Xbox One Lancio

Speciale Xbox Fitness

Microsoft lancia una vera e propria piattaforma per gli amanti del Fitness

speciale Xbox Fitness
Articolo a cura di
Francesco Fossetti Francesco Fossetti scrive di videogiochi -fra una cosa e l'altra- da più di dieci anni, e non ha ancora perso la voglia di esplorare il mercato con vorace curiosità. Ammira lo sviluppo indie e lo sperimentalismo, divora volentieri tutto il resto. Lo trovate su Facebook, su Twitter e su Google Plus.

Fin da quando è stata presentata, la nuova console targata Microsoftha dimostrato di voler abbracciare un'idea molto allargata di intrattenimento domestico. Non è solo il videogioco al centro della scena, ma una macchina che reclama il suo posto di rilievo all'interno del salotto multimediale, offrendo servizi in streaming per musica, sport, grande cinema e televisione. Il nome “One”, nell'ottica dell'azienda di Redmond, indica proprio l'unitarietà e la centralità di un hardware che non ha mai fatto mistero delle sue simpatie per il pubblico dei non-giocatori.
Per fortuna anche noi “core gamer” siamo stati trattati alla grande in questo lancio, con titolo adatti alle nostre esigenze. Anzi, è proprio la grande varietà di titoli disponibili al Day One che stupisce, con Microsoft che ha cercato di dare a tutti, ma proprio a tutti, qualcosa con cui giocare.
Se Zoo Tycoon, quindi, si rivolge direttamente ai più piccoli, poteva mancare un gioco dedicato ai fitness-maniaci? Vista l'importanza che questo genere di software ha avuto per la diffusione del vecchio Kinecte della console, soprattutto in America, sarebbe stata una leggerezza non avere qualcosa per chi vuole fare esercizi e tenersi in forma senza dover uscire di casa.
Microsoft fa le cose in grande, e lancia assieme a Xbox One il programma Xbox Fitness. Non si tratta di un gioco, ma di una vera e propria piattaforma online, in cui è possibile trovare programmi su misura per tutte le esigenze.
Anche se non incontrerà l'interesse di tutti i giocatori, l'idea è francamente geniale: volendo superare i prodotti un po' inutili e limitati che negli ultimi anni hanno invaso il mercato (da Zumba Fitness a Your Shape), Microsoft sforna un servizio ricco di contenuti e sviluppato grazie ai programmi dei Personal Trainer più famosi d'America. Insomma: se avete un minimo di interesse per la forma fisica, preparatevi a zampettare di fronte alla TV.

Fra squat e piegamenti

Accedere ad Xbox Fitness (l'icona è sicuramente da rivedere) ci porterà direttamente in una schermata che per impostazione ricorda molto da vicino quella del Marketplace. Icone belle grandi, grossi banner che promuovono i contenuti in rilievo, e la possibilità di accedere al catalogo completo dei programmi di allenamento.
Scegliendone uno fra i tanti disponibili, ci viene chiesto di avvicinarci al Kinect per fare in modo che la periferica possa avvertire, attraverso la scansione del viso, i battiti cardiaci. In verità, ad oggi, Kinect non è stato mai in grado di “sentire” il battito, e abbiamo sempre dovuto saltare questo passaggio.
Poco male: senza indugio veniamo accolti dai personal trainer che seguiranno il corso, mostrandoci tutti gli esercizi da eseguire in un video che viene riprodotto in una finestra al margine sinistro dello schermo.
Se avete acquistato almeno una volta nella vita un corso fitness in DVD, sapete già che cosa vi aspetta. Dopo una breve spiegazione cominciamo subito a muoverci, seguendo le indicazioni dell'istruttore, o di uno dei suoi assistenti che eseguono una versione leggermente più leggera dell'esercizio. Si segue sempre il ritmo di una musica martellante, che scandisce tutta la lezione.
Questo tipo di impostazione è molto americana, ed assomiglia in linea di massima a quella di una lezione di step o di acquagym a cui è possibile iscriversi anche nelle palestre “nostrane”.
Mentre ci alleniamo possiamo vedere la nostra sagoma in un piccolo riquadro: Kinect rileva tutti i nostri movimenti (sottolineando per altro quanto sia migliorata la percezione della profondità), ed a seconda di quanto attentamente seguiremo le istruzioni del trainer, ci darà un punteggio ed un certo numero di Fitness Point. Per invogliare a migliorarsi gradualmente, ogni allenamento ci propone tre sfide da superare, inoltre è possibile sempre confrontare il numero di Fitness Point accumulati in ogni sessione con quello degli altri giocatori della nostra stessa categoria di età e di peso (ovviamente i dati restano anonimi).
Oltre a questa apprezzabile apertura alla “gamification”, bisogna sottolineare che il lavoro svolto da Microsoft ha dell'incredibile: la qualità video è buona, tutte le sessioni sono sottotitolate in italiano, e a volte troviamo allenamenti specifici realizzati appositamente per il programma Xbox Fitness.

