CINEMA & HOME VIDEO
Casino Royale > Recensione
1 Commenti
Stampa
+0
     
+0
+0
+0

Casino Royale - Recensione

Inviato il da Marco Antonio "Darrosquall" D'Arrigo
Il nostro 2007 cinematografico inizia coi fuochi d'artificio, e ad aprire le danze ci pensa la spia più famosa del mondo: James Bond. Basato sulla prima novella di Ian Fleming, mai "tradotta" sul grande schermo fino ad ora, Casino Royale è uno dei film più attesi della storica saga bondiana, ed i motivi di interesse sono molteplici. Ventunesimo film ispirato alle opere di Flaming, il suo sviluppo è stato travagliato, e a indossare lo smoking d'ordinanza non c'è più il vetusto Pierce Brosman, ma l'uomo dagli occhi di ghiaccio Daniel Craig, già visto in azione recentemente nel dramma di Spielberg Munich. Eredità pesante, pesantissima. Negli ultimi anni la spia inglese ha perso un po' del suo fascino originario, sia per interpretazioni diverse e meno carismatiche di quelle di Roger Moore e Sean Connery, sia per la concorrenza pressante del Mission Impossible di Tom Cruise. A tutti questi elementi è d'obbligo aggiungere il fattore sorpresa, il “sense of wonder”, diminuito drasticamente negli occhi degli spettatori, abituati oramai a vedere in sala effetti speciali a profusione, con inseguimenti ultraveloci e sempre più curiose armi da fuoco.

Utilizzare come base da cui partire la prima novella di Ian Fleming per presentare al pubblico il nuovo 007 è risultata una soluzione perfettamente riuscita.
James Bond, ovunque
Casino Royale - recensione - Dvd La storia raccontata in Casino Royale prende il via in Africa, dove Bond ha il compito di intercettare un costruttore di bombe ed interrogarlo.
Le cose naturalmente non vanno come previsto e il novello 007 è costretto dagli eventi a freddare l'artificiere. Il tutto viene ripreso dalle telecamere di sicurezza dell'ambasciata e, pertanto, scoppia un caso internazionale. Il bad guy - interpretato da Mads Mikkelsen - a cui James Bond risalirà grazie ai suoi metodi poco ortodossi, è un banchiere che finanzia le organizzazioni terroristiche di tutto il mondo.
Per batterlo, ricorrerà ad una caldissima partita di poker nel Casino Royale, fulcro dell'intera vicenda. Il cuore dell'azione si sposta di volta in volta in una location differente, per cui avremo modo di vedere in ordine le Bahamas, Montenegro e Venezia.
Una ventata di freschezza, carica di gradite novità
Casino Royale - recensione - Dvd Casinò Royale è un film fresco, che rinvigorisce una saga che si stava trascinando su se stessa da almeno tre film, con intrecci sempre più piatti e monocorde, restituendoci finalmente un Bond degno erede di Sean Connery, più umano e fedele al personaggio letterario. Martin Campbell, già regista di 007 - Goldeneye, ci guida per mano diligentemente nel seguire il processo di mutamento che interviene sul personaggio interpretato da Daniel Craig, un cambiamento di pelle assolutamente necessario per vestire i panni della spia britannica perfetta. Non si possono coltivare amori duraturi, men che mai avere piena fiducia negli altri, pena la caduta e la fine.

Daniel Craig, come già detto in precedenza, non delude, ma esalta lo spettatore. Difatti il nuovo 007 ha le carte in regola per farsi amare da tutti. Forte, passionale, avventato, sicuro di sé, ironico, dissacrante, senza scrupoli quando si tratta di premere il grilletto. Esordio più rassicurante non poteva esserci.
La bond girl di questo eccezionale episodio è Eva Green, tremendamente sensuale nella sua semplicità. Per chi scrive, oltre ad essere un'ottima attrice, è anche una delle donne più belle del mondo. Particolare menzione merita la presenza di Giancarlo Giannini, nell'ambiguo ruolo di Mathis.

Ciò che ci preme sottolineare particolarmente è il carattere che contraddistingue la ventunesima trasposizione su schermo delle vicende che hanno per protagonista l'istituzionale spia britannica. Martin Campbell ha puntato tutto su Daniel Craig e sull'intreccio narrativo, ponendo i due elementi caratterizzanti in un piano superiore rispetto al “sense of wonder”. Ma ciò non deve trarre in inganno, perché in Casino Royale non mancano scene d'azione mozzafiato, con inseguimenti ed esplosioni eccezionalmente suggestive, grazia ad una regia di mestiere, e un accompagnamento sonoro meritevole.

“Se fai questo mestiere per abbastanza tempo, non hai più un anima da salvare, quindi me ne vado con quello che resta.” Firmato Bond, James Bond.
L'edizione dvd
Su discreti standard si attesta la qualità dell'edizione in dvd del film di Martin Campbell, disponibile ora in un'edizione disco singolo, e in una Collector's Edition, quest'ultima impreziosita da un secondo disco. La prima scelta, per i meno esigenti, o per meglio dire i più pazienti, si rivela piuttosto povera: in verità consta di un semplice dvd doppio strato, presentato in una scialba confezione amaray e privata di ogni arricchimento extra. Il comparto audio presenta due tracce, inglese e italiana, entrambe in Dolby Digital 5.1, ma non in DTS, e quello video, in 2.40:1 anamorfico, è pulito e nitido.
Per quanto riguarda la Collector's Edition, è sicuramente galvanizzante notare la presenza di notevoli miglioramenti rispetto la versione base del dvd, quali una confezione steelbook e numerosi contenuti extra, tra i quali spiccano una escursione tra le bond girl, il video musicale e altre chicche che sicuramente sapranno soddisfare i fan della spia più famosa al mondo. Con rammarico si riscontra che il comparto audio e video non sono stati arricchiti di una virgola.
Casino Royale stupisce positivamente, e lo fa nel migliore dei modi. L'ottimo intreccio narrativo alla base del film, e la straordinaria prestazione del nuovo interprete di James Bond - un avventato e fascinoso Daniel Craig - ci regalano quasi due ore e mezza di intrattenimento di alta classe, panacea vitale per una saga che stava vivendo un evidente periodo di crisi. Non poteva esserci un esordio migliore per l'attore inglese. Convince a pieni voti, senza discussioni. Esaltante.

Già. Peccato solo che l'edizione dvd si presenti povera e scialba mancando certo l'obiettivo di rendere giustizia all'opera. Se non si può dire che le tracce audio e video siano di qualità infima, per quanto riguarda gli extra merita considerazione esclusivamente la Collector's Edition, poichè l'edizione disco singolo è spoglia di qualunque contenuto. Certo una delusione per chi non vuole spendere troppo, ma, a ragione, pretenderebbe la presenza di qualcosa di simile a un contenuto speciale.
VOTOGLOBALE7
Potrebbe interessarti anche:

INVIA COMMENTO

Casino Royale

Casino Royale - Dvd
Genere: Non disponibile
Casino Royale
8
6.5
7
6
13 voti
7.2
ND.
Registrati - Login per iscriverti al Mail Alert.
Registrati - Login per scrivere una rece utente.
Everyeye.it © 2001-2014 - Editore:HIDEDESIGN SNC - Partita Iva :05619350720
Link Utili: Redazione | FAQ | Contatti | Lavora | Adv | Partners
Registrati in pochi passi utilizzando un tuo account esistente
oppure
SCEGLI UN NOME UTENTE, E REGISTRA UN ACCOUNT PER IL SITO ED IL FORUM
EMAIL
PASSWORD