Top ten Assassini

I 10 assassini più famosi della storia dei videogiochi

top ten Assassini
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Xbox 360
  • Ps3
Nicolò Pellegatta Nicolò Pellegatta va matto per il chinotto, i fumetti europei (anche quelli francesi), non sopporta le code. Ha un debole per i videogiochi giapponesi, ma Kojima proprio non gli sta simpatico. Apprezza i giochi di breve durata, ma poi finisce sempre per iniziarne uno da 40 ore! Dissuadetelo su Facebook, Twitter o su Google Plus.

Letali e silenziosi. Impugnano pistole, sfoderano lame, estraggono katane, colpiscono con raggi laser. Dare la morte è la loro vita; uccidere un mestiere, una necessità, un credo.
In concomitanza con l'uscita della Hitman HD Trilogy nei formati Xbox 360 e Playstation 3 abbiamo deciso di dare uno sguardo ai migliori assassini che la storia videoludica abbia mai conosciuto. Molti di loro sono ancora in circolazione, altri lo sono da pochissimo, altri ancora hanno ormai appeso la katana (o chi per essa) al proverbiale chiodo: l'importante che le loro gesta furtive abbiano regalato emozioni grandissime ai videogiocatori di tutto il mondo!

10. Golgo 13

Nato dalla matita di Takao Saito, Golgo 13 è l'assassino professionista più famoso e temuto del mondo dei fumetti. Un cecchino infallibile il cui nome è una contrazione di Golgota, il monte dove Gesù fu crocifisso. Un cattivo presagio!
Golgo 13 passò ben presto dalla carta allo schermo, comparendo sia in serie animate che in alcuni adattamenti live action. Non sono mancati i videogiochi ovviamente: sei in tutto, tra cui spiccano tre versioni tematiche del cabinato arcade Silent Scope con tanto di riproduzione del fucile di precisione e una visual novel con quiz e scene tratte dall'anime per Nintendo DS.

9. Thane

Ci sono assassini anche nello spazio. Finchè ci saranno uomini e pistole, esisteranno gli Stati Unit...ehm i sicari e gli ammazzatori di professione. Anche nel XXII secolo urgono assassini di professione assoldabili per pochi spiccioli: uno dei più famosi della galassia è lo squamoso drell Thane Krios. Lo incontriamo per la prima volta in Mass Effect 2 e subito ci accorgiamo di quanto la sua psicologia sia complessa: dopo ogni uccisione esaudisce una preghiera, si raccoglie tra sé e chiede perdono. Così farà anche in Mass Effect 3 quando la s(p)o(ile)rte avrà sentenziato che è giunta la sua ora...

8. Vega

Sarà stato il suo guanto artigliato o la sua folgorante agilità, ma ogni volta che il giocatore di Street Fighter II incrociava Vega iniziava a sudare freddo. Il tenebroso spagnolo con la cintura rossa da matador, ma le movenze di un combattente di ninjitsu ha nel suo background un passato da killer professionista. Turbato dalla morte della madre per mano del patrigno, Vega decise di indossare una maschera con la quale avrebbe fatto strage nei combattimenti clandestini notturni mentre di giorno avrebbe mostrato il suo volto rispettabile ed elegante. Naturalmente la prima vittima fu lo spietato patrigno.
Sarà...ma nonostante il fascino del vendicatore mascherato, chi scrive ricorda ancora con timore gli innumerevoli voli direzione Spagna per sfidarlo!

7. Rikimaru

Kurosawa non se lo dimenticava mai: il ninja silenzioso che temeva il confronto diretto ma quando si trattava di azioni diversive o incursioni notturne non batteva ciglio. Molti decenni dopo Acquire ha reso tale figura un personaggio dei videogiochi nella serie Tenchu, lo ha plasmato all'interno di un mondo stealth e gli ha dato il nome di Rikimaru. Le sue avventure vedono sempre contrapposto il clan Azuma contro uno o più famiglie rivali; non cambia mai nemmeno il suo look, i capelli brizzolati nonostante il look da ragazzino, armatura color cuoio e un passamontagna ante-litteram calato sulle labbra.

6. Corvo

Corvo Attano è l'assassino per necessità. Da quando è stato Ingiustamente accusato dell'assassinio dell'imperatrice la sua vita è cambiata: da fedele pretoriano a reietto della società. A Dunwall c'è stato un colpo di Stato e Corvo ne è il capro espiatorio. Ma per fortuna lui (e naturalmente il giocatore) non si da per vinto: a colpi di spada e aggirandosi nell'ombra, semina il panico tra l'aristocrazia baleniera. Il suo percorso imprevedibile, la sua vendetta consumata a freddo.
E' uno dei personaggi meglio caratterizzati dell'ultima generazione di console, ma prima di scalare la classifica deve costruirsi una saga tutta sua. Uccidere a quanto pare, gli piace abbastanza...

