Videogiochi, Cinema, Serie Tv e Tecnologia
Rabbids Big Bang > Recensione
0 Commenti
Stampa
+0
     
+0
+0
+0

Rabbids Big Bang - Recensione

Inviato il da Andrea Vanon
Il panorama dei giochi mobile si è fatto in pochissimi anni enormemente vario. Tra produzioni più o meno serie, chiunque può dedicarsi con successo al gaming sul proprio dispositivo: chi è interessato all'esperienza dettagliata e profonda così come chi necessita di un passatempo in metropolitana. Rabbids Big Bang risponde in modo particolare a questi ultimi, e lo fa con buon piglio. La vena irriverente ed inconfondibile dei famelici coniglietti di casa Ubisoft si unisce ad un gameplay molto semplice, che sfrutta la gravità per dare vita a soluzioni sfiziose anche per un giocatore mediamente navigato. I soli ottantanove centesimi per il suo acquisto sembrano poi la cifra adeguata per un'esperienza da gustare a spizzichi e bocconi.
Rabbids nello Spazio
Rabbids Big Bang - recensione - iPad Il concetto attorno al quale orbita (è proprio il caso di dirlo) Rabbids Big Bang è semplicissimo; quasi banale. Un coniglietto è armato di mazza da baseball e deve colpirne un secondo per scagliarlo in orbita, così che possa recuperare le monete disposte in giro per lo spazio. Di mezzo ci si mette ovviamente la gravità, che modifica le traiettorie di volo: dovremo quindi non solo calcolare con attenzione la direzione del lancio, ma poi sfruttare anche un improbabile propulsore per darci la spinta e fluttuare "attorno al mondo".
Ben presto le mappe di gioco si fanno più complesse, ed arrivano ad includere ufo, ostacoli, ma soprattutto più corpi celesti. Avremo dunque la possibilità di sfruttare l'accelerazione gravitazionale per spingerci al di fuori dell'atmosfera e farci attrarre automaticamente da un pianeta vicino. Il compito potrebbe sembrare facile, ma in verità Rabbids Big Bang risulta tutto sommato impegnativo: una volta lanciato in aria il buffo coniglio comincia a ruotare su se stesso, e bisogna quindi attendere il momento giusto per attivare il "jetpack" toccando il touch screen, onde evitare schianti rovinosi.
Bisognerà anche prestare attenzione al serbatoio: una volta esaurito dovremo pagare per riempirlo, ad un prezzo di volta in volta raddoppiato. Entrano qui in gioco anche le uniche micro-transazioni presenti in Rabbids Big Bang, che ci permetteranno di acquistare pacchetti monete a prezzi abbastanza elevati. Fortunatamente abbiamo constatato in prima persona come con un piccolo sforzo si può tranquillamente fare a meno di metter mano al portafoglio, procedendo in tutta serenità dal principio alla fine.
A livello di meccaniche basiche Rabbids Big Bang è praticamente tutto qui, forte di un'immediatezza garantita da controlli touch sempre precisi e reattivi. L'esperienza complessiva, per quanto probabilmente inadeguata a lunghe sessioni di gioco, si rivela tutto sommato gradevole: il giocatore viene spinto ad andare avanti anche dalla comparsa di nuove variabili e obiettivi, che lo costringeranno a ripensare le traiettorie, e magari a potenziare tramite le sudate monetine la mazza ed il jetpack. I centocinquanta livelli di cui è composta l'avventura sono insomma piuttosto eterogenei e, per quanto le azioni da compiere appaiano in linea di massima ripetitive, una partita ogni tanto si fa tutto sommato volentieri.

Peccato soltanto che nei tantissimi quadri a disposizione, nonostante l'abbondanza di asteroidi e mucche volanti (!!!) le sfide vadano pian piano a ripetersi, con poche variazioni.
Ad accompagnare un'azione snella e funzionale, troviamo un comparto artistico di buona fattura. Il carattere peculiare delle produzioni legate ai Rabbids si ritrova in ogni anfratto di questa incarnazione mobile: anche se gli elementi a schermo o gli effetti non lasciano mai a bocca aperta, il colpo d'occhio appare piacevole, accompagnato da qualche piccola chicca capace di strappare più di un sorriso. Orecchiabile infine l'accompagnamento sonoro, in grado di sostenere bene il ritmo dei vari quadri.
Rabbids Big Bang, pur nella sua estrema semplicità, si lascia giocare volentieri e risulta divertente per qualche partita "mordi e fuggi". Immediato ma non banalissimo, paga lo scotto di una una certa ripetitività che, sulla lunga distanza, si fa sentire. Colorato e gradevole, il comparto tecnico valorizza un gameplay basato interamente sulla gestione delle traiettorie di questi conigli spaziali. Un classico titolo mobile senza troppe pretese, sicuramente meno brillante di altri giochi della scuderia Ubisoft (Rayman Jungle Run). Ma, per meno di un Euro, sicuramente da provare!
VOTOGLOBALE7.3
Andrea Vanon è appassionato di videogiochi sin dal 1995, quando passava le giornate tra SNES e Game Gear. Da sei anni tra le "penne" e le "voci" di Everyeye.it fagocita qualsiasi produzione con curiosità, mantenendo un’incrollabile fedeltà verso gli sportivi "made in U.S.A.". Lo potete seguire su Facebook, su Twitter e su Google Plus.

INVIA COMMENTO

Rabbids Big Bang

Disponibile per: iPhone | iPad | Android Games
Genere: Arcade
Sviluppatore: Ubisoft
Distributore: Ubisoft
Publisher: Apple
Link Download: Scarica Qui
Costo iPhone: http://a14€
Costo iPad: 0,89€
Pegi: 3+
Lingua: Tutto in Italiano
Rabbids Big Bang
7
7.5
8
7
8 voti
6.9
ND.
guida alle valutazioni su Everyeye.it
Registrati - Login per iscriverti al Mail Alert.
Registrati - Login per gestire la collezione.
Registrati - Login per scrivere una rece utente.
Screenshot
Artwork
Scansioni
Wallpaper
Everyeye.it © 2001-2014 - Editore:HIDEDESIGN SNC PI:05619350720
Registrati in pochi passi utilizzando un tuo account esistente
oppure
SCEGLI UN NOME UTENTE, E REGISTRA UN ACCOUNT PER IL SITO ED IL FORUM
EMAIL
PASSWORD