iOS: Notizie, Recensioni, Anteprime e Video
Domande e Risposte dal vivo con la redazione di Everyeye
Spy Mouse > Recensione
6 Commenti
Stampa
+0
     
+0
+0
+0

Spy Mouse - Recensione

Inviato il da Alessandro "Neon" Mazzega
Firemint è uno dei team che più ha beneficiato dal successo dell’App Store, iniziando la propria attività con Flight Control, sbarcato in seguito su altre piattaforme oltre a quelle di Apple, e arrivando all’acquisizione da parte di Electronic Arts, vero e proprio punto di svolta.
La serie simbolo di Firemint, però, è sempre stata Real Racing, primo vero tentativo di portare un titolo di guida simulativo su iPhone e iPad, quindi stupisce pensare che il team stia puntando nuovamente su un puzzle game, dopo l’ottimo riscontro ottenuto dal proprio racing game e soprattutto dal suo seguito HD che, su iPad 2, rappresenta un benchmark grafico di primo piano.
Dopo due anni di sviluppo, quindi, EA pubblica Spy Mouse, vero e proprio ritorno a stile ed atmosfere più leggere. E’ giustificato un periodo di gestazione così esteso?
Agente Squeek in missione
Spy Mouse riprende ed espande il concetto alla base di Flight Control: utilizzando un singolo dito è possibile tracciare una traiettoria sullo schermo dell’iPhone, in modo da dirigere il protagonista nel punto voluto di un livello.
Se però le star di Flight Control erano degli aerei, da indirizzare per riuscire ad atterrare in aeroporti decisamente affollati, questa volta avremo a che fare con un topolino, in tutto e per tutto convinto di essere un agente segreto in missione per recuperare del formaggio.
La direzione artistica, quindi, riprende solo in parte quella del primo successo di Firemint, virando su uno stile maggiormente cartoon che dovrebbe garantire una migliore visibilità al gioco sull’affollatissimo store di Apple.
L’atmosfera viene ripresa tanto nei livelli, ambientati inizialmente in appartamenti strutturati in maniera sempre diversa, per poi passare a magazzini, posteggi e angusti vicoli, sempre più popolati di gatti affamati e insidie di ogni tipo.
Il tratto è leggero e gli ambienti sono stilizzati, con colori acquerello che non bucano particolarmente lo schermo ma donano comunque un look armonioso e piacevole.
Traiettorie con le dita
Riprendendo quindi il meccanismo alla base di Flight Control basterà tracciare una linea sullo schermo per far muovere Squeek, il quale si fermerà solamente raggiunto il punto finale nel quale si è sollevato il dito dal touch screen.
Sarà quindi onere del giocatore valutare la conformazione del livello, le minacce presenti e solo al momento giusto agire, facendo muovere il topolino in modo da evitarle.
Queste sono in gran parte rappresentate da gatti, i meno intelligenti dei quali si baseranno solo sulla propria vista per passare all’attacco, con risultati spesso disastrosi, come nei casi nei quali si tufferanno a testa bassa per catturare il roditore, non riuscendo ad afferrarlo a causa di una schivata effettuata con il giusto tempismo, che terminerà con un impatto con una delle pareti presenti nel livello, lasciandoli storditi per lunghi secondi.
Ci saranno poi avversari molto più intelligenti o altri che faranno addirittura a meno della propria vista per puntare tutto su udito e olfatto, costringendo il giocatore a strategie differenti.
L’ambiente, comunque, giocherà un ruolo fondamentale e uno studio accurato potrà fare la differenza ancor prima di aver mosso Squeek di un solo pixel: un televisore acceso al momento giusto ipnotizzerà i gatti che rimarranno storditi a fissarlo dandoci la possibilità di prendere il formaggio e fuggire, utilizzando una delle tane presenti del livello, spesso comunicanti in stanze differenti e rappresentando quindi una zona franca nella quale risulta impossibile la cattura.
Struttura Classica
La struttura di gioco è quella comune a molti altri puzzle game di successo: ogni livello offre un obiettivo principale, che consiste nel portare nella tana tutti i pezzi di formaggio presenti senza farsi catturare. Sono poi disponibili numerosi obiettivi secondari, spesso conflittuali tra loro e quindi non raggiungibili in un singolo tentativo, in modo da spingere alla rigiocabilità per riuscire ad ottenere il massimo del punteggio in tutti gli stage presenti.
E’ una formula ormai collaudata, quasi uno standard per quanto riguarda i giochi per iOS, ma la novità è rappresentata da livelli particolari, nei quali un boss attende il giocatore, rappresentando una sorta di linea di demarcazione tra un’ambientazione e l’altra.
Durante questo genere di scontri il gameplay varia in modo interessante e i gatti si organizzeranno per fermare Squeek sfruttando l’aiuto di strani macchinari, spesso robotici, obbligando alla fuga in sezioni che prendono le distanze dallo stile di gioco lento e riflessivo visto in precedenza, spingendo l’acceleratore sull’azione, spesso istintiva, per cercare di portare a casa la pelle.
Stupisce anche l’inclusione di Origin all’interno del gioco, benché ancora non funzionante, segno che Electronic Arts vuole comunque spingere il suo nuovo servizio anche sul fronte mobile, in modo da mettersi in diretta competizione con sistemi quali Game Center e OpenFeint.
Spy Mouse è un puzzle game piacevole e divertente ma manca della freschezza degli esordi di Flight Control, in parte recuperata grazie ad uno stile grafico irresistibile e da un protagonista decisamene riuscito.
Chi ha provato il primo successo di Firemint si sentirà subito a proprio agio ma non riuscirà mai a liberarsi della sensazione di giocare a qualcosa di già visto, poco originale, segno che la formula funziona ancora ma sta già mostrando i primi segni di vecchiaia.
Probabilmente i ragazzi di Firemint dovranno necessariamente studiare qualcosa di maggiormente innovativo per il futuro, soprattutto perché la competizione nel campo dei puzzle game su iOS sforna novità su base praticamente giornaliera, spesso con idee particolari e fuori dagli schemi che possono portare a vendite milionarie in poche settimane.
VOTOGLOBALE6.5
Alessandro "Neon" Mazzega prende confidenza fin da tenera età con pad e tastiera e si appassiona rapidamente ai videogiochi, lavorando come giornalista sulle principali realtà online e occupandosi di gaming in ambito mobile e aziendale. Bassista fallito, ha ormai venduto lo strumento per passare dietro al microfono, sia per cantare che per condurre il podcast Gaming Effect. Cercatelo su Facebook, su Twitter e su Google Plus.

INVIA COMMENTO

Spy Mouse

Disponibile per: iPad | iPhone
Genere: Arcade
Sviluppatore: Firemint
Costo iPhone: 0,79€
Pegi: 3+
Lingua: Tutto in Italiano
Data di Pubblicazione: 30/08/2011
Spy Mouse
7
7
6.5
6
11 voti
4.9
ND.
guida alle valutazioni su Everyeye.it
Registrati - Login per iscriverti al Mail Alert.
Registrati - Login per gestire la collezione.
Registrati - Login per scrivere una rece utente.
Screenshot
Artwork
Scansioni
Wallpaper
Everyeye.it © 2001-2014 - Editore:HIDEDESIGN SNC PI:05619350720
Registrati in pochi passi utilizzando un tuo account esistente
oppure
SCEGLI UN NOME UTENTE, E REGISTRA UN ACCOUNT PER IL SITO ED IL FORUM
EMAIL
PASSWORD