5. Assassin

Come scordarci dalla top 10 dei migliori assassini della storia dei videogiochi, il titolo dal nome omonimo sviluppato su Amiga dai ragazzi di Psionic Systems e prodotto da Team 17? Non potevamo ovviamente. Il giocatore è un assassino professionista ingaggiato per assassinare Midan. La sua arma principale? Un boomerang. Per il resto è un videogioco molto classico, platform dal sapore arcade, con quelle atmosfere vagamente cyberpunk che fanno sempre piacere.

4. Gray Fox

Amico e nemico di Solid Snake, Gray Fox è all'interno della saga di Kojima un personaggio dai mille volti. In Metal Gear interpreta il ruolo della principessa da salvare, poi in Metal Gear 2 è uno dei mercenari di Big Boss; in Metal Gear Solid irrompe con i fuochi d'artificio mozzando la mano di Revolver Ocelot grazie alla fida katana. Ma il suo aspetto non è come ce lo ricordavamo: dopo l'incidente in quel di Zanzibar diverse parti del corpo sono state sostituite con innesti meccanici tanto da farlo assomigliare a un cyborg più che a un essere umano.
La sua morte è uno dei momenti clou del videogioco per Playstation: quando sorprende nuovamente Snake gli chiede di combattere fino alla morte, poi in fin di vita rivela di aver ucciso i genitori di Naomi ma di non aver avuto il coraggio di assassinare anche la bella ragazza. Il suo addio è da lacrime agli occhi: "Noi non siamo strumenti, né del governo, né di nessun altro. Combattere era l'unica cosa di cui fossi veramente capace, ma almeno io ho sempre combattuto per quello in cui credevo".

3. Goichi the killer

Suda-51 (e chi non capisce la citazione del titolo del paragrafo è una brutta persona) ha una marcata predilezione per i killer di professione. Li ama, li adora, li trova affascinanti, siano essi sbarbatelli arrapati o tizi incravattati come mafiosi della yakuza. Il videogioco che lo ha consacrato all'attenzione dei videogiocatori di tutto il mondo è Killer 7 per Gamecube e Playstation 2: un ex killer ora ridotto sulla sedia a rotelle si sdoppia in 7 multiformi personalità, gli Smiths. No More Heroes vede il giovane Travis Touchdown acquistare su eBay una katana laser e decidere di massacrare i dieci killer più quotati di Santa Destroy per agguantare il cuore della bella Sylvia: una trama sconclusionata fa da sfondo a un gioco altrettanto folle, in cui il sangue scorre a fiumi ma sotto forma di pixel 8 bit!
Infine, la prossima Estate approderà su Xbox 360 e Playstation 3 Killer is Dead: il protagonista (Mondo Zappa) è un sicario di professione facente capo all'organizzazione The Execution Office. Sempre ben vestito e mai lontano dall'affilata katana, il prossimo killer di Suda-51 promette un bastimento carico carico di azione e adrenalina.

2. Altair

Nella Terra Santa del XII secolo si sta svolgendo una guerra senza esclusioni di colpi che non ha nulla a che vedere con le Crociate. Ai giorni nostri, un ragazzo di nome Desmond osserva il testa a testa da una posizione privilegiata: grazie alla complessa tecnologia dell'Animus è in grado di rivivere in prima persona i ricordi di un suo antenato che all'epoca faceva l'assassino. O meglio, all'epoca era L'assassino, il gran maestro della Fratellanza.
Il protagonista di Assassin's Creed rappresentò il prototipo di un nuovo assassino, dotato di un'agilità fuori dal comune attraverso la quale era in grado di scalare torri e minareti, fuggire ai nemici tra i tetti e senza farsi notare captare le informazioni bisbigliate tra due messaggeri. Gli assassini che vennero dopo, Ezio e Connor, non avevano un briciolo del carisma di Altair, a parte l'aver incontrato tutti gli uomini che contano del loro tempo!

1. Agente 47

Il protagonista della serie Hitman non si fida troppo delle pistole. Ha una mira precisissima, ma preferisce portare a termine i suoi incarichi strangolando gli obiettivi con un sottilissimo filo di corda. E' il miglior assassino del mondo e in un contest con tutti gli altri nove probabilmente avrebbe la meglio: non solo ha sovrastato gli altri 46 cloni, ma nel corso della carriera pianificata da IO Interactive ne ha affrontate di cotte e di crude. Non si aspettava, però, di incarnare una figura paterna nel recente Hitman Absolution e ora ammette: "quasi quasi mi sposo"...

Che voto dai a: Hitman HD Trilogy

Media Voto Utenti
Voti totali: 22
7.8
nd