CINEMA & HOME VIDEO
C'era una volta a New York > Recensione
1 Commenti
Stampa
+0
     
+0
+0
+0

C'era una volta a New York - Recensione

Inviato il da Andrea Guglielmino
Mélo classico per C'era una volta a New York (The Immigrant, in originale) di James Gray, con Marion Cotillard, Joaquin Phoenix e un sorprendente Jeremy Renner in inedite vesti drammatiche, incentrato sulle disavventure di un’immigrata polacca (la Cotillard) nell’America degli anni ’20. A strappare applausi alla fine della proiezione stampa è soprattutto l’ottimo cast, ma il film si distingue anche per un accurato lavoro di ricostruzione storica: “E’ stato girato effettivamente ad Ellis Island - racconta il regista - principale punto di ingresso degli immigranti in quegli anni. E abbiamo avuto non poche difficoltà, perché è un posto aperto ai turisti 365 giorni l’anno. Abbiamo girato principalmente di notte, usando, nel caso, artifici per schiarire l’illuminazione. Ora non si potrebbe fare, per via dell’uragano che ne ha notevolmente danneggiato il sistema elettrico. E comunque a livello scenografico la sfida è stata quella di riportare il tutto a quegli anni, basandoci solo su materiale fotografico”.
 
The immigrant song
C'era una volta a New York - recensione - Cinema Il film avrebbe dovuto inizialmente intitolarsi Lowlife, “ma ho preferito scegliere un titolo più semplice - dice il regista - perché sarebbe stato difficile rendere il significato in altre lingue e inoltre si sarebbero create confusioni con il quasi omonimo romanzo di Luc Sante. Ho scelto di raccontare questa storia - conclude il regista, legato a una famiglia ebrea di origine Russa -per dare il mio sguardo sull’immigrazione, fenomeno al quale sono assolutamente favorevole, perché aggiunge ricchezza e profondità alla cultura di una nazione. All’inizio gli immigrati sono sempre mal visti: è successo con gli italiani, con gli ebrei. Si diceva che fossero stupidi, svogliati e naturalmente portati ad azioni criminali. Alla fine si sono integrati. Gli argomenti dei razzisti sono sempre gli stessi, i pregiudizi si ripetono. Ma la storia dimostra il contrario”.
C'era una volta a New York è melodramma classico dalla lacrima facile, storicamente accurato, cinematograficamente nulla di nuovo ma supportato da un’ottima prova del cast tra cui spicca, oltre alla coppia Cotillard/Phoenix, un Jeremy Renner forse più convincente in questo ruolo drammatico che in quello del supereroe d’azione.
VOTOGLOBALE7
Altri Articoli Cannes 2013

INVIA COMMENTO

C'era una volta a New York

Uscita nelle sale Italiane: 16/01/2014
Distributore: BIM Distribution
Genere: Drammatico
Regia: James Gray
Interpreti: Marion Cotillard, Jeremy Renner, Joaquin Phoenix
Sceneggiatura: James Gray
Nazione: USA
Durata: 120 min
Produttore: James Gray
C'era una volta a New York
3 voti
7
ND.
Registrati - Login per iscriverti al Mail Alert.
Registrati - Login per scrivere una rece utente.
Screenshot
Artwork
Scansioni
Wallpaper
Everyeye.it © 2001-2014 - Editore:HIDEDESIGN SNC PI:05619350720
Registrati in pochi passi utilizzando un tuo account esistente
oppure
SCEGLI UN NOME UTENTE, E REGISTRA UN ACCOUNT PER IL SITO ED IL FORUM
EMAIL
PASSWORD