ottenere il successo sperato. Speriamo in ogni caso che il gameplay di questa nuova incarnazione del Golf possa essere recuperato in produzioni più strutturate e con un target preciso: in quel caso potremmo davvero trovarci di fronte ad un titolo eccellente.

Che voto dai a: Wii Sports Club

Media Voto Utenti
Voti totali: 3
7.7
nd