Anche spulciando il catalogo non si può fare a meno di essere entusiasti. Ci sono programmi a pagamento che prevedono varie sessioni nel corso del mese: le proposte di Tracy Anderson e Jillian Michaels sono abbastanza costose, e le consigliamo solo agli appassionatissimi (comunque è possibile provarle prima di acquistarle).
Filtrando i contenuti per lunghezza e tipologia di allenamento, comunque, si trova un numero stratosferico di proposte che sono gratuite con l'abbonamento Gold.
Ci sono allenamenti di dieci minuti per bruciare i grassi, training di venti minuti per gli addominali scolpiti, e qualsiasi cosa possa interessante alle signorine per tonificare il fisico.
Ma ci sono anche gli allenamenti “Mossa” e “Beachbody”, pensati esplicitamente per scolpire e far divertire anche i ragazzi. Per alcuni allenamenti c'è bisogno di bilancieri, manubri, fasce elastiche (tutto è indicato nella scheda di presentazione).
Noi ci siamo divertiti sia con l'allenamento combat oriented di Mossa, sia con la Pliometria, efficacissima come sempre. Tutti gli allenamenti sembrano per altro ben studiati, con una buona progressione ed un'ottima componente “cardio” legata al ritmo intenso. La scuola tipicamente americana è quella della dinamica funzionale (functional training), e i risultati -per chi ha un po' di continuità e supporta l'attività casalinga con altre sessioni in palestra e all'aria aperta- arriveranno senza dubbio. Ci sentiamo quindi di invogliarvi a provare, e non resterete delusi: cercate però di rispettare i segnali del vostro corpo, perchè non avere un contatto diretto con un allenatore può essere comunque molto pericoloso. Se proprio è qualche tempo che non fate attività, cominciate coi programmi da dieci minuti e osservate attentamente i movimenti, per evitare rischi inutili.

Xbox Fitness Xbox Fitness ribadisce una volta in più la volontà di Microsoft di creare, con la sua console, un centro servizi aperto e multifunzionale, dedicato sì ai giocatori, ma anche a chi il videogioco proprio non lo vuole considerare. L'idea di una piattaforma in cui trovare programmi d'allenamento di vario genere, dai più leggeri a quelli per il potenziamento muscolare con manubri e bilancieri, è vincente soprattutto per il pubblico americano, ma visto l'ottimo lavoro a livello strutturale e la buona qualità dei programmi, potrebbe far breccia anche qui da noi (personalmente abbiamo passato più tempo su Xbox Fitness che su Crimson Dragon!). Bisognerà valutare soltanto la frequenza d'aggiornamento del servizio e quanti dei programmi resteranno gratuiti per gli utenti Gold. Chiudiamo segnalandovi che per usufruire di Xbox Fitness avrete bisogno di una buona connessione, perchè tutti i video vengono scaricati in streaming al momento dell'avvio dell'allenamento.